User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    INNAMORARSI DELLA CHIESA
    Data Registrazione
    25 Apr 2005
    Località
    Varese
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow Benedetto XVI in Turchia: un avvenimento di portata storica

    Cari fratelli e sorelle, come sapete, nei prossimi giorni mi recherò in visita in Turchia. Fin d’ora desidero inviare un saluto cordiale al caro Popolo turco, ricco di storia e di cultura; a tale Popolo e ai suoi rappresentanti esprimo sentimenti di stima e di sincera amicizia. Con viva emozione attendo di incontrare la piccola Comunità cattolica, che mi è sempre presente nel cuore, e di unirmi fraternamente alla Chiesa Ortodossa, in occasione della festa dell’apostolo sant’Andrea. Con fiducia mi pongo sulle orme dei miei venerati predecessori Paolo VI e Giovanni Paolo II; ed invoco la celeste protezione del beato Giovanni XXIII, che fu per dieci anni Delegato Apostolico in Turchia e nutrì per quella Nazione affetto e stima. A tutti voi domando di accompagnarmi con la preghiera, perché questo pellegrinaggio possa portare tutti i frutti che Dio desidera.

    (Benedetto XVI, Angelus del 26 novembre 2006)

    fonte: Sala Stampa della Santa Sede

    Bisanzio, Costantinopoli, Istanbul

    Il nome dell'odierna Istanbul riflette, nel corso dei secoli, il succedersi delle civiltà che ne hanno segnato la storia. Fondata dai coloni greci di Megara nel 667 a.C., viene chiamata originariamente Βυζαντιον (Byzántion) in onore del loro re Byzantas. Sarà dunque Byzantium in latino e successivamente Bisanzio in italiano.
    Il nome greco di Κωνσταντινούπολις (Kostantinoupolis), da cui il latino Costantinopolis e l'italiano Costantinopoli, significa "Città di Costantino". Tale nome le fu dato in onore dell'imperatore romano Costantino I quando la città divenne capitale dell'impero romano, l'11 maggio dell'anno 330. Costantino la ribattezzò Nova Roma, ma questa denominazione non entrò mai nell'uso comune, sebbene ancora oggi la denominazione ufficiale secondo la Chiesa ortodossa e il Patriarcato Ecumencio sia "Costantinopoli Nuova Roma". Roma continuò a mantenere sull'antica Bisanzio i suoi diritti politici e commerciali. Costantinopoli divenne successivamente la capitale dell'Impero Bizantino fino a quando, nel 1453 non venne espugnata dai Turchi Ottomani.

    Il nome Istanbul potrebbe derivare dalle parole greche "εις την Πόλη" (letto "iss tin poli") che significano "alla Città". In questo modo i Greci si riferivano alla Città delle Città, come Costantinopoli era conosciuta durante l'era bizantina e successivamente. Più probabilmente è una semplice corruzione del greco [Kon]stan[inou]pol, con il prefisso "I-", come accadde per le città di Smirne e di Nicea, diventate Izmir ed Iznik. Il nome Stambul era di uso corrente nell'Ottocento.

    La città fu chiamata, nel corso dei secoli, con svariati altri nomi: Neà Romè o Nuova Roma come si è detto, Polis o La Città (per eccellenza, come già Roma), Rūmiyya al-Kubrā ("la Maggior Roma" in arabo), Qostantiniyye (Costantinopoli in arabo e in turco), Islambol ("Centro dell'Islam", perché sede de facto del Califfato), Pây-i taht ("Il piede del trono" in persiano), Michaelgard ("Città di Michele", nome di alcuni Imperatori, nella lingua dei mercenari Vareghi (o Variaghi), cioè Vichinghi, che parlavano l'antico germanico norreno), Zarigrado (cioè "Città degli Imperatori" in russo e in bulgaro), Gostandnubolis (il suo nome in armeno).

    Istanbul divenne il nome ufficiale solo il 28 marzo 1930....

    La fondazione di Bisanzio, da parte dei coloni greci di Megara, risale al 667 a.C.. Grazie alla posizione di controllo sul Bosforo, la città si sviluppò in breve tempo tanto da diventare oggetto di contesa durante le guerre del Peloponneso.

    Dopo essersi schierata con Pescennio Nigro contro il vittorioso Settimio Severo, la città fu assediata e largamente distrutta fra il 193 e il 195. Nel 196 Bisanzio entrò a far parte dell'impero romano e fu ricostruita dallo stesso Settimio Severo, divenuto Imperatore, riottenendo rapidamente la sua precedente prosperità.

    La posizione di Bisanzio attrasse anche l'imperatore Costantino I che, l'11 maggio 330, la rifondò come "Nova Roma" (ma presto prese invece il nome di Costantinopoli), dopo un sogno profetico nel quale gli veniva indicato il posto dove stabilire la città. La combinazione dello spirito imperialista di Costantino e la sua posizione strategica avrebbero giocato un ruolo importante come punto di passaggio fra due continenti (Europa e Asia), e successivamente un polo d'attrazione per l'Africa ed altri paesi dal punto di vista commerciale, culturale e diplomatico. Costantinopoli controllò per lungo tempo le rotte fra Asia ed Europa, così come il passaggio dal Mar Mediterraneo al Pontus Euxinos (Mar Nero).

    Durante il medioevo, Costantinopoli fu la più grande e ricca città d'Europa: si pensa che nel X sec. potesse avere fino a un milione di abitanti. La basilica di Hagia Sophia, monumento di estrema rilevanza architettonica dedicato alla Divina Sapienza, diventa il centro della cristianità greco-ortodossa. Nonostante le aspre lotte interne per il potere e la scarsa autorità individuale dell'imperatore, l'oligarchia bizantina mantenne una stabile struttura politica durante i quasi mille anni dell'impero.

    Dotata di un notevole impianto di fortificazioni, la città rimase per secoli inespugnata, fino al 1204, quando venne saccheggiata dagli eserciti della quarta crociata. Iniziò, per Costantinopoli, un periodo di lento declino. Il 29 maggio 1453, la città, oramai quasi spopolata, cadde in mano ai Turchi ottomani guidati da Maometto II il Conquistatore ( Fatih ), che ne fece la capitale dell'Impero Ottomano. La caduta di Costantinopoli, e quindi la fine dell'Impero Romano d'Oriente, è indicata talvolta come l'evento che convenzionalmente chiude il medioevo e inizia l'evo moderno.

    Sotto i sultani ottomani Costantinopoli ritrovò un nuovo periodo di splendore, diventando sede de facto del califfato nel 1517, ma mantenendo la sede del Patriarcato Greco-Ortodosso e in generale il carattere cosmopolita che la caratterizzò nei secoli precedenti. Il XVI sec. segnò l'apice del potere ottomano. A questo secolo risale la costruzione delle più importanti moschee della città: Beyazit, Suleymaniye (la più grande moschea di Istanbul), Sultan Ahmet e Fatih.

    L'impero ottomano, sconfitto durante la prima guerra mondiale, finí ufficialmente il 1 novembre 1922. Quando nel 1923 fu fondata la Repubblica di Turchia, la capitale venne spostata da Istanbul ad Ankara. In un primo tempo trascurata in favore della nuova capitale, Istanbul passò attraverso un periodo di grande trasformazione negli anni '50 e '60. Prima degli anni '60, in particolare, il governo di Adnan Menderes perseguì lo sviluppo economico del paese attraverso la costruzione di nuove strade e industrie. Anche nel centro storico, moderne pavimentazioni stradali rimpiazzarono l'acciottolato e una larga parte dei quartieri vecchi venne demolita.

    Durante gli anni '70, la popolazione di Istanbul subì una rapida crescita in seguito alla forte immigrazione dall'Anatolia. Nuovi quartieri e zone industriali sorsero alla periferia della città e molti dei villagi limitrofi vennero incorporati alla grande area metropolitana.

    Istanbul è tuttora sede del Patriarcato di Costantinopoli, una delle antiche sedi apostoliche.

    La Chiesa Ortodossa ha dedicato un sito all'eccezionale e storico avvenimento:



    http://www.patriarchate.org/

    Fraternamente CaterinaLD
    Fraternamente Caterina
    Laica Domenicana

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    ITALIANO PURO SANGUE
    Data Registrazione
    17 Mar 2006
    Località
    nell'italia della famiglia
    Messaggi
    239
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    proprio l'altro giorno, il mio prof di storia\filosofia, coma domanda valutata, mi ha chiesto: lo sai che il papa deve andare in Turchia?come mai un papa in un territorio diverso dal nostro. (linterrogazione era sulla rivoluzione russa, ma con una domanda sull'origine e la storia dell'europa).gli ho risposto: si lo so che il papa deve andare in Turchia, vuole andare li perchè appunto vuole invitare la gente al dialogo per arrivare ad una pace non politica, ma morale. vuole andare li, perchè vuole far capire L'IMPORTANZA DEL dialogo agli integralisti. cosa ve ne pare? secondo me l'aggiu stutato (come si usual dire dalle mie parti)

  3. #3
    Socialista nenniano
    Data Registrazione
    14 Oct 2006
    Località
    Dove il socialismo posso dare una mano concreta al paese.In un posto laico nella quale si puo' scegliere la religione che si vuole.Ed in fine in un posto in cui i grandi padri Nenni,Pertini,de Martino vengono ricordati e rispettati da tutti.
    Messaggi
    221
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Grande opera di coraggio del papa,che va a rischiare la vita per la pace e per risanare la voragine che si e' creata tra islam e cattolicesimo,davvero sono molto contento che il mondo cattolico abbia a capo un grande uomo in un momento di confronto tra due civilta.(detto da un laico).

  4. #4
    The darkness inside...
    Data Registrazione
    26 Sep 2005
    Località
    Cambria, Kingdom of THULE - God save the British Empire! - Anglomane, Rinascente, Monarchico, Conservatore, Aristocratico, Imperialista, Colonialista, Crociato: insomma, il Male Assoluto
    Messaggi
    5,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Caterina63 Visualizza Messaggio
    In un primo tempo trascurata in favore della nuova capitale, Istanbul passò attraverso un periodo di grande trasformazione negli anni '50 e '60. Prima degli anni '60, in particolare, il governo di Adnan Menderes perseguì lo sviluppo economico del paese attraverso la costruzione di nuove strade e industrie. Anche nel centro storico, moderne pavimentazioni stradali rimpiazzarono l'acciottolato e una larga parte dei quartieri vecchi venne demolita.
    Ricordiamo che negli anni '50, soprattutto tra 1955 e 1958, avvennero nella Città numerosi pogrom ai danni delle decine di migliaia di greci ortodossi che abitavano Costantinopoli; per questo la comunità greca locale, l'unica sopravvissuta alla terribile guerra del 1921-1922, fu costretta per la maggior parte ad emigrare come profuga in Grecia, come prima avevano fatto almeno un milione di loro compatrioti.
    I turchi potranno chiamarla come vogliono, ma per me resterà sempre Kostantinopolis.

    Il Santo Padre dimostra un grande coraggio ad andare in Turchia dopo tutto quello che è successo. Spero che questo serva da lezione a quelle bande di nazionalisti che inneggiavano contro di lui alla Basilica di Santa Sofia.
    Andrea I Nemesis
    Rinascente
    Affiliato a Azione Conservatrice Nazionale

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 16-06-11, 16:46
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 28-08-09, 01:31
  3. L'avvenimento che vi ha fatto scoprire la Politica
    Di Danny nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 25-12-08, 23:08
  4. L'avvenimento più tragico della storia dell'umanità
    Di Mr nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 153
    Ultimo Messaggio: 01-10-05, 01:42
  5. L'avvenimento più tragico della storia di PoL
    Di Il_Grigio nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 01-10-05, 01:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226