User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow MTV,la lobby ebraica e il potere sui mass-media

    Lo studio "riservato" dell'Unione Europea, redatto allo scopo di fornire nuove definizioni di "antisemitismo" come delitto penalmente perseguibile,
    pubblicatosul sito del parlamentare europeo Daniel Cohn-Bendit, individua tra gli "esempi contemporanei di antisemitismo il fare allegazioni mendaci,
    disumanizzanti,demonizzanti o stereotipe degli ebrei come tali o del potere degli ebrei come collettivo, come, specificamente ma non esclusivamente, il
    mito [.] che gli ebrei controllino i media, l'economia, il governo o altre istituzioni sociali."

    Per esempio sarà reato dire che AOL-TW fu creata quando la America On Line (AOL) acquistò la Time Warner per 160 miliardi di dollari nel 2000 e che
    l'unificazione delle due società mise insieme Steve Case (non-ebreo e allora presidente) e Gerald Levin, ebreo, l'allora amministratore delegato?


    Sarà reato ricordare che nel 2001 Gerald Levin, che era già stato presidente della Time Warner ed era diventato amministratore delegato della AOL-Time
    Warner, licenziò Ted Turner, amministratore della Turner Broadcasting,società venduta alla Time Warner, sostituendolo temporaneamente con Robert
    Pittman (non ebreo) e poi con Walter Isaacson, un ebreo che era stato trasferito dalla sua posizione nella Time inc. a dirigere l'azienda creata dal nulla da Ted Turner?


    La AOL TIME WARNER, il cui logo stilizzato rappresenterebbe il Delta luminoso di massonica memoria, presente anche sul biglietto da 1 dollaro,non è un'azienda qualsiasi, non è nemmeno solo una grande azienda, non è nemmeno solo un colosso dei "media", è il primo raggruppamento al mondo nell'ambito
    dei media.

    Controlla varie case editrici tra le quali Time-Life International Books,Time-Life Education, Time-Life Music, Time-Life AudioBooks,Book-of-the-Month
    Club (sia la divisione bambini che quella adulti), Paperback Book Club,History Book Club, Money Book Club, HomeStyle Books, Crafter's Choice, One
    Spirit,Little Brown, Bulfinch Press, Back Bay Books, Warner Books, Warner Vision,The Mysterious Press, Warner Aspect, Warner Treasures, Oxmoor House, Leisure Arts, Sunset Books e TW Kids.


    La AOL-TW controlla poi le seguenti TV via cavo e satellitari: Cinemax, Time Warner Sports, HBO (7 divisioni americane e 6 internazionali), CNN (10
    divisioni in tutto il mondo), Time Warner Cable, Road Runner, Time Warner Communications (servizio primariamente telefonico), New York City Cable
    Group, New York 1 (una specie di CNN dedicata esclusivamente all' area di New York), Time Warner Home Theater, Time Warner Security (video
    monitoring), Court-TV (in comproprietà con Liberty Media), Comedy Central (in comproprietà con Viacom) e Kablevision (Ungheria).


    La stessa società controlla i seguenti canali TV e studi cinematografici:
    Warner Brothers, WB studios, WB Television (produzione, animazione e reti),Hanna-Barbera Cartoons, Telepictures Production, Witt-Thomas Productions,
    Castle Rock Entertainment, Warner Home Video, WB Domestic Pay-TV, WB Domestic TV Distribution, WB International TV Distribution, The Warner
    Channel (società separate sono state create per l' America Latina, l' Asia e la regione del Pacifico, l' Australia e la Germania) e WB International Theaters in 12
    paesi.
    Il redattore capo della intera divisione della carta stampata è Norman Pearlstine, anche lui ebreo. Quali riviste possiede?


    Poca roba.. Time, Time Asia, Time Atlantic, Time Canada, Time Latin America,Time South Pacific, Time Money, Time For Kids, Fortune, Life (la nuova
    versione blanda), Sports Illustrated (e le varie versioni di Sports Illustrated come SI Women/Sport, SI International e SI For Kids), Inside Stuff, Money, Your Company, Your Future, People, Who Weekly (Australia),People en Español, Teen People, Entertainment Weekly, EW Metro, The Ticket,In Style, Southern Living, Progressive Farmer, Southern Accents, Cooking Light, Travel Leisure, Food & Wine, Your Company, Departures, Sky Guide,Vertigo, Paradox, Milestone, Mad Magazine, Parenting, Baby Talk, Baby on the Way, This Old House, Sunset, Sunset Garden Guide, Health, Hippocrates,
    Costal Living, Weight Watchers, Real Simple, President (Giappone) e Dancyu (Giappone).


    Questo diluvio cartaceo non tiene conto delle altre decine di riviste
    (prevalentemente di hobbistica e tempo libero) che AOL-TW possiede nel Regno
    Unito e che si aggiungono a questo non disprezzabile pacchetto di case
    discografiche: Atlantic Group, Atlantic Classics, Atlantic Jazz, Atlantic
    Nashville, Atlantic Theater, Big Beat, Background, Breaking, Curb, Igloo,
    Lava, Mesa/Bluemoon, Modern, Rhino Records, Elektra, East West, Asylum,
    Elektra/Sire, Warner Brothers Records, Warner Nashville, Warner Alliance,
    Warner Resound, Warner Sunset, Reprise, Reprise Nashville, American
    Recordings, Giant, Maverick, Revolution, Qwest, Warner Music International,
    WEA Telegram, East West ZTT, Coalition, CGD East West, China, Continental,
    DRO East West, Erato, Fazer, Finlandia, MCM, Nonesuch e Teldec.


    Tutto questo ben di Dio da chi è controllato e da chi è amministrato?
    Potremo in futuro ancora saperlo, scriverlo, comunicarlo, o l'unica
    concentrazione di potere mediatico di cui sarà lecito - se non doveroso -
    parlare, anzi sparlare, sarà quella di Silvio Berlusconi?


    E passiamo al secondo raggruppamento di "media" (con un fatturato di 27miliardi di dollari nel 2003), vale a dire la mitica Walt Disney Company,
    che dal 1984 non è più della famiglia Disney, ma è passata in altre mani.
    Il suo presidente e amministratore delegato e` Michael Eisner, ebreo.

    La Disney per l'anno fiscale 2004 gli ha accordato un bonus della modica cifra di 7,3 milioni di dollari, perché la società avrebbe "migliorato
    molto" i suoi risultati finanziari rispetto ai due anni precedenti.


    Partiamo dal livello televisivo dell'impero Disney, cui fanno capo: Walt Disney Television, Touchstone Television, Buena Vista Television e TV via
    cavo con più di 100 milioni di abbonati. Le TV locali possedute da Disney sono: WLS (Chicago), WJRT (Flint), KFSN (Fresno), KTRK (Houston), KABC (Los Angeles),WABC (New York City), WPVI (Philadelphia), WTVD (Raleigh), KGO (San Francisco) e WTVG (Toledo).


    Disney possiede poi le seguenti stazioni radio: WKHX, WYAY e WDWD ad
    Atlanta; WMVP, WLS e WXCD a Chicago; WBAP e KSCS a Dallas; WDRQ, WJR e WPLT
    a Detroit; KLOS e KTZN a Los Angeles; KQRS, KXXR, KDIZ, KZNR e KZNT a St.
    Paul; WPLJ a New York; KSFO a San Francisco; WMAL, WJZW, e WRQX a Washington
    e ESPN Radio.

    Per quanto riguarda il "core businnes" dell'azienda, cioè la produzione cinematografica, la Walt Disney Motion Pictures Group, controllata dalla
    Walt Disney Studios e capeggiata da Joseph E. Roth (anche lui ebreo), include la Walt Disney Pictures, la Touchstone Pictures, la Hollywood Pictures e la
    Caravan Pictures. Roth creò la Caravan Pictures (con a capo Roger Birnbaum, ebreo)nel gennaio del 1993. Disney possiede anche la Miramax Films, gestita dai
    fratelli ebrei Weinstein, Bob e Harvey..

    Nell'agosto del 1995, Eisner acquistò anche Capital Cities/ABC, Inc., che possiede la rete televisiva ABC, la quale a sua volta controlla dieci TV
    locali nei grandi mercati come New York, Chicago, Philadelphia, Los Angeles, San Francisco e Houston.


    In più, la ABC possiede 225 TV locali affiliate negli Stati Uniti e partecipazioni azionarie in svariate società televisive europee.

    Inoltre, la ABC possiede la rete TV via cavo ESPN a capo della quale c'e` l'ebreo Steven Bornstein e controlla le reti TV via cavo Lifetime Television e A
    & E, con 67 millioni di abbonati ciascuna.
    E' proprietaria anche della rete di stazioni radio ABC Radio Network, la quale possiede a sua volta 26 stazioni radio AM e FM, concentrate nelle
    maggiori città come New York, Washington e Los Angeles, con oltre 3.400 stazioni radio affiliate (che fanno spesso uso di programmi ABC).

    Anche se Capital Cities/ABC è principalmente una società di media elettronici, nel 1997 ha guadagnato più di un miliardo di dollari con i media su carta
    stampata.
    Inoltre, la Disney possiede le case editrici Walt Disney Company, Book Publishing, Hyperion Books e Miramax Books, cui si aggiungono sei quotidiani
    locali, come l'Albany Democrat e il St. Louis Daily Record.

    Disney se la passa bene anche nel campo delle riviste.

    Sono sue: Automotive Industries, Biography (in comproprietà), Discover,
    Disney Adventures, Disney Magazine, ECN News, ESPN Magazine, Family Fun,
    Family PC, Institutional Investor, Jane, JCK, Kentucky Prairie Farmer,
    Kodin, Los Angeles, Multichannel News, Penny Power, Talk, Top Famille
    (Francia), Video Business, e Quality.

    Stando ad una rilevazione del mese di Aprile 2000, fanno capo a Disney circa
    700 negozi in tutto il mondo e, tanto per differenziare gli investimenti, ha
    cospicue partecipazioni nel settore energetico e petrolifero.

    Anche in internet Disney è ben presente, controllando Buena Vista Internet
    Group, ABC Internet Group, ABC.com, ABCNEWS.com, Oscar.com, Mr. Showbiz,
    Disney Online, Disney's Daily Blast, Disney.com, Family.com, ESPN Internet
    Group, ESPN.sportzone.com, Soccernet.com, NFL.com, NBA.com, Infoseek (in
    parte) e Disney Interactive.


    La gloriosa casa produttrice Walt Disney, prima del 1984, quando è stata
    acquistata da Eisner, era famosa per i cartoni animati per bambini e
    famiglie.

    Anche se mantiene ancora tutti i diritti su film che ne hanno fatto la storia, l'avvento di Eisner ha portato la società ad investire fortemente
    nei film per adulti, mentre le cantanti acqua e sapone, venute dal Disney Club americano, come Britney Houston e Cristina Aguilera espongono senza remore le loro
    grazie epidermiche, senza dimenticare il bacio lesbo con Madonna agli award di MTV.


    Già, MTV!


    Nel primo trimestre del 2001 MTV fu dichiarata come la rete TV più guardata da telespettatori di eta` compresa tra i 12 e i 24 anni per il sedicesimo
    trimestre di fila.

    MTV è la TV che fa musica, video, spettacolo, tendenza.valori: sesso, droga, rock&roll, peace e love.


    Di chi è MTV?


    E' di VIACOM. E cos'è VIACOM? VIACOM INC. è la numero tre nella lista delle maggiori società di media nel 1997, con un fatturato di oltre 13 miliardi di
    dollari (25 miliardi nel 2002), capeggiata da Sumner Redstone, nato Murray Rothstein, anche lui ebreo.


    Fondata nel 1971 per aggirare una sentenza anti-monopolio della commissione federale per le telecomunicazioni (FCC), che imponeva alla CBS di vendere
    parte dei suoi canali TV via cavo, nel 1999, dopo che la CBS si ingrandì di nuovo con l'ennesima acquisizione di King World Productions (leader nella
    produzione TV indipendente), Viacom acquistò la società madre, la CBS, facendo strame delle sentenze di cartapesta contro il monopolio dei mezzi di comunicazione sociale.


    Nel 1999 le vendite sono state di 12,86 miliardi di dollari ed il 70% del fatturato è stato raggiunto dall'intrattenimento e dalla televisione.

    Paragonando l'andamento generale con quello di altre aziende del medesimo settore si può riscontrare come esso non sia stato entusiasmante: alla
    Comcast Corporation il fatturato è salito del 20,7%, alla Cablevision System Corporation del 20,8% e alla Clear Channel Communications addirittura del
    96,5%.

    Paradossalmente, però, nelle ultime 52 settimane di riferimento il valore di una singola azione è cresciuto di più alla Viacom che nelle altre aziende
    concorrenti: +21%, decisamente in controtendenza all'andamento delle azioni,ad esempio, della Clear Channel Communications, che sono diminuite di più
    del 30%.
    I dividendi non sono mai stati pagati da questa azienda negli ultimi sei anni.
    Potenza del gruppo!


    La Viacom produce e distribuisce programmi per le tre più grosse reti televisive (CBS, NBC, ABC), possiede 13 TV e 12 stazioni radio e possiede lo
    studio cinematografico Paramount Pictures, diretto da Shery Lansing, anch'essa ebrea.


    L'amministratore delegato della CBS che ora lavora per Redstone è Melvin A.Karmazin, dal cui cognome capirete che appartiene alla stessa etnia di
    Redstone (nato Rothstein) e di Shery Lansing.

    Karmazin è il maggiore azionista dell'azienda che possiede la rete TV CBS Television Network, 14 TV locali presenti prevalentemente nelle maggiori
    citta`,160 stazioni radio, i canali TV via cavo Country Music Television e Nashville Network e un gran numero di spazi pubblicitari (per affissione di
    cartelli) in tutta l'America.

    La Viacom possiede anche una nutrita schiera di case editrici: Simon &Schuster, Scribner, The Free Press, Fireside, Archway Paperbacks, Minstrel
    Books, Anne Schwartz Books, MTV Books, Nickelodeon Books, Pocket Books e Washington Square Press.

    Anche la catena Blockbuster con piu` di 4000 negozi nel mondo (inclusa la catena Video Flicks in Australia) é di Viacom.

    Inoltre la Viacom è anche coinvolta in attivita` di trasmissioni satellitari, parchi di divertimento e video games.

    La Viacom è inoltre famosa per essere la più grande società al mondo nella produzione e distribuzione di programmi per la TV via cavo, tramite le
    proprie reti come Showtime, MTV, Nickelodeon e altre.


    Dal 1989 la MTV e la Nickelodeon hanno acquisito una fetta sempre più larga della audience adolescenziale e giovanile.


    Beavis e Butthead sono i protagonisti di un cartone animato trasmesso su MTV e riassumono tutti i difetti dello stereotipo dell'adolescente americano (ottuso, volgare, cattivo, sporco, portatore di un consumismo sfrenato, di un maschilismo senza limiti, con un senso del rispetto praticamente assente e un' idiozia fuori dal comune). Redstone, che personalmente possiede 76 %delle azioni Viacom, propone Beavis e Butthead come modelli adolescenziali da imitare.


    MTV, che trasmette per lo più musica, accompagnata da videoclip che eccitano tutte le perversioni possibili, è il più importante promotore di meticciato culturale tra gli adolescenti e pre-adolescenti, distribuito a 210 milioni di famiglie in 71 paesi ed esercitando un'influenza preponderante sui teenagers in tutto il mondo.


    Nickelodeon, con 65 millioni di abbonati, ha la maggiore audience TV nel segmento dei bambini di 4-11 anni in America e sta rapidamente espandendosi
    in Europa.

    La maggior parte dei programmi di questa rete non è ancora scaduta al livello di MTV, ma viene usata da Redstone per abituare gradualmente i bambini alle
    perversioni di MTV.


    Nel 2001, Nickelodeon era già da nove anni consecutivi la TV via cavo più seguita per bambini e giovani adolescenti.


    La Viacom è comproprietaria con Vivendi Universal di due studi
    cinematografici: la United Cinemas International (UCI) e la United
    International Pictures (UIP).


    Vivendi Universal nasce dalla fusione di Vivendi con Seagram Company Ltd.,
    la gigantesca azienda che produce bevande alcoliche, di proprietà di Edgar
    Bronfman jr., figlio di Edgar Bronfman sr., il presidente del Congresso
    Mondiale Ebraico.


    Seagram Company Ltd possedeva gli Universal Studios e Interscope Records,
    società che adesso appartengono alla Vivendi Universal.


    Bronfman è il numero uno dell'industria discografica, perchè nel maggio del
    1998 ha acquisito il controllo della PolyGram, il gigante discografico
    europeo,
    proprietaria di Deutsche Grammophon, Decca-London e di Philips Record,
    acquistandola per 10.6 miliardi di dollari proprio dalla societa olandese
    Philips.

    Sommando il fatturato della PolyGram con quelli della MCA e della Vivendi
    Universal, Bronfman è proprietario del quarto più importante gruppo di
    media,
    con un fatturato annuo di circa 12 miliardi di dollari.

    Nel Giugno del 2000, la famiglia Bronfman vendette la Seagram alla Vivendi,
    una società francese diretta da Jean-Marie Messier (non ebreo).


    La nuova società, Vivendi Universal, mantiene Edgar Bronfman jr., come vice
    presidente.


    Insomma due dei quattro più grossi gruppi mediatici sono nelle mani di ebrei
    (Disney e Viacom), mentre negli altri due la percentuale di ebrei nei posti
    dirigenziali è altissima, molto al di sopra della loro proporzione nella
    popolazione americana, che si dice sia intorno al 3-4%.

    Rammentare questi fatti, significherà fare "allegazioni mendaci,
    disumanizzanti, demonizzanti o stereotipe degli ebrei come tali o del potere
    degli ebrei come
    collettivo, come, specificamente ma non esclusivamente, il mito [.] che gli
    ebrei controllino i media, l'economia, il governo o altre istituzioni
    sociali."?




    Mito? .lo chiamano mito!?


    Affrettatevi a memorizzare, perché fra un po' tutto quello che avete letto
    non si potrà più dire.


    Fra un po', appunto.


    Intanto noi lo diciamo: "Nullum crimen, nulla poena sine praevia lege
    penali."

    O almeno così ci hanno insegnato..

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    alfredoibba
    Ospite

    Predefinito

    Quel Walt Disney era massone.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2006
    Località
    "...dalla perplessità e dallo scoramento si esce soltanto con l'azione. Quale poi debba essere quest'azione ce lo indicano, giorno per giorno, le necessità del momento e le esigenze dell'ora.
    Messaggi
    807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da alfredoibba Visualizza Messaggio
    Quel Walt Disney era massone.
    Ed i nuovi direttamente ebrei!

  4. #4
    legio_taurinensis
    Ospite

    Predefinito

    MTV è merda, andrebbe chiusa.
    E' peggio del grande fardello.

    Fino a dieci anni fa si salvava: musica inglese, europea e qualche programma di buon conto. Da quando è arrivata la moda di quell'hip hop di merda e tutte quelle vaccate edonistiche di programmi a sfondo sessuale, è peggiorata e ovviamente ne risentono i giovani che assimilano quei modelli.

  5. #5
    Iscritto
    Data Registrazione
    04 May 2002
    Messaggi
    822
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    MTV è una televisione da dementi. Tutti coloro che si stracciano le vesti quando parlano di iovani, di modelli, di mancanza di ducazione, dando la colpa alla scuola, ai genitori, al papa e alle stagioni che cambiano, dovrebbero cancellare il programma di MTV dalle case e depurare i poveretti ragazzini che si rincretiniscono quotidianamente con quelle idiozie da degenrati e da tarati mentali.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Dec 2006
    Località
    Jeneve
    Messaggi
    444
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bisogna anche dire che la scia di MTV continua con altrettante trasmissioni che stanno caratterizzando sempre di più la programmazione dei media italiani.
    Il modello americano di vita e di pensiero entra nelle case degli italiani quotidianamente e senza freno

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2006
    Località
    "...dalla perplessità e dallo scoramento si esce soltanto con l'azione. Quale poi debba essere quest'azione ce lo indicano, giorno per giorno, le necessità del momento e le esigenze dell'ora.
    Messaggi
    807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Heritage Visualizza Messaggio
    Bisogna anche dire che la scia di MTV continua con altrettante trasmissioni che stanno caratterizzando sempre di più la programmazione dei media italiani.
    E' vero, la TV e' piena di programmi "fotocopia", ovunque giri il messaggio e la sua metodologia sono sempre gli stessi. Anche perche' come viene spiegato nell' articolo.........tanti nomi, tente reti...ma sempre gli stessi padroni.

  8. #8
    legio_taurinensis
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da greenlucifer Visualizza Messaggio
    ma sempre gli stessi padroni.

    Esatto: il problema possono essere i ragazzini, o le famiglie che li lasciano, fino a un certo punto, ma il nocciolo della questione è questo.

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    3,501
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Argomento di fondamentale importanza : il notevole potere mass-mediatico di cui gode il giudaismo internazionale in Europa e negli Usa!!
    I Mass-Media sono un subdolo strumento per condizionare le menti e quindi manovrare il pensiero delle masse gentili stolte ed inconsapevoli...queste non hanno un pensiero proprio né capacità critica di ragionare autonomamente , si lasciano condizionare da chi detiene il controllo delle televisioni , dei girnali , ecc. Crede a quel che sente dire o legge , senza chiedersi se sia vero o falso , neppure si pone il problema , perché assorbe le teorie inventate dalla propaganda altrui.
    A livello mediatico poi la lobby giudaica controlla quasi completamente l'informazione e i contenitori televisivi e i programmi di approfondimento che dovrebbero orientare il pensiero dell'opinione pubblica, oltre ad aver creato una vasta filmografia a base di films, sceneggiati e polpettoni nazionalpopolari di vasta diffusione su temi olocaustici e altre robacce TV inneggianti soprattutto alla MESCOLANZA RAZZIALE (v.appunto il ruolo di MTV , V. "BUTTA la LUNA" su RAi 1 e varie FICTION , PROGRAMMI di ATTUALITà , ecc.). V. me qui :
    http://forum.giovani.it/t64395-tvfic...ntibianca.html
    http://forum.giovani.it/t64395-p2-tvfictionfilm-e-propaganda-antibianca.html
    Sotto vi riporto gran parte del 3d...
    Ultimamente, in concomitanza con la l'aggressione statale e militare occidentale in Medio-Oriente ed il palese dispiegarsi del progetto mondialista , la lobby diventa sempre più aggressiva e visibile ed inizia ad alzare il tiro come mai aveva fatto prima d'ora utilizzando una poderosa macchina di condizionamento mass-mediatico come non s'era mai visto prima.
    Urge quindi documentare appositamente questo controllo mediatico giudaico tramite fonti attendibili e articoli dettagliati che dicono nomi e fatti inconfutabili.
    L'articolo sopra dovrebbe essere di Blondet , scritto un paio di anni fa.
    Io ve ne riporto altri sul tema. Chi ne ha altri ancora contribuisca.
    Holux


    Qui segue MIO 3d su "GIOVANI" (mi sono un po' ispirato anche ad alcuni 3d apparsi qui su
    "Etnonazionalismo" , "Destra radicale" e siti come "Euro-Holocaust" , di cui ho rielaborato i contenuti a mio modo) ed ARTICOLI VARI :

    "A che cosa serve ormai la TV , quali sono i suoi scopi più o meno occulti e quali messaggi cerca di trasmettere coi suoi programmi diseducativi? L'ho sempre pensato che con fiction, miniserie, telefilm e telenovelas si rincretinisce il popolo rendendolo servile e conformista verso chi governa il sistema , ancora meno capace di pensare liberamente contro-corrente ed intelligentemente...Non esito a parlare di complotto televisivo/mediatico , perché non é esagerato e questa é la realtà...Ora c'è la nuova conferma. Tra un pò dovremo chiedere scusa e vergognarci di essere bianchi...Il ministro Amato vuole che gli sceneggiati TV facciano propaganda multirazziale , come se non ne facessero già abbastanza!! Le case produttrici ci hanno già provato più volte ad inserire l'allogeno di turno nella fiction , magari facendogli svolgere un'attività importante e con un posto di rilievo all'interno del cast per glorificarlo e far sembrare 'normale' ed anzi 'benefica' la sua presenza...Negli Usa ad es. ci sono "I Robinson" , "I Jeffersons" ,"Arnold" , "Walker" e mille altri ; fanno così da decenni e si vedono nei film e telefilm un sacco di politici ,avvocati , giudici , medici , ecc. "di colore" , quasi sempre "buoni e giusti" e "di successo" , per assuefare il pubblico bianco americano...Leggete qui un'ottima analisi sulla propaganda anti-bianca negli Usa : http://www.natvan.com/italian/wra.html
    Avete notato che pure nelle fiction polizesche italiane (Distretto di polizia, La Squadra, RIS ecc. ecc.) i delinquenti sono quasi sempre italiani e quasi mai immigrati extraeuropei(il contrario di quanto accade mediamente nella realtà)? Comunque la novità ora sta soltanto nella teorizzazione esplicita di Amato , simili messaggi subliminali esistono da tempo. Purtroppo, e la cosa brutta è che questi messaggi subliminali via spot (il primo, negli anni '80, fu quello dei Ringo Pavesi, col figlio di Gullit) si stanno moltiplicando a vista d'occhio.
    Almeno da dieci anni mettono spesso insieme bianchi e negri , magari uniti in coppie miste e con figli meticci, ecc. Avete poi visto la pubblicità del kinder fetta a latte con Fiona May e sua figlia? Vedete qui :
    http://www.onderadiopiemonte.info/sp...y10-gullit.wmv ma soprattutto!
    http://www.onderadiopiemonte.info/sp...lmati/Tabu.wmv Per non parlare della pubblicità delle insalate già pronte da mangiare,quella dove in una normale famiglia bianca italiana cè un bambino negro che chiama la madre "mamma"!e me ne ricordo un'altra di qualche anno fa dove c'era un frate negro con altri frati che publicizzavano tipo i mocho vileda...e qualcuno ha presente lo spot dei waffer tedeschi loacker con i nani barbuti? Ecco,da un anno o più a questa parte stranamente due tre nani (che sono tedeschi)sono diventati belli colorati...strano , eh?
    Non so poi se vi capita di prendere il treno , avete mai visto quei talloncini di cartone con scritto il numero verde per chi si sente "discriminato dall'odio razziale" dei bianchi?! Naturalmente , dei bianchi discriminati e maltrattati a casa propria non si parla!! Nulla di nuovo insomma , ma un ministro che invoca a gran voce il melting-pot è allucinante e grave, riflettete. Che a dirlo così esplicitamente sia un ministro importante come Amato è significativo del livello a cui siamo arrivati. La notizia è tanto strana che può sembrare inventata mentre in realtà è drammaticamente verissima: Giuliano Amato ha ora esplicitamente e direttamente chiesto che gli sceneggiati televisivi vengano utilizzati come strumenti di propaganda per imporre gradualmente nelle teste degli italiani il messaggio del "melting pot" (con una specie di solito lavaggio del cervello , sembra quasi di capire...). Ecco l'ennesima proposta vergognosa e nociva di questo ambiguo figuro : prima la cittadinanza agli stranieri ridotta a 5anni, poi la proposta di rendere le ambasciate all'estero una sorta di ufficio di collocamento ed ora vuole servirsi delle più potenti armi del Potere : le TV. Amato si chiede perché nelle fiction manchino medici di colore, io invece mi domando perché non si vedano delinquenti di colore ma solo bianchi...
    Secondo Giuliano Amato ci sarebbero troppi pochi attori "di colore" nelle fiction, e quei pochi presenti rappresenterebbero uno stereotipo, si augura il ministro di avere in futuro una fiction dove magari un medico "di colore" cura un italiano e cose simili, perchè sempre secondo questo genio "è importante anche per la TV e le fiction proporre modelli d'integrazione" proprio come proposto da anni dai vari telefilms americani e francesi.
    Subito un dirigente Rai ha assicurato che già stanno girando una nuova serie de "Un medico in famiglia" con una dottoressa della Asl "di colore". L'aspetto più allucinante ed inquietante , in questo caso, è che l'iniziativa è partita non da un produttore tv ma da un importante ministro che parlava in veste ufficiale. E sorvoliamo sulla pietosa replica della Rai. Io sono doppiamente allibito.E' già allucinante che un Ministro della Repubblica pronunci argomentazioni di tale levatura, per di più azzardando un paragone con gli USA che non sta né in cielo né in terra. E la tv di Stato che fa? Invece di opporre un divertito silenzio, si giustifica come una scolaretta per poi gloriarsi di averlo preceduto... E' incredibile. Del resto , si sa : mostrarsi solleciti e contenti della multirazzialità significa compiacere quelle potenti organizzazioni internazionali che muovono con un gesto migliaia di miliardi e che manovrano il mondo.
    Una situazione grottesca, che purtroppo è indicativa dell'abisso in cui ci ritroviamo. Della serie: non si accontentano più di servire diligentemente le direttive del mondialismo, si preoccupano di essere competitivi nel loro servilismo...ogni mezzo é lecito.
    è disgustoso: le quote rosa, le quote gay, le quote immigrati, guai a parlare male degli immigrati, addirittura spinte alla rai per far inserire immigrati... scommetto che se dicessi di essere senegalese , nigeriano o congolese mi troverebbero immediatamento un posto di lavoro in Tv strapagato e una casa a spese dello stato...
    Tralascio il mio pessimo giudizio su quegli orribili esempi di sperpero di denaro pubblico che sono le "fiction" italiane, accozzaglia di pseudoregisti e anti-attori patetiche e malfatte scopiazzature dei telefilm americani. A voi il giudizio, io sono esterrefatto e nauseato!! Quale metodo migliore di questo per mettersi al completo servizio di chi vuole distruggere le nostre tradizioni , per massificare le menti e per accelerare il processo di omologazione biologica e scomparsa delle nostre genti? Quando riusciranno i bianchi a risvegliare le proprie menti sedotte da tanta infida e subdola propaganda anti-bianca? Quando riscopriranno la fierezza delle proprie origini? -Holux

    Ricordate : "DOVE La LIBERTà é FUORI-LEGGE , i FUORI-LEGGE sono gli UNICI EROI" - EQUILIBRIUM

    P.S. Ecco le notizie di prima mano dai giornali , leggete pure :
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/C.8/amato.shtml
    «Da noi i neri parlano con l'accento di De Mita» «Nelle fiction personaggi di colore» L'invito del ministro Amato: «È un segnale di integrazione.»
    http://www.lastampa.it/cmstp/rubrich...e=4& sezione=
    "Al convegno sull'immigrazione"Datemi un medico nero in tv
    e vi darò più integrazione"La proposta del ministro Amato:
    nuovi ruoli, basta con i vu' cumprà 19/9/2006"
    http://liberoblog.libero.it/politica/bl4908.phtml
    http://www.adnkronos.com/3Level.php?...=1.0.546667026
    "TV: SACCA' AD AMATO, IL NUOVO 'MEDICO IN FAMIGLIA' E' GIA' NERO"
    http://www.lapadania.com/PadaniaOnLi...Desc=66149,1,1
    Amato: stranieri più bravi e belli in Tv
    "Il ministro a Rai e Mediaset: «Basta vu’ cumprà. Fate fiction con immagini “positive” di extracomunitari, magari dottori» Così la sinistra cerca di cambiare il mondo reale che i cittadini vivono tutti i giorni nelle strade"
    http://epicheia.spazioblog.it/

    Sentendo le recenti notizie della signora di Taranto che aveva cacciato una donna di razza negra che doveva curare il marito (per poi però scusarsi , per evitare la denuncia?!) , sarà stato contento Amato , che esige medici di colore nelle fiction…Così avranno un motivo in più per assillarci e romperci le scatole con questa propaganda ossessiva mescolazionista…
    Nel mio post precedente ho già spiegato un po’ la genesi della propaganda mescolazionista presente in tv , commentando e riportato le deliranti parole di Amato (da chi?! Da me non di certo!!) a tal proposito. Il suo avvertimento da politicante simil-mafioso è chiaro : gli autoctoni devono capire che volenti o nolenti, la società multirazziale si DEVE IMPORRE e la massa europea la deve accettare con le buone o le cattive...Chi ci comanda ha deciso in questo senso, perché meravigliarsi...diamine, si tratta di democrazia....è la solita vecchia tattica della sinistra filo-multirazziale, ecc. ecc., per cui il diverso non solo viene reso normale, ma lo si mette uno scalino sopra ai bigotti e reazionari europei bianchi ecc. si tratta di una tecnica mutuata da hollywood... e lì sappiamo tutti bene chi comanda.
    Cmq secondo me Amato ha ragione: nelle varie fiction di carabinieri e sbirri vari, dovrebbero esserci molti più ladri ed assassini extracomunitari, esattamente come succede nel paese reale! Ma si…Ha ragione Amato. Facciamo entrare un po' di colore dentro la Rai. Basta con le belle protagoniste di Elisa di Rivombrosa ed altre fiction , quelle con la pelle splendente ed i volti eleganti e luminosi! Basta con gli attori bianchi! Mettiamoci qualche attore di colore. Troviamoci il nostro Sidney Poitiers e mandiamo in pensione i nostri attori soap così bianchicci, pallidi, smorti. Un po' di colore che favorisce l'integrazione. E non chiamiamoli negri ma neri. Anzi no, coloured. O tropicali. Così siamo tutti più buoni…è più stupidamente manovrati ed asserviti…

    Cmq , seriamente , se non ci sono attori di colori nelle fiction i casi sono solo 2 :
    - non ci sono buoni attori disponibili
    - non c'è richiesta di personaggi di colore
    State pur certi che , se ci fossero attori disponibili , ne avrebbero già messi in abbondanza!!!!
    Inoltre , fra i dati inquietanti da conoscere: Amato chiede più africani in tv, proprio nell'anno in cui le assunzioni di attori e registi extracomunitari in Italia è a percentuali eccezionalmente alte…A quanto pare, durante il 2006 le assunzioni di attori e registi sono prevalentemente per stranieri. Giuliano Amato dice che mancano in tv i volti degli stranieri, soprattutto africani. Amato sta preparando gli spettatori per questa sostituzione etno-razziale? SI!
    http://euro-holocaust.splinder.com/p...how+must+go+on
    http://www.lastampa.it/redazione/cms...0963girata.asp
    Ergo, Amato sta preparando il campo...Il più è già fatto…

    Le masse europee infatti non sono più popoli ma esseri acefali, amorfi e narcotizzati; sono completamente in balia degli onnipresenti mass media che propagandano di continuo la commistione con i popoli non europei, il consumo di droghe e alcol mediante la “somministrazione” di messaggi subliminali, soprattutto attraverso i programmi che i giovani guardano maggiormente: telefilm e trasmissioni musicali (il tutto condito con un vacuo consumismo e con la solita castrante ideologia egualitaria e del politicamente chic). Soprattutto le TV satellitari di argomento musicale propagandano quasi esclusivamente musiche e video in cui il numero di persone di colore è oltremodo abbondante. Gli stessi messaggi contenuti nelle canzoni di moda oggigiorno e nei video sono le più volgari forme di razzismo al contrario o di banalizzazione dei problemi. Se a questo aggiungiamo che tutto ciò che “fa televisione” è in qualche modo legato a messaggi a sfondo sessuale ecco che molte delle trasmissioni più alla moda trasmettono modelli di comportamento sessuale miranti alla diffusione di relazioni interetniche (come se chi non praticasse questo genere di frequentazioni fosse un perdente). Questo tipo di mentalità ha già dato grossi “frutti” in USA e in quel che resta della Germania dove i matrimoni misti sono spaventosamente alti. In Italia invece ci assestiamo “soltanto” al dato shock di Reggio Emilia dove il 20 % dei matrimoni è misto. Anche nei telefilm si propaganda di continuo un modello comportamentale e sociologico deleterio: un esempio importante è la fortunata fiction “Un medico in famiglia”. Una famiglia tipicamente moderna (in cui a 40 anni si comportano tutti come erotomani quattordicenni) in cui il nonno è un comunista ex partigiano (anche se è romano e al di là dell’attentato di via Rasella a Roma l’attività partigiana era praticamente assente, se ne faccia una ragione Igor Man che dalle pagine de La Stampa ricorda sempre la sua attività guerresca di partigiano) e in cui vengono albergati continuamente personaggi di colore. I ragazzini della fiction tra un “cannone” e l’altro ascoltano le fiabe moderne che il nonno (Lino Banfi) è solito raccontare. Ovviamente queste hanno come argomento principale i numerosi ebrei salvati dal nonno Banfi che altrimenti sarebbero finiti nelle mani di terribili “mostri” nazisti (i babau nel XXI sec.). In una puntata era apparso finalmente un personaggio, onesto lavoratore, un po’ xenofobo e un pochettino maschilista. Bene. La puntata che lo vedeva protagonista finiva con il suo linciaggio … Se a questo aggiungiamo che i colleghi del medico protagonista della fiction sono tra l’altro marocchini, italiani omosessuali e giovani donne che convivono con persone di colore capirete perché oserei definire “Un medico in famiglia” il principale battistrada della società meticcia laico – progressista in Italia. Questo stato di cose (migrazioni e lavaggio del cervello) oltre a destabilizzare un equilibrio millenario creerà una società mondiale senza differenze e il mondo perderà così tutte le sue identità (e quindi le sue ricchezze culturali) ! Quindi i meccanismi con cui i mass media influenzano l’opinione pubblica minando i principi stessi dell’indipendenza di pensiero. Voglio far notare come tutte le mosse mediatiche del sistema siano sostanzialmente puerili e basate su pregiudizi (chi è “razzista” è violento quindi si trasmettono notizie riguardanti esclusivamente violenze ecc. – molte delle quali sono di solito inventate da mitomani o dai media stessi). E’ incredibile come molti non si accorgano del mondo di bugie in cui viviamo. Purtroppo però è difficile togliere il giocattolo (la TV e gli altri media) al bambino viziato. Probabilmente quando le condizioni economiche cominceranno a deteriorarsi maggiormente, qualcuno comincerà a svegliarsi. Film come Equilibrium , Essi Vivono e Matrix (pur nella loro approssimazione) rendono bene l’idea del mondo in cui viviamo; fatto di illusioni e bugie. Si stanno avverando le condizioni descritte da Orwell in “1984”. ALLUCINANTE...SIAMO AL CUPIO DISSOLVI...IL DESIDERIO DI AUTODISTRUZIONE...
    BISOGNA COMINCIARE AD INTERROGARSI SERIAMENTE SULLE RAGIONI DI QUESTE FOLLIE. Sono cose che in me suscitano orrore e disgusto, ma sono l'inevitabile frutto di decenni di rigorosa diseducazione di massa ad essere bravi e brave cittadini/e del mondo, assolutamente cosmopoliti e senza alcuna frontiera intellettuale, desiderosi di provare l'accoppiata contro-natura idealizzata dai media...sarebbe ora di svegliarsi!

    Basta guardare quel che propinano i mass-media e la TV in particolare (film , telefilm , fiction e programmi vari) per poter confermare la validità di quel che ho scritto. Quando mai nella maggior parte dei film/telefilm/fiction il "cattivo" è negro?! Proprio il contrario é vero : sono una esigua minoranza e per giunta i loro atti criminali vengono spesso giustificati ideologicamente con fantomatiche pseudo-motivazioni socio-economiche , tanto care ai progressisti di ogni tipo. In pratica si cerca di far penetrare tale risibile messaggio : SE il negro compie atti criminali é solo perché é povero , emarginato , vittima delle circostanze ambientali , del razzismo bianco e boiate simili. Invece se li compie il bianco si tende a dipingerlo come consapevolmente malvagio , potente , avido di denaro e successo , ecc. Poi non parliamo di tutti quelli che promuovono l'utopia multirazziale ed istigano ad un mondo meticcio. Altrimenti citami/citatemi tutti i titoli dei programmi che non dimostrerebbero ciò.

    Però é anche vero , come dici tu e su questo hai ragione , che spesso il "cattivo" é albanese o slavo o meridionale (di solito napoletano o siciliano) ; ma appunto é quindi un europeo e non un extraeuropeo , anche se viene rappresentato come
    più infido e pericoloso di qualsiasi 'colorato'!! Questo é vero , noto anche io la propaganda anti-slava ed anti-albanese , ma rientra appunto nella più ampia propaganda anti-bianca!! Poi leggi tutti i casi che ho citato sopra , a cui aggiungo "Il commissario Rex". Mai visto? Beh , là gli assassini sono sempre e soltanto bianchi , austriaci , tedeschi o est-europei. Spesso gente 'normale' , anche di bell'aspetto e così via. E Perry Mason , Colombo e vari telefilm polizieschi? Bianchi americani quasi sempre come assassini. Idem.

    E dei film sul Sudafrica e su Mandela che mi dite? Tutta propaganda che distorce la realtà , mostra l'apartheid come un sistema abietto e stigmatizza i boeri come persecutori. Ovviamente Mandela (cioé un terrorista comunista al servizio dei governi di usa ed israele , stipendiato dall'occidente) é dipinto come l'eroe della libertà contro la pretesa dittatura...E da allora finalmente in Sudafrica ci sarebbe la democrazia , tutti felici e contenti...
    tacendo il record mondiale di stupri , omicidi , ecc.!!

    Ed i programmi inneggianti al meticciato?! Ogni volta che accendo la tv vedo qualcosa del genere , discussioni di attualità "antirazziste" o fiction con allogeni "buoni" e alcune coppie miste per fare presenza ,sia sulla rai che sulla finivest. Come Film Ad es. "Indovina chi viene a cena?"
    http://www.capital.it/trovacinema/sc...Content=135219
    Tale 'spettacolo' é stato recentemente fatto pure a teatro , l'ho letto su "Visto" in un nauseante articolo di Lavinia Capritti intitolato : "Che succede da noi se lui é nero e lei bianca?". Poi c'è pure la storiella 'commuovente' di una tale Fiammetta Rizzi di Vicenza che sta con un senegalese con i capelli rasta , con il titolo : "Quando l'amore trionfa"!! Evviva!! Bello schifo!!

    Poi vediamo MTV , che continua a trasmettere i suoi video simil-porno inneggianti alla promiscuità razziale.
    -90% di video con pseudo-cantanti negri o mulatti
    -in molti di questi si vedono anche coppie miste che danzano
    -immagini che incoraggiano all'uso delle droghe
    -programmi diseducativi trasmessi ad orari popolari, come quegli stuntman che fanno tutte quelle cretinate, molte anche pericolose, rischiando che poi i bambini li imitino
    -conduttori che si dividono tra il demente nato ed il politicizzato fino al midollo
    Da quel pochissimo che l'ho vista ultimamente (qualche volta dò un'occhiata) ho notato tutto ciò : una lunga serie di video "musicali" di fila con TUTTI rap negri. Ripeto : TUTTI. Ma il peggio é quando si vedono ammucchiate e mischiate varie , il tutto all'insegna della "cultura" hip-hop. Che caso...

    E poi narro una disgustosa pubblicità razzistica contro i bianchi che vidi tempo fa su Mtv : chiari messaggi anti-bianchi.C'è una donna bianca che sta cucinando. Si presenta il suo uomo in mutande, mingherlino, biondino, pallido con pochi capelli che si china vicino al lavandino per annusare una pietanza. Al che la sua donna, che non sopporta la sua presenza, lo prende di forza e lo scaraventa nella lavatrice, la chiude e la mette in funzione.Una volta finito il lavaggio, apre la lavatrice ed esce fuori un fustone negro tutto muscoloso, e la donna tutta felice e contenta che lo accarezza estasiata. Qual è il messaggio di questa pubblicità? E' evidente che il messaggio è un disprezzo per i mariti bianchi i quali vengono fatti apparire come penosi, brutti, monotoni e insopportabili per le donne, tanto che vanno lavati in lavatrice. Mentre invece l'ideale di bellezza per le donne occidentali sarebbe il maschiaccio negro muscoloso.E' inutile dire che questa pubblicità mi ha fatto girare le scatole!! E simili pubblicità multirazziali ce ne sono a iosa , si pensi anche alle campagne pubblicitarie della Benetton che parlano di "united colours" e cioé inneggiano ad un mondo mulatto , ne più né meno...Altri casi li ho citati nei primi post. Che tristezza...Ditemi voi se non ho ragione , questa propaganda anti-bianca é reale ed evidente...

    Come al solito c'è chi argomenta seriamente , IO , e c'è invece chi preferisce insultarmi usando un volgare turpiloquio , chiedere censure dei post o divagare con tante scuse pur di NEGARE l'EVIDENZA...Non c'è nulla di xenofobo in questo 3d , ho solo espresso quel che VEDO regolarmente propinato in TV!! La televisione che vedi tu è un'altra?! Beh , allora CITA concretamente programmi in cui NON si vede quel che denuncio io. Dimmi i nomi di Telefilm , film , soap , ecc. che mi darebbero torto ; troppo facile ELUDERE vilmente la questione parlando di qualche raro fatto di cronaca o dicendo che tutti i serial killer di questo secolo erano bianchi!!!! E quanti casi reali di crimini allogeni extraeuropei ci sono in confronto a quelli montati?! Quanto risalto si dà ai secondi rispetto ai primi?! TANTO. V. la differenza di clamore suscitato fra l'uccisione di qualche negro e quella ad es. dell'ultras francese allo stadio ucciso da un poliziotto negro che faceva da spalla ad un giudeo...al solito , pur se un po' al contrario , col negro come braccio armato utilizzato dalla furba mente giudea in funzione antieuropea.

    Ma il peggio lo vediamo in TV , coi media sotto controllo giudaico. Ad es. Murdoch è ebreo , come il proprietario di MTV (Redstone) , e non sorprende : laddove c'è una Tv o quant'altro mezzo di comunicazione che propugna alle masse (soprattutto ai giovani) il meticciamento razziale, l'uso di droghe, l'aborto, la violenza e l'ignoranza, l'appiattimento culturale e l'odio razziale di sé , là si troverà l'ebreo mondialista padrone dei media...

    A parte ciò ti CITO ALTRI ES. recenti :
    - C'è un nuovo serial-tv italiano , il nome é "butta la luna" , in cui c'è una protagonista negra che si mischia con un vianco e fa la parte della buona immigrata , ecc. . é stato ampiamente pubblicizzato sulla RAI.
    - in "Desperate Housewife , nella seconda serie , ci sarà una nuova famiglia negra appena arrivata formata da madre e figlio...
    - il film di Fantascienza appena uscito "I figli degli uomini/Children of Men"...Ecco la trama :
    http://www.35mm.it/film/scheda.jsp?idFilm=33396
    In Inghilterra il governo dittatoriale è riuscito a conservare una specie di ordine, fondato sulla coercizione, sulla limitazione delle libertà personali e su una ferrea politica xenofoba, in seguito alla quale tutti gli sventurati che cercano di entrare nell'ex Regno Unito vengono segregati in campi profughi e poi espulsi. D'altro canto, piccoli nuclei di sovversivi, terroristi e anarchici, tentano di opporsi alla dittatura, i cui esponenti di spicco, come da copione vivono in case profumate di fiori e ricche di opere d’arte, trafugate qua e là, come il Guernica di Picasso o il David michelangiolesco.
    Ma ben presto si diffonde la notizia che una ragazza di colore è rimasta incinta e il nascituro, vero e proprio Messia, viene conteso per la causa...."

    MA GUARDA CASO...i "cattivi" del film sono i "razzisti dittatori" contrari all'immigrazione , mentre l'"Eroe" del film é il figlio di una negra , magari mulatto perché fatto con un bianco...SE non é questa PROPAGANDA di mescolazionismo e di ODIO ANTI-BIANCO...

    P.S. Vi ricordate il vecchio "ARNOLD"? IO si...all'epoca me lo sorbivo senza capire...
    http://guide.supereva.com/telefilm_7...03/33797.shtml
    "Il Mio Amico Arnold" è stata fra le prime situation comedy a trattare il delicato tema del razzismo in chiave umoristica. (...) In casa Drummond è presente anche la figlia di Philip, Kimberly, una bella ragazza bionda dal viso angelico il cui aspetto stride con quello dei nerissimi Arnold e Willis; inoltre ad occuparsi dei ragazzi c'è sempre una governante che varierà a seconda della stagione (la signora Garret, Adelaide, Pearl).
    A parte il razzismo le tematiche trattate dal telefilm sono più o meno le solite delle sit-com anni 70; quindi problematiche adolescienziali, i primi amori, la scuola, la famiglia..."

    Questa Interessante ricerca sull'odio razziale negli USA :
    http://www.latimes.com/news/local/la...home-headlines
    http://www.politicaonline.net/forum/...d.php?t=310131
    Interessante articolo sull'ultima ricerca fatta dalla polizia sugli "hate crimes", crimini d'odio, ossia su pregiudizi ideologici. Risultano un po' di sorprese per i buonisti anti-bianchi...
    Ringrazio il forumista HRODLAND per aver fornito queste notizie che riporto :

    "Come noto, Hollywood ed i telegiornali sono particolarmente propensi a propinarci la solita solfa del razzista bianco brutto e cattivo, che se la prende coi poveri neri e con altre vittime; la ricerca dimostra che, in verità, i razzisti bianchi sono colpevoli solo nel 5% dei casi su scala nazionale, ed il Los Angelese Times si stupisce del fatto che la California sia uno dei loro focolari, con il 17%. Anche in California, però, il razzismo bianco viene superato dall'odio razziale dei neri e degli ispanici; infatti sono questi due gruppi i principali fautori (ed anche le principali vittime) dei crimini a sfondo razziale; il principale motivo dell'odio nero verso gli ispanici è il fatto che loro sono immigrati, mentre gli ispanici ritengono che la California sia una terra solamente loro (vedere, ad esempio, l'Organizzazione Aztlan, www.aztlan.net ); quindi, sono loro i principali protagonisti dell'odio fra le diverse razze in America. Alla luce di questa ricerca, viene da chiedersi perchè i media ed Hollywood si concentrino QUASI ESCLUSIVAMENTE sul razzismo bianco, mentre gli altri a malapena vengano citati (nonostante siano BEN PIU' ATTIVI). "

    Io una risposta ce l'avrei : basta sapere CHI controlla il cinema di Hollywood e la gran èparte dei media americani...Indovinate un po'...
    Ah , poi vi segnalo l'ormai già celebre FICTION "BUTTA la LUNA" su RAI 1 , un qualcosa di vomitevole che non sono riuscito a vedere se non un po' all'inizio...ero troppo schifato per continuare oltre...la donna negra interpretata da Fiona May ha una relazione con un italiano da cui nasce una bimba mulatta ma con la pelle bianca!! Il massimo dello snaturamento razziale.Purtroppo un fatto simile si é già verificato di recente con 2 gemelli mulatti di cui uno più scuro bruttarello e l'altro più chiaro e carino (per via delle leggi di Mendel ahimé é possibile) , quindi di razza mista indefinibile e apparentemente diversi nell'aspetto seppur con la stessa eredità genetica. Di queste mostruosità ce ne sono a iosa in tutti i paesi a maggioranza mulatta e meticcia come in Sudamerica. Gente che sembra bianca esteriormente , ma poi ti accorgi che é un miscuglio. Che aberrazioni ed é aberrante soprattutto che esista chi le elogia e consiglia di metterle in pratica. Leggete qui :

    "Fiona May attrice in fiction sull'integrazione
    Il ministro Amato, apprezzando il contenuto della serie, ha consigliato di vedere anche film come "Sognando Beckam", "Il mio grosso grasso matrimonio greco" e "Nuovo mondo" di Crialese, «per affrontare senza pregiudizi» argomenti sull’integrazione. Mentre il sindaco Veltroni ha aggiunto che «non bisogna dimenticare che siamo stati un paese di emigranti e che non esiste la multirazzialità, la razza umana è una sola, ci sono solo diverse culture».
    (...) Fiona May non nega che «ci sono problemi di integrazione, io stessa prima di essere famosa li ho provati, in Inghilterra dove ero l’unica ragazza di colore a scuola e in Italia, che considero il mio paese, dove gli italiani dovranno fare i conti con la realtà dell’immigrazione: c’è ancora grande paura per i diversi. Ora la vita per me è più facile, ma le cose migliorano: ci sono molte coppie miste e le nuove generazioni si dimostrano intelligenti su questi temi. Film come il mio sono messaggi importanti per i giovani. Spero di continuare a fare l’attrice, andrò a lezione di recitazione e di dizione, ma un film sulla mia vita non l’accetterei».
    5 dicembre 2006 da "Il Tempo"" http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=54526

    Purtroppo anche mia madre la vede ed io sono sempre più schifato. BUTTATE nella SPAZZATURA "BUTTA la LUNA"!! Ah , e pure "Voice" su MTV , ecc. Ah,ah...

    V. pure ME qui : Vs. il SADO-PORNO della DEMO-GIUDEOCRAZIA!!
    http://forum.studenti.it/t390630-vs-il-sadoporno-della-demogiudeocrazia.html
    (...) JOG è un NEMICO INTERNO dell’EUROPA che vuole SPINGERCI nella braccia tentacolari e strozzine di ISRA-ZION.
    La maggior parte della becera propaganda anti-islamica avviene su quotidiani, tv e riviste dirette da giudei o in cui i giornalisti giudei pullulano (oltre a Rai e Mediaset, la 7, "Panorama", "Libero", "Il Giornale", ecc.). Alcuni nomi : LERNER , MIMUN , MENTANA , MIELI , ARRIGO LEVI , FIAMMA NIERENSTEIN , FURIO COLOMBO , RINA GOREN (Messaggero) , FINZI ( IL Popolo di Trieste) , FEIJTO , Mannheimer , PELANDA (ricordate il suo pugno ad A.Smith??) , De Benedetti ebreo sionista capobanda Espresso/La Repubblica , ecc.ecc.!!!!
    (...) MTV ad es. PROPAGANDA PORNOGRAFIA :
    Un messaggio “morale” che trasmette è questo :
    -Una ragazza per essere accettata deve vestirsi e comportarsi come una baldracca
    – è bello essere una puttanella
    Ovviamente infatti è tutta propaganda programmata…che serve indovinate a chi?! Ma si , al giudaismo è ovvio!! E ci sono i FATTI (e siti internet) che lo dimostrano!!
    Chi è infatti il proprietario di MTV? E' semplice: Sumner Redstone, vero nome MURRAY ROTHSTEIN , ebreo. Tra l'altro ricordo di aver letto una frase, non so se di Rothstein o di un altro dirigente di MTV che più o meno diceva: "Noi non abbiamo gli adolescenti per spettatori, noi li possediamo"...CITO :
    "il miliardario Murray Rothstein (un israelita che ha americanizzato il suo nome in Sumner Redstone), già proprietario della tv americana Cbs, della casa cinematografica Paramount, dell’editrice Simon & Schuster e della multinazionale di noleggi video Blockbuster. Ma è Mtv il vero veicolo planetario della sua influenza. Mtv raggiunge il 50% delle case americane, 117 milioni di famiglie in Europa, e probabilmente un miliardo di adolescenti negli altri continenti grazie ai suoi satelliti che "illuminano" Asia, Australia e America Latina. Quel che McDonald è per il fast-food, Mtv è per la musica: fast-music in sequenza continua. Mtv ha profitti altissimi, perché il suo prodotto base non le costa niente: sono i videoclips che le Case discografiche discografiche producono per reclamizzare cantanti e complessi, e che sono ben felici di cedere gratis a MTV, che li diffonde nel pianeta. Poichè ipnotizza centinaia di milioni di giovani, Mtv è il veicolo pubblicitario preferito dalle grandi marche mirate sugli adolescenti, dalla Coca alla Nike ai cosmetici per ragazzine. Mtv, dunque, diffonde pubblicità gratuita (i videoclips) infarcita da pubblicità a pagamento (le inserzioni).
    Ma il profitto non è tutto. «Mtv è un modo di vita», come ama dire il presidente Redstone. La sua ambizione - coronata da successo - è diffondere nel mondo uno stile di vita. Ha inventato un linguaggio, quello dei videoclips: torrenti di suoni, colori a ritmo sapientemente infernale, caratteristiche che mantiene anche nei rari programmi non-musicali. Per esempio, la tv dei giovani diffonde "telegiornali" di un minuto, con interviste da 10 secondi: tutto breve e rapido, nella convinzione, non errata, che la durata dell’attenzione (attention span) degli adolescenti non superi i 60 secondi. Ma in quella manciata di secondi, a ritmo travolgente, il network globale riesce a veicolare perfettamente l’ideologia che vuole impartire: trasgressività facile, edonismo standardizzato, ribellismo giovanile (con l’occhio al marketing), tutto condito da piccole dosi di "impegno" per le "buone cause" politicamente corrette: la lotta all’Aids, all’inquinamento, per i diritti dei gay."

    Come dimenticare inoltre il sionista globale HAIM SABAN?? ha finanziato inoltre l'amico Bill Clinton nella sua corsa alla presidenza, cosa che sta facendo ora per l'ex ebreo Kerry. E' inoltre amico di Sharon e uno dei maggiori finanziatori sostenitori dei famigerati insediamenti ebraici.
    In una recente intervista sul New York Times, pubblicata anche in italia sul supplemento domenicale di Repubblica, ha infine dichiarato che il suo fine ultimo è il bene di israele…indovinate a danno di chi??”
    Sulla MTV PORNO-IDEOLOGIA MESCOLA-ZIONISTA ecco un commento trovato su internet:

    “Un giorno stavo riposando davanti alla televisione e capitando su Mtv ho seguito per qualche minuto uno di quei reality show americani. Questo canale si distingue per una proposta di contenuti molto più filosofica e coerentemente ideologica di quella delle altre emittenti. Di recente Mtv sta documentando ma anche prescrivendo un nuovo tipo di comportamento tra i giovani di tutto il mondo. Questo piccolo episodio ne dà un’idea molto chiara: il protagonista del reality show era un bel negrone afroamericano, che in discoteca si divertiva o, come si dice in inglese, “had the time of his life”. La telecamera non lo lasciava solo un attimo, eppure lui, senza pudori anacronistici, faceva un certo tipo di ballo insieme ad alcune ragazze bianche. Il ballo consisteva nello spingere il bacino contro il sedere formoso di una ragazza bianca con quella tipica aria concentrata del sesso. Queste ragazze bianche inquadrate in discoteca non erano delle gran bellezze. Erano finite lì nella sala da ballo contando sull’oscurità smussa-lineamenti e sulla propria voglia di fare e di farsi fare. L’arrivo di telecamera e riflettore equivaleva al classico “Il re è nudo”, eppure, dati i tempi, nessuno si curava davvero delle dimensioni dei loro sederoni. Il ballo dello spingere il bacino nero contro i culi delle bianche veniva presentato, nel corso del programma, come un nuovo stile, una cosa che si faceva e che era divertente. Dal duemila in poi (e considerando la Madonna degli anni Ottanta-Novanta come una isolata anticipazione, come l’H.G. Wells della troiaggine degli anni Zero), la morbida e tutto sommato gradevole sessualizzazione anni Novanta della pop-music portata avanti dalle sorelle nere del tipo Salt ‘n’ Pepa o ballerine di Prince è stata fatta propria, oggi, dalle nuove cantanti bianche capitanate da Christina Aguilera e Britney Spears: prive della sensualità naturale delle negre almeno quanto sono prive di quel “ritmo nel sangue” che provano a scimmiottare col loro pop iperprodotto, la Spears e la Aguilera hanno spinto al massimo il pedale del sesso per pura invidia.
    Nella discoteca il negrone del reality show a un certo momento guarda la telecamera e con tutta l’insolenza di suoi ventun anni di hamburger, metabolismo da record, muscoli automatici e magliette di Kobe Bryant, lancia un appello alle sorelle nere, cioè tutte le ragazze nere americane. Dice: “Sorelle, voi lo sapete che siete le migliori e io vi adoro, ma sapete una cosa?, le ragazze bianche fanno veramente tutto”.
    Torniamo a Britney Spears, a Christina Aguilera e definiamo meglio il concetto di filosofia porno di Mtv. Da un po’ di tempo queste ragazzine famose amano dichiarare di essere delle puttane. Dicono “I’m a bitch”, sono una troia, che per altro, letteralmente, vuol dire “Sono una cagna”, fatto interessante, considerato che gli americani per dire “Fare il porco” usano “Dogging”, da Dog, Cane. Quindi c’è questa moda del vedere i corpi umani come fossero corpi di cani e cagne, che dopo aver succhiato gli spaghetti con le polpette come in Lilli e il Vagabondo, senza nemmeno appartarsi copulano come bestie.
    Questa storia di essere “a bitch” è diventata così mainstream che perfino una signorina bene inglese come Dido, cantante soft di sinistra, sorella di uno dei Faithless, una band, i Faithless, che propone una musica techno perfino ascetica e diciamo così elevata, ha dovuto rassicurare tutti dicendo: “Guardate che anch’io sono una cagna”.
    Qual è il senso di questa filosofia porno di Mtv? Un satanismo in buona fede alla Jim Morrison? Magari sì. Ma la vera chiave forse è questa: a Mtv promuovono l’istituzione e la diffusione di un precariato vaginale che renda plausibile, per la proprietà transitiva, il precariato vero e proprio, quello lavorativo, la realtà di contratti capestro senza fringe benefits e massima flessibilità da affrontare a gambe aperte: le gambe aperte della rassegnazione ottimista.
    Torniamo a noi, alle ragazze dalla numero dieci alla numero uno. Nel nostro caso le ragazze erano tutte bianche, visto che questa è una storia italiana e non è il tipo di storia che si ambienta a Roma a Piazza Vittorio così i lettori godono che finalmente anche la letteratura italiana si è fatta multirazziale e scimmiotta quella americana o francese. Nel nostro caso le ragazze sono esclusivamente bianche in una storia non interrazziale. E in tale storia, però, si conserva la questione del fanno veramente tutto e dell’I’m a bitch: ecco perché in definitiva la numero uno e la numero due non sono le più belle del lotto -- perché in tempi come questi non conta tanto la grazia e la bellezza, piuttosto si apprezza una certa volenterosità animale, una promessa di tipo quasi religioso, il voto, una clausura temporanea che implica il sottomettersi, il promettere di baciare, fra pochissimo, ogni punto del corpo del partner occasionale come fosse una sindone. La numero uno e la numero due sono arrivate in finale perché hanno fatto delle promesse di flessibilità: del bacino, del cuore. Su un numero di qualche anno fa del modaiolo magazine The Face, numero dedicato al sesso e al porno, si può trovare un articolo sulle feste porno a cui prendono parte, in ville sontuose da magnaccia, rapper seminali del calibro di Snoop Doggy Dogg. C’è una foto in cui due negri fanno l’amore a bordo piscina, se non ricordo male, circondati da un crocicchio di fratelli neri. Mi vengono in mente casi su casi ma è meglio tornare a parlare di numero dieci. Francesco Pacifici(...) Holux"


    Uno sguardo sulla 'Potente Lobby Ebraica' di Mark Weber
    "I vertici degli uffici esecutivi dei tre maggiori network televisivi e i quattro maggiori proprietari degli studios cinematografici sono ebrei come i proprietari dei più influenti giornali, il New York Times . Il ruolo e l'influenza degli ebrei nella politica americana è egualmente significativo. Gli ebrei sono meno del tre per cento della popolazione nazionale ma comprendono l'undici per cento di quello che gli studi definiscono l'élite nazionale. Inoltre gli ebrei costituiscono più del 25% delle élite giornalistica e editoriale, più del 17% dei leader d'importanti organizzazioni di volontariato ed interesse pubblico e più del 15% degli alti ranghi dell'amministrazione statale."
    http://www.terraeliberazione.org/SION.htm
    La dittatura della lobby ebraica sugli USA
    http://www.politicaonline.net/forum/...d.php?t=105574
    "Esiste la lobby ebraica?" - Politica OnLine Forum
    Jeff Blankfort, `L'influenza di Israele e della sua lobby in America sulla politica americana in Medio Oriente', tradotto in lingua italiana da Manno Mauro,
    http://www.tlaxcala.es/pp.asp?reference=832&lg=it
    http://www.jerusalemites.org/article.../july06/23.htm .
    "Dietro la "potente lobby ebraica" degli usa c'è qualcun altro" di John Kleeves
    http://www.ilbuio.org/index.php?articolo=45%20lobby%20ebraica%20Italia.t xt
    "(...) E veniamo al Giornale-Partito-Sionista-Italiano,"La Repubblica", dell'ebreo sionista De Benedetti. Schierato con la sionistra esercita una grande influenza sul gruppo dirigente DS e in mille modi ne condiziona la politica e la cultura. É riuscito a sostituire `L'Unità' come giornale del partito di maggior peso nell'Unione. Esercita anche una nefasta influenza culturale nella società. I DS, non più un partito di militanti ma un movimento elettorale e d'opinione, non era più in grado di mantenere in vita il giornale del partito con le sottoscrizioni e i festival, per cui hanno accettato l'offerta di sionizzarsi con De Benedetti. Il glorioso `L'Unità' di un tempo è stato dato in gestione ad un altro ebreo sionista, Furio Colombo, ex-uomo Fiat e amico di Kissinger, che lo mantiene in vita con i denari (ancora) di De Benedetti. Responsabile di questa resa incondizionata è soprattutto Fassino. La lobby ebraica italiana, come il Partito Radicale, lavora a destra e a sinistra, sui due tavoli del potere. Così è riuscita a piazzare Feltri al giornale `Libero' di Berlusconi, e in più vari suoi uomini in altri giornali e alla televisione. Mieli alla direzione del `Corriere', l'infuocata Fiamma Nierenstein alla `Stampa', Clemente Mimun, al TG1, il suo amico Enrico Mentana a Canale 5. Ci limitiamo ai posti dirigenti, non accenniamo nemmeno ai semplici giornalisti. La comunità ebraica italiana conta circa 40.000 membri. C'è una città italiana con una popolazione di queste dimensioni da cui provengono tanti direttori di giornali e telegiornali così importanti? Immaginate tanti direttori di Media provenienti da Merano (Meran) e tutti osannanti alla politica austriaca o tedesca. C'è evidentemente una strategia di attenzione ai Media italiani da parte della lobby ebraica italiana (e internazionale). La stessa strategia risultata vincente in America. Oggi poi dobbiamo aggiungere Sky (in America: Fox) del famigerato Rupert Murdoch, australiano di nascita, ma da madre ebrea e quindi vero ebreo. Questo amico di Sharon ha avuto un ruolo mondiale importante nell'orientare l'opinione pubblica a favore della guerra in Iraq e a favore di Israele. É uno strumento importante nella cosiddetta «guerra al terrore» di USA e Israele, o meglio di USrael. Tutti se la prendono con gli sciocchi vanitosi uomini bandiera Ferrara e Fede, nessuno nota le vere forze vive del sionismo in Italia. Mauro Manno
    Aggiunta redazionale. Oramai da anni la comunità ebraica italiana agisce da procuratore degli interessi di Israele nel nostro Paese: attacca politici, cittadini, gruppi, partiti che si oppongono al colonialismo sionista, impartisce direttive di politica estera ai governanti (si fa per dire, visto il continuo atteggiamento genuflessorio nei confronti di americani ed ebrei!), diffonde notizie false o tendenziose su ciò che accade in Palestina…Di recente, a Roma è arrivata addirittura ad organizzare “spedizioni punitive” contro i cittadini italiani che dissentono dalla politica criminale dell’Entità sionista. Le azioni di lobbyng, comunque, sono state sostenute, fra l’altro, dall’Ambasciatore israeliano in Italia, tale Gol, unico diplomatico, dopo quelli americani, naturalmente, a cui viene riconosciuto il diritto di “ficcare il naso” in affari che non lo riguardano. La comunità ebraica può contare, inoltre, su un numero assai alto ( e sproporzionato) di giornalisti di testate nazionali: si va da Gad Lerner a Fiamma Nirenstein, da Stefano Jesurum a Roberto Mannheimer. La posizione dei giornalisti ebrei si è fatta palesemente partigiana, totalmente schierata con Israele, spesso anche in modo violento, isterico e fascistoide. Sono costoro, soprattutto se “di sinistra” o provenienti “dalla sinistra”, che hanno promosso l’equazione antisionismo=antisemitismo, con il chiaro intento di criminalizzare qualsiasi opposizione alla politica razzista, neocoloniale e fascista dell’Entità sionista. Poche decine di migliaia di cittadini – che però riescono a farsi sentire più di tutti gli altri 56 e rotti milioni di italiani e che, tra l’altro, antepongono alla propria “italianità” la “fedeltà” ad uno Stato estero – stanno cercando di manipolare l’opinione pubblica per difendere le ragioni e gli interessi di gruppi dirigenti stranieri (sionisti, ma non solo) guerrafondai, violenti e criminali. E’ il caso – uno fra i tanti – di Paolo Guzzanti, senatore di Forza Italia, molto più noto per essere il padre di due figli che, con un genitore simile, non potevano che fare i comici e dedicarsi al varietà. Il quale arriva a scrivere: “Buona guerra, Israele. Hai tutte le ragioni per spazzare via con l’uso legittimo delle armi i nemici che sono anche i nemici di un’Europa impantanata nelle sue stesse menzogne e già posseduta dalla penetrazione islamica”. E’ tutto ciò legittimo, decente, ammissibile, etico, tollerabile…?"
    http://alex-pensieriliberi.blogspot....la-guerra.html
    "Su La Stampa, Fiamma Nirenstein, su l'Unità, Furio Colombo martellano lo stesso concetto: il bene è Israele, il male Hezbollah , Hamas, Siria, Iran, e gli europei che guardano sgomenti e non danno del tutto ragione allo Stato giudaico. Non è un pettegolezzo ricordare che Alain è padre del noto Lapo Elkann, né che Colombo ha scritto romanzi pedofili. Il «bene» oggi è definito da cuori di tenebra. In USA è lo stesso.
    Alla CNN bellicista ha preso il comando il capo del suo ufficio di Washington, Wolf Blitzer, che è stato giornalista al Jerusalem Post e agente dell'AIPAC, American-Israeli Public Affair committee, il braccio più direttamente politico della lobby.
    Lo scopo di Blitzer, in queste ore, è essenzialmente svalutare il numero dei morti civili, che sono centinaia più di quel che dicono i media controllati."

    Altri SITI e LINKS...
    www.euro-holocaust.splinder.com
    "Straordinaria intervista di David Duke sulla CNN"
    http://www.politicaonline.net/forum/...d.php?t=309546
    DAVID DUKE
    Freedom of Speech
    No War for Israel!
    Should Christians Support Israel?
    It’s not about the oil, stupid!
    The War against America
    One Year Later: 911
    The Hypocrisy of Jewish Supremacism
    Israeli Terrorism and Sept. 11
    http://www.jewwatch.com/
    "Keeping a Close Watch on Jewish Communities & Organizations Worldwide"
    "La morsa degli ebrei sui mass media deve essere spezzata"
    http://www.natvan.com/italian/wra.html

    "Esiste la lobby ebraica?"
    http://www.aljazira.it/index.php?opt...id=831&Itemid=
    "MASS-MEDIA sotto CONTROLLO EBRAICO"
    http://forum.giovani.it/t20641-massm...o-ebraico.html
    Su HOLLYWOOD ed EBREI :
    http://www.arabcomint.com/una%20medina%20yiddish.htm
    http://www.libreriauniversitaria.it/.924-1946).htm
    http://www.terraeliberazione.org/INCONTROGUERRANO.HTM
    "Due ben noti scrittori ebrei, Seymour Lipset ed Earl Raab scrivevano nel loro libro Jews and the New American Scene del 1995: "Durante gli ultimi tre decenni, gli ebrei (negli Stati Uniti) hanno superato il 50% tra i maggiori 200 intellettuali . il 20% tra i professori nelle università più prestigiose . il 40% tra i soci dei maggiori studi legali a New York e a Washington . il 59% dei direttori, scrittori, e dei produttori delle 50 maggiori pellicole cinematografiche dal 1965 al 1982, e il 58% dei direttori, scrittori e produttori in due o più serie televisive di prima serata."
    "E' completamente privo di senso cercare di negare la realtà del potere ebraico ed il suo predominio nella cultura popolare" ammette Michael Medved un noto scrittore e critico cinematografico ebreo "Ogni lista dei più influenti produttori cinematografici produrrebbe una preponderante maggioranza di riconoscibili nomi ebraici."
    Una delle persone che ha più attentamente studiato questo argomento è Jonathan J. Goldberg, adesso editore dell'influente settimanale della comunità ebrea Forward. Nel suo libro Jewish Power del 1996 scriveva: "Nei settori chiave dei media, specialmente negli studi cinematografici di Hollywood, gli Ebrei sono così numericamente dominanti che definire questi affari sotto controllo ebreo è poco più che un'osservazione statistica . Hollywood alla fine del ventesimo secolo è ancora un'industria con una pronunciata coloritura etnica. Praticamente tutti i capi delle produzioni cinematografiche sono ebrei. Scrittori, produttori, e anche i meno evoluti direttori sono in larga maggioranza ebrei - un recente studio ha mostrato come superino il 59% tra i produttori di film a budget più elevato. Il peso di tanti ebrei in una delle più lucrose ed importanti industrie americane conferisce loro uno straordinario potere politico. "
    http://www.tlaxcala.es/pp.asp?lg=it&reference=1481
    Recensione: Invisible Enemy: Israel, Politics, Media and American Culture di Edward Abboud Recensito da Andrew I. Killgore http://www.wrmea.com/html/book_review.htm
    "In modo convincente Abboud traccia un ritratto di Israele come un nemico degli Stati Uniti cospiratore e invisibile. Si prendano per esempio i 60 o più comitati di azione politica pro-israeliani dai nomi volutamente ingannevoli. Quale comune cittadino americano sospetterebbe il loro vero scopo? Quello cioè di eleggere parlamentari e senatori pronti a dare ad Israele ciò che vuole, e sconfiggere invece quelli che a fare una simile cosa non sono disposti. Spregevoli creazioni israelo/sioniste come ad esempio il Delaware Valley PAC (Political Action Commitee), il Florida Congressional Caucus oppure il San Franciscans for Good Government possono agire ed aver agito di concerto, in segreto e in violazione delle leggi sul finanziamento delle campagne elettorali, per ingannare gli americani, far eleggere quei politici che essi preferiscono e sconfiggere quelli che a loro non piacciono.
    La tesi sconfortante ed inquietate del libro Invisible Enemy, convalidata da montagne di prove, è che Israele e il sionismo prendono di mira praticamente ogni istituzione americana e qualsiasi individuo se ciò torna a vantaggio dello stato nazionale di Israele. Solo Israele e il giudaismo sono presentati in termini rosa dai media. L’attore Marlon Brando ha segnato un punto su quest’argomento nei termini anglo-sassoni più chiari possibile e senza badare alla correttezza politica. Intervistato da Larry King alla CNN nell’aprile del 1996, Brando affermò che Hollywood era in mano agli ebrei."
    JEWISH STARS OVER HOLLYWOOD
    INDUSTRIA GIUDAICA del PORNO :
    Dal sito “Stormfront White Nationalist Community”
    “Jewish porn industry resumes production (http://www.stormfront.org/forum/showthread.php?t=132179)
    Jewish porn industry resumes production
    http://reuters.com/printerFriendlyPo...5122250”
    http://www.stormfront.org/truth_at_l...chives/Tt2.htm
    http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=313898
    UN REGISTA EBREO RIDE DI HITLER. SEI MILIONI SONO UNA BARZELLETTA?(tgcom.mediaset.it)
    http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=313351
    "La conversione dell'ebreo rivoluzionario
    http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=314551 JEW YORK

    http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=314755
    MTV,la lobby ebraica e il potere sui mass-media
    Quale è la minaccia più grave alla libertà oggi?
    http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=311858&page=2
    Usciti gli atti della conferenza di Mosca "THE WHITE WORLD'S ... Usciti gli atti della conferenza di Mosca "THE WHITE WORLD'S FUTURE"...

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Dec 2006
    Località
    Jeneve
    Messaggi
    444
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Leggo nel post molto lungo e dall'alto contenuto di Holuxar la domanda finale "Qual'è la minaccia più grave alla libertà oggi?".
    La questione ha molteplici risposte, vedo nei mass-media un mezzo piegato alla volontà della minaccia alla libertà, mezzo che viene usato nei più disparati modi anche traendo in inganno la parte antagonista ed inserendo questa nel giro mediatico in modo da schiacciarla.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. SHARIA EBRAICA-Non nominare la lobby ebraica o sei morto
    Di mercoledi nel forum Politica Estera
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21-09-12, 15:03
  2. La RAI, l'Informazione ed i Mass-Media
    Di nuvolarossa nel forum Repubblicani
    Risposte: 185
    Ultimo Messaggio: 03-12-08, 18:41
  3. mass media
    Di rockenrolle nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-10-07, 09:52
  4. I mass-media e noi
    Di Ibrahim nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-09-06, 10:48
  5. Ecco il potere della lobby ebraica in Italia
    Di Otto Rahn nel forum Destra Radicale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 05-03-04, 20:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226