User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Fu fgc.adelfia
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    10,608
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 3d Ufficiale del "Concorso in Giornalismo Sportivo"

    3d Ufficiale del "Concorso in Giornalismo Sportivo"


    E' ufficialmente indetto il Primo Concorso Polliano in Giornalismo Sportivo. In questo caso l'argomento riguarderà il "Campionato di Calcio".

    Modalità e Svolgimento del Concorso

    Cita:
    Art3.

    I partecipanti al Concorso dovranno redigere un articolo Sportivo inerente il Campionato di Calcio Italiano. L'articolo non dovrà superare le 30 righe.

    Art4.
    L'articolo dovrà essere inedito, la commissione accerterà una eventuale "copiatura" da altri siti punendo con la squalifica il forumista autore dell'imbroglio.

    Art5.
    Al termine dei 4 giorni, gli articoli presentati saranno sottoposti al voto dei forumisti di POL; voto che avverrà sullo stesso 3d, per 7 giorni, con una votazione da 1 a 10 da esprimere per ogni articolo postato.

    Art6.

    Il forumista che avrà voto totale piu alto sarà dichiarato vincitore e diverrà "Giornalista Sportivo". In caso di parità finale, i vincitori saranno piu di uno.


    La Commissione che vigilerà sul Concorso è composta da:

    Andrea Nemesi I
    Danny78
    Fgc.adelfia
    M.calu



    Gli iscritti al Concorso:

    MERIDIONALE
    EMONED
    LIVIO
    CENTRO-LAICO


    I Partecipanti hanno 4 giorni di tempo a partire da questo post per postare il loro componimento rispettando le suddette regole.

    Aggiungo che il Vincitore avrà a disposizione un "Avatar" appositamente creato per l'evento.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Fu fgc.adelfia
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    10,608
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    IL DIAVOLO STA MALE
    Brutta annata fino ad ora del Milan che non riesce più ad esprimersi ad alti livelli.

    La stagione 2006/2007 non sembra essere l'annata giusta per il Milan. Certo, gridare alla sfortuna è una buona giustificazione quando durante le partite vedi crescere sempre di più il numero dei legni colpiti. Ma modestamente credo che il vecchio detto che dice: il palo? E' un gol sbagliato! Sia esatto.
    Non si può gridare alla sfortuna quando hai una difesa traballante che spesso deve ricorrere ai miracoli del portiere .L'attacco è ormai di una sterilità unica e spesso si fa troppa fatica in zona gol.La squadra di Milano vanta oggi tra le sue fila la presenza del giocatore più forte e concreto al mondo (Kakà) e questo dovrebbe fungere da ulteriore traino per gli altri campioni e certo la qualità e la quantità che il centrocampo rossonero ha non è paragonabile con nessun altra squadra al mondo.Ma andiamo nello specifico: Dida, il portiere brasiliano rossonero, resta ancora una garanzia, l'etànon rappresenta ancora un problema;è tornato forte e sicuro tra i pali, per cui il Milan può sicuramente ripartire da lui. La difesa è vecchia si, anche se ancora oggi Maldini, quando è in forma fisicamente, è il difensore più forte e affidabile al mondo. Nesta risente dei problemi alla spalla e del mondiale ma per il futuro ancora rimane uno dei punti fermi. Le fasce vanno sistemate, Jankulowsky educato e Cafù sembra aver finito la benzina.In questo reparto servono 3 4 innesti per poter ritornare competitivo. Il centrocampo come detto prima resta uno dei migliori al mondo e Gourcuff può davvero diventare un campionissimo. Personalmente prenderei un vice Pirlo di assoluta qualità anche perchè ad oggi l'ex bresciano e Ambrosini non danno sicureze fisiche solide. Il primo dovuto al mondiale probabilmente il secondo perchè "eterno malato". E veniamo alle note dolenti: Inzaghi sembra oramai in fase calante, ha dimostrato tutti i suoi limiti nell'ultimo derby perso dai diavoli 4-3; Gilardino sente poca fiducia intonro a lui e Oliveira non vale manco 1/3 dei soldi spesi. In futuro per ritornare a sorridere, la società di via Turati, deve far mettere al proprio Presidente la mano al portafogli per investire pesantemente sul mercato e per non far rimanere vivi i fantasmi di Maldini, Costacurta ecc.. All'Opera di S.Siro il fantasma di Sheva sembra esserci davvero .

    Meridionale

  3. #3
    Fu fgc.adelfia
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    10,608
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Storie di calcio: Ruslan Nigmatullim

    Tutto iniziò l’8 settembre del 2001. All’interno del settimanale “SportWeek” vi erano inserite le rose delle 32 partecipanti della Champions League per la stagione 2001-2002. Oltre alla rose c’era una commento per ogni squadra, un trafiletto per dire quattro cose sull’allenatore e veniva anche indicato quale era il giocatore più forte del team. In quella stagione erano tre le squadre italiane partecipanti alla prestigiosa competizione: Roma, Juventus e Lazio. La Roma, che avendo vinto il campionato l’anno precedente partecipava per la seconda volta a questo torneo, si trovava nel gruppo A insieme a Real Madrid, Anderlecht e Lokomotiv Mosca. Appena presi in mano la rivista, incominciai a leggere tutto lo speciale e tutto ciò che vi era scritto per ogni singola squadra.
    Una cosa mi incuriosì.
    Mentre, per quanto riguardava il gruppo A, conoscevo fin troppo bene i giocatori del Real Madrid e qualcosina sull’Anderlecht la sapevo, niente, ma proprio niente, sapevo del Lokomotiv Mosca, e ,per questo, mi soffermai particolarmente sulla pagina dedicata alla squadra russa. L’Allenatore era una tale Yuri Syomin che dal 1986 era sempre e solo stato allenatore di quella squadra; ma la cosa più curiosa riguardava il giocatore che, secondo la rivista, era il più bravo, importante e decisivo; era il portiere, si chiamava Ruslan Nigmattulim, su di lui c’era scritto: “Sta finalmente arrivando a piena maturazione il portiere Ruslan Nigmattulim, 27 anni il prossimo 7 ottobre, il miglior numero 1 russo, che ha scalzato dalla Nazionale anche Filimonov, dello Spartak. Non è un caso che la sua difesa sia stata la meno battuta dell’ultimo campionato (appena 20 gol). Il suo contratto, però, è in scadenza”.
    Iniziò la Champions League.
    Il 27 settembre, alla terza giornata, presso lo Stadio Olimpico di Roma, si giocò la partita tra Roma e Lokomotiv Mosca. La squadra giallorossa sperava in una vittoria, dopo aver perso col Real e pareggiato con l’Anderlecht, anche per festeggiare i 25 anni di Francesco Totti. Per il Lokomotiv in porta giocava Nigmatullim. La Roma vinse 2 a 1, ma quello che notai era che Nigmattulim, nonostante la sconfitta, aveva giocato una buona partita.
    A fine girone passarono Real Madrid e Roma, mentre il Lokomotiv andava nel purgatorio della Coppa Uefa grazie al terzo posto guadagnato.
    Nel campionato italiano, verso i primi di gennaio, come è di consueto inizia il mercato di riparazione; esso spesso è inutile, poiché distrae giocatori e affievolisce le loro prestazioni, ma è anche utile, visto che può rattoppare gravi lacune tecniche.
    Una delle squadre rivelazioni, sino a lì, del campionato era stata l’Hellas Verona; proprio in questo mercato di riparazione la squadra scaligera acquistò un portiere: Ruslan Nigmattulim.
    Egli partiva per l’Italia, essendogli scaduto il contratto, noto grazie alla Champions League e grazie alla recente vittoria del campionato russo. Nonostante tutto mi parve supplementare l’acquisto di un portiere per i veneti: essi avevano già Fabrizio Ferron come titolare e Domenico Doardo e Gianluca Pegolo come riserve. Ma, a questa finezza, non ci pensai, e fui felice di poter vedere il russo nella Serie A.
    Ma Nigmatullim non giocò titolare, bensì come secondo di Ferron. A miei occhi questo appariva inspiegabile e scandaloso, anche perché il portiere titolare non era un giovinetto. Rimasi esterrefatto.
    Il 17 febbraio si giocò Verona-Inter. Verso la mezzora, sullo 0-0, Ferron si infortuna, entra la suo posto Ruslan Nigmatullim nel suo esordio in campionato. La partita finisce 3-0. Tre gol quasi tutti imparabili, ma che santificano Nigmatullim come un bidone. Se consideriamo il fatto che all’ultima giornata, in modo rocambolesco il Verona retrocesse, possiamo definire Nigmatullim decisamente sfortunato.
    Nonostante tutto, Ruslan non aveva perso la fama nel suo paese e continuava a giocare regolarmente nella sua nazionale.
    Un mesetto prima dall’inizio dei mondiali di calcio ci fu un’amichevole presso lo stadio “Parco dei Principi” di Parigi: Francia-Russia, risultato 0-0, Nigmatullim parò tutto !
    Anche nei giorni a venire, in ambienti strettamente scolastici, si elogiavano le super-parate del russo. Non avevo mai smesso di definirlo bravo, tale prestazione rinnovò la mia convinzione.
    Il 31 maggio del 2002, iniziarono i mondiali di calcio in Corea del Sud e Giappone.
    Per la Russia il nostro amico era titolare, la nazionale era nel gruppo H insieme a Giappone, Belgio e Tunisia. Per pochi punti, e per troppa sfortuna che perennemente sembrava essersi appropriata del portiere russo, la Russia non riuscì a qualificarsi per gli ottavi di finale.
    A questo punto non capì benissimo quali percorsi calcistici intendeva prendere Nigmatullim, ma alla fine tornò in Russia al CSKA Mosca. Ma la sorte fece in modo di riavvicinarlo al calcio italiano, poiché ai sorteggi per la Coppa Uefa la squadra moscovita fu estratta insieme al Parma.
    L’andata della partita si giocò a Mosca e finì 1-1. Il ritorno si giocò il 3 ottobre 2002: al 90’ Parma 2 CSKA 2, risultato che avrebbe fatto passare i russi, poiché avevano segnato 2 gol in trasferta.
    Al 91’ il portiere del Parma, Sebastian Frey, batte una rimessa dal fondo; essa arriva alla trequarti del campo; l’attaccante del Parma, il romeno Adrian Mutu stoppa il pallone col petto e al volo segna una gran gol. Un’altra beffa per Ruslan.
    Il russo, forse eccessivamente sconfortato da tali eventi, accetta un “suicida” contratto con la Salernitana, squadra ultima classificata in Serie B. Retrocessione, come minimo.
    Nella stagione 2003-2004, torna alla Lokomitiv, ma come riserva di Ovchinikov (che qualcuno dei miei 25 lettori ricorderà al Porto); gioca 1 partita in campionato. Per gli Europei del 2004 non viene convocato in nazionale.
    Nella corrente stagione gioca nel Terek Grozny, squadra della capitale cecena militante nel massimo campionato russo. Il Terek è stato eliminato dalla Coppa Uefa al primo turno dal Basilea.
    E’ andata così Ruslan. Ma non temere, per i ragazzi della mia generazione, dopo Yashin, sarai sempre il numero uno, di tutte le Russie.

    Livio

  4. #4
    Fu fgc.adelfia
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    10,608
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    LA JUVENTUS "FA BENE" ALLA SERIE B
    Che alla Juventus un anno "in Purgatorio" possa fare bene sarà argomento principale dei dibattiti calcistici dei prossimi anni, di sicuro la Vecchia Signora ha fatto bene alla serie B.
    Sono ormai passati i tempi in cui la serie cadetta era snobbata dalla pay-tv, dai programmi sportivi e soprattutto dagli spettatori degli stadi.Secondo gli ultimi dati ufficiali, infatti l'affluenza media negli stadi della Serie B è aumentata del 106,7% rispetto all'anno scorso.Così mentre in Serie A si ravvisa un calo clamoroso degli spettatori paganti, dovuto certamente agli ormai esorbitanti prezzi dei biglietti e alle più "comode" visioni offerte da Sky, la serie B " fa il tutto esaurito.Il "boom" di affluenze ai piccoli stadi provincia della serie minore è in gran parte dovuto ai tutto-esaurito che si registrano dove si trova a giocare la Juventus, ormai non solo seguita nei tradizionali stadi del Meridione, ma anche nelle più "settentrionali" Rimini e Treviso, senza contare i pienoni registratisi al S.Paolo e al Marassi, nei "big match" contro Genoa e Napoli.
    L' esempio più fulgido della "febbre" Juventus che colpisce tutti gli stadi di Serie B è stata certamente la trasferta a Crotone, dove 3/4 di stadio era bianconero, l'ospedale della città fu chiuso per tutti i 90 minuti di gioco e i biglietti erano tutti esauriti da settimane; ma quello che lasciò più stupiti gli osservatori e i commentatori calcistici è stato di certo la "festa grande" a fine partita che i tifosi del Crotone, nonostante avessero visto la loro squadra perdere 3-0, hanno riservato ai bianconeri.Degna accoglienza per la squadra più titolata d'Italia che, dopo aver subito tutte le "umiliazioni" ( scudetti revocati, serie B e conseguente esodo dei suoi campioni alle ex-dirette rivali) che mai aveva subito nei suoi "gloriosi" 108 anni di storia.
    A non essere delusi della presenza della Juventus in Serie B sono certamente i presidenti delle altre squadre della serie cadetta, che registrano incassi record al passaggio della " Vecchia Signora", e Sport-italia e Rai che hanno strappato, senza sapere dei remunerativi sviluppi che avrebbe preso "Calciopoli", i diritti della Serie B alla Lega per "pochi spiccioli".
    Certamente però non si può negare il fatto che anche altre squadre cadette, Genoa e Napoli in primis,che hanno fatto un mercato estivo di grande livello, non abbiano contribuito, seppur in maniera minore, al "boom" di affluenze negli stadi di B; stadi che, pur non essendo moderni e pieni di attrazioni come quelli d' Inghilterra, attirano quel pubblico di giovani e famiglie che la Serie A ha perso da tempo, per il piacere di vedere partite "vere" come non se ne vedono da anni nella serie maggiore.

    Centro-Laico

  5. #5
    Fu fgc.adelfia
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    10,608
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Genoa-Juve splendida partita da serie A: la cronaca


    Una serata da serie A, una partita da serie A, e un gioco da serie A, questa è stata Genoa-Juventus. Marassi è pieno, ed è il primo stadio veramente ostile che la Juventus abbia mai incontrato in questa stagione. Ladri, colpevoli, questo recita uno striscione che vuole mettere in luce i due pesi e le due misure con le quali sono state condannate le due società nei rispettivi processi. Il Genoa in C1 per una partita, la Juve in B dopo aver truffato 2 campionati. Ma comunque il tempo passa e la partita inizia. Genoa imbambolato per qualche minuto, la paura blocca i rossoblu e la Juve è fatta di campioni, nonostante le assenze di Del Piero, Trezeguet e Zanetti; ma il Genoa prende coraggio, inizia lentamente a macinare gioco e a mettere il naso nella metà campo bianconera. In una di queste avanzate rossoblu ci scappa il rigore, forse a dir la verità un po’ generoso (ma mai troppo con chi aveva gli arbitri in pugno x anni). Adailton si prepara, ma Buffon è stato appena premiato come miglior portiere al mondo, lo vuole dimostrare e lo fa. Para il rigore, tra i rimorsi dei tifosi genoani e la consapevolezza della forza del loro portiere di quelli juventini.
    Il primo tempo scorre, senza altri particolari avvenimenti, con la juve che le poche volte che attacca fa paura, ed il genoa che è sempre nella metà campo avversaria ma non affonda mai.
    Squadre alla ripresa del gioco senza cambi, il Genoa continua nella sua tattica, con un gioco elementare, ma semplice e bello, e con la vecchia signora che continua con i suoi pericolosissimi affondi. Ed è in uno di questi che riesce a metterla dentro, con il pallone d’oro nedved che batte una punizione dall’angolo del perimetro dell’area di rigore, e dopo due deviazioni il pallone è alle spalle del portiere barasso.
    Ma il Genoa non ci sta, e dopo qualche minuto pareggia il conto con una splendida combinazione e un o splendido pallonetto di juric, che questa volta nemmeno buffon riesce a levare dalla porta.
    Il genoa è caricato e galvanizzato dal goal, ma il tempo non gli basta per raddoppiare, c’è solo il tempo per espellere nedved per gioco scorretto.
    Finalmente il Genoa riesce ad uscire dalla sua crisi di gioco, e in parte anche da quella di risultati; un punto con la juventus va benissimo alla compagine di Gasperini, i punto per la promozione erano da ottenere con la piccole in casa, come lo Spezia e il Crotone. D’altro canto, anche alla juventus può andar bene il punto, a patto che si torni a vincere dalla prossima partita; le assenze di del Piero, C. Zanetti e Trezeguet si sono fatte sentire e la partita non era tra le più semplici. Insomma un punto accontenta tutti, anche se lo spettacolo e l’agonismo delle squadre in campo è stato elevato.

    emoned

  6. #6
    Fu fgc.adelfia
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    10,608
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    VOTAZIONI APERTE



    Sono aperte le votazioni per i 4 Articoli inerenti il Campionato di Calcio.

    Le Votazioni saranno chiuse il giorno 12 dicembre ora corrente.

    I Votanti sono chiamati ad esprimere un voto da 1 a 10 per ognuno dei 4 articoli.

    Vincerà chi avrà il voto Totale piu alto.

    Grazie anticipate a tutti i partecipanti.




    Si prega di copiare e compilare il seguente modulo.

    ------------------


    Meridionale, "Il Diavolo sta male": VOTO ....

    Livio,"Storie di calcio: Ruslan Nigmatullim": VOTO ....

    Centro-Laico, "La Juve fa bene alla Serie B": VOTO ....

    Emoned, "Genoa-Juve splendida partita di Serie A" : VOTO....

  7. #7
    The darkness inside...
    Data Registrazione
    26 Sep 2005
    Località
    Cambria, Kingdom of THULE - God save the British Empire! - Anglomane, Rinascente, Monarchico, Conservatore, Aristocratico, Imperialista, Colonialista, Crociato: insomma, il Male Assoluto
    Messaggi
    5,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Su!
    Andrea I Nemesis
    Rinascente
    Affiliato a Azione Conservatrice Nazionale

 

 

Discussioni Simili

  1. 3d Ufficiale del "Concorso in Giornalismo Sportivo"
    Di Danny nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 09-01-07, 16:54
  2. Concorso in Giornalismo Sportivo
    Di Danny nel forum Termometro sportivo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-12-06, 22:20
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-12-06, 22:19
  4. I° Concorso: "Giornalismo Sportivo"
    Di Danny nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 05-05-06, 21:51
  5. Quando il giornalismo sportivo diventa autentica merda
    Di Samuel nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 25-08-05, 14:30

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226