User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 30
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Chavez preannuncia nazionalizzazioni nel settore bancario ed energetico

    Fenomenale Chavez
    Il presidente venezuelano contro le speculazioni private. Preannunciate nazionalizzazioni nel settore bancario ed energetico.

    Il presidente venezuelano Hugo Chavez, nel discorso pronunciato in occasione del giuramento dei ministri, ha annunciato che intende procedere a un vasto programma di nazionalizzazioni, arrivando ad affermare che "tutto quello che è privatizzato sarà nazionalizzato".

    Chavez ha citato in particolare i settori dell'energia elettrica e della telefonia, preconizzando inoltre che la Banca centrale venezuelana dovrà perdere la sua autonomia. Il capo dello Stato ha precisato che presenterà un testo di legge in base al quale il Parlamento gli affiderà poteri speciali, tali tra l'altro di consentirgli di assumere il controllo dei settori strategici dell'economia, considerati di importanza vitale per la sicurezza e la difesa del Paese. Più in generale, egli vuole riformare "in profondità" la Costituzione, per andare verso una "Repubblica socialista del Venezuela", in sostituzione dell'attuale "Repubblica bolivariana del Venezuela".

    Tra le imprese che Chavez intende nazionalizzare figurano la Electricidad de Caracas (Edc) e la Compania anonima nacional telefonos de Venezuela (Cantv). Passeranno inoltre sotto la mano pubblica tutte le attività di raffinazione del greggio che si svolgono negli impianti della cosiddetta Cintura petrolifera dell'Orinoco, ora controllate da compagnie straniere.

    "Andiamo verso il socialismo, e niente e nessuno potrà impedirlo. Continueremo la nostra rivoluzione bolivariana", ha detto Chavez nel discorso, probabilmente il passo più deciso e importante nella direzione della rivoluzione socialista e della ristrutturazione economica da lui propugnate. "Bisogna recuperare la proprietà dei mezzi di produzione strategici. Tutto quello che era stato privatizzato deve essere nazionalizzato", ha sottolineato, tra gli applausi delle circa 2.000 persone - perlopiù funzionari, dipendenti pubblici e simpatizzanti - riunite nel Teatro Carreno, nel centro di Caracas.

    Per raggiungere tale obiettivo, Chavez conta di far adottare dal Parlamento - interamente sotto il suo controllo dopo il boicottaggio delle elezioni legislative del 2005 da parte dell' opposizione - una legge-quadro che gli conceda poteri speciali per le nazionalizzazioni, anzitutto dell'elettricità e della telefonia. Egli ha definito tale "Ley habilitante" la "madre di tutte le legislazioni rivoluzionarie". "Stiamo procedendo alle ultime revisioni, in modo tale da poterla inviare nei prossimi giorni all'Assemblea nazionale per richiedere poteri speciali", ha aggiunto. "Un anno è un termine ragionevole", ha detto Chavez riguardo all'iter di tale legge-quadro, da cui deriveranno altri testi che rafforzeranno la presenza dello Stato in settori economici, sociali, della sicurezza e difesa.

    L'elettricità è fornita dalla compagnia nazionale Cadafe in tutto il Paese tranne che a Caracas, dove opera la ditta privata Edc. Quanto alla telefonia e alle telecomunicazioni, il colosso del settore, la compagnia nazionale Cantv, privatizzata nel 1991, è controllata dall'americana Verizon Communications, che voleva cedere la sua partecipazione al gruppo Telmex, del magnate messicano Carlos Slim. Secondo Chavez, poi, la Banca centrale "non deve essere autonoma, questa è una tesi neoliberale". "Come la Pdvsa (la compagnia petrolifera pubblica) dipendeva da laggiù (Washington, ndr), anche la Banca centrale dipendeva da laggiù", ha dichiarato Chavez, che vuole ricorrere alle riserve dell'istituto d'emissione (37 miliardi di dollari a fine 2006) per sviluppare l'agricoltura, le infrastrutture e l' edilizia abitativa.

    Chavez - al potere dal 1999 e che giurerà mercoledi per il suo terzo mandato presidenziale, con scadenza nel 2013 - ha annunciato inoltre di voler utilizzare la legge-quadro per porre fine al controllo delle raffinerie della Cintura petrolifera dell'Orinoco da parte delle compagnie straniere, tra cui l'americana Exxon e la francese Total. Nel 2001, Chavez aveva già ottenuto poteri speciali per promuovere la legge petrolifera (applicata con ritardo) e la riforma agraria, ciò che aveva provocato una levata di scudi nel settore privato e fortemente polarizzato il Venezuela. "Se nel 2001 (la legge) aveva avuto un forte impatto sociale ed economico sul Paese, stavolta sarà ancora più importante", ha assicurato il capo dello Stato.

    WASHINGTON CRITICA LE NAZIONALIZZAZIONI DI CHAVEZ
    Gli Stati Uniti hanno criticato il presidente del Venezuela per il suo piano di nazionalizzazione delle industrie nei settori della elettricità e delle telecomunicazioni. La Casa Bianca ha sottolineato che le compagnie americane che saranno danneggiate dalla mossa dovranno essere rimborsate. "Abbiamo visto la dichiarazione di Chavez - ha affermato oggi Gordon Johndroe, portavoce per il consiglio di sicurezza nazionale - Abbiamo già visto il risultato di nazionalizzazioni altrove e, in linea generale, questo tipo di azioni non producono i benefici economici attesi". Il portavoce ha sottolineato che "se qualsiasi compagnia americana sarà colpita da questa decisione avrà diritto ad essere risarcita in modo rapido ed equo".

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    legio_taurinensis
    Ospite

    Predefinito

    Onore all'ultimo nazionalrivoluzionario Presidente Chavez !!!

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Chavez vuole semplicemente costruire una Repubblica Socialista. E nessuno Stato socialista ha mai funzionato. Si preannuncia corruzione, violenza e impoverimento. E' bene che un popolo si riappopri delle proprie risorse e delle proprie ricchezze naturali, sottraendosi alle speculazioni internazionali. Soprattutto se è un paese in via di sviluppo. Ma un popolo non è la propria classe politica o il proprio Stato.

  4. #4
    legio_taurinensis
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio
    Chavez vuole semplicemente costruire una Repubblica Socialista. E nessuno Stato socialista ha mai funzionato. Si preannuncia corruzione, violenza e impoverimento. E' bene che un popolo si riappopri delle proprie risorse e delle proprie ricchezze naturali, sottraendosi alle speculazioni internazionali. Soprattutto se è un paese in via di sviluppo. Ma un popolo non è la propria classe politica o il proprio Stato.
    Chavez è un nazional-rivoluzionario che vuole costruire uno Stato sociale, una moderna Repubblica socialista sul modello non sovietico-cinese, ma molto simile, se vogliamo, anche al programma mussoliniano della RSI.
    Quello che conta è che si oppone al sionismo e all'amerikanismo in ogni sua forma, soprattutto quando essa vuole rapinare il popolo venezuelano e accusare il governo di essere criminale.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Emiliano Visualizza Messaggio
    Chavez è un nazional-rivoluzionario che vuole costruire uno Stato sociale, una moderna Repubblica socialista sul modello non sovietico-cinese, ma molto simile, se vogliamo, anche al programma mussoliniano della RSI.
    Quello che conta è che si oppone al sionismo e all'amerikanismo in ogni sua forma, soprattutto quando essa vuole rapinare il popolo venezuelano e accusare il governo di essere criminale.
    Ah beh, se si tratta di RSI... Una garanzia!

    Purtroppo, ideologia ed economia non collimano. Mai.
    Il problema dei paesi poveri e dotati di materie prime è che non hanno capitali e tecnologie per sfruttarle.
    Puoi nazionalizzare il pane. Ma se non hai i denti, la vedo dura.

    Anche se questi poi piovessero dal cielo, se governi le tue risorse in un'ottica esclusivamente politica - cioè necessariamente clientelare - incameri solo dei passivi di bilancio. E a quel punto le alternative sono due: o le lacrime e il sangue del tuo popolo (e che potrebbero diventare anche le tue con gioia dei tuoi militari) o l'elemosina del mostro americano, uscito dalla porta e rientrato dalla finestra. E che magari, a garanzia della copertura del debito, ti chiede non solo il petrolio ma anche l'acqua.

    Un popolo, a mio avviso, deve sempre rimanere proprietario delle proprie risorse. Ma le può "concedere" a valori di mercato, salvaguardando i diritti dei lavoratori e reinvestendo il ricavato in politiche per lo sviluppo: credito all'impresa e formazione.

  6. #6
    Nebbia
    Ospite

    Predefinito

    Se la bolletta del telefono o della luce o le spese bancarie le pago ad un privato monopolista o ad una multinazionale o ad uno stato centralista e monopolista non cambia nulla. Credevo che il riferimento politico di questo forum potesse essere un certo nazionalsocialismo riveduto e corretto e rammento a tutti che Hitler non era nemico della proprietà privata ne tantomeno del libero mercato.
    La Germania del 39 non avrebbe mai nazionalizzato le industrie di Krupp, vedo che il nazicomunismo sta diventando di moda ultimamente.

  7. #7
    Idealismo da bere
    Data Registrazione
    18 Apr 2009
    Località
    Quaternario
    Messaggi
    9,549
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Cool

    e quindi secondo voi è giusto che un popolo sia schiavo delle multinazionali USraeliane e degli imprenditorucoli arraffoni??


    W CHAVEZ!

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2006
    Località
    "...dalla perplessità e dallo scoramento si esce soltanto con l'azione. Quale poi debba essere quest'azione ce lo indicano, giorno per giorno, le necessità del momento e le esigenze dell'ora.
    Messaggi
    807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Nebbia Visualizza Messaggio
    Se la bolletta del telefono o della luce o le spese bancarie le pago ad un privato monopolista o ad una multinazionale o ad uno stato centralista e monopolista non cambia nulla. Credevo che il riferimento politico di questo forum potesse essere un certo nazionalsocialismo riveduto e corretto e rammento a tutti che Hitler non era nemico della proprietà privata ne tantomeno del libero mercato.
    La Germania del 39 non avrebbe mai nazionalizzato le industrie di Krupp, vedo che il nazicomunismo sta diventando di moda ultimamente.
    Le multinazionali sono ebree. Solo questo dovrebbe farci capiere l' importanza di nazionalizzare il capitale; quando poi questo comprende le materie prime di un paese cio' e' essenziale.
    Quello che vuole fare Chavez e' un capitalismo di stato, che puo' ricordare molto quello URSS, ma sostenere che cio' finira' in quella maniera e' forse prematuro dirlo.
    L' intero mercato con le sue multinazionali e' roba ebraica, il loro spirito internazionale, e' privo di una regolamentazione statale, anzi lo stato nazionale e' visto come un impedimento da cancellare; ne sappiamo qualcosa noi europei tutto vive e si sviluppa non al servizio del cittadino, ma al servizio degli azionisti.
    Il semplice fatto che vuole togliere dalla lurida mano delle multinazionali le materie prime dovrebbe riempirci di gioia.
    Forza Chavez!

  9. #9
    RUS
    RUS è offline
    Sopra il Nord
    Data Registrazione
    04 Dec 2005
    Località
    Europa autogenocida.
    Messaggi
    8,988
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio
    Chavez vuole semplicemente costruire una Repubblica Socialista. E nessuno Stato socialista ha mai funzionato. Si preannuncia corruzione, violenza e impoverimento. E' bene che un popolo si riappopri delle proprie risorse e delle proprie ricchezze naturali, sottraendosi alle speculazioni internazionali. Soprattutto se è un paese in via di sviluppo. Ma un popolo non è la propria classe politica o il proprio Stato.
    c'è una bella differenza tra socialismo ebreo e nazional-socialismo, poi tu cosa proponi il capitalismo massonico ?

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Aug 2006
    Località
    Reggio Emilia: Triangolo Rosso. Ma con sangue partenopeo dunque ellenico, dunque aryo
    Messaggi
    1,786
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da greenlucifer Visualizza Messaggio
    Le multinazionali sono ebree. Solo questo dovrebbe farci capiere l' importanza di nazionalizzare il capitale; quando poi questo comprende le materie prime di un paese cio' e' essenziale.
    Quello che vuole fare Chavez e' un capitalismo di stato, che puo' ricordare molto quello URSS, ma sostenere che cio' finira' in quella maniera e' forse prematuro dirlo.
    L' intero mercato con le sue multinazionali e' roba ebraica, il loro spirito internazionale, e' privo di una regolamentazione statale, anzi lo stato nazionale e' visto come un impedimento da cancellare; ne sappiamo qualcosa noi europei tutto vive e si sviluppa non al servizio del cittadino, ma al servizio degli azionisti.
    Il semplice fatto che vuole togliere dalla lurida mano delle multinazionali le materie prime dovrebbe riempirci di gioia.
    Forza Chavez!
    .

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. USA: Settore Energetico in espansione
    Di Amati75 nel forum Economia e Finanza
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14-08-12, 01:29
  2. il capitalismo e le nazionalizzazioni!
    Di pietroancona nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 08-09-08, 12:39
  3. Sudamerica: nazionalizzazioni!
    Di Sabotaggio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 03-05-08, 15:28
  4. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 11-01-07, 19:32
  5. Le nazionalizzazioni di Evo Morales
    Di Segafredo nel forum Politica Estera
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 29-10-06, 15:58

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226