User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 1 novembre: elezioni in Catalunya

    Oggi, dalle ore 9 alle ore 20, cinque milioni e trecentomila catalani sono chiamati alle urne per rinnovare, dopo quindici giorni di forte campagna elettorale, il loro Parlamento (135 seggi). Le ultime elezioni si svolsero nel 2003, con l’affermazione per la prima volta nel periodo post-franchista di una coalizione di sinistra: Pascal Maragal presidente della Generalitat, sostenuto dal “tripartito” costituito da Psc (socialisti), Erc (indipendentisti) e Icv (verdi).

    La crisi si verificò sullo statuto catalano, riformato dal Parlamento catalano e tornato da Madrid con qualche modifica: statuto largamente autonomista (secondo alcuni simil-indipendentista), che però è stato mal digerito da Erc, che si è schierata per il no al referendum poi vinto dal sì con il 75%. I rapporti tra i partner del governo si erano ormai incrinati e, dopo questa crisi, si è giunti alle odierne anticipate.

    Dai sondaggi dei giorni scorsi, emerge che nessun partito riuscirà ad ottenere in solitaria la maggioranza assoluta: necessarie saranno le alleanze per formare la prossima coalizione di governo.


    PSC (Partit dels Socialites de Catalunya): i socialisti catalani, grandi vincitori delle elezioni del 2003, nelle quali si affermarono come primo partito per numero di voti (31,2%), conquistando 42 seggi. Guidarono ad una storica vittoria la sinistra catalana interrompendo il ventennio di Jordi Pujol (il volto più famoso dell’autonomismo catalano), assunsero la guida del governo con Pascal Maragall e furono tra i promotori della riforma statutaria. Oggi presentano come candidato alla presidenza l’ex ministro dell’industria José Montilla, all’inizio non visto di buon occhio da parte del partito, poiché ritenuto “imposto dall’alto”. Nel rush finale il Psc ha cercato di sfruttare comunque la più carismatica figura di Maragall e si esposto per i socialisti catalani anche il premier Zapatero, giunto a Barcellona. Il Psc è un partito autonomo, federato a livello “statale” con il Psoe (una soluzione di cui si parlava su questo forum in qualche discussione precedente). In campagna elettorale ha puntato sulla continuità di governo e sull’applicazione futura del nuovo Estatut. Nei sondaggi i socialisti catalani si attestano attorno al 29%, ma saranno comunque protagonisti nelle trattative per il nuovo governo: sarà riproposto il tripartito? Si aprirà la strada dell’accordo con Ciu? Staremo a vedere ad urne chiuse.



    http://socialistes.org/home/


    CIU (Convergencia i Unio): è la federazione formata da Convergencia Democratica de Catalunya (di ispirazione liberale) e da Unio Democratica de Catalunya (di matrice cristiano-democratica). Ciu è lo storico movimento nazionalista catalano di Jordi Pujol, presidente della Generalitat fino al 2003. Nel 2003 hanno raccolto il 30,9% di voti per un totale complessivo di 46 seggi (33 per Convergencia e 13 per Unio), finendo per la prima volta all’opposizione. Questo non ha impedito a Ciu di collaborare attivamente alla stesura del nuovo statuto, sostenuto, approvato e condotto fino alla vittoria referendaria. Il testimone di Ciu è oggi nelle mani di Artur Mas ed è dato dai sondaggisti come vincitore delle elezioni: Ciu sarebbe attorno al 35% delle preferenze, percentuale che comunque impedirebbe di formare un governo con le sole proprie forze. Nessuno esclude nulla, nemmeno dopo la pubblicazione in campagna elettorale di un contestato dvd con il quale si attacca il governo del “tripartito” degli ultimi tre anni: si è parlato comunque di un accordo con Psc (vista la collaborazione sulla riforma statutaria), ma anche di una coalizione votata all’autonomismo ed all’indipendentismo con Erc. Non resta che attendere.



    www.ciu.info


    ERC (Esquerra Republicana de Catalunya): gli indipendentisti catalani, eredi del patrimonio politico di Lluis Compayns (leader di Erc, presidente della Generalitat nel 1931, protagonista della guerra civile spagnola, ucciso dai franchisti nel 1940, della cui morte è ricorso il 66esimo anniversario il 15 ottobre scorso), candidano alla presidenza Josep-Lluís Carod-Rovira. Nel 2003 furono protagonisti di un grande exploit, che portò l’Erc ad uno storico 16,4% (dall’8,6%) con 23 (da 12) seggi conquistati, diventando il terzo partito catalano, divenendo membro del tripartito di governo e portando avanti una riforma statutaria della quale alla fine non è però stata completamente soddisfatta. Nei sondaggi, il maggior arretramento sarebbe registrato proprio da Erc, forse per la crisi di governo o il no allo statuto: si punta comunque a rimanere sopra il 10%, mai superato nel periodo post-franchista prima dell'affermazione del 2003. Erc, con lo slogan “Perseverants, com tu. Patriotes, com tu. Catalanistes, com tu.”, ha puntato sull’indipendentismo ed autonomismo spinto, sulla seria applicazione del nuovo statuto, sulla lotta contro il precariato e le disuguaglianze, su una forte politica per i giovani. Come tutti gli altri partiti, Erc ha cercato di marcare le differenze rispetto al resto della truppa politica catalana: ma probabilmente potrà tornare al centro della discussione politica all’indomani del voto, quando bisognerà cercare alleanze per formare il nuovo governo (un nuovo tripartito? l’apertura a Ciu? oppure sarà esclusa?).



    www.esquerra.cat
    www.jerc.cat


    PP (Partit Popular): il grande “nemico” dell’autonomismo catalano, erede del franchismo, attestatosi all’11,9% nel 2003 (15 seggi). Candida alla presidenza l’ex ministro degli esteri (dal 2000 al 2002) Josep Piquè e punta sui temi della sicurezza, del problema della casa, dell’immigrazione.



    www.ppcatalunya.com


    ICV – EUIA: cartello elettorale formato da Iniciativa per Catalunya Verds (verdi autonomisti catalani) e Esquerra Unida i Alternativa (ispirazione comunista nel solco della “sinistra europea”). Nel 2003 conquistarono il 7,3% per un totale di 9 seggi (8 per Icv e 1 per Euia) e presero parte al tripartito, oggi candidano Joan Saura e sono dati in crescita nei sondaggi.



    www.iniciativa.cat
    www.euia.org


    Questo il quadro che ho cercato di sintetizzare sulle elezioni catalane: stasera ne sapremo qualcosa di più.






    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Feb 2003
    Località
    Il Comune senso del pudore
    Messaggi
    298
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    qualche sito per i risultati? grazie.

  3. #3
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Per seguire affluenza e risultati


  4. #4
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    hanno cento partiti. Quando tocca a noi speriamo di fare meglio di così.

  5. #5
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    hanno cento partiti. Quando tocca a noi speriamo di fare meglio di così.
    Nel 2003 i restanti piccoli partiti tutti insieme arrivarono al 2,3%. I sei che contano sono quelli che ho presentato nel post iniziale.

  6. #6
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Risultati per la Generalitat catalana

    Siamo al 99,8% delle schede scrutinate per le elezioni catalane. Affluenza in calo: passa dal 62,5% del 2003 al 56,7% del 2006.

    Primo partito catalano torna Ciu (Convergencia i Unio), passando dal 30,9% al 31,5%: due seggi in più, 48 in totale in questa tornata. Artur Mas e la sua Ciu vincono, come tutti si aspettavano, ma non possono dirsi soddisfatti: l'incremento è stato minimo, il 35% sperato è rimasto assai lontano ed ora potrebbero vedersi scavalcati dalla realizzazione di un nuovo tripartito al governo.

    Punito dagli elettori il Psc (Partit dels Socialistes de Catalunya), che perde lo scettro di primo partito scendendo dal 31,2% al 26,8%: 37 sono i seggi, a differenza dei 42 del 2003. Nelle prime reazioni del partito di Montilla, emerge l'invito a ritrovare l'unità tra Psc, Erc e Icv per formare una nuova coalizione di governo.

    Dovevano essere i grandi sconfitti secondo i sondaggi della vigilia, ed invece gli indipendentisti di Erc (Esquerra Republicana de Catalunya) si prendono una grande rivincita: calano ma tengono rispetto alle previsioni (dal 16,4% al 14,0%). Erc rimane ben al di sopra del 10% (soglia mai superata fino al 2003 nel periodo post-franchista), supera ancora la quota prefissata di 20 seggi (21, erano 23 nel 2003) e resta il terzo partito catalano. Soddisfazione nel quartier generale indipendentista: la campagna elettorale è stata dura, per la particolare situazione e per la difficoltà nel spiegare le cose fatte negli anni di governo. Ora attorno ad Erc ruota gran parte della discussione politica: corteggiata sicuramente da Psc e Icv per riproporre il tripartito (esperimento che sembrava dover venir sepolto, ma che torna al centro della scena), e forse anche da Ciu per una unione delle forze più autonomiste (conservatrici da una parte e progressiste dall'altra).

    Leggero calo poi per il PP (Partit Popular), che si lamenta dell'astensione: dall'11,9% al 10,6% in termini di voti, da 15 a 14 per quanto riguarda i seggi.

    In crescita gli ambientalisti: ICV-Euia guadagna ben tre seggi (da 9 a 12) e più di due punti percentuali (da 7,3% a 9,5%), e nelle reazioni post-voto si auspica una nuova coalizione con Psc e Erc come compagni di governo.

    Sorpresa delle elezioni il 3,0% di una nuova forza politica, Cpc (Ciutadans-Partit de la Ciutadania), forza che critica l'autonomismo di entrambi i poli della politica catalana ed entra in parlamento con 3 seggi.

    Ora il dilemma della nuova maggioranza: con 135 seggi in totale, ne servono 68 per formare un governo. Li hanno nuovamente Psc+Erc+Icv (37+21+12=70), li avrebbero anche Ciu+Psc (48+37=85) e Ciu+Erc (48+21=69).

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Feb 2003
    Località
    Il Comune senso del pudore
    Messaggi
    298
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Leggendo questi numeri 85 mi pare la maggioranza più ampia.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Apr 2006
    Messaggi
    22,692
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

 

 

Discussioni Simili

  1. 9 novembre: Elezioni in Trentino
    Di Shaytan (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 14-11-08, 14:29
  2. Elezioni in Catalunya
    Di Enrico1987 nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-06-06, 18:01
  3. Elezioni di POL di novembre - il senato
    Di brunik nel forum Laboratorio TP
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 30-11-02, 18:36
  4. Elezioni di POL di novembre
    Di Red River nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-11-02, 00:17
  5. Elezioni in Turchia a Novembre
    Di Red River nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-08-02, 18:31

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226