User Tag List

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 34
Risultati da 31 a 38 di 38

Discussione: Velo Islamiko

  1. #31
    Tremendo
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patto Visualizza Messaggio
    Il ragionamento fila, invece. È triste e scandaloso che dei minorenni sentano di dover cambiare il loro aspetto per essere accettati dalla società, e che ragazze bulimiche soffrano perchè spinte verso un ideale estetico innaturale. Dover portare il velo non è niente a confronto. Una legge che vuole veramente combattere imposizioni violente non dovrebbe concentrarsi solo su un aspetto marginale e limitato del fenomeno.
    Il tuo ragionamento non fila per niente, avevo risposto a chi diceva che la cdl non aveva fatto nulla per le donne, io ho postato cosa ha fatto e ho sottolineato che RC non ha votato per liberare le donne, molto spesso bambine dall'infibulazione, paragonare una donna che si rifà il naso o le tette con l'imposizione del taglio del clitoride è da dementi, spero tu lo capisca.


    Tipi di infibulazione

    Sotto il nome generico di infibulazione, vengono spesso raccolte tutte le mutilazioni a carico dei genitali femminili, praticate in 28 paesi dell'Africa sub-sahariana, per motivi non terapeutici,che ledono fortemente la salute psichica e fisica delle bambine e donne che ne sono sottoposte. L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha distinto le mutilazioni in 4 tipi differenti a seconda della gravità per il soggetto:

    1. Circoncisione o infibulazione as sunnah: si limita alla scrittura della punta del clitoride con fuoriuscita di sette gocce di sangue simboliche
    2. Escissione al uasat: asportazione del clitoride e taglio totale o parziale delle piccole labbra
    3. Infibulazione o circoncisione faraonica o sudanese: asportazione del clitoride, delle piccole labbra, di parte delle grandi labbra con Cauterizzazione, cui segue la cucitura della vulva, lasciando aperto solo un foro per permettere la fuoriuscita dell'urina e del sangue mestruale.

    Nel quarto tipo sono inclusi una serie di interventi di varia natura sui genitali femminili.

    Queste pratiche sono eseguite in età differenti a seconda della tradizione: per esempio nel sud della Nigeria si praticano sulle neonate, in Uganda sulle adolescenti, in Somalia sulle bambine.

    Ovviamente, mentre la prima è puramente simbolica e non comporta quasi nessuna conseguenza, le altre e soprattutto la terza ledono gravamente sia la vita sessuale sia la salute delle donne, ed è contro quest'ultima che si adoperano i movimenti per l'emancipazione femminile, soprattutto in Africa.

    Effetti dell'infibulazione

    I rapporti sessuali, attraverso questa pratica, vengono impossibilitati fino alla defibulazione (cioè alla scucitura della vulva), che in queste culture, viene effettuata direttamente dallo sposo prima della consumazione del matrimonio. Dopo ogni parto viene effettuata una nuova infibulazione per ripristinare la situazione prematrimoniale. La pratica dell'infibulazione faraonica ha lo scopo di conservare e di indicare la verginità al futuro sposo e di rendere la donna una specie di oggetto sessuale incapace di provare piacere nel sesso.

    Le conseguenze per la donna sono tragiche, in quanto perde gran parte del piacere sessuale a causa della rimozione del clitoride e i rapporti diventano dolorosi e difficoltosi, spesso insorgono cistiti, ritenzione urinaria e infezioni vaginali.


    Ora dimmi che cazzo centrano le cazzate di rifognazione con queste torture?

  2. #32
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    13,362
     Likes dati
    466
     Like avuti
    1,016
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Tremendo Visualizza Messaggio
    Il tuo ragionamento non fila per niente, avevo risposto a chi diceva che la cdl non aveva fatto nulla per le donne, io ho postato cosa ha fatto e ho sottolineato che RC non ha votato per liberare le donne, molto spesso bambine dall'infibulazione, paragonare una donna che si rifà il naso o le tette con l'imposizione del taglio del clitoride è da dementi, spero tu lo capisca.


    Tipi di infibulazione

    Sotto il nome generico di infibulazione, vengono spesso raccolte tutte le mutilazioni a carico dei genitali femminili, praticate in 28 paesi dell'Africa sub-sahariana, per motivi non terapeutici,che ledono fortemente la salute psichica e fisica delle bambine e donne che ne sono sottoposte. L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha distinto le mutilazioni in 4 tipi differenti a seconda della gravità per il soggetto:

    1. Circoncisione o infibulazione as sunnah: si limita alla scrittura della punta del clitoride con fuoriuscita di sette gocce di sangue simboliche
    2. Escissione al uasat: asportazione del clitoride e taglio totale o parziale delle piccole labbra
    3. Infibulazione o circoncisione faraonica o sudanese: asportazione del clitoride, delle piccole labbra, di parte delle grandi labbra con Cauterizzazione, cui segue la cucitura della vulva, lasciando aperto solo un foro per permettere la fuoriuscita dell'urina e del sangue mestruale.

    Nel quarto tipo sono inclusi una serie di interventi di varia natura sui genitali femminili.

    Queste pratiche sono eseguite in età differenti a seconda della tradizione: per esempio nel sud della Nigeria si praticano sulle neonate, in Uganda sulle adolescenti, in Somalia sulle bambine.

    Ovviamente, mentre la prima è puramente simbolica e non comporta quasi nessuna conseguenza, le altre e soprattutto la terza ledono gravamente sia la vita sessuale sia la salute delle donne, ed è contro quest'ultima che si adoperano i movimenti per l'emancipazione femminile, soprattutto in Africa.

    Effetti dell'infibulazione

    I rapporti sessuali, attraverso questa pratica, vengono impossibilitati fino alla defibulazione (cioè alla scucitura della vulva), che in queste culture, viene effettuata direttamente dallo sposo prima della consumazione del matrimonio. Dopo ogni parto viene effettuata una nuova infibulazione per ripristinare la situazione prematrimoniale. La pratica dell'infibulazione faraonica ha lo scopo di conservare e di indicare la verginità al futuro sposo e di rendere la donna una specie di oggetto sessuale incapace di provare piacere nel sesso.

    Le conseguenze per la donna sono tragiche, in quanto perde gran parte del piacere sessuale a causa della rimozione del clitoride e i rapporti diventano dolorosi e difficoltosi, spesso insorgono cistiti, ritenzione urinaria e infezioni vaginali.


    Ora dimmi che cazzo centrano le cazzate di rifognazione con queste torture?
    Guarda che Wikipedia non è proprio una fonte attendibile. Comunque io personalmente non mi sarei astenuto dalla votazione, meglio una misura parziale che nessuna, ma capisco il ragionamento delle due astenute.
    Secondo te un' operazione di chirurgia plastica è una bazzecola? I rischi per la salute non sono proprio insignificanti. E ragazzine che muoiono di bulimia o droga dopo anni di sofferenze fisiche e psichiche? Sinceramente, non so cosa sia peggio. In entrambi i casi si tratta di derive culturali negative che causano sofferenza alle donne.
    In rete ho trovato un vecchio pezzo di repubblica sull' infibulazione, che mostra bene come spesso siano pressioni culturali e sociali, non famigliari, a spingere le donne a certe pratiche.

    Roma (m.a.) - «Mia madre non voleva che venissi infibulata, lei aveva sofferto tanto, ma a all'età di dieci anni io non capivo. Ogni giorno piangevo, mi rifiutavo di mangiare, mi ero barricata in casa, non volevo più parlare con nessuno, urlavo in continuazione: "Ti prego mamma fammela fare, voglio essere come tutte le altre mie amiche". Mi sentivo male quando stavo in mezzo alle mie compagne di gioco. Mi prendevano in giro e mi insultavano: "Ma come, sei grande, hai dieci anni e non hai ancora fatto l'infibulazione. Tu non sei una musulmana, sei una cristiana. Sei una puttana. Sei tutta aperta, bisogna chiudere. Una ragazza per bene deve essere infibulata". Ero disperata perché ero diversa dalle mie amiche che sghignazzando mi provocavano: "Se non sei una puttana, facci vedere che sei cucita, ma se sei aperta vuol dire che sei una puttana"».

  3. #33
    VELTRONI DIMETTITI!
    Data Registrazione
    12 May 2006
    Messaggi
    5,273
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Tremendo Visualizza Messaggio
    Sei tu che strumentalizzi, la CDL ha fatto molto per le donne, sopratutto per le straniere.

    Finalmente è stata approvata al Senato la legge che vieta l'infibulazione.
    Unici astenuti i senatori di Rifondazione comunista e la parlamentare della Margherita Cinzia Dato, che motiva in questo modo (desolante) la sua posizione:
    "Prima di approvare una legge così repressiva dovremmo mettere fuori legge il ricorso alle pratiche di chirurgia estetica per le minorenni. Anche in questo caso si tratta di imposizioni violente provenienti da vincoli culturali. Dovremmo fare un esame di coscienza su aspetti non edificanti della nostra cultura".


    ....pensa quanto so stronzi e dementi i rifognisti.
    ritengo corretta la posizione di chi si è astenuto e nn perchè condivida l'analisi sulla chirurgia estetica, ci mancherebbe!Saranno cazzi delle ragazzine e dei loro genitori che sganciano euri.La questione infibulazione è, in parte, simile a quella del velo. E' una pratica aberrante. E' una pratica che ferisce la donna fisicamente e psicologicamente creando grossi problemi nel futuro di queste persone. E' una pratica, però, che è parte della cultura di molti paesi. E' una pratica che nel mondo è praticata da cristiani, musulmani, animisti e perfino in alcune correnti del buddhismo africano. Questo cosa significa?Significa che anche questa pratica è qualcosa di culturale ed identitario. Verso questa pratica nn deve essereci alcuna indulgenza, ma nn è con i divieti che si deve agire. Si deve agire sul versante culturale. Faccio un solo esempio: se noi andiamo in una comunità coopta (cristiana) in Africa potremmo rimanere stupiti nel vedere cm la pratica dell'infibulazione sia accettata da tutte le donne e anzi queste vogliano sottoporsi a questa perchè è considerata la prova dell'appartenenza al gruppo.Se nn lo si fa si è esclusi, emarginati. QUesta impostazione io la ritengo una costrizione, ma cm possiamo pretendere di cambiare questa situazione con dei divieti? Deve essere debellata questa violenza, ma nn possiamo pensare di farlo imponendo a donne di nn farlo quando - in molti casi - queste sn nate e crescitue con l'idea che sia giusto farlo!Si deve agire su queste persone a livello culturale e farlgi capire che per essere persona nn è necessario subire queste orrende mutilazioni. Qualsiasi persona si chiude a riccio se vede attaccato in modo forntale con divieti stringenti quello in cui ha sempre creduto.
    La commissione Onu sui diritti umani è da qualche anno che dice queste cose, ma gli stati nn ascoltano. Giuristi esperti in diritti umani continuano a racocmandare algi stati di affrontare questi problemi dal punto di vista culturale e non solo repressivo, ma nessuno li ascolta. perchè?perchè tutte queste polemiche servono solo ad attaccare l'altro, l'Islam in particolare. Quando, tra le altre cose, emerge che la questione infibulazione non è esclusiva dei musulmani.

  4. #34
    Tremendo
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Tremendo Visualizza Messaggio
    Il tuo ragionamento non fila per niente, avevo risposto a chi diceva che la cdl non aveva fatto nulla per le donne, io ho postato cosa ha fatto e ho sottolineato che RC non ha votato per liberare le donne, molto spesso bambine dall'infibulazione, paragonare una donna che si rifà il naso o le tette con l'imposizione del taglio del clitoride è da dementi, spero tu lo capisca.



    Ora dimmi che cazzo centrano le cazzate di rifognazione con queste torture?
    C'entra perchè rispondevo a questo post
    Scritto in origine da Libdx Guarda il messaggio
    il 3d mostra come la questione velo sia usata strumentalmente per attaccare l'islam e ai più, destri per la maggior parte dei casi, non importa nulla della donna.
    Se fai una ricerca su chi ha portato avanti questa legge che punisce l'infibulazione vedrai che è stata la cdl che era al governo, e questo dopo anni di governi che se ne sono altamente infischiati, come ha fatto rifognazione votando contro.

  5. #35
    Tremendo
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Libdx Visualizza Messaggio
    ritengo corretta la posizione di chi si è astenuto e nn perchè condivida l'analisi sulla chirurgia estetica, ci mancherebbe!Saranno cazzi delle ragazzine e dei loro genitori che sganciano euri.La questione infibulazione è, in parte, simile a quella del velo. E' una pratica aberrante. E' una pratica che ferisce la donna fisicamente e psicologicamente creando grossi problemi nel futuro di queste persone. E' una pratica, però, che è parte della cultura di molti paesi. E' una pratica che nel mondo è praticata da cristiani, musulmani, animisti e perfino in alcune correnti del buddhismo africano. Questo cosa significa?Significa che anche questa pratica è qualcosa di culturale ed identitario. Verso questa pratica nn deve essereci alcuna indulgenza, ma nn è con i divieti che si deve agire. Si deve agire sul versante culturale. Faccio un solo esempio: se noi andiamo in una comunità coopta (cristiana) in Africa potremmo rimanere stupiti nel vedere cm la pratica dell'infibulazione sia accettata da tutte le donne e anzi queste vogliano sottoporsi a questa perchè è considerata la prova dell'appartenenza al gruppo.Se nn lo si fa si è esclusi, emarginati. QUesta impostazione io la ritengo una costrizione, ma cm possiamo pretendere di cambiare questa situazione con dei divieti? Deve essere debellata questa violenza, ma nn possiamo pensare di farlo imponendo a donne di nn farlo quando - in molti casi - queste sn nate e crescitue con l'idea che sia giusto farlo!Si deve agire su queste persone a livello culturale e farlgi capire che per essere persona nn è necessario subire queste orrende mutilazioni. Qualsiasi persona si chiude a riccio se vede attaccato in modo forntale con divieti stringenti quello in cui ha sempre creduto.
    La commissione Onu sui diritti umani è da qualche anno che dice queste cose, ma gli stati nn ascoltano. Giuristi esperti in diritti umani continuano a racocmandare algi stati di affrontare questi problemi dal punto di vista culturale e non solo repressivo, ma nessuno li ascolta. perchè?perchè tutte queste polemiche servono solo ad attaccare l'altro, l'Islam in particolare. Quando, tra le altre cose, emerge che la questione infibulazione non è esclusiva dei musulmani.
    La cdl li ha ascoltati, Casini in persona ne è stato portavoce, Rifognazione invece se l'è presa con chi si rifà le tette o il naso.

  6. #36
    Tremendo
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Patto Visualizza Messaggio
    Il ragionamento fila, invece. È triste e scandaloso che dei minorenni sentano di dover cambiare il loro aspetto per essere accettati dalla società, e che ragazze bulimiche soffrano perchè spinte verso un ideale estetico innaturale. Dover portare il velo non è niente a confronto. Una legge che vuole veramente combattere imposizioni violente non dovrebbe concentrarsi solo su un aspetto marginale e limitato del fenomeno.
    Quello che non capisci è che il velo o l'infibulazione la maggior parte delle volte viene imposto, già da neonate o bambine, se una ragazza si vuole vedere più bella e si rifà il seno non è la stessa cosa, nessuno la obbliga, personalmente non mi garbano le donne rifatte, ma penso che abbiano la libertà di sentirsi meglio con se stesse, nulla a che vedere con il taglio del clitoride, non trovi?

  7. #37
    email non funzionante
    Data Registrazione
    14 Apr 2005
    Messaggi
    3,906
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking

    Citazione Originariamente Scritto da beppe2 Visualizza Messaggio
    Non in tutti i paesi islamici la situazione è la stessa dell'Arabia Saudita. Per es. nell'Iraq di Saddam le donne avevano gli stessi diritti degli uomini (e tantissime non portavano il velo...), poi sono arrivati gli yankees...

    il governo di saddam era anche LAICO
    ma non aveva nessuna lkegitimmità democratica
    il giornio in cui glki irakeni hanno potuto votare, hanno vinto i partiti integralisti invasati e fanatici

  8. #38
    email non funzionante
    Data Registrazione
    14 Apr 2005
    Messaggi
    3,906
     Likes dati
    0
     Like avuti
    0
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    cmq , io penso che le donne Occidentali dovranno rasegnarsi a perdere tuttii loro diritti civilki
    nel giorno in cui gli immigrati islamici saranno demograficamente > , imporranno la sharya , dove non esiste la parità fra uomo e donna , e dove la donna è un essere inferiore
    è solo questione di tempo è solo 1 questione demografica , noi siamo sempre di meno mentre loro soo sempre di +
    ci vorrebbe la pulizia etnica.......

 

 
Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 34

Discussioni Simili

  1. Velo: la chiesa spagnola difende il "diritto" al velo x le donne islamiche
    Di anarchico_dissacratore nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 14-05-10, 19:23
  2. Un Velo Tra Noi
    Di ordabarbarica nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 10-04-08, 17:24
  3. Il velo cattolico
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-10-06, 16:20
  4. Velo sì o velo no?
    Di FdV77 nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 118
    Ultimo Messaggio: 27-10-06, 12:10
  5. il velo
    Di l'altro nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 02-04-04, 16:23

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •