User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 59
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Come ti piazzo il traditore sull' altare...

    La libertà

    di Gianni Baget Bozzo - 19 dicembre 2006
    La «nazionalizzazione» della Lega Nord indica il passaggio che ha compiuto la questione settentrionale dagli inizi dei nostri giorni. La Lega è nata dalla protesta dell'arco alpino contro una politica da cui si sentiva esclusa mentre sapeva di rappresentare una parte viva del Paese. Essa partì alternando il tema della secessione a quello della rivoluzione federale di cui interprete sistematico fu Gianfranco Miglio. La padania come entità storica non esisteva, ma come realtà economica e sociale sì. Non avendo mai avuto un proprio Stato essa era un costume sociale e una cultura, ma non una entità politica. La posizione estrema del movimento apparve nel fatto che esso avesse anche forme religiose che non ha ancora del tutto abbandonato, come una sorta di sacralità del dio Po e delle sue sorgenti. Ambiva, anche con le croci celtiche, ad apparire un tentativo di neopaganesimo, ma mancava in Italia un sentimento etnicistico profondo. Il cattolicesimo era da troppo tempo la cultura italiana, in particolare del lombardo veneto, perché fosse possibile fondare su quelle radici la proposta di una riforma politica che sconvolgesse la stessa percezione spirituale, una sorta di sacro naturalistico. Ma non mancarono simpatie leghiste per la riforma ginevrina e nemmeno contatti con la Baviera come Stato federale.
    Umberto Bossi non è stato solo il fondatore del movimento, la sua persona ha assunto un ruolo quasi sacro che la malattia non piega né spezza, ma rende quasi ancor più significativo. Abbiamo un movimento di identificazione con Bossi che ha un sapore direttamente religioso, qualcosa di ispirato aleggia sulla sua figura, il suo parlare difficile diviene quasi oracolare. Ma è questa dimensione sacrale che ha permesso a Bossi il suo movimento nella politica variando di volta in volta radicalmente non solo la tattica ma anche la strategia. Condusse la Lega dal vedere in Berlusconi un berluskaiser sino alle cene di Arcore. Si è reso conto che esiste il problema del Nord come problema di libertà e di smantellamento di un potere che lo occupa: burocratico, finanziario, bancario, politico. Giunse persino a toccare, con Giulio Tremonti, il potere più assoluto in Italia, quello della finanza, proponendo che i consigli delle fondazioni bancarie fossero affidati ai consigli comunali. Naturalmente la Corte costituzionale, il potere che tutela tutti i poteri di fatto nella società italiana, impedì questa rivoluzione nel cuore del sistema: ma era una vera rivoluzione del sistema Italia, uno dei più sostanziali poteri forti.
    Ora Bossi ha fatto superare alla Lega Nord il momento del suo passaggio costituzionale: la riforma, che porta la sua impronta nella Costituzione elaborata dalla scorsa legislatura, è stata bocciata dagli elettori, non tanto per il suo contenuto, ma perché è sembrata diminuire le garanzie sanitarie per gli italiani del Sud. La riforma era troppo «leghista» per essere appoggiata da tutto il centrodestra, specie dai postdemocristiani. Così è uscito di scena il tema che lo dominava da cinque legislature, il tema della riforma della seconda parte della Costituzione. Ma Bossi è riuscito a superare anche questo momento e il tentativo, forte nella Lega, di riprendere autonomia dalla Casa delle Libertà e trattare con la sinistra sul federalismo fiscale. Bossi ha capito bene che il Paese è diviso in due schieramenti e che il tema del Nord, il tema della libertà, è diventato un problema civile di fronte alla concentrazione schiacciata a sinistra di tutti i partiti della prima Repubblica.
    Le manifestazioni di Roma e di Milano sono state il segno che Bossi intende mantenere la Lega come partito nazionale, non solo regionale, e spiegare la riforma federale come forma di libertà a tutte le aree del Paese. A Roma è comparso accanto a Berlusconi e Fini e a Milano ha fatto applaudire Berlusconi dal popolo della Lega Nord. E in un articolo ha difeso il presepe natalizio, la Chiesa ed il Papa. Egli è divenuto così il fondatore di un centrodestra che si riconosce come alternativa nazionale della tradizione e della libertà. Ed è anche merito suo se in Italia, nonostante la sinistra, non nascono partiti xenofobi come accade in tutte le altre parti d'Europa. A lui la democrazia italiana deve molto.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sarebbe stato più giusto finire cosi: a lui la nascente
    democrazia cristiana deve molto.
    Difatti ha tolto così tanta credibilità, con il suo fare,
    al movimento federalista da far diventare auspicabile,
    agli occhi della gente " normale " il ritorno della DC.

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    [B]Le manifestazioni di Roma e di Milano sono state il segno che Bossi intende mantenere la Lega come partito nazionale, non solo regionale
    Il pretone di Arcore l'ha capito......i militonti del partito unionista?
    salucc

  4. #4
    ninfea76
    Ospite

    Predefinito

    mi sembra una leccatura senza ritegno...

    ancora un po' e gli apre un processo per la beatificazione in vaticano. Mi chiedo dove baget bozzo voglia arrivare...

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    umberto budget bozzi.

  6. #6
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Avanti militonti, genuflettetevi davanti a questo!

    http://ilbozzo.splinder.com/

  7. #7
    giovanni.fgf
    Ospite

    Predefinito

    datelo alla luisa , lei si che sà come trattarli......

    sbirulictus II ..la merdetta.....

    con ossequi.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    La libertà

    di Gianni Baget Bozzo - 19 dicembre 2006
    A lui la democrazia italiana deve molto.
    Don Baget Bozzo non ha messo lo sciamano sull’altare, questo processo è contrario alla sua cultura.
    La Chiesa crea i santi solo dopo morti perché è consapevole che non tornano indietro a smentire il sistema.

    Da super esperto politico il Don ha solo sanzionato, alla fine del suo articolo, che la democrazia italiana deve molto a Bossi.
    Ed è vero perché se non vi era lo sciamano la parole democrazia continuava ad esistere era l’aggettivo italiana (per i popoli del Nord) che cessava di esistere
    Baget ha solo riconosciuto, senza servilismo od incensatura, i meriti del Bossi che è riuscito a mantenere l’Unità d’Italia.

    Il lavoro che porta avanti non ha prezzo per i “fautori” della centralità.

    L’articolo vuole anche essere un monito o un messaggio a questi “fautori” di non dimenticarsi dei benefici ricevuti.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo;5048062
    [COLOR=#000000
    La Chiesa crea i santi solo dopo morti perché è consapevole che non tornano indietro a smentire il sistema.[/COLOR]
    * Bossi è ancora un santo anomalo, perchè ancora dopo il decesso cerebrale è presente e non smentisce il sistema.

  10. #10
    ninfea76
    Ospite

    Predefinito

    ho riletto ancora questo articolo sorprendente. Sembra che baget bozzi dica: Bossi salvaci tu, staccando Bossi dalla lega stessa.
    Egli è divenuto così il fondatore di un centrodestra che si riconosce come alternativa nazionale della tradizione e della libertà.
    Ha incoronato Bossi come fondatore del centro destra.
    mi sa che baget bozzo ha paura.

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Fiori sull'altare di San Giacomo il Maggiore
    Di Luca nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 28-07-14, 10:53
  2. Fini traditore, Casini traditore, Buscetta traditore, alfano traditore.
    Di fiume sand creek nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 09-10-13, 22:36
  3. Papa sull'altare con bimba anencefala
    Di Scipione nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06-08-13, 01:16
  4. Basilica del Carmine:spaghetti sull'altare
    Di lupodellasila nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-04-08, 12:35
  5. Altri sacrifici umani sull' altare di Malpensa
    Di marcogiov nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 07-03-05, 14:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226