Belen scagiona Borriello

La Rodriguez, fidanzata argentina del milanista, rivela: "Prendevo una pomata per un'infezione, abbiamo fatto l'amore e Marco è poi risultato positivo"
Belen Rodriguez al Motorshow 2006.

MILANO, 11 gennaio 2007 - È stato solo amore, canterebbe il noto romano (e romanista) Antonello Venditti. Secondo Belen Rodriguez, la fidanzata argentina di Marco Borriello, l’attaccante milanista si è trovato nei guai all’antidoping per colpa di un rapporto sessuale non protetto: lei aveva un’infezione vaginale e usava una pomata a base di cortisone, che sarebbe colpevole dei risultati del controllo effettuato dopo Milan-Roma, nel novembre scorso.
In attesa del responso delle controanalisi, che dovrebbe arrivare martedì, Borriello può consolarsi con le coccole della fidanzata. Che a Sportweek, nel numero del settimanale in edicola sabato con La Gazzetta dello Sport, ha raccontato la loro storia con molti particolari. "Marco è bello, ordinato e geloso. Ora è fissato con i quadri, ne compra in continuazione". A lei, invece, per Capodanno ha regalato uno spazzolino rosa e il dentifricio alla fragola che la ragazza usava quand’era piccola: "Un regalo tenerissimo". Il regalo più utile adesso Borriello vorrebbe riceverlo dalla Federcalcio. Spera che i giudici gli credano e che ammettano che quel cortisone non è stato presto per doparsi, ma è finito nel suo organismo per caso e senza cattive intenzioni. In un modo o nell’altro.
La Rodriguez aveva anticipato molti dettagli dell'episodio al settimanale Star Tv. Belen ha spiegato che "il contatto fisico è stato fatale. Anzi letale. Marco s’è preso la mia stessa infezione e senza pensarci due volte gli ho consigliato di usare la crema al cortisone che il mio medico mi aveva prescritto. In seguito il test antidoping che lui ha fatto, evidenziava proprio presenza di cortisone. L’ho detto anche alla società rossonera che mi ha convocato per sentire la mia versione. Marco non è un dopato. Quando siamo in casa non beve né il the, né la CocaCola. Ha paura che possano avere effetti eccitanti collaterali".
www.gazzetta.it


Dunque , il buon Borriello è atleta attentissimo. Si becca uno scolino e ...stranamente non lo dice ai medici del Milan ...ma si fa curare dalla fidanzata.


Posso dire che non ci credo ?