Nedved sicuro: i bianconeri possono contare sempre su di me. Il ds viola Corvino precisa: Bojinov a Torino fino a giugno


Pavel Nedved alla Juve a vita. Il centrocampista ceco ha una sola certezza: rimanere in bianconero. "La Juventus potrà sempre contare su di me - ha detto - E' una squadra gloriosa e i dirigenti stanno facendo il possibile per tornare in alto in fretta. Quando ho deciso di restare anche in serie B ho lanciato un chiaro segnale: mi sento in debito con questa società. Ho 35 anni e voglio chiudere qui la mia carriera. Spero di arrivare fino al 2008 in ottime condizioni, aiutando la Juve a tornare in alto e cercando di fare crescere dei bravi giovani". Tra questi il più irrequieto sembra essere Valeri Bojinov. "Ha una testa 'particolare' ma è un grande talento e ovunque farebbe carriera".

Proprio sul bulgaro è intervenuto il ds della Fiorentina Pantaleo Corvino: "Nella vita come nel calcio bisogna continuare a lottare per conquistarsi qualcosa. Lo è stato fino ad ora per Bojinov e lo sarà ancora per lui sino a giugno nella Juventus".

Del Piero: "Squadra competitiva volontà di tutti"

E' tornato a lavorare a Vinovo, Alessandro Del Piero, dopo il giorno di riposo per la cerimonia al Quirinale. Ed è tornato soprattutto a parlare, per spiegare le parole di sabato dopo il Trofeo Berlusconi. E lo fa ai microfoni di Juventus Channel: "Sono stupito per l'enfasi che è stata data alle mie parole, avere una squadra competitiva per il prossimo anno è l'intento di tutti. Ho parlato anche con il ds Secco, qui non ci sono gruppi o fazioni, tutti, la società per prima, vogliono una squadra forte il prossimo anno". Ultima battuta per il compagno Bojinov: "E' bello che lui scalpiti. Si sta allenando e vuole giocare, c'è da capirlo. Prendiamo questa sua voglia in maniera positiva. Io di pazienza ne ho avuta tanta...".