User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    20 May 2005
    Località
    "Il sole sorge sempre allo Zenit e tramonta sempre al Nadir." Chandogya Upanishad
    Messaggi
    3,643
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Bush è un pericolo per l'umanità

    Bush è un pericolo per l'umanità

    C'era una volta un mondo violento e primitivo, almeno cosi viene oggi descritto nei libri di storia, nel quale l'unica legge esistente era quella del più forte.
    Chi, con la forza delle armi, occupava un territorio poteva disporne come voleva. Poteva imporre la sua religione, vessare il popolo indigeno con tasse e gabelle a suo piacimento, torturare ed uccidere chi osava ribellarsi.
    Anche in quei tempi antichi, però, venivano universalmente accettate da tutti regole non scritte, e tanto meno sancite da conferenze internazionali, che dividevano la civiltà dalla più assoluta barbarie.
    Una guerra, per esempio, veniva sempre dichiarata prima di iniziare le ostilità militari che appunto dovevano coinvolgere solo gli eserciti e non le popolazioni civili. Gli ambasciatori venivano rispettati sempre e comunque ed erano sacri ed intoccabili quando andavano a parlamentare nel campo nemico.
    Nel corso dei secoli queste regole sono state codificate ed è stato anche vietato l'uso di armi particolarmente devastanti (allora erano i gas), condannato l'uso della tortura e stabiliti diritti per i militari nemici catturati.
    Osservando però il comportamento Usa negli ultimi decenni con la mente liberata dalla propaganda yankee, scopriamo che le lancette dell'orologio della storia sono tornate indietro di molti secoli, raggiungendo forse una barbarie mai conosciuta dall'umanità.
    Gli americani già dal secondo conflitto mondiale attuano deliberati bombardamenti delle popolazioni civili con il solo scopo di terrorizzarle. Nel 1945 sganciarono due ordigni nucleari sul Giappone e fino ad oggi hanno continuato ad utilizzare armi di distruzione di massa solo formal¬mente definibili "convenzionali".
    Le guerre già da qualche tempo gli americani non le dichiarano più, combattendole dietro nomi di fantasia come "missione umanitaria" o "operazione di polizia internazionale". Dal 1945 sono usi far processare i nemici da tribunali fantoccio che pronunciano sentenze di morte a comando, da Norimberga all'assassinio di Saddam Hussein la storia è la stessa.
    Hanno organizzato prigioni più o meno segrete dove tengono sequestrati i loro nemici senza alcun processo e dove viene esercitata la tortura secondo protocolli stabiliti addirittura dal Pentagono. Le loro "agenzie di intelligence" (la Cia è solo la più famosa ma non certo l'unica) operano in tutto il mondo con assassinii mirati di oppositori, sequestri ed altre attività illegali. I territori da loro conquistati sono soggetti allo spoglio totale delle risorse: il metodo "moderno" è quello della privatizzazione a favore di società multinazionali a stelle e strisce, ma la sostanza non cambia.
    Finora l'ultimo e forse unico caposaldo di civiltà rimaneva il rispetto delle sedi consolari straniere. In verità durante la guerra contro la Serbia bombardarono deliberatamente l'ambasciata della Cina, ma poi "si scusarono " definendolo un errore di mira.
    Ieri l'altro anche quell'ultimo brandello di civiltà è stato stracciato.
    Le forze di invasione americane in Iraq hanno violato la sede del consolato iraniano di Irbil, capoluogo della provincia autonoma del Kurdistan iracheno.
    Ahmed al Zawiti, corrispondente dell'emittente araba Al Jazeera, in collegamento telefonico, ha raccontato che forze speciali americane appoggiate da elicotteri, poco dopo mezzanotte, hanno fatto irruzione nei locali diplomatici e testimoni oculari hanno confermato che i soldati Usa hanno portato via cinque impiegati del consolato e sequestrato documenti.
    Questo è un fatto senza precedenti e di una gravità assoluta che mostra ancora una volta l'arroganza di chi vuole diventare il padrone del pianeta e che forse sta cercando in ogni modo una reazione iraniana che possa giustificare davanti ad un'opinione pubblica addomesticata da media servili una nuova guerra contro Teheran.
    Finora nessuno aveva osato violare l'extraterritorialità di un'ambasciata. Non lo fece mai nemmeno Pinochet o i vari dittatori da operetta che in tutto il mondo hanno compiuto genocidi, spesso sotto gli occhi benevoli di Washington.
    Gli atlantici sembrano ora voler scatenare altre guerre, senza per altro aver ancora vinto veramente quella in Iraq. Proprio l'altra notte Bush ha di fatto ammesso davanti ai suoi avversari interni "democratici" la necessità di inviare in Iraq altri soldati. Ventimila subito, secondo il capo della Casa Bianca, quasi centomila nei prossimi quattro anni, secondo il nuovo capo del Pentagono, Gates.
    Questo è un nuovo Vietnam.
    Speriamo abbia lo stesso epilogo e segni l'inizio di una nuova era di civiltà, nella quale non può esserci posto per regimi come quello americano.

    Paolo Emiliani
    Ibrahim

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    RUS
    RUS è offline
    Sopra il Nord
    Data Registrazione
    04 Dec 2005
    Località
    Europa autogenocida.
    Messaggi
    8,988
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ma che bush....sono altri il pericolo.

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    20 May 2005
    Località
    "Il sole sorge sempre allo Zenit e tramonta sempre al Nadir." Chandogya Upanishad
    Messaggi
    3,643
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    non sei d'accordo con l'articolo postato?
    Ibrahim

  4. #4
    RUS
    RUS è offline
    Sopra il Nord
    Data Registrazione
    04 Dec 2005
    Località
    Europa autogenocida.
    Messaggi
    8,988
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ibrahim Visualizza Messaggio
    non sei d'accordo con l'articolo postato?
    con il titolo....

  5. #5
    kalashnikov47
    Ospite

    Predefinito

    Direi che Bush preso da solo sia una nullità. Per comodità lo mettiamo in testa ai wanted più pericolosi. Però sopra di lui ci metterei Cheney e Wolfowitz.

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    20 May 2005
    Località
    "Il sole sorge sempre allo Zenit e tramonta sempre al Nadir." Chandogya Upanishad
    Messaggi
    3,643
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La pericolosità di Bush e paragonabile alla sua nullità. Quindi...fate vobis.
    Ibrahim

 

 

Discussioni Simili

  1. Jeb Bush: Obama è un pericolo per gli Stati Uniti
    Di FalcoConservatore nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-08-09, 14:01
  2. Pericolo ecomostro per le Eolie, patrimonio mondiale dell'umanità
    Di pablyto_87 nel forum Energia, Ecologia e Ambiente
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-06-07, 18:49
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-06-04, 09:00
  4. Il pericolo per il mondo non è Saddam, ma Bush
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-02-03, 15:46

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226