E' un capo di spicco della mala vesuviana. Con lui è finito in cella anche l'autista, pure lui membro dell'organizzazione mafiosa campana

Arrestato a Carpi dai carabinieri il boss della camorra Giuseppe Panico


MODENA (7 ott. 2006) - E' stato arrestato a Carpi (Modena) Francesco Panico, esponente di spicco dell'omonimo clan operante nei comuni del Vesuviano. I carabinieri hanno arrestato oltre a Panico il suo autista, Giuseppe Ricco, di 42 anni, di Santa Margherita di Savoia (Foggia), ritenuto elemento apicale del sodalizio.
Panico, destinatario di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Dda di Napoli lo scorso 11 settembre, era sfuggito ad una operazione dei carabinieri un mese fa.

ARRESTO PANICO: “UN RINGRAZIAMENTO ALL’ARMA”
Il Sindaco Enrico Campedelli sull’arresto di questa mattina
Il Sindaco di Carpi Enrico Campedelli, appena appresa la notizia dell’arresto in città del boss Francesco Panico, bloccato questa mattina dai militari del Nucleo operativo di Castello di Cisterna su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, ha telefonato al capitano della locale Compagnia dei Carabinieri Paolo Lando, per conoscere i particolari dell’operazione e complimentarsi per questa brillante operazione compiuta dagli uomini dell’Arma, che ha permesso di catturare dopo un mese di latitanza quello che gli inquirenti considerano un personaggio di spicco della criminalità organizzata campana.

fonte emilianet.it