C'è un politico in Padania che aspira a diventare
l'erede di papa Formoso.
Se vi ricordate, un Lamberto da Spoleto incazzatissimo
prese il cadavere di papa Formoso, lo mise a sedere sul trono papale,
lo processò, gli furono tagliate le dita della mano destra
e poi fu gettato nel Tevere.
Quà in Padania c'è il cadavere di un politico che si ostina a combinare
guai, un giorno fa una dichiarazione e il giorno dopo la smentisce.
Non pago dei suoi disastri ha trasformato un movimento
in un lungo corteo funebre dagli esiti prevedibili.
Prevedendo gli esiti vuole dare seguito dinastico al tutto
trasformandolo in una " Lunga Marcia ".
" Astenersi perditempo ", bastava un cartello del genere,
venticinque anni fa, per risolvere la cosa.