User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    Poveracci, quando non sanno più cosa dire non possono che finire nell'insulto, per condire le loro solite menzogne, falsità storiche e piagnistei parassitari e per difendere l'indifendibile e i tutti i privilegi assortiti pagati dai quattrini altrui. Tipico di gente di una bassezza inarrivabile come i Fini che danno dello stronzo o i Napoletani che danno dell'ignorante... chi lo dice sa di esserlo.


    Unità d'Italia, Napolitano: negarla è da ignoranti

    Il capo dello Stato stigmatizza "i giudizi sommari e i pregiudizi volgari" che negano un processo storico dalle radici profonde. E ammonisce: "Reagire contro i rumorosi detrattori". Infine avverte: "L'indivisibilità è un impegno politico e morale vincolante"



    Unità d'Italia, Napolitano: negarla è da ignoranti - Interni - ilGiornale.it del 12-02-2010

    Roma - La negazione dell’unità d’Italia è frutto di una "deriva di vecchi e nuovi luoghi comuni, di umori negativi e di calcoli di parte", che attecchisce grazie al "grave deficit di conoscenze storiche diffuso di cui soffrono intere generazioni di italiani". Giorgio Napolitano, parlando all’Accademia dei Lincei, stigmatizza "i giudizi sommari e i pregiudizi volgari" che negano un processo storico dalle radici profonde. Sono "bilanci approssimativi e tendenziosi, di stampo liquidatorio, del lungo cammino percorso dopo il cruciale 17 marzo 1861".

    Secondo Napolitano è «"indispensabile un nuovo impegno condiviso per suscitare maggiore consapevolezza storica" dell’unità nazionale e "irrobustire la coscienza nazionale degli italiani". Il presidente ha spiegato che ha ripercorso tutte le tappe fondamentali dell’Unità d’Italia che ha "retto" a molte "prove drammatiche", "c’è da chiedersi quanto questo patrimonio di valori condivisi si sia venuto oscurando da tempo" e soprattutto per le "nuove generazioni". Sono, infatti, emersi "nuovi particolarismi e nuovi motivi di frammentazione e divisione nel tessuto della vita nazionale", un "rischio da non sottovalutare".

    Nel celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia vanno lasciate da una parte le "faziosità meschine", è necessario per Napolitano uno "scatto" da parte delle classi politiche e dirigenti per fare il bene del Paese. "Questo - spiega il capo dello Stato - dovrebbe essere il programma da svolgere da qui al 2011: un impegno che vogliamo considerare pensabile e possibile, anche perchè ci sono nuove e stringenti ragioni per condividerlo". "L’impegno condiviso di cui parlo - continua Napolitano - implica una svolta da parte dell’insieme delle classi dirigenti, un autentico scatto di consapevolezza e di volontà in modo particolare da parte delle forze che hanno, o possono assumere, responabilità nella sfera della politica". Il presidente della Repubblica spera, infatti, che "ci si risparmi il banale fraintendimento nel vedere sempre in agguato l’intento di un appello all’abbraccio impossibile, alla cessazione del conflitto, fisiologico in ogni democrazia, tra istanze politiche e sociali divergenti". "È tempo che ci si liberi - conclude il presidente - da simili spettri e da faziosità meschine, per guardare all’orizzonte più largo del futuro della nazione, per elevare a livello di fondamentali valori e interessi comuni il fare politica e l’operare nelle istituzioni".

    "Il più grave motivo di divisione e debolezza che insidia la nostra unità nazionale è la divaricazione e lo squilibrio tra Nord e Sud", ha continuato il presidente della Repubblica spiegando che "affrontare nei suoi termini la questione meridionale è un dovere della comunità nazionale e un impellente interesse comune" per "garantire all’Italia un più alto livello di sviluppo e di competitività". "Non c’è alternativa - ha concluso Napolitano - al crescere di più e meglio insieme".
    Ultima modifica di Bèrghem; 12-02-10 alle 15:02
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,692
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    w gli ignoranti

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    18,628
    Mentioned
    44 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    Il sud è una palla al piede dal 1861, è un fatto che nessuno al nord contesta più...non solo è una palla al piede, ma con la sua corruzione è anche una cancrena che si è estesa a tutto il paese (perchè la cifra di uno stato è data tutta dalla qualità della sua polizia, magistratura e pubblica amministrazione, e dal momento che questa è riservata a gente del sud, la cancrena costituita dallo stato borbonico si è estesa a tutta l'itaglia che l'ha subita passivamente).
    Siccome conosciamo la storia, sappiamo anche che gli alti dirigenti piemontesi (così austeri e di fede liberale) conoscevano perfettamente il potenziale rischio dell'espandersi della cancrena...infatti LORO erano contrari all'unione.

    E' una legge del mondo quella per cui non può esistere solidarietà e patriottismo reale là dove una parte del paese è solo vessata e l'altra è solo beneficiata dall'unità: bisognerebbe essere deficienti, per essere patriottici in una simile situazione....

    Speriamo che questa unità che ci ha portato solo male , arretratezza ed ansie che non ci appartengono o non ci dovrebbero appartenere, si rompa al più presto.
    Gladstone: " Se il popolo d'Inghilterra avesse dovuto attendere le libertà dal ricorso ai mezzi legali, esso le aspetterebbe ancora"

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Angry Rif: Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    Grazie Berghem, molte grazie Novis, Quoto in toto. Da diffondere. Speriamo che quando dovranno festeggiare...ci siano come minimo evidenti manifestazioni di contrasto, suffragate dalla VERITA' storica: Non si può unire ciò che non è mai stato unito000 km di distanza...origini etniche..amministrazioni....lingue, asscèndi...clima, comportamenti completamente differenti e opposti. Anche un cieco e un sordo se ne possono rendere conto...la famosa frase: abbiamo fatto l'itaglia, adesso dobbiamo fare gli itagliani....vuol dire che non esisteva niente prima.

  5. #5
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,692
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    Citazione Originariamente Scritto da luigina Visualizza Messaggio
    ...la famosa frase: abbiamo fatto l'itaglia, adesso dobbiamo fare gli itagliani....vuol dire che non esisteva niente prima.
    e non esiste nemmeno adesso, tranne per quel fantomatico mese ogni quattro anni per i mondiali di calcio (solo se vince ... perchè se perde le divisioni aumentano più di prima)

  6. #6
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    Citazione Originariamente Scritto da Bèrghem Visualizza Messaggio
    "Il più grave motivo di divisione e debolezza che insidia la nostra unità nazionale è la divaricazione e lo squilibrio tra Nord e Sud", ha continuato il presidente della Repubblica spiegando che "affrontare nei suoi termini la questione meridionale è un dovere della comunità nazionale e un impellente interesse comune" per "garantire all’Italia un più alto livello di sviluppo e di competitività". "Non c’è alternativa - ha concluso Napolitano - al crescere di più e meglio insieme".
    Da notare questo ultimo passo,ogni appello all'unità del paese finisce con la solita richiesta di soldi per il sud.

    Niente crisi economica per loro.



  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio
    Da notare questo ultimo passo,ogni appello all'unità del paese finisce con la solita richiesta di soldi per il sud.
    Sempre la solita tiritera.
    Non mollano mai di chiedere.

    Qualunque persona del giro politico finisce sempre con il chiedere.

    Una volta quando si finivano i discorsi si diceva ""viva l'italia""
    Adesso non più.

    L'argomento centrale è la questua continua.

  8. #8
    FINIS ITALIAE QUANDO?
    Data Registrazione
    20 Jan 2010
    Località
    Tra le nebbie del grande fiume
    Messaggi
    854
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Rif: Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    Citazione Originariamente Scritto da novis Visualizza Messaggio
    Il sud è una palla al piede dal 1861, è un fatto che nessuno al nord contesta più...non solo è una palla al piede, ma con la sua corruzione è anche una cancrena che si è estesa a tutto il paese (
    .


    Un tempo esisteva un movimento chiamato Lega Nord che aveva come obiettivo (art. 1 dello statuto) quello di difendere i Popoli Padano Alpini (che sono ingenui e si fanno fregare facilmente) dai soprusi e dai ladrocini dei furbi popoli levantini che abitano lo stivale.

    Questo movimento esiste ancora (anzi è molto cresciuto) si chiama ancora Lega Nord ma non difende gli interessi dei Popoli che dice di rappresentare ma solo i propri interessi.

    Come al solito i Popoli della valle del PO non l'hanno capito e credono che questo mivimento li difenda, pensa un po collaborando con un mafioso.

    Poverini.

  9. #9
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,446
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  10. #10
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,446
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il solito piagnisteo senza pudore del Napoletano

    Felici conati secessionisti a tutti i patrioti padani.

    Gulag a napolitano.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Senza pudore
    Di Dr.Hans nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 09-09-08, 17:34
  2. Biscardi Un Uomo Senza Pudore E Senza Vergogna
    Di SPYCAM nel forum FC Inter
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-05-06, 05:09
  3. Senza pudore
    Di Iron81 nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-09-04, 16:09
  4. Senza pudore
    Di Iron81 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-09-04, 19:01
  5. Senza pudore
    Di Spirit nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 04-04-03, 18:11

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226