User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Da"L'opinione"

  1. #1
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Da"L'opinione"

    Edizione 235 del 02-11-2006

    La creazione di Juventus Spa ha creato nei sostenitori della squadra una mentalità “imprenditoriale”


    Attenzione ai quei 14 milioni di tifosi
    di Paolo Della Sala


    Permettetemi di iniziare con tre assiomi: 1) il calcio è la quinta industria nazionale, con 5 miliardi di fatturato; 2) la Juventus non è più la squadra degli Agnelli e della Fiat; 3) il nuovo Agnelli si chiama Massimo Moratti. La creazione di Juventus Spa ha creato nei sostenitori della squadra una mentalità “imprenditoriale”. Non si tratta più di semplici tifosi, quanto di comproprietari che hanno vissuto il maggio 2006 come un 1789 alla rovescia, utile a tagliare la loro testa e non quella dei potenti del calcio. Il fatto è che se Moratti è il nuovo Agnelli, ed è ricco di euro e di appoggi nella stampa e in Parlamento, i tifosi juventini sono 14 milioni: si tratta di una forza d’urto notevole, più coesa di un partito politico e di una religione. Alcuni tifosi hanno trovato una soluzione particolarmente efficace, in stile anglosassone: invece di protestare e menare le mani, hanno iniziato a boicottare aziende, giornali, trasmissioni sportive. Si tratta in particolare degli iscritti al forum Juventus1897 (www.j1897.com), dotato di 11.000 iscritti, con ben 10 milioni di pagine visitate ogni mese. All’inizio dell’estate l’iniziativa ha colpito Telecom, la Gazzetta dello Sport, e Sky, individuate come Primo Motore della defenestrazione della loro squadra. Non abbiamo dati certi sulla efficacia di queste azioni, ma in un recente intervento televisivo il direttore Cannavò ha ammesso un calo significativo delle vendite del quotidiano rosa.

    Inoltre, secondo alcuni partecipanti al forum j1897, la campagna Sky “calcio gratis fino a gennaio” sarebbe conseguenza del boicottaggio attuato contro quel canale satellitare. Sandro Piccinini si è dimesso dalla guida di Controcampo alla fine della scorsa stagione, ma ciò non ha evitato che la trasmissione resti oggetto di attenzioni da parte dei tifosi, per il suo eccesso di zelo antijuventino, e per il suo eccesso di silenzio quando è stato il turno dell’Inter (condannata per il caso del passaporto a Recoba e colpevole, per stessa ammissione del suo patron, di attenzioni indebite nei confronti del calciatore Vieri e dell’arbitro De Santis). Il doppio standard ha favorito la coesione dei tifosi juventini, poco lenita dalla restituzione di otto punti di penalizzazione. Al di là del boicottaggio,c’è anche l’aspetto finanziario. Mentre la Juventus si avvicinava alla decisione della Camera di arbitrato del Coni, sono salite le quotazioni azionarie di Juventus Spa: una crescita di quasi il 10% in una settimana. Lunedi scorso, alla riapertura dei mercati, i titoli della Vecchia Signora sono scesi del 3%. I tifosi-azionisti hanno realizzato, con una manovra speculativa di massa, scambi su 4,2 milioni di azioni. Contemporaneamente il nuovo tifo ha iniziato a colpire in altre direzioni, a partire dagli inserzionisti pubblicitari di Mediaset, La7, e Rai.

    I membri del forum si sono distribuiti i compiti, monitorando gli inserzionisti delle trasmissioni sportive “decapita-Juve”, e inviando mail e lettere di protesta direttamente alle aziende: "Non compero i vostri prodotti finchè continuerete a dare soldi a trasmissioni che hanno fatto dell'aggressione alla Juventus la loro unica missione". Con 11.000 iscritti e 14 milioni di tifosi alle spalle l’efficacia è garantita: alcune aziende (su 30 in totale) cominciano a preoccuparsi, qualcuna ha già trasferito i propri spot in altre trasmissioni. I tifosi non improvvisano: c’è chi studia i dati auditel, chi fa proiezioni sui possibili cali di vendita, chi fornisce numeri di telefono e mail per inviare le lettere di protesta… C’è chi vorrebbe: “…costituirsi in partito e di comprarsi la società tramite l'azionariato popolare proposto dal Prof. Bertinetti [e dal banchiere rosso Nerio Nesi, ndr]. Visto che l'acredine nei confronti del governo e della Melandri prende piede nei forum e nei blog dei tifosi, la destra potrebbe incanalare questa protesta schierandosi contro la gogna mediatica a cui è stata sottoposta la più importante società calcistica italiana. Anche perchè nessuno è colpevole fino a sentenza definitiva, tranne la Juve e Moggi…”.

    Non si guarda più in faccia a nessuno, Ifil/Fiat/Montezemolo inclusi: “…Chiedetevi come mai la Ferrari dal prossimo anno sarà sponsorizzata Telecom. Come mai l'azionista di maggioranza del patto di sindacato che controlla giornale rosa e Corriere sia la IFIL.Come mai Vieira e il bosniaco (Ibrahimovic) siano stati venduti proprio all'Inter”. Ecco di nuovo l’aspetto politico. Molti juventini sono diessini o prodiani, ma tutti hanno fatto dei conti: Guido Rossi è di sinistra, il giudice Borrelli e il presidente dell’Inter idem... Una corba di “conflitti di interesse” al cui confronto Berlusconi appare un atomo. L’Inter di Moratti è vista come la squadra dell’era prodiana, come lo fu il Napoli per “l’era De Mita”. Il compito di un cronista non è stare con una squadra o con l’altra, ma registrare un nuovo fenomeno: i tifosi si stanno organizzando e scoprono di poter essere un gruppo di pressione massivo. Queste sono conseguenze civili della incivile passione per la ghigliottina a senso unico: la Juventus è finita in Serie B, ha perso due scudetti e otto campioni, ha avuto 9 punti di penalizzazione, è fuori per almeno due anni dalla Champions, si è trovata priva di leadership ed ha perso qualcosa come 130 milioni di euro. Certo, più che la Camera di arbitrato del Coni, alla Juve serviva Amnesty International o la Corte di giustizia dell’Aja.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Apr 2002
    Messaggi
    22,335
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pensiero Visualizza Messaggio
    Edizione 235 del 02-11-2006

    La creazione di Juventus Spa ha creato nei sostenitori della squadra una mentalità “imprenditoriale”


    Attenzione ai quei 14 milioni di tifosi
    di Paolo Della Sala


    Permettetemi di iniziare con tre assiomi: 1) il calcio è la quinta industria nazionale, con 5 miliardi di fatturato; 2) la Juventus non è più la squadra degli Agnelli e della Fiat; 3) il nuovo Agnelli si chiama Massimo Moratti. La creazione di Juventus Spa ha creato nei sostenitori della squadra una mentalità “imprenditoriale”. Non si tratta più di semplici tifosi, quanto di comproprietari che hanno vissuto il maggio 2006 come un 1789 alla rovescia, utile a tagliare la loro testa e non quella dei potenti del calcio. Il fatto è che se Moratti è il nuovo Agnelli, ed è ricco di euro e di appoggi nella stampa e in Parlamento, i tifosi juventini sono 14 milioni: si tratta di una forza d’urto notevole, più coesa di un partito politico e di una religione. Alcuni tifosi hanno trovato una soluzione particolarmente efficace, in stile anglosassone: invece di protestare e menare le mani, hanno iniziato a boicottare aziende, giornali, trasmissioni sportive. Si tratta in particolare degli iscritti al forum Juventus1897 (www.j1897.com), dotato di 11.000 iscritti, con ben 10 milioni di pagine visitate ogni mese. All’inizio dell’estate l’iniziativa ha colpito Telecom, la Gazzetta dello Sport, e Sky, individuate come Primo Motore della defenestrazione della loro squadra. Non abbiamo dati certi sulla efficacia di queste azioni, ma in un recente intervento televisivo il direttore Cannavò ha ammesso un calo significativo delle vendite del quotidiano rosa.

    Inoltre, secondo alcuni partecipanti al forum j1897, la campagna Sky “calcio gratis fino a gennaio” sarebbe conseguenza del boicottaggio attuato contro quel canale satellitare. Sandro Piccinini si è dimesso dalla guida di Controcampo alla fine della scorsa stagione, ma ciò non ha evitato che la trasmissione resti oggetto di attenzioni da parte dei tifosi, per il suo eccesso di zelo antijuventino, e per il suo eccesso di silenzio quando è stato il turno dell’Inter (condannata per il caso del passaporto a Recoba e colpevole, per stessa ammissione del suo patron, di attenzioni indebite nei confronti del calciatore Vieri e dell’arbitro De Santis). Il doppio standard ha favorito la coesione dei tifosi juventini, poco lenita dalla restituzione di otto punti di penalizzazione. Al di là del boicottaggio,c’è anche l’aspetto finanziario. Mentre la Juventus si avvicinava alla decisione della Camera di arbitrato del Coni, sono salite le quotazioni azionarie di Juventus Spa: una crescita di quasi il 10% in una settimana. Lunedi scorso, alla riapertura dei mercati, i titoli della Vecchia Signora sono scesi del 3%. I tifosi-azionisti hanno realizzato, con una manovra speculativa di massa, scambi su 4,2 milioni di azioni. Contemporaneamente il nuovo tifo ha iniziato a colpire in altre direzioni, a partire dagli inserzionisti pubblicitari di Mediaset, La7, e Rai.

    I membri del forum si sono distribuiti i compiti, monitorando gli inserzionisti delle trasmissioni sportive “decapita-Juve”, e inviando mail e lettere di protesta direttamente alle aziende: "Non compero i vostri prodotti finchè continuerete a dare soldi a trasmissioni che hanno fatto dell'aggressione alla Juventus la loro unica missione". Con 11.000 iscritti e 14 milioni di tifosi alle spalle l’efficacia è garantita: alcune aziende (su 30 in totale) cominciano a preoccuparsi, qualcuna ha già trasferito i propri spot in altre trasmissioni. I tifosi non improvvisano: c’è chi studia i dati auditel, chi fa proiezioni sui possibili cali di vendita, chi fornisce numeri di telefono e mail per inviare le lettere di protesta… C’è chi vorrebbe: “…costituirsi in partito e di comprarsi la società tramite l'azionariato popolare proposto dal Prof. Bertinetti [e dal banchiere rosso Nerio Nesi, ndr]. Visto che l'acredine nei confronti del governo e della Melandri prende piede nei forum e nei blog dei tifosi, la destra potrebbe incanalare questa protesta schierandosi contro la gogna mediatica a cui è stata sottoposta la più importante società calcistica italiana. Anche perchè nessuno è colpevole fino a sentenza definitiva, tranne la Juve e Moggi…”.

    Non si guarda più in faccia a nessuno, Ifil/Fiat/Montezemolo inclusi: “…Chiedetevi come mai la Ferrari dal prossimo anno sarà sponsorizzata Telecom. Come mai l'azionista di maggioranza del patto di sindacato che controlla giornale rosa e Corriere sia la IFIL.Come mai Vieira e il bosniaco (Ibrahimovic) siano stati venduti proprio all'Inter”. Ecco di nuovo l’aspetto politico. Molti juventini sono diessini o prodiani, ma tutti hanno fatto dei conti: Guido Rossi è di sinistra, il giudice Borrelli e il presidente dell’Inter idem... Una corba di “conflitti di interesse” al cui confronto Berlusconi appare un atomo. L’Inter di Moratti è vista come la squadra dell’era prodiana, come lo fu il Napoli per “l’era De Mita”. Il compito di un cronista non è stare con una squadra o con l’altra, ma registrare un nuovo fenomeno: i tifosi si stanno organizzando e scoprono di poter essere un gruppo di pressione massivo. Queste sono conseguenze civili della incivile passione per la ghigliottina a senso unico: la Juventus è finita in Serie B, ha perso due scudetti e otto campioni, ha avuto 9 punti di penalizzazione, è fuori per almeno due anni dalla Champions, si è trovata priva di leadership ed ha perso qualcosa come 130 milioni di euro. Certo, più che la Camera di arbitrato del Coni, alla Juve serviva Amnesty International o la Corte di giustizia dell’Aja.



 

 

Discussioni Simili

  1. VIII Seduta del Senato - Tema "Libertà di opinione" - Presentazione ddl
    Di FalcoConservatore nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 08-11-12, 08:56
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 18-02-11, 20:57
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-10-08, 16:44
  4. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 12-04-05, 21:38
  5. Calderoli: ""Aboliremo i reati d'opinione""
    Di Tomás de Torquemada nel forum Destra Radicale
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 11-09-02, 12:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226