User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23
  1. #1
    Moderatore CasaDelPopolo
    Data Registrazione
    06 Jan 2005
    Località
    Villaricca (Na)
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il Venezuela avanza verso il socialismo

    Il presidente venezuelano Hugo Chavez, nel discorso pronunciato in occasione del giuramento dei ministri, ha annunciato che intende procedere a un vasto programma di nazionalizzazioni, arrivando ad affermare che "tutto quello che è privatizzato sarà nazionalizzato".

    Chavez ha citato in particolare i settori dell'energia elettrica e della telefonia, preconizzando inoltre che la Banca centrale venezuelana dovrà perdere la sua autonomia. Il capo dello Stato ha precisato che presenterà un testo di legge in base al quale il Parlamento gli affiderà poteri speciali, tali tra l'altro di consentirgli di assumere il controllo dei settori strategici dell'economia, considerati di importanza vitale per la sicurezza e la difesa del Paese. Più in generale, egli vuole riformare "in profondità" la Costituzione, per andare verso una "Repubblica socialista del Venezuela", in sostituzione dell'attuale "Repubblica bolivariana del Venezuela".

    Tra le imprese che Chavez intende nazionalizzare figurano la Electricidad de Caracas (Edc) e la Compania anonima nacional telefonos de Venezuela (Cantv). Passeranno inoltre sotto la mano pubblica tutte le attività di raffinazione del greggio che si svolgono negli impianti della cosiddetta Cintura petrolifera dell'Orinoco, ora controllate da compagnie straniere.

    "Andiamo verso il socialismo, e niente e nessuno potrà impedirlo. Continueremo la nostra rivoluzione bolivariana", ha detto Chavez nel discorso, probabilmente il passo più deciso e importante nella direzione della rivoluzione socialista e della ristrutturazione economica da lui propugnate. "Bisogna recuperare la proprietà dei mezzi di produzione strategici. Tutto quello che era stato privatizzato deve essere nazionalizzato", ha sottolineato, tra gli applausi delle circa 2.000 persone - perlopiù funzionari, dipendenti pubblici e simpatizzanti - riunite nel Teatro Carreno, nel centro di Caracas.

    Per raggiungere tale obiettivo, Chavez conta di far adottare dal Parlamento - interamente sotto il suo controllo dopo il boicottaggio delle elezioni legislative del 2005 da parte dell' opposizione - una legge-quadro che gli conceda poteri speciali per le nazionalizzazioni, anzitutto dell'elettricità e della telefonia. Egli ha definito tale "Ley habilitante" la "madre di tutte le legislazioni rivoluzionarie". "Stiamo procedendo alle ultime revisioni, in modo tale da poterla inviare nei prossimi giorni all'Assemblea nazionale per richiedere poteri speciali", ha aggiunto. "Un anno è un termine ragionevole", ha detto Chavez riguardo all'iter di tale legge-quadro, da cui deriveranno altri testi che rafforzeranno la presenza dello Stato in settori economici, sociali, della sicurezza e difesa.

    L'elettricità è fornita dalla compagnia nazionale Cadafe in tutto il Paese tranne che a Caracas, dove opera la ditta privata Edc. Quanto alla telefonia e alle telecomunicazioni, il colosso del settore, la compagnia nazionale Cantv, privatizzata nel 1991, è controllata dall'americana Verizon Communications, che voleva cedere la sua partecipazione al gruppo Telmex, del magnate messicano Carlos Slim. Secondo Chavez, poi, la Banca centrale "non deve essere autonoma, questa è una tesi neoliberale". "Come la Pdvsa (la compagnia petrolifera pubblica) dipendeva da laggiù (Washington, ndr), anche la Banca centrale dipendeva da laggiù", ha dichiarato Chavez, che vuole ricorrere alle riserve dell'istituto d'emissione (37 miliardi di dollari a fine 2006) per sviluppare l'agricoltura, le infrastrutture e l' edilizia abitativa.

    Chavez - al potere dal 1999 e che giurerà mercoledi per il suo terzo mandato presidenziale, con scadenza nel 2013 - ha annunciato inoltre di voler utilizzare la legge-quadro per porre fine al controllo delle raffinerie della Cintura petrolifera dell'Orinoco da parte delle compagnie straniere, tra cui l'americana Exxon e la francese Total. Nel 2001, Chavez aveva già ottenuto poteri speciali per promuovere la legge petrolifera (applicata con ritardo) e la riforma agraria, ciò che aveva provocato una levata di scudi nel settore privato e fortemente polarizzato il Venezuela. "Se nel 2001 (la legge) aveva avuto un forte impatto sociale ed economico sul Paese, stavolta sarà ancora più importante", ha assicurato il capo dello Stato.

    WASHINGTON CRITICA LE NAZIONALIZZAZIONI DI CHAVEZ
    Gli Stati Uniti hanno criticato il presidente del Venezuela per il suo piano di nazionalizzazione delle industrie nei settori della elettricità e delle telecomunicazioni. La Casa Bianca ha sottolineato che le compagnie americane che saranno danneggiate dalla mossa dovranno essere rimborsate. "Abbiamo visto la dichiarazione di Chavez - ha affermato oggi Gordon Johndroe, portavoce per il consiglio di sicurezza nazionale - Abbiamo già visto il risultato di nazionalizzazioni altrove e, in linea generale, questo tipo di azioni non producono i benefici economici attesi". Il portavoce ha sottolineato che "se qualsiasi compagnia americana sarà colpita da questa decisione avrà diritto ad essere risarcita in modo rapido ed equo".

    [ANSA.it]
    A pugno kiuso!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    28 de Abrili - Juventudi Sarda
    Data Registrazione
    20 Dec 2004
    Località
    Casteddu - SRDN - «Custa pòpulos est s'ora de estirpare sos abusos! A terra sos malos usos, a terra su dispotismu! Gherra gherra a s'egoismu e gherra a sos opressores! Custos tirannos minores est pretzisu umiliare!»
    Messaggi
    2,686
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    QUE VIVA VENEZUELA, ROJA ROJITA!
    SOTZIALISMU! INDIPENDENTZIA!

  3. #3
    28 de Abrili - Juventudi Sarda
    Data Registrazione
    20 Dec 2004
    Località
    Casteddu - SRDN - «Custa pòpulos est s'ora de estirpare sos abusos! A terra sos malos usos, a terra su dispotismu! Gherra gherra a s'egoismu e gherra a sos opressores! Custos tirannos minores est pretzisu umiliare!»
    Messaggi
    2,686
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito http://www.granma.cu/italiano/2007/enero07/mar9/venezuela.html

    Granma Int. – Il presidente Hugo Chávez ha reso nota la decisione di iniziare una riforma costituzionale verso la Repubblica Socialista del Venezuela nel suo prossimo mandato 2007-2013, che comincerà il prossimo 10 gennaio.

    Chávez ha convocato il suo nuovo gabinetto a scendere in strada, nei villaggi e nelle campagne, in modo da diventare un governo endogeno e popolare e ha chiamato a smontare lo stato borghese creandone un altro “comunale, socialista e bolivariano”.

    In questo contesto ha annunciato la prossima nazionalizzazione delle proprietà sociali privatizzate, come la Compagnia Anonima Nazionale dei Telefoni del Venezuela (CANTV).

    Ha precisato che lo stato recupererà anche il controllo e il dominio del processo di miglioramento dei petroli greggi pesanti della fascia dell’Orinoco, oggi in posesso di imprese straniere.

    Il Capo dello Stato ha annunciato che chiederà al Parlamento l’approvazione di una Legge Abilitante, definita “madre delle leggi rivoluzionarie”, valida possibilmente per un anno, in modo da dare al gabinetto poteri speciali per promulgare un insieme di leggi.

    Queste legislazioni, ha detto, devono impattare con una potenza molto maggiore sull’attuale situazione economica del paese.

    Abbiamo chiuso un ciclo e quello che sta iniziando è molto più esigente e difficile. Ci stiamo impegnando a fondo affinchè questa nuova fase abbia successo, ha detto Chávez nella cerimonia di giuramento dei suoi 27 ministri e del vicepresidente della Repubblica Jorge Rodríguez, nel teatro Teresa Carreño.

    Il Presidente venezuelano ha definito cinque linee principali per il suo nuovo mandato. La prima è la Legge Abilitante, sulla quale ha detto che è pronto il documento preparato per essere inviato all’Assemblea Nazionale e chiedere poteri speciali.

    La seconda è stata identificata come la riforma socialista costituzionale “verso la Repubblica Socialista del Venezuela” e ha precisato che comprenderà modifiche di leggi come il codice di commercio approvato nel 1904 e riformato nel 1955.

    Questo codice, ha sottolineato, è meramente capitalista e serve ad evitare altri rapporti commerciali che diano priorità all’aspetto sociale.

    Va quindi gettato nella spazzatura e ne va fatto un altro per il socialismo del XXI secolo venezuelano, ha puntualizzato.

    Come terzo punto, indirizzato a sviluppare l’educazione popolare, ha definito la realizzazione nel 2007 di una giornata nazionale chiamata “Morale e luci”.

    Il quarto è stato definito “nuova geometria del potere”, indirizzato a eliminare l’esistenza di regioni remote, dimenticate e arretrate.

    Come quinto punto ha orientato “l’esplosione rivoluzionaria del potere comunale” per “andare al di là dell’aspetto locale e creare, per legge, una specie di confederazione dei consigli comunali, verso uno stato comunale”.

    Dobbiamo smontare progressivamente il vecchio stato borghese, che ancora vive e crearne un altro comunale, socialista e bolivariano, allo scopo di fare una rivoluzione, non di fermarla.

    Chávez, che ha annunciato la ripresa del suo programma radiofonico e televisivo Alo, Presidente il prossimo 14 gennaio, ha chiesto ai suoi ministri di lavorare nei loro uffici dal lunedì a mercoledì e da giovedì a domenica di visitare le differenti regioni del paese sudamericano.

    Ha anche dato l’indicazione di ingaggiare una battaglia a morte contro la corruzione e il burocratismo che ha considerato “correnti controrivoluzionarie dentro la rivoluzione”.

    Finisce una fase di transizione di 8 anni e ne comincia una nuova: il progetto nazionale Simon Bolívar 2007-2021 per la creazione del Socialismo Bolivariano, ha sottolineato il Capo dello Stato venezuelano. (PL)

    IL NUOVO GOVERNO DEL PRESIDENTE DEL VENEZUELA HUGO CHÁVEZ

    Il presidente del Venezuela, Hugo Chávez, ha nominato i nuovi membri del suo governo che dirigeranno i diversi ministeri nel nuovo periodo presidenziale appena iniziato.

    Dopo la vittoria elettorale del 3 dicembre scorso, Chávez ha annunciato le modificazioni della composizione del governo, convinto che così il paese potrà affrontare meglio le sfide di una nuova tappa del paese.

    Egli aveva chiesto piena libertà per riformulare tutta la struttura, compiere alcune modifiche necessarie senza che questo implichi giudizi negativi sul lavoro realizzato.

    Dopo i cambiamenti stabiliti da Chávez, la vicepresidenza della Repubblica è nelle mani di Jorge Rodríguez, che ha sostituito José Vicente Rangel.

    Ministro degli Interni e la Giustizia è stato designato Pedro Morejon, alle Finanze Rodrigo Cabezas, Erick Rodriguez sarà il nuovo titolare della Sanità e David Velasquez assumerà il Ministero di Partecipazione Popolare. Hugo Cabezas si occuperà della Presidenza.

    La relazione dei nuovi ministri include Adan Chávez all’Educazione, Hector Navarro a Scienza e Tecnologia, Yubirí Ortega per Ambienti e Risorse Naturali e José Ramon Rivero al Lavoro, Olga Azuaje al Turismo e Luis Acuña che guiderà il Ministero di Educazione Superiore.

    Restano in carica Rafael Ramirez a Energia e Petrolio, Jorge Giordani a Pianificazione e Sviluppo, Nicolás Maduro per le Relazioni Estere, Raul Baduel alla Difesa, Francisco Sesto alla Cultura, Ramon Carrizalez per Abitazioni e Habitat ed Eduardo Alvarez allo Sport.

    Inoltre Pedro Morejon per l’Economia Popolare, Erika Farias all’Alimentazione, Elías Jaua per Agricoltura e Terre, José David Cabello alle Infrastrutture, Maria Cristina Iglesias alle Industrie Leggere, José Khan all’Industria di Base e Settore minerario e William Lara di Comunicazione e Informazione completano il nuovo governo.

    I nuovi portafogli sono quelli di Telecomunicazioni e Popoli Indigeni, che avranno come titolari Jesse Chacon e Nisia Maldonado, rispettivamente.

    http://www.granma.cu/italiano/2007/e...venezuela.html
    SOTZIALISMU! INDIPENDENTZIA!

  4. #4
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Questa roba non l'abbiamo già vista in Cile al tempo del presidente Salvador Allende ?

    il risultato di sta roba non erano i morti per fame in Cile tra le fasce più povere della popolazione?
    (quelle fasce che dovevano rinascere come mutate geneticamente da questo esperimento di ingegnaria sociale?)

    Mi pare sia fion troppo facile prevedere che il Venezuela uscirà da macerie fumanti alla fine di questo esperimento. Buona maoizzazione bolivariana!
    Gli unici a esulatare sarete voi quattro ignoranti e la cricca al potere in Venezuela!

    Cmq Io sta roba l'avevo già annunciata un anno e mezzo fa quando voi guardavate il colonnello Chavez con sopracciglio alzato e lo accusavate di essere solo un maiale militarista.

  5. #5
    28 de Abrili - Juventudi Sarda
    Data Registrazione
    20 Dec 2004
    Località
    Casteddu - SRDN - «Custa pòpulos est s'ora de estirpare sos abusos! A terra sos malos usos, a terra su dispotismu! Gherra gherra a s'egoismu e gherra a sos opressores! Custos tirannos minores est pretzisu umiliare!»
    Messaggi
    2,686
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hayekfilos Visualizza Messaggio
    Cmq Io sta roba l'avevo già annunciata un anno e mezzo fa quando voi guardavate il colonnello Chavez con sopracciglio alzato e lo accusavate di essere solo un maiale militarista.
    Idiota: vai a leggerti la discussione sull'America Latina di un anno e mezzo fa sul principale "La Casa del Popolo" e a parlare a vanvera vai in altri forum.
    E anche ignorante: Chavez ha proclamato la svolta al socialismo del XXI secolo ormai più di due anni fa. E comunque io anche prima lo ho sempre visto con simpatia in quanto leader antimperialista.
    SOTZIALISMU! INDIPENDENTZIA!

  6. #6
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da guardia arrubia Visualizza Messaggio
    Idiota: vai a leggerti la discussione sull'America Latina di un anno e mezzo fa sul principale "La Casa del Popolo" e a parlare a vanvera vai in altri forum.
    E anche ignorante: Chavez ha proclamato la svolta al socialismo del XXI secolo ormai più di due anni fa. E comunque io anche prima lo ho sempre visto con simpatia in quanto leader antimperialista.
    e perchè cazzo ha aspettato tre anni sta faccia da coglione del cazzo a fare ste cazzate che descrive come la salvezza per il mondo??
    ha forse aspettato che crepasse Castro per dare un tocco aulico e magico alla coincidenza?
    solo buono a fare proclami sto coglione comunista o pseudo comunista o finto comunista o nazicomunista o figlio dell'economia di comando, o come cazzo vi pare di chiamare lo statalismo al potere in Venezuela?

    cmq io godo a vedere Chavez che annuncia e realizza qualcosa del suo programma e vuoi sapere perchè?


    ho guadagnato un pacco soldi speculando sui titoli di società siderurgiche che hanno visto lievitare i loro contratti col Venezuela.

    io ci godo da morire e chi ci perde sono solo i venezuelani che vivono di merda ora in Venezuela.

    i rivoluzionari comunisti col comunisno possono solo farsi le pippe ma non possono realizzare un cazzo

  7. #7
    Moderatore CasaDelPopolo
    Data Registrazione
    06 Jan 2005
    Località
    Villaricca (Na)
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Hai detto bene guardia.
    Noi antimperialisti abbiamo sempre guardato con favore all'azione bolivariana prima e socialista poi di Hugo Chavez e ne è testimonianza la nostra discussione attivata nel principale riguardante l'esplodere di processi antimperialisti nel cortile di casa degli yankee.

    Cmq se le condizioni sono peggiorate così tanto come mai i venezuelani continuano ancora a votare Chavez con un distacco dal secondo sempre maggiore?
    Forse hanno capito che finalmente alla guida del Paese non ci sono più i lacchè dell'imperialismo, ma qualcuno che ha messo un moto un processo tendente ad utilizzare i ricavi del petrolio per realizzare obiettivi sociali e non per tenersi buone gli interessi delle corporations straniere.
    Forse hanno capito che al potere qualcuno che nell'agenda di governo ha inserito come priorità assolute le condizioni di miseria e di ignoranza del popolo.

    Vabbè, non continuo perché capisco che inutile parlare con uno speculatore abituato alla propaganda liberale, liberista, libertaria, libertina e chi più ne ha più ne metta....
    A pugno kiuso!

  8. #8
    28 de Abrili - Juventudi Sarda
    Data Registrazione
    20 Dec 2004
    Località
    Casteddu - SRDN - «Custa pòpulos est s'ora de estirpare sos abusos! A terra sos malos usos, a terra su dispotismu! Gherra gherra a s'egoismu e gherra a sos opressores! Custos tirannos minores est pretzisu umiliare!»
    Messaggi
    2,686
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da chenap Visualizza Messaggio
    Hai detto bene guardia.
    Noi antimperialisti abbiamo sempre guardato con favore all'azione bolivariana prima e socialista poi di Hugo Chavez e ne è testimonianza la nostra discussione attivata nel principale riguardante l'esplodere di processi antimperialisti nel cortile di casa degli yankee.

    Cmq se le condizioni sono peggiorate così tanto come mai i venezuelani continuano ancora a votare Chavez con un distacco dal secondo sempre maggiore?
    Forse hanno capito che finalmente alla guida del Paese non ci sono più i lacchè dell'imperialismo, ma qualcuno che ha messo un moto un processo tendente ad utilizzare i ricavi del petrolio per realizzare obiettivi sociali e non per tenersi buone gli interessi delle corporations straniere.
    Forse hanno capito che al potere qualcuno che nell'agenda di governo ha inserito come priorità assolute le condizioni di miseria e di ignoranza del popolo.

    Vabbè, non continuo perché capisco che inutile parlare con uno speculatore abituato alla propaganda liberale, liberista, libertaria, libertina e chi più ne ha più ne metta....
    Il fatto è che tutto è relativo: la situazione è peggiorata e si fa di mese in mese e, dal dicembre scorso, praticamente di giorno in giorno sempre più drammatica...per gli epigoni venezuelani dell'individuo sopra.
    E con il progressivo avanzamento del processo rivoluzionario la polarizzazione tra oligarchia finanziaria e classi subalterne si farà sempre più netta. I porcili di miami si riempiranno di suini mafiosi di diversa nazionalità ma della medesima bassezza etica e morale di quelli cubani.
    Ma il socialismo del XXI secolo continuerà la sua marcia inesorabile.
    Nel biennio 2005-2006 si è aperta una nuova fase storica per il movimento rivoluzionario internazionale, è una cosa che solo ora (almeno per quel che mi riguarda) si comincia a cogliere pienamente: dalla proclamazione netta, pubblica e ufficiale della via socialista da imprimere alla Rivoluzione Bolivariana del Venezuela del gennaio 2005, al suo rafforzamento del tutto complementare alla nuova linfa che la Rivoluzione Cubana va trovando dopo un decennio di quasi totale isolamento internazionale, alla vittoria di Morales di fine novembre 2005 e l'immediato ingresso della Bolivia nell'ALBA, la fondamentale vittoria del febbraio 2006 della Rivoluzione Popolare Nepalese con la discesa di Prachanda e dei guerriglieri maoisti dalla montagna e la "sospensione momentanea" (che in qualunque momento potrebbe essere tramutata in "definitivo abbattimento") della monarchia e la prospettiva dell'assemblea costituente e quindi del governo popolare, la prova di tranquilla continuità rivoluzionaria data dal Governo Cubano, dal Partito Comunista e da tutto il Popolo in seguito all'infermità del Comandante en jefe, le preziosissime vittorie degli ultimi mesi di Ortega in Nicaragua e di Correa in Ecuador (entrambi hanno annunciato l'ingresso dei rispettivi paesi nell'ALBA), la definitiva consacrazione della Rivoluzione Socialista Bolivariana del Venezuela con la trionfale vittoria di inizio dicembre e l'incredibile accellerazione data nell'ultimo mese da Chavez, con proclamazione del Partito unico della Rivoluzione e nazionalizzazione delle industrie strategiche fondamentali ancora in mano al capitale finanziario.
    I prossimi anni saranno decisivi per lo sviluppo delle esperienze antimperialiste boliviana, nicaraguense ed ecuadoregna, per la definitiva affermazione della rivoluzione di nuova democrazia prima e socialista poi dei maoisti nepalesi e di tutti quei movimenti di resistenza popolare, armati (FARC e ELN in Colombia, Sendero Luminoso e MRTA in Perù -ormai gli unici stati sudamericani sfacciatamente filo-yanqui-, per non parlare dei partiti guerriglieri maoisti che stanno spuntando in numerosi stati del Sud-est asiatico su modello di quello nepalese, primo fra tutti quello indiano) e non.
    Che i popoli euro-mediterranei possano, in un futuro non troppo remoto, non essere da meno!
    SOTZIALISMU! INDIPENDENTZIA!

  9. #9
    Silente
    Data Registrazione
    28 Jul 2005
    Località
    Oesterreichisch Schuler
    Messaggi
    3,072
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da guardia arrubia Visualizza Messaggio
    Che i popoli euro-mediterranei possano, in un futuro non troppo remoto, non essere da meno!
    Questo te lo puoi scordare!!!

    in ogni caso troveresti Resistenza accanita, stanne certo.

    Non siamo come quei quattro suini inconcludenti dell'opposizione venezuelana.

  10. #10
    28 de Abrili - Juventudi Sarda
    Data Registrazione
    20 Dec 2004
    Località
    Casteddu - SRDN - «Custa pòpulos est s'ora de estirpare sos abusos! A terra sos malos usos, a terra su dispotismu! Gherra gherra a s'egoismu e gherra a sos opressores! Custos tirannos minores est pretzisu umiliare!»
    Messaggi
    2,686
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hayekfilos Visualizza Messaggio
    Non siamo come quei quattro suini inconcludenti dell'opposizione venezuelana.
    No, peggio...siete suini mafiosi, massoni e cocainomani come tutta la classe politica italiota.
    SOTZIALISMU! INDIPENDENTZIA!

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Un successo del socialismo in Venezuela
    Di Nazionalistaeuropeo nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-07-13, 18:41
  2. Avanza il socialismo del 2000
    Di Nazionalistaeuropeo nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 04-05-12, 01:03
  3. Venezuela, la destra avanza nelle grandi città
    Di Lisergic nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-12-08, 12:05
  4. Venezuela verso il Socialismo, oligarchie all'attacco
    Di Klearchos nel forum Destra Radicale
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 08-11-07, 19:05
  5. Il socialismo venzuelano avanza!
    Di Botwin nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-01-05, 17:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225