User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: Scontro nella Metro A

  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Scontro nella Metro A

    Dal sito de "La Repubblica":

    L'incidente intorno alle 9.35 sulla linea A nella stazione di Piazza Vittorio Emanuele
    La vittima è una donna di Frosinone. Ha funzionato la macchina dei soccorsi
    Roma, disastro nella metropolitana
    Tamponamento fra treni: 1 morto, 110 feriti


    Cinque dei ricoverati sono in gravi condizioni. Si è temuto l'attentato, poi escluso
    Le ipotesi: guasto tecnico o errore umano. Salvo il macchinista




    ROMA - Una donna è morta, ci sono cinque feriti gravi e circa 110 lievi, ma Roma oggi ha temuto il peggio per un grave incidente nella metropolitana. Il disastro, intorno alle 9.35. Un tamponamento tra due treni della linea A: uno era fermo nella stazione Vittorio Emanuele II, l'altro veniva da Anagnina. Per ragioni ancora sconosciute il treno che arrivava non si è fermato, ha urtato l'altro, la centralina elettrica è andata in tilt, si è scatenato l'inferno.

    I vigili del fuoco hanno estratto dalle lamiere dei due vagoni distrutti il corpo di una donna, Alessandra Lisi, 30 anni, di Pontecorvo, in provincia di Frosinone, ricercatrice all'università. Faceva la pendolare, era partita dalla stazione di Roccasecca con il treno delle 6.05. E' morta sul mezzo che prendeva ogni giorno per andare al lavoro.

    Subito tutti hanno temuto per la vita del macchinista del treno che ha tamponato. Viste le condizioni della sua cabina, c'erano poche speranze. L'hanno trovato e tirato fuori. Non sembrava grave, parlava. Ma, poco dopo, si è sparsa la notizia (da fonti del 118) che l'uomo era morto per le gravissime lesioni interne. Poi la smentita. Solo 10 giorni di prognosi per l'uomo che il pm Elisabetta Cericcola sta interrogando in ospedale per capire le dinamiche dello scontro.

    Nei corridoi della stazione e nella piazza centinaia di persone sconvolte: molti sanguinavano, altri erano ancora intontiti dallo shock, altri ancora cercavano il telefono per avvisare subito i parenti. La paura era sul volto di tutti, perché il primo pensiero, quando nella metro si è sentito il fragore ed è piombato il buio, è stato quello di un attentato.

    La macchina dei soccorsi, secondo quanto hanno più volte voluto sottolineare il prefetto Achille Serra, il sindaco Walter Veltroni e il governatore del Lazio, Piero Marrazzo arrivati subito sul posto, è scattata con prontezza. La piazza è stata transennata, nella zona dell'Esquilino, che comprende anche la stazione Termini, è stato subito caos, ma le ambulanze hanno raggiunto in fretta gli ospedali.

    L'ipotesi di un'esplosione è stata esclusa sin dal primo momento, ma poco si sa sulle cause del tamponamento. I due convogli erano nuovi, prodotti dalla spagnola Caf, tra gli ultimi ad essere messi in funzione. Esluso l'attentato restano il guasto tecnico (si è parlato di una centralina elettrica che non avrebbe funzionato) e l'errore umano. Alcuni testimoni hanno riferito che non si è sentito lo stridio di una frenata, per cui, anche se il treno procedeva a velocità limitata, sarabbe piombato sull'altro in corsa. Secondo alcuni passeggeri ci sarebbe stato un semaforo rosso che il macchinista, forse, non ha visto.

    A chiarire sarà l'inchiesta della magistratura, ma intanto ha il sapore di un presagio sinistro l'articolo apparso proprio oggi sulla cronaca di Roma di Repubblica, che indica la stazione Vittorio Emanuele come una tra le più bisognose di urgenti interventi di ammodernamento.

    Il comandante dei vigili del fuoco di Roma, Guido Parisi, ha escluso il guasto elettrico. "Il quadro elettrico, la centralina non ha nulla a che vedere con quanto accaduto - ha detto il dirigente - allo stato dobbiamo parlare unicamente di tamponamento, sulle cui origini tocca ad altri pronunciarsi, ma di sicuro escludiamo problemi relativi alla centralina elettrica". Parisi ha inoltre aggiunto che nel giro di appena mezz'ora dall'incidente "tutte le persone ferite erano state soccorse e trasferite negli ospedali di zona".

    Il ministro dell'Interno, Giuliano Amato, si è detto molto preoccupato per i feriti. A Milano per un convegno il ministro ha spiegato: "Non sappiamo molto sulla dinamica dell'incidente, qualcosa non ha funzionato nei sistemi di controllo automatici".

    La società Met.Ro ha fatto sapere che il traffico sulla linea A sarà ripristinato probabilmente domani mattina e ha categoricamente smentito le voci che prima dell'incidente ci fossero stati problemi alla linea elettrica. Il traffico automobilistico e dei mezzi pubblici di superficie in piazza Vittorio Emanuele è ripreso intorno alle 13.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sal sito "ANSA":

    SCONTRO TRA METROPOLITANE A ROMA, UN MORTO E 110 FERITI
    ROMA - Un convoglio della metropolitana, a Roma, ha tamponato un treno fermo alla stazione di piazza Vittorio, in una zona del centro. E' ancora incerto il numero delle vittime: secondo al Prefettura il bilancio al momento e' di una donna morta e di circa 110 feriti, dei quali cinque gravi. E' deceduta la trentenne di Frosinone, mentre si rincorrono dunque conferme e smentite riguardo alla morte di una seconda persona. Alcuni soccorritori del 118 avevano riferito in un primo momento del decesso del macchinista del treno che ha tamponato l' altro convoglio fermo in piazza Vittorio, ma tale circostanza é stata successivamente smentita dalla direzione dello stesso 118. Tuttavia, a tre ore dall' incidente ferroviario, alcune fonti continuano a parlare di un bilancio di due morti, altre di una sola vittima. I vigili del fuoco hanno anche estratto 50 feriti gravi.
    I treni si sono presentati come due scatole una dentro l'altra. Secondo chi ha visto la scena dell'incidente, il vagone tamponato è rientrato di circa due metri, accartocciandosi. La causa potrebbe essere stata un guasto alla centralina di segnalazione del treno che ha tamponato il convoglio che lo precedeva. Secondo i primi accertamenti, infatti, il treno che sopraggiungeva a piazza Vittorio, e che andava in direzione Battistini, ha avuto il segnale verde ed ha proseguito quindi la sua corsa verso piazza Vittorio. Per questo motivo l'impatto, è stato spiegato, è stato "inevitabile e fortissimo, tanto che il primo vagone è entrato completamente nell'ultimo vagone del convoglio fermo a piazza Vittorio".
    Sul luogo dove si è verificato lo scontro fra i due convogli sono giunti senza difficoltà numerosi mezzi di soccorso: ambulanze e vigili del fuoco. Il prefetto Achille Serra ha tenuto a sottolineare che la macchina dei soccorsi ha funzionato. La piazza e' stata isolata, con ripercussioni sul traffico nella zona. La linea A della metro e' stata chiusae sono state attivate navette sostitutive.
    A tamponare il convoglio della metro A, secondo quanto si e' appreso, sarebbe stato uno dei nuovi treni Caf, vetture messe da poco in circolazione sulla linea e con tecnologia all'avanguardia, di fabbricazione spagnola, che sostituiranno gradualmente l'attuale flotta della metropolitana
    Le persone che erano rimaste intrappolate tra le lamiere sono state tutte estratte dai vigili del fuoco. Non vi sono dunque più feriti bloccati nei treni.
    SECONDO IL 118: 2 MORTI, 4 CODICI ROSSI, 200 SOCCORSI Due morti, quattro codici rossi, 200 soccorsi. Questo il bilancio del 118 che ha allertato, per accogliere i feriti, gli ospedali San Giacomo, Policlinico Umberto I, Policlinico Tor Vergata, Sant'Andrea, Celio, San Camillo, Policlinico Casilino. La macchina dei soccorsi ha messo a disposizione 28 ambulanze e tre mezzi di soccorso, una tenda con un punto di rianimazione e una tenda punto medico avanzato.
    VELTRONI, ATTENDIAMO SPIEGAZIONI Il sindaco Walter Veltroni, giunto sul posto dell'incidente, ha detto di "aver chiesto a Met.Ro spiegazioni necessarie per capire come sia potuto accadere un incidente del genere". Il sindaco ha spiegato che, secondo quanto si è appreso, "un convoglio, tamponandolo, è entrato in quello che si trovava davanti". Tuttavia, "non si riescono a capire le motivazioni perché si tratta di treni nuovi e assolutamente funzionanti".
    MARRAZZO, UNA DECINA FERITI CODICE ROSSO "Dobbiamo verificare la situazione nei pronto soccorso. Più di una decina di feriti sono da codice rosso". Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo dopo aver compiuto un sopralluogo. Marrazzo ha aggiunto di non esser potuto scendere sul luogo dell'incidente.
    MINISTRO BIANCHI: INCHIESTA AMMINISTRATIVA "Sarà disposta un'inchiesta amministrativa", e i magistrati stanno già sotto al lavoro. Lo ha spiegato il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, giunto a Piazza Vittorio dopo il tamponamento tra due convogli della metropolitana della linea A di Roma. Il ministro non ha confermato la presenza di un semaforo rosso né di una seconda vittima. Bianchi ha lasciato il luogo dell'incidente per recarsi in ospedale dove sono stati ricoverati i feriti.
    UNA TENDA DEL 118 IN PIAZZA VITTORIO Una tenda per prestare i soccorsi ai feriti è stata allestita in Piazza Vittorio nei pressi dell'ingresso della stazione della metropolitana. Il personale ed i volontari intervenuti sul posto stanno prestando le cure alle persone ferite. Tutta la zona di piazza Vittorio è transennata dalle forze dell'ordine. Il traffico nelle aree adiacenti è praticamente paralizzato.

    FERITI TRASPORTATI ANCHE IN BUS NEGLI OSPEDALI Un autobus con dei feriti a bordo si e' recato all'ospedale San Giacomo dove i passeggeri non gravi saranno medicati e assistiti. Inoltre due pullman dell'Atac sono stati utilizzati per portare i feriti lievi negli ospedali di Tor Vergata e Sant'Andrea. Altri feriti, ritenuti più gravi, sono stati portai dal 118 con le ambulanze al San Camillo al San Giovanni al Fatebenefratelli dell'Isola Tiberina e 7 a Villa San Pietro. La maggior parte delle persone persone e' sotto choc.
    SOPRALLUOGO DEL MAGISTRATO DELLA PROCURA Il Pm Elisabetta Ceniccola è da qualche minuto sul luogo dell'incidente che questa mattina ha coinvolto a Roma due treni della linea A della metropolitana. Il magistrato sta effettuando il sopralluogo insieme con le forze di polizia. E' probabile che nelle prossime ore la Procura della capitale apra un fascicolo e una relativa inchiesta che dovrà chiarire eventuali responsabilità dell'incidente.
    CORDOGLIO DI NAPOLITANO PER LE VITTIME "Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, segue con partecipazione le drammatiche notizie dell'incidente nella metropolitana di Roma. Colpito dalle dimensioni della tragedia, il Capo dello Stato ha espresso, nei primi contatti con l'Amministrazione Comunale e con la Prefettura della Capitale, i suoi sentimenti di cordoglio per le vittime e di vicinanza ai numerosi feriti". E' quanto si legge in una nota del Quirinale.
    IL GOVERNO RIFERIRA' NEL POMERIGGIO IN AULA Il governo riferirà questo pomeriggio, nell'aula del Senato, sull'incidente avvenuto stamane sulla metropolitana di Roma. Ad annunciarlo è stato il presidente dell'assemblea, Franco Marini, dopo che in precedenza c'erano state diverse richieste di avere notizie direttamente dai ministri responsabili. In particolare Francesco Storace aveva avanzato una richiesta di informativa urgente. La stessa richiesta è stata poi sottoscritta da Luigi Lusi (Ulivo) che ha detto che un evento del genere "non si è mai verificato a Roma".

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    29,505
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Da quanto mi hanno detto alcuni che erano li dentro pare che dopo Furio Camillo ha cominciato una folle corsa e andava ad alta velocità fino a Vittorio Emanuele dove ha trovato il treno fermo e gli si è infilato dentro. Per me c'è o un malore del macchinista o un guasto ma possibile che non ci sia possibilita di mettere in contatto il macchinistra con la centrale? non ha detto nulla? mah..vedremo...cmq è stato terribile....
    ...cercatemi , se volete e potete , come RoccoFerraro

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gianfranco Visualizza Messaggio
    Da quanto mi hanno detto alcuni che erano li dentro pare che dopo Furio Camillo ha cominciato una folle corsa e andava ad alta velocità fino a Vittorio Emanuele dove ha trovato il treno fermo e gli si è infilato dentro. Per me c'è o un malore del macchinista o un guasto ma possibile che non ci sia possibilita di mettere in contatto il macchinistra con la centrale? non ha detto nulla? mah..vedremo...cmq è stato terribile....
    Grazie per la preziosa testimonianza, Gianfranco...

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


    La fermata in cui è avvenuta la tragedia...

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ROMA (Reuters) - Il tamponamento tra due convogli della metropolitana di Roma, avvenuto per cause ancora da accertare, ha provocato questa mattina la morte di una persona e il ferimento di altre 137, di cui una versa in gravissime condizioni.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Novità dal sito di Repubblica:

    Il questore aveva parlato di "qualcosa di anomalo che potrebbe essere successo"
    Ministro e vigili del fuoco: "Non è stato né sabotaggio, né guasto elettrico né errore umano"
    Metrò, il convoglio è passato col rosso
    "Ma il macchinista aveva avuto il via libera"


    La registrazione di un colloquio con la centrale svela che gli era stato detto di partire
    Le segnalazioni a Repubblica: "Stamattina il mio treno a piazza Vittorio non ha fermato"




    La scatola nera del convoglio investitore, recuperata dalla polizia

    ROMA - Il convoglio che ha causato il disastro nella metropolitana di Roma sarebbe passato con il semaforo rosso, ma il macchinista avrebbe avuto l' ok direttamente dalla sala controllo che gestisce il traffico della metropolitana. E' quanto rivela la registrazione di una comunicazione intercorsa tra il macchinista ferito e il personale della sala. La registrazione è stata sequestrata dalla polizia.
    La notizia, clamorosa, viene dall'Ansa. E spiegherebbe i molti misteri di questo disastro che poteva costare molto di più in termini di vite umane.

    Secondo quanto registrato nella conversazione di questa mattina, in sostanza, il macchinista avrebbe rilevato "un notevole intasamento" del traffico delle metropolitane chiedendo se doveva fermarsi o proseguire il viaggio. A questo punto gli sarebbe stato risposto in gergo tecnico di "andare a vista", procedendo cioè ad una velocità moderata di massimo 15 chilometri orari passando eventualmente anche con il rosso ma, procedendo per "snellire il traffico".
    Unica cautela in questa procedura - è stato fatto notare - è affidata alla massima attenzione del macchinista che aziona i freni in caso di improvviso pericolo.

    La ricostruzione. La dinamicadel disastro, infatti, è parsa subito molto strana. L'errore umano del macchinista è praticamente impossibile sui convogli moderni (e nuovissmi) come quello che si è schiantato contro l'altro treno fermo a Piazza Vittorio. Se anche il guidatore non avesse visto il rosso, o avesse avuto un malore, il treno si sarebbe fermato nel tempo di 6 secondi dalla partenza. Dunque, il macchinista Angelo Tomei (5 anni di esperienza, considerato molto affidabile) può essersi mosso solo volontariamente dopo aver ricevuto un input sbagliato e fuorviante come quello di cui alla registrazione.

    Le altre ipotesi, infatti, sono state escluse. I vigili del fuoco hanno smentito ad esempio che il tamponamento possa essere collegato a un guasto alla centralina che governa gli scambi e l'alimentazione a tutti i comandi lungo quel tratto di binario. "C'è stato semplicemente uno stacco della linea e uno scintillamento dovuto all'incidente, non è esplosa nessuna centralina", ha chiarito il comandante dei vigili del fuoco di Roma, l'ingegner Guido Parisi.

    Al capo dei vigili ha fatto eco il questore Marcello Fulvi. "Qualcosa di palesemente anomalo è accaduto - ha ammesso - ma è presto per poter trarre conclusioni sulle cause. Aspettiamo l'esito delle perizie e delle indagini della magistratura". Al ministro dei Trasporti Bianchi spetta invece il compito di smentire altre due ipotesi circolate nelle prime ore successive allo scontro. "Non è stato un sabotaggio, altrimenti ci sarebbe stata una rivendicazione - ha osservato - Inoltre, se fosse stato un errore umano, il sistema delle vetture, di nuovo modello, si sarebbe bloccato".

    Esclusa anche, per bocca di un portavoce della società Met.Ro, la voce, circolata con insistenza tra i passeggeri in transito a piazza Vittorio, secondo cui poco prima che avvenisse l'incidente si erano verificati problemi o anomalie al servizio, come un'interruzione elettrica o problemi al convoglio precedente a quelli rimasti coinvolti nello scontro.

    Via alla commisione d'inchiesta. "Le indagini al momento non sono arrivate ad alcuna conclusione circa le possibili cause - spiega Bianchi - Lo spettro delle possibili cause è ampio. Potrebbe essere il mancato funzionamento degli impianti di linea o condizioni che non possiamo sapere: nulla possiamo escludere". Per fare luce sullo scontro il governo ha nominato una commissione di inchiesta che sarà guidata dal direttore generale del settore sicurezza del ministero dei trasporti e composta da docenti e tecnici specializzati nel ramo. Bianchi, dopo aver precisato che il convoglio che ha causato l'incidente "era dotato di un dispositivo automatico" che frena il treno in caso di malore del macchinista, spiega che la velocità del treno che ha tamponato "si aggirava intorno ai 25/30 chilometri orari".

    Le testimonianze dei lettori. A denunciare anomalie nel funzionamento della linea A è stato stamane anche un lettore di Repubblica.it che ha segnalato al sito lo strano comportamento del convoglio sul quale viaggiava questa mattina poco prima delle 7.45 in direzione Anagnina-Battistini. Il treno, al momento di arrivare nella stazione di piazza Vittorio, avrebbe infatti tirato dritto, senza effettuare la consueta sosta. "Non è mai successo - ci ha scritto il nostro lettore - in otto anni che utilizzo giornalmente la metro che un treno con persone a bordo non si fermasse ad una fermata".

    E un'altra nostra lettrice, Cinzia Lancia, è disposta ad andare davanti al magistrato. Questa la sua testimonianza. "Vi scrivo per confermare quanto testimoniato da un Vostro lettore sulle anomalie della Metro A: sono salita alla stazione San Giovanni, dopo aver lasciato passare un convoglio perché troppo pieno, diretta a Battistini verso le 8.30 di questa mattina; il convoglio si è fermato per lungo tempo alla Stazione di Piazza Vittorio, alla stazione Termini,
    e alle fermate successive, anche se per meno tempo, poi a Lepanto è andata via la luce e siamo stati fermi per un tempo incredibilmente lungo, al buio, con la metro che faceva strani rumori. Sono arrivata a Battistini alle 9.15 passate.

    Una ragazza scesa a Piazza di Spagna ha commentato che la giornata cominciava veramente male. Se necessario sono disposta a testimoniare anche al magistrato inquirente, Ho sentito anche altre persone che si lamentavano della stessa cosa".

    L'inchiesta. "Qualunque affermazione sulle cause in questo momento è frettolosa e inopportuna", hanno fatto sapere dai vigili del fuoco. Nessuna dichiarazione invece dal magistrato incaricato dell'indagine, il sostituto procuratore Elisabetta Ceniccola che ha già svolto il primo sopralluogo alla stazione di piazza Vittorio e si è recata poi in ospedale per interrogare il macchinista del treno che ha tamponato il convoglio fermo in stazione. Il reato ipotizzato al momento dalla procura di Roma è quello di disastro colposo, omicidio e lesioni colposi.

    Di certo c'è però il fatto che le disastrose condizioni di usura della rete metropolitana di Roma sono da tempo oggetto di preoccupazione. Proprio oggi dalle colonne di Repubblica il presidente del consorzio Met.ro Stefano Bianchi denunciava l'urgenza di una revisione generale sulla sicurezza dei convogli della linea B e la necessità di intervenire per ristrutturare sei stazioni centrali della A.

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    29 May 2006
    Messaggi
    25,862
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E Water a Roma fa le "case"....
    Ma quando mai si sposta con i mezzi pubblici il signorino?
    E' peggio der Piacione.
    Pomponio

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Jan 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,967
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pomponio leto Visualizza Messaggio
    E Water a Roma fa le "case"....
    Ma quando mai si sposta con i mezzi pubblici il signorino?
    E' peggio der Piacione.
    Pomponio
    Veramente sembra ormai confermato si tratti di un errore umano...

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    29 May 2006
    Messaggi
    25,862
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da er uagh Visualizza Messaggio
    Veramente sembra ormai confermato si tratti di un errore umano...
    Di questo se ne sentirà parlare e poi vedremo.
    Non è che si invoca l'errore umano per coprire mancanze più in alto...
    Non mi fiderei di un sindaco neanche fosse mio fratello....
    Tristemente
    Pomponio

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Scontro Metro A, Destra per l'Italia dove sono le spiegazioni del sindaco?
    Di Conner Macleod nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-10-06, 22:36
  2. Scontro Metro A, Destra per l'Italia dove sono le spiegazioni del sindaco?
    Di Conner Macleod nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 22-10-06, 11:48
  3. Scontro Metro A, Destra per l'Italia dove sono le spiegazioni del sindaco?
    Di Conner Macleod nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-10-06, 11:32
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-10-06, 11:32
  5. scontro metro A: dubbi
    Di Regina di Coppe nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 20-10-06, 15:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226