User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Jun 2002
    Messaggi
    337
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito DEMOGRAFIA: Il tasso di nascita come arma per vincere la guerra contro la Jihad

    (Corrispondenza romana) Il 17 ottobre scorso in America, dove nasce una persona ogni 11 secondi, è venuto alla luce il 300 milionesimo cittadino.

    L’elevato tasso demografico in America non è una novità: basta pensare che dal 1947, il cosiddetto anno del “baby boom”, la crescita demografica americana continua ininterrottamente. Ad alimentarla l’elevato tasso di nascita, la maggiore durata della vita ed il considerevole numero di immigrati che raggiungono ogni anno il continente. In media nascono 2,07 bambini per ogni donna americana.

    Che succede, di contro, in Europa? In Italia, dove nel 2050 è prevista una diminuzione del 22 per cento della popolazione, contro un aumento di quasi 120 milioni di persone previsto in America nella stessa data, in media nascono 1,1 bambini per ogni donna e simili risultano le cifre in tutto il resto d’Europa. Con questi dati alla mano, si capisce come Mark Steyn, opinionista del “The Chicago Sun-Times” possa affermare, nel suo ultimo libro America Alone. The End Of The World As We Know It (Regnery Publishing, Hardcover 2006), che l’Occidente sta demograficamente morendo, mentre soltanto l’America sembra resistere a questo crollo della popolazione.

    Steyn interviene su questo tema anche con un articolo pubblicato sulla rivista “Liberal” (2009. L’Europa ci sarà ancora?, “Liberal” n. 37 (2006), pp. 40-51) in cui scrive, tra l’altro, che «l’Europa alla fine di questo secolo apparirà come un continente devastato da una bomba al neutrone: i grandi edifici saranno ancora in piedi, ma le persone che li hanno costruiti se ne saranno andate. Stiamo vivendo un periodo speciale della storia: l’auto-estinzione della razza che, nel bene o nel male, ha creato il mondo moderno».
    La questione demografica è strettamente legata anche alla lotta contro il fondamentalismo islamico: lo scrittore americano nota, infatti, che oggi la popolazione di religione musulmana cresce a un ritmo superiore a quella europea-occidentale e prima o poi prenderà il sopravvento in Europa.

    Per quanto concerne, invece, la politica interna americana, Steyn ricorda come alle elezioni del 2004, il candidato democratico John Kerry vinse nei 16 Stati con il più basso tasso di nascita d’America, mentre Bush prevalse in 25 dei 26 Stati con la natalità più alta. «Nel 2050 – conclude Steyn – ci saranno cento milioni di europei in meno e cento milioni di americani in più, nati in grande maggioranza negli Stati conservatori» (“Il Foglio”, 17 ottobre 2006).

    All’interno di questo dibattito, si colloca anche l’approfondimento dello studioso americano Phillip Longman nel suo saggio intitolato The Return of Patriarchy (“Foreign Policy”, Marzo/Aprile 2006). Sulla base degli stessi dati di Steyn, Longman ci fa notare come gli Stati conservatori in America sono più popolati di quelli progressisti, ad indicare come in un’ottica cattolica e conservatrice ci si riproduca di più che in una laica e progressista. Secondo Longman queste tendenze demografiche in atto negli Stati Uniti sono destinate e ripetersi anche in Europa.

    La conclusione logica di questa analisi è quella tratta da Guglielmo Piombini su “Radici Cristiane” (n. 15, Anno II, giugno 2006): gli individui più religiosi e tradizionalisti erediteranno la società da quelli più secolarizzati, che hanno cessato di riprodursi. (CR 966/01 del 04/11/06)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Imperum semper vivet
    Data Registrazione
    01 Nov 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    42
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Senza dubbio. L'incremento demografico sarebbe ed è un'ottima "arma". Il problema è che ciò dipende dal popolo:non si possono obbligare le coppie a far nascere più figli. No, questo no, ma agevolarle e incentivarle si. Allora, perchè il governo Prodi, anzichè concedere un "bonus"da molti euro a chi compra un televisore digitale, non lo concede alle giovani coppie per agevolarle ad avere più figli?

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 21-04-12, 13:24
  2. Alain de Benoist: sono contro i McDonald's e contro la Jihad
    Di carlomartello (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 59
    Ultimo Messaggio: 03-06-08, 01:32
  3. Demografia e jihad in Europa
    Di Paleo (POL) nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-11-06, 17:27
  4. Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 17-07-05, 22:38
  5. Una nostra arma per vincere è affamare i popoli! (Kissinger)
    Di Attenzioneimbelli nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-01-03, 19:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226