User Tag List

Pagina 54 di 72 PrimaPrima ... 44453545564 ... UltimaUltima
Risultati da 531 a 540 di 720
  1. #531
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,583
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Nouvelle maquette, couverture couleur, tirage augmenté : le n° 30 marque l’évolution de Rébellion. Nous avons voulu améliorer la qualité du journal pour en faire un outil plus efficace au service de la diffusion des idées Socialistes Révolutionnaires. Cela fut possible grâce aux soutiens financiers de nos abonnés et des membres de la rédaction. Pour pouvoir maintenir et viabilisé cette nouvelle formule, nous faisons appel à tous.

    Au sommaire du numéro 30 de Rébellion :

    Editorial : Retour au Réel

    Mai 68 : Adresse aux prolétaires sur le quarantième anniversaire.

    Dossier : L'envers du rêve américain
    Les Rebelles de l'Empire
    Histoire du Populisme américain par Thibault Isabel.
    La réalité de l'Amérique actuelle - témoignage sur la société US.
    Le phénomène des Gangs par Terouga
    Noah Chomsky, un intellectuel dissident

    Entretien avec la journaliste Élisabeth Levy sur les médias et le premier pouvoir.

    Plus des chroniques culturelles.

    Le n° est disponible contre 3 euros port compris à notre adresse :
    Rébellion c/o RSE BP 62124 31020 TOULOUSE cedex 02

    http://rebellion.hautetfort.com/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #532
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Apr 2009
    Località
    Ai confini dell'impero ...
    Messaggi
    2,526
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Uscito n° 29 La Cittadella - Sostenere la Via Romana agli Dei



    LA CITTADELLA

    Anno VIII, nuova serie, n° 29, MMDCCLX a.U.c., gennaio-marzo 2008 e.v.
    € 10,00


    Sommario

    Editoriale / Orizzonte postmoderno, Sandro Consolato

    Auctores XXIX / Artemidoro di Daldi: Sognare gli Dei (a cura di s. c.)

    Versi all’Italia segreta, Sandro Giovannini
    “Mos Maiorum”. Dedicato a Roberto, Domizia Lanzetta

    Piccolo speciale / La riscoperta di Alfred Schuler, s.c.
    Un Deutsch-Römer d’eccezione: Alfred Schuler, Federico Gizzi
    La nuova religione della vita e la romanità efebico-amazzonica, Julius Evola
    Dell’essenza della città eterna. Un libro recensito da Julius Evola, Luigi Moretti

    Il sonno e l’ipnotismo nel mondo antico, Ersilia Caetani Lovatelli
    La consapevolezza necessaria per il nuovo inizio, Giandomenico Casalino
    Gesù tra Mosè e Maometto, Alfonso Piscitelli

    Pagine ritrovate
    Luigi Credaro: Simposio rituale e culto delle Muse nell’Accademia Platonica (a cura di Gennaro D’Uva)

    Recensioni
    L. Magini, L’Etrusco, lingua dall’oriente indoeuropeo (Mario E. Migliori);
    U. M. Tassinari, Fascisteria (Francesco Mancinelli)


    COLORO CHE FOSSERO INTERESSATI A SOTTOSCRIVERE L’ABBONAMENTO PER IL 2008 POSSONO VERSARE LA CIFRA DI € 30
    ( € 26 abbonamento per 4 numeri + € 4 per contributo spese postali ).

    • IL VAGLIA POSTALE DOVRA’ RIPORTARE CORRETTAMENTE TUTTI DATI DELL’ABBONATO ED ESSERE INTESTATO AD :
    ANNA LUCARELLI, VIA GIUSEPPE BERTO 195, 00142 ROMA

    • IN ALTERNATIVA AL VAGLIA POSTALE IL VERSAMENTO SU CONTO CORRENTE POSTALE N° 21332010 SEMPRE INTESTATO AD ANNA LUCARELLI

    Sostenere "La Cittadella" significa sostenere la causa degli Dei di Roma

  3. #533
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,583
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La Fortezza di Heinrich Himmler - Il centro ideologico di Weltanschauung delle SS
    Cronaca per immagini della scuola-SS Haus Wewelsburg dal 1934 al 1945
    [ 264 pg, 272 ill., prezzo copertina € 40,00 ] - Editrice Thule Italia
    ______________________________



    I Monografici di Thule Italia: "La strana morte di Heinrich Himmler"
    ______________________________



    Monografia Dietrich Eckart e Prima traduzione italiana di "Il Bolscevismo da Mosé a Lenin"
    ______________________________

    Manuale della Thule - primo volume
    ______________________________

    Altro in http://stores.ebay.it/Thule-Italia/

    Georg Sluyterman von Langeweyde (1903 - 1978) sito dedicato (D, I, F, GB) http://stromerhannes.thule-italia.org/
    Disponibili cofanetti con collezione di 47 cartoline con le migliori incisioni dell'artista. Costo 20,00 euro.

    Per ordini ed informazioni: [email protected] oppure tel: 340 4948046

  4. #534
    xio
    xio è offline
    Forumista
    Data Registrazione
    16 May 2009
    Località
    Ovunque ci sia amore, guerra e mamma.
    Messaggi
    320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    libreriaar non mi risponde volevo farmi un regalo

  5. #535
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,583
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dalla lista Merimar:

    PAOLO SIGNORELLI
    a cura di Giuliano Compagno
    Edizioni Coniglio, Collana Contemporanei all'imbecillità , 2008, 12 euro

    Richiedere a: Edizioni Coniglio Piazza Regina Margherita, 27 - 00198 Roma
    Tel. 06.8417393, fax 06.8415284 e-mail: [email protected]



    Sto insistendo con l'invio di messaggi che parlano di Paolo Signorelli poichè egli sta lottando, con esito incerto, contro un male terribile.
    Ai giovani che non lo hanno conosciuto e che non hanno vissuto gli anni della "strategia della tensione" o di "piombo" consiglio la lettura de libro di Giuliano Compagno su Paolo.
    Il libro è stato pubblicato da

    Coniglio Editore s.r.l.
    Piazza Regina Margherita,27
    00198 Roma

    tel.06.8417393
    fax. 06.8415284
    email: [email protected]

    sito Internet: www.coniglioeditore.it

  6. #536
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,583
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Nutrire l’Aquila. La Via Lakota alla conoscenza di sé (novità editoriale)
    di Mariano Romano - 22/07/2008

    Fonte: etadellacquario

    Nutrire l’Aquila. La Via Lakota alla conoscenza di sé



    Mariano Romano
    Editore: L'Età dell'Acquario






    Molto tempo fa Mariano Romano è stato «adottato» da un’anziana Nativa Lakota della tribù degli Oglala che lo ha introdotto alla «Via Rossa», una delle antiche vie spirituali del nostro pianeta. Dopo lunghi anni di «apprendistato», Romano oggi pratica i sette riti che la compongono, alla ricerca di un rapporto più diretto e profondo con la Natura, gli Uomini e l’Universo: il Grande Cerchio della Vita di cui siamo parte. La Via Rossa (Chanku Luta) ha una struttura semplice e rigorosa: ci vogliono la Sacra Pipa (Chanupa), il tamburo, i canti, le erbe, le pietre e bisogna costruire una Capanna sudatoria e accendere un fuoco. Sarà poi l’Uomo (o la Donna) di Medicina che guida il rito a determinare la sua profondità, il suo potere di liberare l’energia in ognuno dei partecipanti per guarirli nello spirito e nel corpo, facendo maturare una più intensa consapevolezza del legame che ci unisce alla Terra, madre capace di ascoltare la nostra voce e il nostro cuore.

    L'autore

    Mariano Romano (nato nel 1960) è sul cammino della conoscenza da 25 anni. Questo cammino lo ha portato a contatto con diverse Tradizioni del mondo antico e sciamanico, nel Nord e Sudamerica. Ha lavorato con la Tradizione Qechua a diretto contatto con i Q’ero (discendenti degli Incas) sulle Ande peruviane, ricevendo l’alto grado di sacerdote andino Altomisayoq. Con l’adozione spirituale da parte di un’anziana Donna di Medicina Lakota-Oglala, ha ricevuto gli insegnamenti e partecipato alle cerimonie della Tradizione Lakota in Sud Dakota e in alcune riserve Lakota.

  7. #537
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,583
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Guido von List La religione degli Ariogermani e Urgrund Roma,Edizioni Settimo Sigillo, 2008, 16,50 euro

    per acquisti

    settimo sigillo - europa libreria editrice
    via santamaura 15
    00192 roma
    [email protected]
    tel 0639722155

    spese spedizione 3,5 euro per l'italia contrassegno

  8. #538
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,583
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Antonella Ricciardi, Palestina, una terra troppo promessa, con una prefazione di Gilberto Roch Controcorrente, Napoli, 2008. (pp. 180 € 10,00)

    Antonella Ricciardi, laureata in filosofia, giornalista, è alla sua prima opera. Giovanissima, ma ben preparata e matura, ha affrontato con coraggio e lealtà un tema dibattuto controversamente da saggisti autorevoli, senza lasciarsi intimidire dal peso mediatico di autori paludati e senza farsi ancora meno influenzare dal coro conformistico della folla di “opinion makers” arruolati al servizio della grande finanza.
    Il suo libro è infatti un’opera onesta e puntuale che si sforza di ribattere tesi aberranti e riesce a ristabilire l’obiettività storica in un’esposizione lineare che conduce agevolmente il lettore a rivivere, con la giusta indignazione, le fasi di una tragedia epocale che ci è stata nascosta per troppo tempo dal soffocante coro mediatico che ha tentato e ancora tenta di svisare quotidianamente la realtà.
    Questa meritoria opera si giova di un’agile e chiara prefazione introduttiva di Gilberto Roch, autorevole esponente in Italia della comunità palestinese, che riassume in rapidi, ma essenziali tocchi, le date e le fasi della criminosa pulizia etnica, dei massacri indiscriminati, delle continue violazioni del diritto internazionale, perpetrati contro il martirizzato popolo palestinese. Un genocidio che continua senza che l’Onu e gli altri ipocriti organi internazionali sentano il dovere di intervenire con concretezza.
    Il creatore del movimento sionista, Theodor Herzl, autore di un libro e di una insistente campagna per la riunificazione degli ebrei in uno stato ebraico, sull’onda del mito della terra delle proprie origini, trascurava però il diritto dell’elemento autoctono arabo all’epoca maggioritario e saldamente legato alla sua terra, alle sue leggi, alla sua cultura. Inoltre va considerato che quest’opera di confusione delle istanze mitologiche della religione ebraica con il movimento sionista serve alla lobby sionista per mascherare la sua strategia di dominio geopolitico, i suoi preminenti interessi per il petrolio.
    Infatti la creazione di uno stato israeliano in medio oriente costituisce un elemento di vitale importanza strategica quale testa di ponte della tirannia globale del cosiddetto Occidente in un ambiente geografico di grande sfruttamento delle multinazionali del petrolio, oltre a costituire un valido elemento di disgregazione e di controllo del mondo arabo, di cui si vuole ad ogni costo bloccare la riunificazione. Funzionalmente si insiste a presentare Israele quale oasi democratica nella regione, cosa che, se si può in qualche modo concedere nei riguardi del popolo israeliano, risulta però, assolutamente falsa nei confronti del popolo palestinese. E proprio della “esportazione della democrazia” si son fatti carico gli Stati Uniti ed i loro alleati nella Nato, scatenando magari “guerre preventive” per imporre un regime democratico a quei popoli che non lo accettano. La nostra Autrice non scende a polemizzare su questo piano, ma intendo egualmente inquadrare questa recensione in una visione generale per meglio considerare gli enormi interessi che confluiscono nel settore e i retroscena che ne derivano.

    Dovrebbe ormai apparire chiaro a chi lo vuol capire, che la tirannia globale della cosiddetta “alta” finanza, si è sviluppata ormai pesantemente e spudoratamente, attraverso il braccio armato degli Usa, ancora più trasparentemente dopo la seconda guerra mondiale, imponendo ad ogni popolo una “Casta” dirigenziale corrotta e manovrabile attraverso flussi stratosferici di denaro, cosicché l’utopia di un tale sistema democratico risulta manifestamente come un sistema di asservimento inavvertito. I popoli ridotti in vassallaggio, si illudono di poter influire sulle decisioni della “Casta” spostando il loro appoggio elettorale da un partito all’altro, ma le decisioni in campo internazionale, economico e in definitiva geopolitico, rimangono inflessibilmente legate alle imposizioni univoche che giungono d’oltre oceano. Comunque cambi il colore del governo, i nostri figli sono costretti a combattere per gli interessi del grosso capitale apolide. Basterebbe appena riflettere su quest’ultimo particolare per capire anche il resto.
    Schematizzato così lo scenario internazionale dovrebbe essere più chiaro il complesso svolgersi delle operazioni di annientamento del popolo palestinese da parte di uno stato che si dice democratico e che si sforza di apparire ossequiente della forma democratica.
    Senza mezzi termini, è chiaro che si tratta di un genocidio; non possiamo trascurare di riprovarne le responsabilità.

    Antonella Ricciardi, nella sua esposizione obiettiva e documentata dei fatti, ci conduce a considerare le tappe di questo percorso, partendo dalle premesse che resero possibile giungere al tracotante colpo di stato del 1948, di cui – voglio sottolineare - si è voluto celebrare spudoratamente in Italia il sessantesimo anniversario, quasi a sottolineare un vassallaggio che non è limitato ormai soltanto a qualche partito politico, si è voluto produrre in una passerella ossequiente perfino un presidente di repubblica. .
    I sionisti fondatori di Israele, come correttamente ha messo in luce la Ricciardi, basavano il loro “diritto” sulla pretesa - fondamentalista sostengo - del mito della terra promessa, basato sulla protezione di Dio per il “popolo eletto”. Una concezione a ben guardare, razzista direi. E razzista incontrovertibilmente va considerata l’operazione dell’espulsione dei primi 900 mila profughi scacciati dalle loro case nel 1948. Nessuno della “casta” dirigenziale italiana ha ricordato questo crimine, primo di una serie drammatica, che ha contaminato ignominiosamente la fondazione di Israele.
    Abbiamo celebrato il sessantennio, fingendo di non ricordare che si è trattato di un sessantennio di stragi orrende, di villaggi distrutti, di case abbattute addirittura con gli abitanti disperatamente asserragliati dentro. Ben cinque guerre hanno insanguinato la terra promessa, una terra troppo promessa, come appunto ironizza tragicamente il titolo del libro. Bisogna leggerlo il veritiero libro di Antonella Ricciardi per ricordare le fasi epiche della resistenza ostinata ed eroica dei palestinesi, che invece il coro del pensiero unico, imposto dal Grande Fratello finanziario, ci aveva fatto dimenticare. Bisogna leggerlo il libro di Antonella Ricciardi, dobbiamo ricordarci di quei primi 530 villaggi, città e perfino cimiteri distrutti, dobbiamo apprendere dallo stesso primo presidente del consiglio di Israele Davide Ben Gurion queste parole di fuoco: «Noi dobbiamo espellere gli arabi e prendere i loro posti».
    Parole di fuoco che ci erano state accuratamente nascoste e che ci vengono rivelate da questa giovane custode della verità, questa coraggiosa vestale della verità, che documenta e riporta obiettivamente e documentatamente tutti gli episodi del genocidio che è stato consumato inarrestabilmente dal fondamentalismo ebraico. Infatti all’inizio, nonostante la massiccia immigrazione ebraica, gli israeliti erano soltanto il 30% della popolazione e possedevano appena il 6% delle terre. I palestinesi erano il 70% della popolazione.
    Si capisce quindi che si doveva creare un regime di terrore per arrivare all’espulsione ed all’eliminazione fisica dei Palestinesi.
    L’Autrice ad esempio, usa parole scarne, scevre da retorica, per descrivere il massacro di Deir Yassin, ad ovest di Gerusalemme: il 9 aprile 1948 l’Irgun Zwai Leumi, una delle organizzazioni terroristiche attraverso le quali operava lo stato di Israele, attaccò il villaggio mentre i più giovani e forti erano al lavoro nei campi, e lo devastò, uccidendo tutte le persone che riuscì a rastrellare: Ci furono anche degli stupri. 254 palestinesi, soprattutto donne e bambini, furono massacrati e i loro corpi vennero gettati in un pozzo.
    Con la stessa obiettiva e corretta esposizione la Ricciardi ci accompagna in sessant’anni di lento, tragico, inesorabile genocidio, fino ai giorni nostri. Un massacro più progredito e sofisticato con l’esercito, con i carri armati, con le ruspe, e con i bombardamenti.
    È ancora la lotta eroica del sangue contro l’oro.

    Ma forse proprio David Ben Gurion aveva capito ed espressa una chiara, asciutta, incontrovertibile percezione della realtà: « Perché gli arabi dovrebbero fare la pace? Se fossi un dirigente arabo non la firmerei con Israele. È normale: abbiamo preso il loro paese. Certo, Dio ce lo ha permesso, ma il nostro Dio non è il loro. È vero che siamo originari di Israele, ma la cosa risale a 2000 anni fa: in che cosa li riguarda? Ci sono stati l’antisemitismo, i nazisti, Hitler, Auschwitz, ma è stata colpa loro? Loro vedono una cosa sola: siamo venuti e abbiamo preso il loro Paese. Perché dovrebbero accettare questo fatto?».
    Potrebbe sembrare un paradosso costruito ad arte, ma Antonella Ricciardi ce lo ha documentato citando Nahum Goldmann, Le Paraddoxe Juif, (The Jewish Paradox) e Curzio Nitoglia, Sionismo e fondamentalismo, Dalla Shoah allo Stato d’Israele, al razzismo e oltre, Controcorrente, Napoli, 2000.
    Ma aver capito le ragioni dei palestinesi non è servito a salvarne nemmeno uno. Forti dell’appoggio dei plutocrati di Wall Street, gli israeliani continuano, implacabili e fanatici fondamentalisti, la pulizia etnica nel nome del loro Dio apocalittico e settario.

    Come sempre fuori dal coro, “Controcorrente” coraggiosamente ha pubblicato un altro libro che si deve assolutamente leggere: è l’unica onesta, rispettosa celebrazione dei caduti di un sessantennio che non passa.

    Francesco Fatica

  9. #539
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,583
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    http://www.tilsafe.com/libit/008-LDO-IV.html

    Introduzione a "Ecrits Revisionnistes"
    Prezzo: 9,00€
    Autore: Robert Faurisson
    Editore: All'insegna del Veltro
    Anno di pubbl.: 2005
    Pagine: 76




    Nel 1980 Robert Faurisson riassumeva in questi termini le conclusioni delle sue ricerche su quello che viene chiamato 'l'Olocausto ebraico': 'Le presunte camere a gas hitleriane e il presunto genocidio degli ebrei formano una sola e medesima menzogna storica, che ha consentito un gigantesco raggiro politico-finanziario, i cui principali beneficiari sono lo Stato d'Israele e il sionismo internazionale e le cui principali vittime sono il popolo tedesco ' ma non i suoi dirigenti ' e il popolo palestinese nella sua totalit'.

    Robert Faurisson ha dimostrato che le presunte camere a gas hitleriane non possono essere esistite, e ci' per ragioni fisiche e chimiche. Egli ha sottolineato che i Tedeschi non avevano voluto sterminare gli ebrei, ma espellerli dall'Europa per destinarli ad un focolare nazionale ebraico diverso dalla Palestina; era quella che essi chiamavano 'la soluzione finale territoriale della questione ebraica' (die territoriale Endlosung der Judenfrage).

    Molti ebrei europei sono morti durante la seconda guerra mondiale, ma molti ebrei sono sopravvissuti e, a milioni, si sono sparsi per tutto il mondo.

    Recentemente Robert Faurisson ha scritto che le armi di distruzione di massa (camere a gas e furgoni a gas) di Adolf Hitler sono esistiti tanto quanto le armi di distruzione di massa di Saddam Hussein. La prima menzogna fu ufficialmente sancita nel novembre 1944 da una fucina (il War Refugee Board) che il presidente Roosevelt aveva creata su istigazione di Henry Morgenthau junior. La seconda menzogna ' stata diffusa da un'altra fucina (l'Office of Special Plans) che il presidente Bush junior ha creata nel 2002 su istigazione di Paul Wolfowitz. Stesso tipo di falsit', stesso tipo di falsari.

    Nato nel 1929 da padre francese e madre scozzese, Robert Faurisson ' agr'g' des lettres, dottore in lettere e scienze umane. E' stato professore all'universit' di Lione-II, dove ha insegnato, in particolare, 'critica del testo e del documento (letteratura, storia, mezzi di comunicazione)'. Privato della cattedra con una decisione ministeriale non motivata, ha subito numerose aggressioni fisiche ed ' incorso in diverse condanne giudiziarie per revisionismo. Ha pubblicato sette opere: tre di revisionismo letterario e quattro di revisionismo storico. Il presente testo costituisce l'introduzione ad un'opera in quattro volumi, pubblicata nel 1999 con il titolo ecrits revisionnistes (1974-1998).

  10. #540
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,583
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Salve,
    mi permetto di segnalare la presentazione del mio libro
    "Palestina una terra troppo promessa"
    a Roma, sabato 26 luglio 2008 ore 17 presso Aquisgrana Caffè Letterario via Ariosto 28 (www.aquisgrana.org).
    Saluti cari.
    Dott.ssa Antonella Ricciardi, giornalista pubblicista
    www.antonellaricciardi.it

 

 
Pagina 54 di 72 PrimaPrima ... 44453545564 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Librerie non conformi/segnalazioni bibliografiche
    Di Harm Wulf nel forum Destra Radicale
    Risposte: 130
    Ultimo Messaggio: 13-03-10, 00:45
  2. Librerie e case editrici non conformi
    Di Giò nel forum Destra Radicale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 27-01-09, 10:15
  3. Regali Non Conformi!
    Di TyrMask (POL) nel forum Umbria
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-12-08, 20:44
  4. Librerie non conformi
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-12-06, 09:47
  5. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 16-07-06, 01:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225