User Tag List

Pagina 1 di 10 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 98
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    31 Mar 2005
    Località
    venezia
    Messaggi
    1,511
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Basta chiacchiere...io voglio Cuffaro presidente della Lombardia!

    Da: La Repubblica - Edizione Sicilia

    Governo e sindacati hanno firmato l´intesa sui 550 stagionali agricoli
    Regione, in arrivo 1.500 nuovi dipendenti


    Alberto Bonanno

    L´ultima promessa di un posto fisso porta la data del 21 dicembre. Una strenna natalizia del governo Cuffaro per i 550 trattoristi stagionali dell´Esa, che la Regione si è impegnata con i sindacati ad assumere a tempo indeterminato. Sotto l´accordo ci sono le firme dell´assessore all´Agricoltura Giovanni La Via, del capo di gabinetto del governatore, Michele Sarrica, del direttore dell´Agenzia delle acque e dei rifiuti Felice Crosta, della Cgil, della Cisl e della Uil. Ma i trattoristi dell´Esa sono solo la punta dell´iceberg, perché dietro la porta della Regione a bussare sono in tanti. E almeno 1.500 di loro, grazie ad accordi sottoscritti o a leggi già approvate, andranno a ingrossare i ranghi regionali, che fino a qualche giorno fa secondo l´Aran contavano oltre 18 mila dipendenti. Con buona pace del governatore Cuffaro che, mansionario alla mano, ha sancito il numero dei regionali «effettivi» in 7 mila 700, al netto di coloro che nelle altre regioni svolgono funzioni a carico dello Stato. E con buona pace della Corte dei conti, che ormai puntualmente ogni anno ribadisce la sua critica sui ruoli regionali sovraccarichi.
    Oltre ai trattoristi, ci sono i 600 dipendenti che l´Ente di sviluppo agricolo ha disseminati in tutta la Sicilia. L´accordo sottoscritto con i sindacati cancella la prima ipotesi del governo, che prevedeva il loro trasferimento alle dirette dipendenze dell´assessorato Agricoltura: «I temi afferenti alla riorganizzazione dell´ente e del suo personale - si legge nell´accordo - saranno oggetto di concertazione al costituendo tavolo tecnico che sarà convocato entro il prossimo mese di gennaio, le cui risultanze diverranno parte integrante dell´annunciato ddl sullo sviluppo».
    Ma non è finita. Perché in attesa di una sistemazione a carico della Regione ci sono ancora i 357 dipendenti delle Aapit, le ex aziende turistiche provinciali soppresse dalla legge regionale di riforma del settore approvata dall´Ars alla fine del 2005. I 336 delle Aziende di soggiorno sono già confluiti nella pletora dei dipendenti regionali, ma per le Aapit la faccenda è più complicata: ai sindacati il governo ha annunciato una ulteriore proroga di tre mesi rispetto alla scadenza prevista del 31 dicembre. Perché oltre a reperire i 30 milioni di euro per pagare lo stipendio a 289 dipendenti e 68 dirigenti (pagati finora dalle Province), per la presidenza della Regione sarà necessario predisporre i nuovi ruoli del personale. Se ne parlerà in gennaio. «Quello che manca alla Regione è un progetto - sottolinea Enzo Abbinanti, coordinatore del comparto regionale della Fp Cgil - perché andando avanti a forza di soluzioni tampone l´unico risultato che la Regione otterrà sarà quello di ingrossare i suoi ruoli, senza benefici per nessuno». E proprio la soluzione prospettata per Aast e Aapit dalla Regione non convince neppure le stesse aziende: «È una riforma confusa, che non crea alcuno snellimento - osserva Salvatore Sammartano, assessore provinciale al Turismo e presidente della «ex» Aapit - perché le aziende di soggiorno diventeranno servizi decentrati e da 20 passeranno a 23, mentre le competenze delle aziende provinciali passeranno alle Province ma i dipendenti resteranno a carico della Regione. Cosa è cambiato?»
    L´interrogativo, in effetti, resta aperto. Così come sembra solo una «partita di giro» la sorte degli oltre 3 mila dipendenti dei consorzi di bonifica siciliani, che hanno perso la gestione degli invasi e delle dighe assegnata ora all´Agenzia per le acque e i rifiuti. Ai dipendenti è rimasto il territorio, e un peso di oltre 60 milioni di euro sul bilancio regionale. Oltre la metà di essi (ben 1.991 su 3.153) sono precari e stagionali, assunti con contratti temporanei per la realizzazione di progetti. E già all´assessorato Agricoltura, che vede di buon occhio anche la soppressione dei consorzi, si discute di stabilizzarli. Superfluo chiedersi chi li pagherà.
    (27 dicembre 2006)

    Cuffaro = UDC = Casini = Centro?
    tutti uguali a magnà, magnà, magnà....
    W CUFFARO PRESIDENTE DELLA LOMBARDIA!!!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Non ritengo che sia indispensabile per la Lombardia cambiare il governatore coloniale.

    Le possibilità rivelate attraverso l’articolo riportato sono solo dovute al fatto che la Sicilia ha la Mafia.
    Questa con grande preveggenza ha trattato con gli Americani nel 1943 in merito allo sbarco Alleato.
    In cambio di una ovazione di tutti i Siciliani verso gli Americani che non passavano più come invasori ma come liberatori, alla Sicilia vennero fatte molte promesse.
    Poi queste non furono mantenute e allora sorse l’esercito indipendentista di Giuliano.
    Lo Stato italiano negli anni 1947/48 fece un trattato con la Mafia garantendogli la sovranità sulla Sicilia.
    Inoltre le coste tirreniche sotto Roma vennero date in gestione a corporazioni affini alla Mafia.
    E la Sicilia disarmò il suo esercito.

    Da quel momento l’Italia divenne definitivamente uno Stato federale.
    Da una parte il governo di Roma con una colonia conosciuta comunemente col nome di Padania e dall’altra parte la Sicilia.

    Come sanzione del patto federale tra i due Stati, allo Stato Siciliano venne riconosciuto che il suo governatore democraticamente eletto avesse il diritto di sedersi al consiglio dei Ministri di Roma.
    Che in tal modo diventa un consiglio dei ministri federale.

    E i Padani che facevano studiare un governo federale a Miglio quando l’italia è già uno stato federale?:
    non vi sono limiti alla Santa Innocenza.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    I primi accordi risalgono all'unità. Nessuno storico ITALIANO ha mai voluto rispondere davvero alla domanda su come 1000 scapestrati riuscirono ad aver ragione di uno Stato sovrano e dotato di esercito regolare.

    La mafia fu il "trade union" fra i notabili Duosiciliani e il Piemonte, che per un ettaro di terra uccideva. Oro e carne da cannone in cambio di sovranità "de facto" e conservatorismo sociale. I generali dell'esercito borbonico, legati ovviamente alle famiglie più in vista, spianarono la strada ai mille. Ammutinandosi.

    Perchè? Perchè Franceschiello aveva in mente alcune riforme che avrebbero compromesso il sistema latifondiario, e con esso le tradizionali strutture sociali del Regno. Il cambio di monarchia veniva quindi a fagiolo, e da quel momento la Sicilia fu "cosa loro".

    Probabilmente nessun altro popolo ha mai conosicuto una sciagura pari a quella chiamata Savoia.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Lettera per il nuovo anno:

    Carissimi Galan, Formigoni e Bresso,

    volevo augurarvi un buon anno e felice continuazione nei vostri progetti .a Voi e famiglia.

    Colgo l’occasione per chiedervi in merito ad una curiosità che da sempre mi assilla e che non ho mai osato chiedervi

    Voi sapete di essere governatori di una Regione che è una colonia?.
    Non vi siete mai accorti?

    Come mai con tutti questi consulenti lautamente pagati non avete almeno uno che vi chiarisca come il vostro compito è di dover rispondere allo Stato romano di come conducete i coloni della città eterna ospitante il potere? E della resa che essi forniscono nella loro qualità di servi operanti.

    Non avete mai letto di uno Stato come la Sicilia che con l’articolo 21 del suo Statuto riesca ad essere uno Stato federale della bella penisola?

    E se lo sapete perché non l’avete mai detto e riferito chiaramente ai coloni che amministrate?.

    Avete paura ad esternarVi in merito oppure un muro di solidità tangibile non Vi permette di andare oltre?

    Scusate il disturbo e sarò grato se vorrete rispondere

    Distinti saluti
    Affezionatissimo colono
    Jotsecondo.

    PS perchè non modificate anche Voi il Vostro Statuto applicando il soprannominato articolo?
    Non obbiettate che ci vuole un esercito come quello di Giuliano, perché in tal modo Voi fomentate la via violenta che è contraria allo spirito democratico che permette a noi di aiutare totalmente milioni di cittadini

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Testo coordinato dello Statuto speciale della Regione Siciliana approvato con R.D.L. 15 maggio 1946 n. 445 ( pubblicato nella GU del Regno di Italia n133-3 del 10 giugno 1946) convertito in legge costituzionale 26 febbraio 1948 n.2 (pubblicato nella GURI.n. 58 del 9 marzo 1948) modificato dalle leggi costituzionali 23 febbraio 1972, n. 1 ( pubblicata nel GURI n. 63 del 7 marzo 1972), 12 aprile 1989 n. 3 (pubblicata nella GURI n. 87 del 14 aprile 1989) e 31 gennaio 2001 n. 2 (pubblicata nella GURI n. 26 dell’ 1 febbraio 2001 )


    ART 21

    1° Il presidente è Capo del Governo regionale e rappresenta la Regione

    2° Egli rappresenta altresì nella Regione il Governo dello Stato, che può tuttavia inviare temporaneamente i propri commissari per la esplicazione di singole funzioni statali

    3° Col rango di Ministro partecipa al Consiglio dei Ministri, con voto deliberativo nelle materie che interessano la Regione


  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,019
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio
    Voi sapete di essere governatori di una Regione che è una colonia?.
    Non vi siete mai accorti?

    Come mai con tutti questi consulenti lautamente pagati non avete almeno uno che vi chiarisca come il vostro compito è di dover rispondere allo Stato romano di come conducete i coloni della città eterna ospitante il potere? E della resa che essi forniscono nella loro qualità di servi operanti.
    AD UN GRANDE ATTORE SI DA UN GRANDE STIPENDIO . . .

    "alla facciazza nostra"


  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Costituzione italiana

    Art 92.
    Il governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il consiglio dei ministri.
    Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo , i ministri

    Art 93.
    Il presidente del Consiglio dei ministri, prima di assumere le funzioni, prestano giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica.

    Da questi due articoli si evince che il Ministro Presidente della Regione della Sicilia non è scelto dal Presidente del consiglio. In quanto giustamente è scelto democraticamente dal popolo.
    Secondo non giura nelle mani del Presidente della Repubblica come Ministro. Infatti un capo di uno Stato non può giurare nelle mani del capo di un altro Stato.

    Queste è una delle numerose prove che la Sicilia è federata con lo stato romano ed insieme formano la Repubblica Italiana.

    Infatti le leggi tra i due stati confederati non sono uguali, ma esistono differenze.

    Esempio nelle piccole cose come il fatto che in Sicilia non esistono i contatori dell’acqua potabile.
    Oppure per le grandi cose come la pena di morte, quando è dichiarata dalla Mafia, viene catalogata come regolamento di conti, mentre nello Stato romano viene denominata assassinio politico.

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,019
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Jotsecondo Visualizza Messaggio
    Costituzione italiana

    Art 92.
    Il governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il consiglio dei ministri.
    Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo , i ministri


    Art 93.
    Il presidente del Consiglio dei ministri, prima di assumere le funzioni, prestano giuramento nelle mani del Presidente della Repubblica.

    Da questi due articoli si evince che il Ministro Presidente della Regione della Sicilia non è scelto dal Presidente del consiglio. In quanto giustamente è scelto democraticamente dal popolo.
    Secondo non giura nelle mani del Presidente della Repubblica come Ministro. Infatti un capo di uno Stato non può giurare nelle mani del capo di un altro Stato.


    Queste è una delle numerose prove che la Sicilia è federata con lo stato romano ed insieme formano la Repubblica Italiana.

    Infatti le leggi tra i due stati confederati non sono uguali, ma esistono differenze.

    Esempio nelle piccole cose come il fatto che in Sicilia non esistono i contatori dell’acqua potabile.
    Oppure per le grandi cose come la pena di morte, quando è dichiarata dalla Mafia, viene catalogata come regolamento di conti, mentre nello Stato romano viene denominata assassinio politico.
    accidenti questo si che e' materiale da diffondere altro che le crociate contro i crocefissi non esposti e culattoni ...


  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio
    I primi accordi risalgono all'unità. Nessuno storico ITALIANO ha mai voluto rispondere davvero alla domanda su come 1000 scapestrati riuscirono ad aver ragione di uno Stato sovrano e dotato di esercito regolare.

    La mafia fu il "trade union" fra i notabili Duosiciliani e il Piemonte, che per un ettaro di terra uccideva. Oro e carne da cannone in cambio di sovranità "de facto" e conservatorismo sociale. I generali dell'esercito borbonico, legati ovviamente alle famiglie più in vista, spianarono la strada ai mille. Ammutinandosi.

    Perchè? Perchè Franceschiello aveva in mente alcune riforme che avrebbero compromesso il sistema latifondiario, e con esso le tradizionali strutture sociali del Regno. Il cambio di monarchia veniva quindi a fagiolo, e da quel momento la Sicilia fu "cosa loro".

    Probabilmente nessun altro popolo ha mai conosicuto una sciagura pari a quella chiamata Savoia.
    L’unità di Italia fu fatta dagli Inglesi, che diedero il denaro ( piastre turche in oro ) a Garibaldi.

    Con questo denaro furono pagati gli ufficiali borbonici e gli slavi chiamati nel sud per tagliare la testa ai patrioti meridionali che avendo perso la guerra, essendo stati traditi dall’esercito borbonico, vennero chiamati briganti.

    I Savoia non c’entrano perché non si interessavano a problemi politici.
    Inoltre Vittorio Emanuele II non era figlio di Carlo Alberto essendo morto il vero figlio. ( sta per uscire un libro interessante entro un anno).

    Neanche Cavour non incise tanto, il suo compito principale era di fare il paraninfo per ottenere attraverso donne disponibili sessualmente quello che voleva dal suo re e da i suoi interlocutori politici.

    Cavour, affinché l’unita d’italia si svolgesse secondo i desideri massonici, prese gli ordini e i consigli dall’Inghilterra attraverso l’ambasciatore Hudson.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    La Sicilia deve il suo diritto di avere prerogative di Stato ad un movimento indipendentista nato nel settembre 1942, contemporaneamente ai contatti degli alleati con i pezzi di novanta della Onorata Società.

    Terminata la guerra viene data origine ad un esercito di liberazione indipendentista detto Evis.
    30 giorni dopo veniva ucciso il capo Antonio Canepa di tendenza di sinistra.
    Altri 60 giorni dopo viene nominato Giuliano capo dell’esercito.

    30 giorni prima della proclamazione della Regione siciliana a statuto speciale ( 1946) l’esercito dell’Evis viene sciolto.
    Tuttavia resta in piedi con la targhetta di banditismo per garantire che i patti federali tra Roma e lo Stato della Sicilia abbiano un futuro

    Primavera 1947 Giuliano scrive al Presidente degli stati Uniti Truman per chiedere l’annessione della Sicilia (secondo gli antichi patti) agli Stati Uniti come la 49° stella americana.



 

 
Pagina 1 di 10 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Un ultimatum, congiunto, ai parlamentari: basta chiacchiere
    Di TEBELARUS nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 22-04-13, 17:54
  2. Basta con lo sparlare della Lombardia
    Di ugolupo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 118
    Ultimo Messaggio: 18-02-13, 22:52
  3. Maroni, basta chiacchiere, ora i fatti!
    Di stefanopelloni nel forum Lombardia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-01-09, 17:28
  4. Basta chiacchiere! I numeri REALI della riforma Irpef
    Di Metapapero nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 87
    Ultimo Messaggio: 30-09-06, 22:15
  5. Basta chiacchiere! Pensiamo ai problemi seri...
    Di Nimmo nel forum Destra Radicale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 16-03-06, 16:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226