User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,624
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito hanno punito il nordest produttivo

    Bortolussi: hanno punito il Nordest produttivo!

    Ha convinto, anni fa, un governo a rivedere le sue posizioni quando ha dimostrato come le società di capitale pagassero meno tasse che un singolo artigiano. Non ha mai guardato in faccia centro destra o sinistra quando si trattava di dati, cifre e numeri anche se lui, Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre (diventata famosa ormai per un centro studi di primo piano) fa l'assessore nel Comune di Venezia e non ha mai nascosto le sue simpatie a sinistra.
    Ora accusa ancora: «Nelle casse del Belpaese ci sono maggiori entrate che nella media degli altri paesi europei, ma si spende di più e peggio».

    Di questa Finanziaria che dice?
    «Sono sinceramente perplesso. Anche i quotidiani veneti che vengono classificati vicini alla sinistra parlano di finanziaria punitiva per Nordest, Nord e piccole imprese».
    C'è ragione nelle critiche?
    «Da vendere. Al Nord operano il 70 per cento delle imprese italiane e il 70 per cento dei dipendenti: tutti nel mirino».
    Ma il governo colpisce i ricchi...
    «Scherza? Se uno guadagna 3-4-500 mila euro sa cosa pagherà in più di Irpef in un anno? 1780 euro! Un paio di scarpe alla moglie. Se credono che ora i ricchi piangono si sbagliano».
    Chi piange invece?
    «Io dico "chi ha la targa". Chi paga già le tasse sarà penalizzato, e non solo per l'Irpef. Questa finanziaria colpisce quello che una volta il vecchio Pci chiama "Il ceto medio produttivo". Questi del governo hanno detto: puniamo una tribù che non è la nostra! Una legge che è una dannazione per le imprese del Nordest».
    Esempi!
    «Oltre agli sconti fiscali, che sono pochi e banali (si salva solo chi può prendere assegni familiari ma oggi le famiglie sono ridotte), c'è una stupefacente concentrazione di punizioni sul lavoro autonomo».
    Cominciamo da...
    «La norma sovietica da ammasso del grano verso il Tfr. È uno scippo buttarne una parte nel fondo opere pubbliche dell'Inps. È un prestito obbligatorio allo Stato: una storia da bolscevichi contro i kulaki, i piccoli proprietari contadini. Buona parte degli artigiani lavorano da soli (un quarto dei lavoratori di Veneto e Friuli V.G. sono artigiani ndr) ma chi ha qualche dipendente deve subire».
    C'è di peggio?
    «Sì. Tutto su un colpo un autonomo deve pagare due punti di più al fondo previdenziale; e aumentano anche dello 0,30 i contributi sugli apprendesti e per i dipendenti. È la somma di tutte queste cose che rende questa Finanziaria inaccettabile. Solo tasse e niente taglio alle spese! Nessun rilancio per l'economia».
    Ma si riduce la spesa della sanità...
    «La chiamano riduzione di spesa, 3 miliardi. Ma non si fa altro che trasferire i costi sui cittadini. Danno meno soldi ai Comuni? Ma i Comuni mettono più tasse e la gente deve pagare.»
    Possibile che nessuno si accorgesse che le cose sarebbero andate cosi?«Conosco molta gente in Commissione finanze: mi hanno tutti confessato che non si aspettavano questo risultato. È una finanziaria andata avanti per pezzetti, per mantenere un equilibrio politico. È mancata una regia. Ma se il giorno dopo Chiamparino, Giaretta, Lancillotta e tanti altri si arrabbiano un motivo ci deve essere. E Padoa Schioppa è ostaggio dell'ala massimalista di questo governo».
    Nemmeno i 4 miliardi da recuperare dalla lotta all'evasione?
    «Se sono bravi ne tirano fuori uno. Gli altri li trovano dagli studi di settore (un calcolo teorico che lo Stato fa sui guadagni di lavoratori autonomi, professionisti, eccetera ndr). Sono 5-6 anni che diciamo che questi lavoratori sono colpiti dalla crisi economica. Ma gli studi di settore sono come una garrota: puoi stringere quanto vuoi. Una Finanziaria di "classe"».
    Il resto d'Europa...
    «Qui sfido apertamente Prodi, Visco, Padoa Schioppa: questa Finanziaria è contro il cittadino. Il guaio è che paghiamo già più tasse di altri paesi dell'Ue. Le nostre tasse sono il 28,1 sul Pil, in Germania il 21,9 mentre la media europea è il 24,4. Paghiamo più tasse per avere i peggiori servizi europei».
    Ma se sconfiggono il lavoro nero?
    «Non c'è la minima possibilità che il governo riesca a sconfiggere il lavoro nero. Per questo dovranno fare marcia indietro su molte cose».
    La sua finanziaria?
    «La Bce dice che nei servizi peggio di noi stanno solo Grecia e Portogallo. Se da noi le cose costano di più perché aumentano le tasse invece che diminuire sprechi e privilegi?».
    Del tipo...
    «La nostra macchina burocratica costosissima. L'energia elettrica che paghiamo il 40\% più di altri paesi: tutte cose che non riguardano solo la pubblica amministrazione. Guardiamo alle autostrade? Le peggiori anche se paghi biglietto mentre in Germania sono le migliori e non c'è biglietto».
    Mica sarà giusto arrendersi di fronte all'evasione?
    «C'è e bisogna combatterla. Ma il vero imputato è lo Stato che non sa spendere bene i suoi soldi. Lo Stato italiano pur ricevendo più soldi di Francia e Germania non offre giusti servizi. In Italia, ci sono da due a quattrocento mila dipendenti pubblici in più del necessario. Abbiamo il minor numero di maschi adulti occupati perché c'è il più alto numero di prepensionati. Basta! Voglio i tagli alla spesa!».

    Fonte: Il Gazzettino

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Democrazia cristiana Lombardia
    Data Registrazione
    02 Oct 2006
    Messaggi
    140
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Hanno punito il nord produttivo.

    Condivido pienamente le affermazioni di Bortolussi.
    Ecco perchè è necessario incominciare a chiedersi se quello che è politicamente avvenuto nel nord negli ultimi 15 anni in realtà non sia stata un operazione costruita a tavolino per contenere il nostro spiriro libero, dando la sensazione di poter raggiungere gli obiettivi prefissati per poi stopparli regolarmente il giorno dopo.
    Ecco perchè noi di Progetto Lombardia chiamiamo tutti a raccolta indipendentemente dalle ideologie affinchè si possa passare da LEGAti a liberi e responsabili.

  3. #3
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' da questa merda di unità d'itaGGGGGhia che puniscono il Nord... ed il Nord è così coglione da subire per decenni e decenni di fila, senza fiatare.

  4. #4
    riflettere..e poi agire
    Data Registrazione
    31 Jul 2006
    Messaggi
    151
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da FdV77 Visualizza Messaggio
    E' da questa merda di unità d'itaGGGGGhia che puniscono il Nord... ed il Nord è così coglione da subire per decenni e decenni di fila, senza fiatare.
    Concordo

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,394
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    il nord va punito per la sua incapacità di comprendere che
    il lavoro non va sacralizzato fino al punto da cancellare ogni altro valore
    culturale, etico, politico, religioso...........

    lo scempio che si sta facendo del territorio e della società, in nome di un
    presunto "benessere" che sta mortificando ogni legittima aspirazione
    e diritto alla qualità della vita, è la fase terminale di un processo
    che si concluderà con l'annientamento dei popoli
    che si sono completamente votati al lavoro per praticare un consumismo sfrenato.........

    c'é almeno un risvolto positivo in questa assurda storia;
    quando soccomberà questo abnorme corpo sociale,
    seguirànno la stessa sorte tutti i parassiti che a qualunque livello
    si sono incistati in esso........

    davvero una fine ingloriosa per gli eredi di quelle generazioni
    che seppero scrivere magistrali pagine di storia, cultura, arte........

  6. #6
    Democrazia cristiana Lombardia
    Data Registrazione
    02 Oct 2006
    Messaggi
    140
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    il nord va punito per la sua incapacità di comprendere che
    il lavoro non va sacralizzato fino al punto da cancellare ogni altro valore
    culturale, etico, politico, religioso...........

    lo scempio che si sta facendo del territorio e della società, in nome di un
    presunto "benessere" che sta mortificando ogni legittima aspirazione
    e diritto alla qualità della vita, è la fase terminale di un processo
    che si concluderà con l'annientamento dei popoli
    che si sono completamente votati al lavoro per praticare un consumismo sfrenato.........

    c'é almeno un risvolto positivo in questa assurda storia;
    quando soccomberà questo abnorme corpo sociale,
    seguirànno la stessa sorte tutti i parassiti che a qualunque livello
    si sono incistati in esso........

    davvero una fine ingloriosa per gli eredi di quelle generazioni
    che seppero scrivere magistrali pagine di storia, cultura, arte........
    La questione va vista diversamente. Spesso i piccoli nel levoro ci mettono arte, politica ecc. Tanti piccoli non lo fanno certo per guadagno, spesso è una necessità ma lo fanno con il cuore. Prova ad immaginare se tanti piccoli imprenditori (aziende a conduzione famigliare) chiudessero l'attività. Il numero dei disoccupati crescerebbe vertiginosamente. E poi?

  7. #7
    Forumista junior
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Messaggi
    98
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    il nord va punito per la sua incapacità di comprendere che
    il lavoro non va sacralizzato fino al punto da cancellare ogni altro valore
    culturale, etico, politico, religioso...........

    lo scempio che si sta facendo del territorio e della società, in nome di un
    presunto "benessere" che sta mortificando ogni legittima aspirazione
    e diritto alla qualità della vita, è la fase terminale di un processo
    che si concluderà con l'annientamento dei popoli
    che si sono completamente votati al lavoro per praticare un consumismo sfrenato.........

    c'é almeno un risvolto positivo in questa assurda storia;
    quando soccomberà questo abnorme corpo sociale,
    seguirànno la stessa sorte tutti i parassiti che a qualunque livello
    si sono incistati in esso........

    davvero una fine ingloriosa per gli eredi di quelle generazioni
    che seppero scrivere magistrali pagine di storia, cultura, arte........
    concordo pienamente.

    E' triste vedere come chi dice di avere a cuore la causa dei popoli alpino-padani continui a ragionare in termini di dx o sx, a favore o contro un determinato ceto sociale: gli imprenditori.

    manca la coscienza della propria identità; una popolazione che non ha coscienza di se stessa, di essere "altro", semplicemente non esiste come popolo.

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,017
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    il nord va punito per la sua incapacità di comprendere che
    il lavoro non va sacralizzato fino al punto da cancellare ogni altro valore
    culturale, etico, politico, religioso...........
    HAI MAI VISTO UN PAESE IN QUALSIASI PARTE DEL MONDO CHE SIA STATO COLONIZZATO CHE NON LAVORA ?

    CIO' E' AVVENUTO PERCHE' IN QUESTI ANNI GIA' IN PARTENZA NON VI ERA IL VALORE ETICO E POLITICO . . .

  9. #9
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    il nord va punito per la sua incapacità di comprendere che
    il lavoro non va sacralizzato fino al punto da cancellare ogni altro valore
    culturale, etico, politico, religioso...........

    lo scempio che si sta facendo del territorio e della società, in nome di un
    presunto "benessere" che sta mortificando ogni legittima aspirazione
    e diritto alla qualità della vita, è la fase terminale di un processo
    che si concluderà con l'annientamento dei popoli
    che si sono completamente votati al lavoro per praticare un consumismo sfrenato.........

    c'é almeno un risvolto positivo in questa assurda storia;
    quando soccomberà questo abnorme corpo sociale,
    seguirànno la stessa sorte tutti i parassiti che a qualunque livello
    si sono incistati in esso........

    davvero una fine ingloriosa per gli eredi di quelle generazioni
    che seppero scrivere magistrali pagine di storia, cultura, arte........

    Tutto vero, pero' manca qualcosa.

    Nelle epoche passate quando i padani (e toscani) producevano scienza, arte, cultura, anche allora si facevano un mazzo cosi' a lavorare. Per ogni pittore o filosofo c'erano 10 contadini (probabilmente analfabeti) che lavoravano da mattina a sera, 10 artigiani che miglioravano la tecnologia di produzione generazione dopo generazione, 10 mercanti che compravano e vendevano spezie indiane, sete e porcellane cinesi, tessuti fiamminghi, spinti gia' allora dalla ricerca di maggiore ricchezza e beni di consumo, magari 5 banchieri che facilitavano tali operazioni commerciali. La produzione di scienza-arte-cultura e' il sottoprodotto di una societa' ricca, o almeno benestante, fondata sul lavoro. Tutto questo con l'approvazione della Chiesa nordeuropea (fino ad arrivare naturalmente poi dopo alla Riforma), e l'ostilita' invece di quella mediterranea, piu' basata sui privilegi e ozi contemplativi e monastici (a spese altrui).

    Semmai c'e' da chiedersi perche' oggi i padani continuino a farsi il mazzo come allora senza piu' produrre o apprezzare il corrispondente valore di cultura. Perche' le autorita' politiche dei comuni una volta si contendevano i servizi di un Giotto per affrescare questa o quella chiesa, oggi si contendono l'organizzazione di missitaglia. Sara' perche' la Padania non ha piu' l'importanza politica di una volta e anche la cultura e' solo piu' un prodotto riciclato e importato dal centro dell'impero, gli USA (e in futuro la Cina). Sara' perche' le scuole sono mediamente di basso livello, piene di prof terroni. Sara' perche' i padani si fanno il mazzo o in settori "autolesionistici" (edilizia) o destinati a essere soppiantati dal terzo mondo (piastrelle, scarpe e mobili), senza sapersi adattare, senza saper cercare qualcosa di unico....che so, in settori di alta tecnologia ma basso impatto ambientale, oppure servizi legati a un turismo eco-compatibile, culturale.

    Ricordiamoci che i gorilla e gli oranghi nella foresta sono stati salvati dalla probabile estinzione solo quando ci si e' accorti che erano una risorsa turistica, che la gente era interessata ad andare fin la' a vederli, perche' sono una risorsa unica (a differenza di ponti e strade). Che non accada la stessa cosa con le culture padane? Che non ci si accorga in futuro che scarpe e piastrelle le possono fare altrettanto bene in India, mentre la cultura e storia locali sono una risorsa unica per cui la gente sarebbe disposta a viaggiare e pagare per conoscere meglio (come se ne sono accorti in Bretagna)?

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,017
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da aussiebloke Visualizza Messaggio
    Semmai c'e' da chiedersi perche' oggi i padani continuino a farsi il mazzo come allora senza piu' produrre o apprezzare il corrispondente valore di cultura. Perche' le autorita' politiche dei comuni una volta si contendevano i servizi di un Giotto per affrescare questa o quella chiesa, oggi si contendono l'organizzazione di missitaglia. Sara' perche' la Padania non ha piu' l'importanza politica di una volta e anche la cultura e' solo piu' un prodotto riciclato e importato dal centro dell'impero
    PERCHE' LA LEGA HA FATTO DA CONTENITORE AI PROBLEMI MA NON HA FATTO NIENTE PER RISOLVERLI ANZI ! LI HA PEGGIORATI

    MONTAGNE DI CHIACCHIERE IL NORD HA BISOGNO DI FATTI

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. IPad è più produttivo di iPhone
    Di Templares nel forum Telefonia e Hi-Tech
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-05-10, 09:20
  2. Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 19-12-09, 01:18
  3. L'ora del sindacato produttivo
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-10-08, 17:19
  4. Altro che ceto produttivo...
    Di Metapapero nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-05-06, 22:03
  5. Gli Spagnoli Hanno Punito I Bugiardi
    Di anton nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 11-06-04, 18:07

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226