User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    31 Mar 2005
    Località
    venezia
    Messaggi
    1,511
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Come ti intorto il militonto...

    Oggi su La Padania leggo questa interessante intervista al Sen. Stiffoni della
    lega Nord, le parti in neretto meritano la vostra attenzione:

    TITOLO

    Dietrofront del Governo sulle municipalizzate Grazie a Stiffoni stralciata la norma sulle società partecipate che mette in difficoltà gli Enti locali La Commissione Affari istituzionali: «Più efficace se affrontata nel Codice delle autonomie»

    Andrea Indini
    Enti locali, società partecipate e Finanziaria 2007. Una miscela esplosiva che se non calibrata avrebbe rischiato di danneggiare pesantemente Comuni, Province e Regioni a livello sia economico sia gestionale. Il senatore leghista, Piergiorgio Stiffoni, dà un freno alle «eccessive incompatibilità» che gli amministratori locali avrebbero incontrato, a partire dal primo gennaio prossimo, qualora gli stessi fossero anche amministratori di società partecipate dell’ente. Uno stop al comma 362 dell’articolo 18 della Finanziaria con lo scopo principe di aggiungere, alla fine dell provvedimento, le parole «a far tempo dal rinnovo dell’ente locale cui l’amministratore fa parte». Una “piccola” clausola per evitare un «ingorgo senza precedenti».Dopo un primo incontro in Aula avvenuto il 23 novembre scorso con il capogruppo dell’Ulivo a Palazzo Madama, Anna Finocchiaro, l’esponente del Carroccio ha lavorato con la I° Comissione Affari istituzionali per correggere parte della Finanziaria. Ieri mattina presso il Municipio Ca’ Sugana di Treviso, la presentazione dell’emendamento sulle retribuzioni degli eletti presso gli enti locali e sulla possibilità che gli amministratori locali svolgano attività professionali. Una proposta che ha incontrato pareri favorevoli anche nel centrosinistra tanto che la I° Commissione degli Affari istituzionali ha riscontrato «questioni di uguaglianza di trattamento, di libero accesso agli uffici pubblici, e di possibili effetti sul piano di un professionismo politico-istituzionale che di certo non deve essere incentivato». Pertanto la I° Comissione ha ritenuto «opportuno valutare con attenzione se la materia non possa essere più organicamente ed efficacemente affrontata in una sede separata, come potrebbe essere il Codice delle autonomie, per la cui adozione potrebbe essere fissato un termine breve». «Ho riscontrato perplessità bipartisan - spiega Stiffoni - è un problema che interessa trasversalmente un po’ tutti quanti e che mette in gioco un minimo di buon senso».Quali i rischi del comma 362 dell’articolo 18 della Finanziaria?«Innanzitutto un più che probabile rischio di ingorgo istituzionale che si sarebbe venuto a creare negli enti locali e nei cda delle partecipate a seguito dell’entrata in vigore della norma a partire dal primo gennaio prossimo. Insomma, un’effettiva incopatibilità per gli amministratori locali qualora gli stessi siano anche amministratori di società partecipate dell’ente. Su mia sollecitazione alla Finocchiaro, è stato dato l’imput a stralciare questa norma inserita nella Finanziaria e trattarla separatamente con un provvedimento a parte: l’ingorgo istituzionale avrebbe, infatti, portato a dimissioni incrociate sia negli enti locali sia nelle società partecipate creando notevoli problemi di gestione a livello locale.»Qual è stata la risposta del Governo?«Si sono resi conto del problema che si sarebbe venuto a creare l’anno prossimo. Da qui, la necessità di stralciare il comma 362 per, poi, prevedere la possibilità di introdurre, all’interno della nuova norma che verrà approvata, uno scivolo graduale che accompagni l’attuazione dell’intervento. Anche al presidente della I° Commissione Affari istituzionali, Enzo Bianco, e ai senatori Lorenzo Villoni (Margherita) e Giovanni Legnini (Ulivo) ho proposto come scivolo il rinnovo del contratto con l’ente locale cui l’amministrato fa parte: si tratta, a conti fatti, di una norma di buon senso che interessa trasversalmente tutti quanti...»Sembrerebbe che la maggioranza non abbia tenuto conto degli enti locali...«Posso anche capire tanta frenesia da parte di alcuni esponenti dell’esecutivo Prodi nel far attuare la Finanziaria 2007 quanto prima... Tuttavia, sarebbe necessario fare i conti anche con le realtà locali che sono assolutamente variegate e che, proprio in questo momento politico, non hanno affatto bisogno di confusione. Già questa manovra finanziaria ha creato fin troppi problemi agli enti locali! Il Governo sembra aver capito: lo stesso senatore diessino Legnini ha sottoscritto le mie proposte. Si sono resi conto anche loro che non è proprio il caso di andare a fare ulteriori confusioni all’interno degli enti locali...»Quali altri problemi dovranno affrontare gli enti locali una volta approvata la manovra?«La lista sarebbe infinita. Dalla riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato alla contestuale possibilità degli stessi enti di aumentare l’addizionale Irpef, fino ad arrivare alle cosiddette “tasse di scopo” e alla revisione degli estimi catastali: è una manovra che penalizza gli enti locali. D’altra parte, se le amministrazioni comunali vogliono dare i servizi ai cittadini, dovrebbero anche poter disporre delle proprie risorse. Così, purtroppo, non è. Anziché ridurre sempre di più i trasferimenti, lo Stato dovrebbe trasferire maggiormente l’Irpef che già i cittadini pagano. Ridurre da una parte e, al contempo, dare la possibilità di aumentare la tassazione locale significa, a conti fatti, aumentare la pressione fiscale. Questo è penalizzante soprattutto per i redditi medio-bassi.»Si è fatta poi avanti la proposta di costituire la guardia nazionale a difesa del territorio?«Non è mica la scoperta dell’acqua calda: basterebbe adattare alla nostra realtà ciò che da sempre esiste negli Stati Uniti. Anziché usare l’esercito che è formato soltanto da volontari, si potrebbe portare avanti un ragionamento condiviso senza militarizzare il territorio. Non intendo un carrozzone romano - centralizzato, costoso e non efficiente - ma un’organizzazione locale o regionale che non può essere scartata a priori. Dal momento che questa Finanziaria non stanzia fondi per la sicurezza del Paese, basterebbe inquadrare i riservisti per risparmare i soldi.»[Data pubblicazione: 10/12/2006] LA PADANIA

    ----------------
    Bene, qualcuno di voi si chiederà, e allora? Allora un cavolo, vado a vedere che cosa prevede l'art.18 ed il comma 362 e cosa ti scopro? Leggo e rileggo, non si parla di ciò che dice Stiffoni....oh bella...si dice che l'amministratore pubblico che assume anche incarichi presso società partecipate non prende alcun emolumento...e tu che cosa ne pensi? Eh sì è una norma bipartisan, bravo Stiffoni 7+


    Art.18 -Legge Finanziaria 2007
    Comma 362. Fermo restando quanto disposto dagli articoli 60 e 63 del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, e successive modificazioni, l’assunzione, da parte dell’amministratore di un ente locale, della carica di componente degli organi di amministrazione di società di capitali partecipate dallo stesso ente non dà titolo alla corresponsione di alcun emolumento a carico della società.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sempre bipartisan e trasversali queste proposte per prebende, doppi incarichi et similia...

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ne ha parlato rosanna sapori a tele NE ieri sera, leggendo il comma 362.
    e bravo stiffoni... si tratta di una ulteriore, anche se piccola, dimostrazione della itaglionitù della lega debbozzi.

  4. #4
    Preferirei di no...
    Data Registrazione
    16 Nov 2006
    Messaggi
    519
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    oibò, pore can, ti rendi conto di averci dato un bell'indizio?

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    31 Mar 2005
    Località
    venezia
    Messaggi
    1,511
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito prendono a martellate una slot machine....

    Proseguendo con la serie come ti intorto il militonto vi segnalo questa iniziativa, pensare che nelle sale bingo ci avevano pure investito, per non parlare del casinò di campione, chi era il presidente? un leghista da poco dimessosi...della serie la coerenza è una cosa seria




    I senatori della Lega Nord hanno preso a martellate una slot machine. "Il governo spinge gli italiani al gioco d'azzardo"
    Venerdí 15.12.2006 15:02


    Plateale protesta dei senatori della Lega Nord che, impugnando un martello, hanno preso a martellate una slot machine per denunciare il governo che spinge gli italiani al gioco d'azzardo. I senatori del Carroccio scendono in piazza, per la precisione Piazza Madama, all'ingresso principale del Senato per manifestare contro la legge finanziaria ed espongono un eloquente striscione: "Videopoker giochi, Prodi rapina le famiglie".

    Il drappello padano è guidato dal capogruppo Roberto Castelli e ne fanno parte Roberto Calderoli, Piergiorgio Stiffoni, Sergio Divina, Paolo Franco, Massimo Polledri. La protesta leghista è contro una Finanziaria che, a loro giudizio, crea nuove scommesse come quelle virtuali su internet e autorizza la installazione di slot machine nelle sale Bingo. I leghisti con un cartello denunciano che nel 2007, grazie a questa opera fiancheggiatrice del governo, i giocatori saliranno a 500mila per raddoppiarsi, un milione nel 2008 e ogni persona tirerà fuori dal portafoglio 2000 euro per tentare la dea bendata.

    "Manifestiamo perché è passato sotto silenzio questo dato e cioè che il governo - dice Castelli - non si è soltanto limitato a caricare di tasse gli italiani, ma cerca anche di indurlo a giocare d'azzardo per lucrare altri soldi. Tutto ciò è sbagliato, soprattutto dal punto di vista etico e abbiamo così voluto richiamare l'attenzione della pubblica opinione su questo tema particolarmente grave. Non si può cercare di portare via i soldi agli italiani inducendoli a giocare d'azzardo". Inoltre i senatori leghisti mettono in guardia da un altro pericolo e cioè dalla infiltrazione mafiosa nelle sale bingo.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito


    L’operazione può certamente avere del plauso, ma mi ricordo che la Lega aveva aperto, con una società collaterale guidata da uomini della lega, una sala bingo nel Veneto.
    Certamente l’operazione non aveva i consensi morali di chi cerca in tutti i modi di difendere i Padani dallo sfruttamento.
    La cosa venne accettata in quando già nel casinò di Campione si erano accadregati nel consiglio di amministrazione persone molto vicino al guru.
    E adesso si vede l’ira dei colonnelli leghisti che denunciano il pericolo di infiltrazione mafiose.
    Qui le cose si mettono male perché quando vi sono infiltrazione mafiose cresce la delinquenza.
    Poi vi sono anche infiltrazioni leghiste ed allora fallisce tutto. ( Bingo, cooperative, banche).

    Tutte queste infiltrazioni sono sempre state un disastro.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    adesso sì che la lega è "morale". 10 anni fa no. vero bozzi ?

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio
    L’operazione può certamente avere del plauso, ma mi ricordo che la Lega aveva aperto, con una società collaterale guidata da uomini della lega, una sala bingo nel Veneto.
    Certamente l’operazione non aveva i consensi morali di chi cerca in tutti i modi di difendere i Padani dallo sfruttamento.
    La cosa venne accettata in quando già nel casinò di Campione si erano accadregati nel consiglio di amministrazione persone molto vicino al guru.
    E adesso si vede l’ira dei colonnelli leghisti che denunciano il pericolo di infiltrazione mafiose.
    Qui le cose si mettono male perché quando vi sono infiltrazione mafiose cresce la delinquenza.
    Poi vi sono anche infiltrazioni leghiste ed allora fallisce tutto. ( Bingo, cooperative, banche).

    Tutte queste infiltrazioni sono sempre state un disastro.
    Vero, se il genio vuol veramente fare del bene alla Lega deve
    passare al nemico con tutta la sua corte.

  9. #9
    giovanni.fgf
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da grilloparlante Visualizza Messaggio
    Proseguendo con la serie come ti intorto il militonto vi segnalo questa iniziativa, pensare che nelle sale bingo ci avevano pure investito, per non parlare del casinò di campione, chi era il presidente? un leghista da poco dimessosi...della serie la coerenza è una cosa seria




    I senatori della Lega Nord hanno preso a martellate una slot machine. "Il governo spinge gli italiani al gioco d'azzardo"
    Venerdí 15.12.2006 15:02

    Plateale protesta dei senatori della Lega Nord che, impugnando un martello, hanno preso a martellate una slot machine per denunciare il governo che spinge gli italiani al gioco d'azzardo. I senatori del Carroccio scendono in piazza, per la precisione Piazza Madama, all'ingresso principale del Senato per manifestare contro la legge finanziaria ed espongono un eloquente striscione: "Videopoker giochi, Prodi rapina le famiglie".

    Il drappello padano è guidato dal capogruppo Roberto Castelli e ne fanno parte Roberto Calderoli, Piergiorgio Stiffoni, Sergio Divina, Paolo Franco, Massimo Polledri. La protesta leghista è contro una Finanziaria che, a loro giudizio, crea nuove scommesse come quelle virtuali su internet e autorizza la installazione di slot machine nelle sale Bingo. I leghisti con un cartello denunciano che nel 2007, grazie a questa opera fiancheggiatrice del governo, i giocatori saliranno a 500mila per raddoppiarsi, un milione nel 2008 e ogni persona tirerà fuori dal portafoglio 2000 euro per tentare la dea bendata.

    "Manifestiamo perché è passato sotto silenzio questo dato e cioè che il governo - dice Castelli - non si è soltanto limitato a caricare di tasse gli italiani, ma cerca anche di indurlo a giocare d'azzardo per lucrare altri soldi. Tutto ciò è sbagliato, soprattutto dal punto di vista etico e abbiamo così voluto richiamare l'attenzione della pubblica opinione su questo tema particolarmente grave. Non si può cercare di portare via i soldi agli italiani inducendoli a giocare d'azzardo". Inoltre i senatori leghisti mettono in guardia da un altro pericolo e cioè dalla infiltrazione mafiosa nelle sale bingo.

    certo visto che l'infiltrazione legaiola non è andata a buon fine......

    mwhahahahahahahahahahahahaha

    DELINQUENTI.....



    con ossequi.

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    31 Mar 2005
    Località
    venezia
    Messaggi
    1,511
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito cassato l'emendamento 362

    siccome il diavolo fa le pentole ma non i coperchi, ogni tanto una notizia buona, vedi la TRIBUNA DI TREVISO del 15.12.06
    TITOLO:
    NIENTE SOLDI AI POLITICI CON DUE SEDIE
    Modificato l'emendamento alla Finanziaria proposto da Stiffoni che lasciava intatti i compensi. A farne le spese i leghisti del Cda delle municipalizzate.
    Il Governo toglie le indennità ai consiglieri. Vettor: "Lascio il Comune"

    A Stiffo...provace naltra volta dai...ladri di roma fuori...roma ladrona la lega ti perdona...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Sono un militonto?
    Di Tyr nel forum Padania!
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 14-07-10, 00:12
  2. Il militonto
    Di ioleggosolofeltri nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-11-09, 19:21
  3. Come ti intorto il militonto...
    Di grilloparlante nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-12-06, 23:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226