User Tag List

Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 88
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Cardini su teorie storiche e leggi proibizioniste

    Ecco il testo di un'ottima intervista rilasciata a "L'Unità" da Franco Cardini:

    «La verità storica, qualunque essa sia, non può essere imposta per legge. Mi ribello ancor più quando per legge si pretende di punire chi afferma il contrario. Il mio è un punto di vista generale, che certo non investe la tragedia di cui gli armeni sono stati vittime». A sostenerlo è il professor Franco Cardini, storico, saggista, docente all'Università di Firenze.

    Professor Cardini, come valuta la decisione del Parlamento francese?

    «Ho sempre avuto un forte scetticismo, verso ogni tentativo di stabilire per legge una verità storica. Scetticismo che si trasforma in autentico furore quando, sempre per legge, si pretende di punire chi afferma il contrario. Se qualcuno scrive articoli ritenuti infamanti di una vicenda storica che ha colpito un popolo o una etnia, si può agire con gli strumenti giuridici ordinari: lo si persegue per apologia di reato, lo si processa e se risulta colpevole, lo si punisce . Ma diverso è il discorso della ricerca storica. Quando uno, approfondendo una ricerca documentaristica, dice qualcosa che va contro il comune sentire, allora si esaminano i documenti, e i casi sono due: o lo si confuta, o si prende atto delle argomentazioni che ha addotto e si modifica la prospettiva storica. Mi lasci aggiungere che, nel caso in questione, non sono sorpreso per l'iniziativa del Parlamento francese, la trovo anzi inevitabile…».

    Su cosa fonda questo giudizio?

    «Una volta che, qualche anno fa, è passata una legge secondo la quale era reato la confutazione dell'Olocausto, e questo a qualunque titolo e livello di approfondimento scientifico avvenisse, è naturale che in seguito a quella legge sia nato un contenzioso giuridico enorme che ha evidentemente obbligato i parlamentari francesi ad agire per analogia. Per assurdo: se non avessero fatto un passo di questo genere, sarebbero dovuti tornare sulla legge ultima, quella relativa all'Olocau sto, cassandola o accettando, per legge, di sostenere, come ! propugna to da uomini politici e intellettuali, l'assoluta unicità della Shoah. In realtà, la verità storica per legge non la si può imporre, ma se lo si fa allora non si possono usare due pesi e due misure, operando una sorta di gerarchizzazione dei genocidi, pretendendo, sempre per legge, di decidere sulla loro sussistenza. Di questo passo c'è da aspettarsi che qualche Parlamento stabilisca per legge di perseguire chiunque metta in discussione il genocidio della popolazione nativa americana da parte degli statunitensi bianchi nel corso dell'Ottocento. Da questo punto di vista, la decisione assunta dal Parlamento francese rappresenta un precedente che può innescare un effetto-valanga. C'è da aspettarsi che per rappresaglia, il Parlamento turco decida di legiferare sui "crimini" delle crociate… Ma questo "effetto-"valanga" potrebbe sortire anche dei risultati imbarazzanti per una certa pubblicistica pseudoculturale occidentale tanto cara ai tenaci assertori della supremazia di valore dell'Occidente…

    Tesi interessante, professor Cardini, che vale la pena di approfondire.

    «Pensi ai Parlamenti dei Paesi del continente africano. Potrebbero a questo punto decidere per legge di mettere sotto accusa le brutture che un certo colonialismo occidentale ha portato con sé e perseguire chi osi negarlo».

    Umberto De Giovannangeli

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Piemonte - Italia
    Messaggi
    531
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Franzele Visualizza Messaggio
    .............. C'è da aspettarsi che per rappresaglia, il Parlamento turco decida di legiferare sui "crimini" delle crociate… Ma questo "effetto-"valanga" potrebbe sortire anche dei risultati imbarazzanti per una certa pubblicistica pseudoculturale occidentale tanto cara ai tenaci assertori della supremazia di valore dell'Occidente…
    non è necessario tutto ciò, è sufficiente che la turchia chieda ai francesi di riconoscere il genocidio vandeano, e siamo 1 a 1

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,989
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mossone Visualizza Messaggio
    non è necessario tutto ciò, è sufficiente che la turchia chieda ai francesi di riconoscere il genocidio vandeano, e siamo 1 a 1

    L'unico genocidio di cui non è mai stato richiesto il riconoscimento ai suoi autori è quello dei Pellirosse.

  4. #4
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cardini ha ragione in una cosa, la storia non si fa con le leggi e i tribunali. Non credo che nessuno potrebbe dargli torto su questo. Per il resto è meglio che si occupi di medioevo e lasci perdere la storia contemporanea...
    Shalom

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Pieffebi Visualizza Messaggio
    Cardini ha ragione in una cosa, la storia non si fa con le leggi e i tribunali. Non credo che nessuno potrebbe dargli torto su questo. Per il resto è meglio che si occupi di medioevo e lasci perdere la storia contemporanea...
    Shalom
    Cosa sarebbe "il resto"?
    Saluti

  6. #6
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il problema è che se i "reati di opinione" abbiano cittadinanza in uno Stato liberale e democratico, indipendentemente dal fatto che queste opinioni riguardino o meno questioni in qualche modo collegate a fatti storici. Quindi i tribunali non fanno mai la storia, e neppure le leggi a cui sono imputate queste volontà, ma pretendono di tutelare l'onore e la memoria di vittime di crimini contro l'umanità, e la sensibilità dei loro parenti sopravvissuti. Personalmente reputo queste leggi generalmente in contrasto con i principi dello Stato Liberale e, inoltre, largamente controproducenti in quanto trasformato dei cialtroni e dei mistificatori senza credito nella comunità scientifica internazionale in delle vittime e ingenerano negli ingenui e negli sprovveduti il sospetto che questi cialtroni siano perseguitati in virtù di chissà oscuri fini e a protezione di "menzogne ufficiali" difese per tutelare poteri e interessi. Dunque niente manette per chi scrive che l'11 settembre è il frutto di un complotto giudaico-neoconservatore, che nei campi nazisti gli ebrei se la spassavano, o che gli armeni furono trattati dai turchi con montagne di cibo e giocatolli per i bimbi. Ma neanche nessun credito a chi fa del vittimismo gratuito per leggi criticabili, spesso illiberali, lasciando da ciò intendere che chissà quali oscuri poteri (i soliti) governano il mondo e si servono di simili mezzi per ostacolare chissà quali "verità alternative" (le verità alternative sui crimini contro l'umanità, fino ad oggi, sono solo cialtronerie mistificatorie). Come sempre più spesso torna a fare il buon Franco Cardini, che sta ritornando ai suoi amori .....giovanili.

    Saluti liberali

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Apr 2005
    Messaggi
    3,002
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cominciano a non esser pochi gli intellettuali che nicchiano di fronte alla storia fatta coi tribunali.

    L'altro giorno (ieri, mi sembra) c'era un'intervista a Salman Rushdie sul Corrierone in terza pagina, in cui il letterato anglo-indiano alludeva all'assurdità del negare la parola ai revisionisti olocaustici.

    Pare proprio che i francesi l'abbiano fatta grossa stavolta: varando quella ridicola legge non hanno semplicemente fatto un attto stupido, ma hanno ufficializzato una tendenza repressiva che doveva valere per il solo "Olocausto". Provocando così una catena di nuovi malumori che non potranno non collegarsi con quelli dei revisionisti olocaustici.

    I filo-sterminazionisti dovranno fare sempre più i salti mortali, per tenere in piedi tutto quanto. Li aspetta una vitaccia, poveretti - non li invidio!

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Apr 2005
    Messaggi
    3,002
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    "Fascista" anche Rushdie?

  9. #9
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non esistono filo-sterminazionisti e anti-sterminazionisti. Esistono storici che affrontano il tema della Shoà, e pseudostorici che la negano. Le leggi in questione non sono state scritte ne' da Hilberg, ne' Friedlander, ne' da Mommsen, ne' da altri. Ovviamente appare evidente anche da questa discussione come queste leggi siano del tutto controproducenti oltre che assai discutibili sul piano della compatibilità con la democrazia liberale. Dovremmo tutti ricordarci quanto scrisse Nietzsche sul valore del "martirio" per propagandare pessime idee e ancora più pessime cause.


    Shalom

  10. #10
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mossone Visualizza Messaggio
    non è necessario tutto ciò, è sufficiente che la turchia chieda ai francesi di riconoscere il genocidio vandeano, e siamo 1 a 1

    Genocidio Vandeano? I vandeani morirono in massima parte di tifo petecchiale, vaiolo, peste, tisi, dissenteria, e per il resto furono uccisi in battaglie, in quanto rivoltosi, dalle forze armate della Francia rivoluzionaria, che attuò, è vero, anche legittime rappresaglie. Il resto è propaganda di guerra della reazione aristocratico-pluto-clerico-monarachico-provinciale e delle potenze straniere della Santa Alleanza. Mostratemi un servizio televisivo di un telegiornale dell'epoca che dimostri il contrario.

    Shalom

 

 
Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Le teorie di Nozick
    Di José Frasquelo nel forum Fondoscala
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 23-07-12, 01:08
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31-05-12, 19:11
  3. Le teorie del complotto
    Di Gerry nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 16-02-10, 22:08
  4. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 02-09-09, 20:52
  5. Teorie in frantumi....
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-03-03, 14:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226