User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Contro ogni fede
    Data Registrazione
    16 Jul 2006
    Messaggi
    427
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'involuzione statalista e conservatrice del governo Prodi

    Dopo quello che, quest'estate, sembrava l'inizio di una seppur timida politica liberista e che ha tanto irritato le destre, a parole liberali, ma da sempre paladine della protezione statale dei privilegi e delle rendite di posizione, il governo Prodi, negli ultimi mesi, sembra aver decisamente cambiato rotta. Ne sono testimoni anche alcuni aspetti poco noti, quali l'impennata delle spese militari, l'inasprimento del copyright, nonchè la difesa della legge Gasparri.

    link:

    l'Unione si rimangia il Programma e aumenta le spese militari

    La spesa impazzita per le armi

    Diritto d'Autore o diritto delle lobby?

    l'Unione difende la Legge Gasparri presso la Corte europea di Giustizia

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Jun 2003
    Località
    Umbria. Dove regna "Il Capitale" oggi più spietatamente. Votano la guerra, parlano di pace... sinistra "radikale", sei peggio dell'antrace ! Breaking news: (ri)nasce il partito dell'insurrezione !
    Messaggi
    8,772
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A me non sembra così evidente il cambiamento di rotta. Innanzi tutto è sempre stato chiaro che il governo prodi, formato in larghissima parte dagli stalino-bolscevichi di sempre, si sarebbe caratterizzato per autoritarismo teutonico, militarismo esapserato e logica di sfruttamento ed oppressione. Il liberismo (come lo si intende normalmente, non nel senso del Berneri) e lo statalismo possono essere due aspetti complementari della politica capitalista.
    E' anche difficile che sia lo Stato e chi detiene il potere a fare una politica antistatalista... sarebbe come a fare una politica anticlericale fosse il clero ! E le misure prese sono qui a dimostrarlo. Sono state colpite alcuni gruppi come i tassisti, ma non le grosse lobby monopoliste o oligopoliste. Niente inoltre, proprio grazie alla presenza dello Stato, impedirebbe inoltre che tutta la rete dei taxi sia presa in gestinoe da una multinazionale.
    La lotta per la progressiva creazione di una società di libere associazioni di produttori che direttamente o attraverso la mediazione di delegati (sindacati) si scambiano il frutto in eccedenza delle proprie produzioni, deve partire dal basso, nella lotta non contro i taxi o i notai, ma contro le multinazionali, i monopoli e gli oligopoli, oggi incrementando una scelta di autoproduzione e autoconsumo, gruppi d'acquisto solidali e boicottaggio, domani, se vi saranno le forze, anche attraverso l'azione diretta.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 27-10-07, 13:18
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-12-06, 18:44
  3. Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 08-03-05, 09:37
  4. Il Capitalismo Burocratico neo-statalista dell'Europa di Romano Prodi
    Di Pieffebi nel forum Imperial Regio Apostolico Magnifico Senato
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 09-02-04, 22:17
  5. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 11-10-03, 12:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225