User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    kalashnikov47
    Ospite

    Predefinito Prodi regala un'altra base agli USA: Palermo.

    E a Palermo arriva un'altra base Usa. Navale
    In Italia sette navi da guerra con 6 mila marines a bordo. A tempo indeterminato. Obiettivi: Iran e Somalia
    Manlio Dinucci
    Proprio mentre il governo Prodi annunciava il nullaosta al raddoppio della base Usa di Vicenza ed esplodeva la protesta contro tale decisione, è arrivata in Italia, tacitamente, un'altra «base» statunitense: il Bataan expeditionary strike group (Esg), un gruppo navale di spedizione d'attacco la cui capacità offensiva è maggiore di quella della Squadra di combattimento di stanza a Vicenza.
    Esso è composto di sette navi da guerra, con a bordo 6 mila marinai e marines, guidato dalla Uss Bataan (Lhd 5), una nave da assalto anfibio della classe Wasp che, arrivata da Norfolk (Virginia), ha fatto scalo a Palermo. Dal suo ponte di volo, lungo 250 metri e largo 30, possono partire circa 30 elicotteri da assalto e caccia Harrier a decollo verticale. I suoi enormi mezzi da sbarco a cuscino d'aria sono in grado di trasportare a una velocità di oltre 30 nodi, fin sopra la riva, carichi di 60 tonnellate. Possono così rapidamente sbarcare 2 mila marines, dotati di artiglieria di grosso calibro, carri armati e veicoli militari. L'ammiraglia è affiancata da altre due navi da assalto anfibio, la Shreveport e la Oak Hill; da tre unità lanciamissili - l'incrociatore Vella Gulf, il cacciatorpediniere Nitze e la fregata Underwood - e dal sottomarino da attacco rapido Scranton della classe Los Angeles, armato di missili Tomahawk, che serve anche da piattaforma per incursioni di forze speciali in territorio nemico.
    Questo possente gruppo navale da attacco - specificano i comunicati ufficiali - opererà nel Mediterraneo non nel quadro della Nato ma «quale forza da sbarco della Sesta flotta sotto il Comando europeo degli Stati uniti»: dipenderà quindi dal quartier generale delle forze navali Usa in Europa, situato a Napoli. Allo stesso tempo, attraverso «esercitazioni bilaterali», contribuirà a «rafforzare la partnership con le forze armate» di Italia e altri paesi mediterranei ed effettuerà una serie di visite ai porti. Ma, poiché il Bataan Esg è una «potente forza militare mobile in grado di essere inviata in qualsiasi teatro di operazioni», durante lo spiegamento sarà suo compito «rispondere a qualsiasi esigenza della nazione». Il gruppo navale da attacco, quindi, «opererà sia nell'area della Sesta flotta che in quella del Comando centrale», ossia nel Golfo dove l'Iran «sta tentando di diventare una potenza nucleare» e «continua a fornire appoggio ai ribelli che combattono in Iraq». Non è neppure escluso che il gruppo navale sia inviato a sostenere la task force congiunta del Corno d'Africa che, ultimata la fase di addestramento, opererà con circa 2 mila uomini dalla base di Gibuti in questa «regione di vitale importanza per la guerra globale al terrorismo».
    Qualunque sarà l'impiego del Bataan Esg, una cosa è certa: il gruppo navale da attacco è stato inviato nel Mediterraneo per essere pronto in qualsiasi momento a essere impiegato nel Golfo o nel Corno d'Africa. Secondo quanto annunciato, esso vi rimarrà per sei mesi, ma è chiaro che tale periodo potrà essere esteso, o il gruppo navale sostituito da uno analogo, nella «rotazione delle forze a spiegamento avanzato». L'Italia verrà quindi sempre più usata quale trampolino della «proiezione di potenza» statunitense verso sud e verso est. Non è un caso che il gruppo navale da attacco giunga in Italia nel momento in cui si decide l'ampliamento della base di Vicenza, così che la Squadra di combattimento 173a brigata aviotrasportata possa più efficacemente operare in Iraq e Afghanistan e partecipare ai preparativi di guerra contro l'Iran.
    Non è dato sapere chi nel governo e in parlamento era informato dell'arrivo in Italia di una forza navale di tali dimensioni e chi ha dato il nullaosta. E nemmeno quali esercitazioni condurrà con le forze armate italiane e quali porti visiterà.

    http://materialiresistenti.blog.dada.net/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Panzermeyer
    Data Registrazione
    12 Jan 2007
    Località
    Jerxheim
    Messaggi
    1,703
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    il mortadella e impazzito, in sicilia direbbero: "Prottettorato ammerricano siamoo"

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Apr 2006
    Località
    "...dalla perplessità e dallo scoramento si esce soltanto con l'azione. Quale poi debba essere quest'azione ce lo indicano, giorno per giorno, le necessità del momento e le esigenze dell'ora.
    Messaggi
    807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi sa che le basi U$A in Itaglia sono piu' dei mc donald's





    Le sigle

    Usaf: aviazione

    Navy: marina

    Army: esercito

    Nsa: National security agency [Agenzia di sicurezza nazionale]

    Setaf: Southern european task force [Task force sudeuropea]




    Elenco per Regioni


    Trentino Alto Adige


    1. Cima Gallina [Bz]. Stazione telecomunicazioni e radar dell'Usaf.

    2. Monte Paganella [Tn]. Stazione telecomunicazioni Usaf.


    Friuli Venezia Giulia


    3. Aviano [Pn]. La più grande base avanzata, deposito nucleare e centro di telecomunicazioni dell'Usaf in Italia [almeno tremila militari e civili americani ]. Nella base sono dislocate le forze operative pronte al combattimento dell'Usaf [un gruppo di cacciabombardieri ] utilizzate in passato nei bombardamenti in Bosnia. Inoltre la Sedicesima Forza Aerea ed il Trentunesimo Gruppo da caccia dell'aviazione Usa, nonché uno squadrone di F-18 dei Marines. Si presume che la base ospiti, in bunker sotterranei la cui costruzione è stata autorizzata dal Congresso, bombe nucleari. Nella base aerea di Aviano (Pordenone) sono permanentemente schierate, dal 1994, la 31st Fighter Wing, dotata di due squadriglie di F-16 [nella guerra contro la Jugoslavia nel 1999, effettuo' in 78 giorni 9.000 missioni di combattimento: un vero e proprio record] e la 16th Air Force. Quest'ultima è dotata di caccia F-16 e F-15, e ha il compito, sotto lo U. S. European Command, di pianificare e condurre operazioni di combattimento aereo non solo nell'Europa meridionale, ma anche in Medio Oriente e Nordafrica. Essa opera, con un personale di 11.500 militari e civili, da due basi principali: Aviano, dove si trova il suo quartier generale, e la base turca di Incirlik. Sara' appunto quest'ultima la principale base per l'offensiva aerea contro l'Iraq del nord, ma l'impiego degli aerei della 16th Air Force sara' pianificato e diretto dal quartier generale di Aviano.

    4. Roveredo [Pn]. Deposito armi Usa.

    5. Rivolto [Ud]. Base USAF.

    6. Maniago [Ud]. Poligono di tiro dell'Usaf.

    7. San Bernardo [Ud]. Deposito munizioni dell'Us Army.

    8. Trieste. Base navale Usa.


    Veneto


    9. Camp Ederle [Vi]. Quartier generale della Nato e comando della Setaf della Us Army, che controlla le forze americane in Italia, Turchia e Grecia. In questa base vi sono le forze da combattimento terrestri normalmente in Italia: un battaglione aviotrasportato, un battaglione di artiglieri con capacità nucleare, tre compagnie del genio. Importante stazione di telecomunicazioni. I militari e i civili americani che operano a Camp Ederle dovrebbero essere circa duemila.

    10. Vicenza: Comando Setaf. Quinta Forza aerea tattica [Usaf]. Probabile deposito di testate nucleari.

    11. Tormeno [San Giovanni a Monte, Vi]. Depositi di armi e munizioni.

    12. Longare [Vi]. Importante deposito d'armamenti.

    13. Oderzo [Tv]. Deposito di armi e munizioni

    14. Codognè [Tv]. Deposito di armi e munizioni

    15. Istrana [Tv]. Base Usaf.

    16. Ciano [Tv]. Centro telecomunicazioni e radar Usa.

    17. Verona. Air Operations Center [Usaf ]. e base Nato delle Forze di Terra del Sud Europa; Centro di telecomunicazioni [Usaf].

    18. Affi [Vr]. Centro telecomunicazioni Usa.

    19. Lunghezzano [Vr]. Centro radar Usa.

    20. Erbezzo [Vr]. Antenna radar Nsa.

    21. Conselve [Pd ]. Base radar Usa.

    22. Monte Venda [Pd]. Antenna telecomunicazioni e radar Usa.

    23. Venezia. Base navale Usa.

    24. Sant'Anna di Alfaedo [Pd]. Base radar Usa.

    25. Lame di Concordia [Ve]. Base di telecomunicazioni e radar Usa.

    26. San Gottardo, Boscomantivo [Ve]. Centro telecomunicazioni Usa.

    27. Ceggia [Ve]. Centro radar Usa.


    Lombardia


    28. Ghedi [Bs]. Base dell'Usaf, stazione di comunicazione e deposito di bombe nucleari.

    29. Montichiari [Bs]. Base aerea [Usaf ].

    30. Remondò [Pv]. Base Us Army.

    108. Sorico [Co]. Antenna Nsa.


    Piemonte


    31. Cameri [No]. Base aerea Usa con copertura Nato.

    32. Candelo-Masazza [Vc]. Addestramento Usaf e Us Army, copertura Nato.


    Liguria


    33. La Spezia. Centro antisommergibili di Saclant [vedi 35 ].

    34. Finale Ligure [Sv]. Stazione di telecomunicazioni della Us Army.

    35. San Bartolomeo [Sp]: Centro ricerche per la guerra sottomarina. Composta da tre strutture. Innanzitutto il Saclant, una filiale della Nato che non è indicata in nessuna mappa dell'Alleanza atlantica. Il Saclant svolgerebbe non meglio precisate ricerche marine: in un dossier preparato dalla federazione di Rifondazione Comunista si parla di "occupazione di aree dello specchio d'acqua per esigenze militari dello stato italiano e non [ricovero della VI flotta Usa]". Poi c'è Maricocesco, un ente che fornisce pezzi di ricambio alle navi. E infine Mariperman, la Commissione permanente per gli esperimenti sui materiali da guerra, composta da cinquecento persone e undici istituti [dall'artiglieria, munizioni e missili, alle armi subacquee].


    Emilia Romagna


    36. Monte San Damiano [Pc]. Base dell'Usaf con copertura Nato.

    37. Monte Cimone [Mo]. Stazione telecomunicazioni Usa con copertura Nato.

    38. Parma. Deposito dell'Usaf con copertura Nato.

    39. Bologna. Stazione di telecomunicazioni del Dipartimento di Stato.

    40. Rimini. Gruppo logistico Usa per l'attivazione di bombe nucleari.

    41. Rimini-Miramare. Centro telecomunicazioni Usa.


    Marche


    42. Potenza Picena [Mc]. Centro radar Usa con copertura Nato.


    Toscana


    43. Camp Darby [Pi]. Il Setaf ha il più grande deposito logistico del Mediterraneo [tra Pisa e Livorno], con circa 1.400 uomini, dove si trova il 31st Munitions Squadron. Qui, in 125 bunker sotterranei, e' stoccata una riserva strategica per l'esercito e l'aeronautica statunitensi, stimata in oltre un milione e mezzo di munizioni. Strettamente collegato tramite una rete di canali al vicino porto di Livorno, attraverso il Canale dei Navicelli, è base di rifornimento delle unità navali di stanza nel Mediterraneo. Ottavo Gruppo di supporto Usa e Base dell'US Army per l'appoggio alle forze statunitensi al Sud del Po, nel Mediterraneo, nel Golfo, nell'Africa del Nord e la Turchia.

    44. Coltano [Pi]. Importante base Usa-Nsa per le telecomunicazioni: da qui sono gestite tutte le informazioni raccolte dai centri di telecomunicazione siti nel Mediterraneo. Deposito munizioni Us Army; Base Nsa.

    45. Pisa [aeroporto militare]. Base saltuaria dell'Usaf.

    46. Talamone [Gr]. Base saltuaria dell'Us Navy.

    47. Poggio Ballone [Gr]. Tra Follonica, Castiglione della Pescaia e Tirli: Centro radar Usa con copertura Nato.

    48. Livorno. Base navale Usa.

    49. Monte Giogo [Ms]. Centro di telecomunicazioni Usa con copertura Nato.


    Sardegna


    50. La Maddalena - Santo Stefano [Ss]. Base atomica Usa, base di sommergibili, squadra navale di supporto alla portaerei americana "Simon Lake".

    51. Monte Limbara [tra Oschiri e Tempio, Ss]. Base missilistica Usa.

    52. Sinis di Cabras [Or]. Centro elaborazioni dati [Nsa].

    53. Isola di Tavolara [Ss]. Stazione radiotelegrafica di supporto ai sommergibili della Us Navy.

    54. Torre Grande di Oristano. Base radar Nsa.

    55. Monte Arci [Or]. Stazione di telecomunicazioni Usa con copertura Nato.

    56. Capo Frasca [Or]. Eliporto ed impianto radar Usa.

    57. Santulussurgiu [Or]. Stazione telecomunicazioni Usaf con copertura Nato.

    58. Perdasdefogu [Nu]. Base missilistica sperimentale.

    59. Capo Teulada [Ca]. Da Capo Teulada a Capo Frasca [Or ], all'incirca 100 chilometri di costa, 7.200 ettari di terreno e più di 70 mila ettari di zone "off limits": poligono di tiro per esercitazioni aeree ed aeronavali della Sesta flotta americana e della Nato.

    60. Cagliari. Base navale Usa.

    61. Decimomannu [Ca]. Aeroporto Usa con copertura Nato.

    62. Aeroporto di Elmas [Ca]. Base aerea Usaf.

    63. Salto di Quirra [Ca]. poligoni missilistici.

    64. Capo San Lorenzo [Ca]. Zona di addestramento per la Sesta flotta Usa.

    65. Monte Urpino [Ca]. Depositi munizioni Usa e Nato.


    Lazio


    66. Roma. Comando per il Mediterraneo centrale della Nato e il coordinamento logistico interforze Usa. Stazione Nato

    67. Roma Ciampino [aeroporto militare]. Base saltuaria Usaf.

    68. Rocca di Papa [Rm]. Stazione telecomunicazioni Usa con copertura Nato, in probabile collegamento con le installazioni sotterranee di Monte Cavo

    69. Monte Romano [Vt]. Poligono saltuario di tiro dell'Us Army.

    70. Gaeta [Lt]. Base permanente della Sesta flotta e della Squadra navale di scorta alla portaerei "La Salle".

    71. Casale delle Palme [Lt]. Scuola telecomunicazioni Nato sotto controllo Usa.


    Campania


    72. Napoli. Comando del Security Force dei Marines. Base di sommergibili Usa. Comando delle Forze Aeree Usa per il Mediterraneo. Porto normalmente impiegato dalle unità civili e militari Usa. Si calcola che da Napoli e Livorno transitino annualmente circa cinquemila contenitori di materiale militare.

    73. Aeroporto Napoli Capodichino. Base aerea Usaf.

    74. Monte Camaldoli [Na]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

    75. Ischia [Na]. Antenna di telecomunicazioni Usa con copertura Nato.

    76. Nisida [Na]. Base Us Army.

    77. Bagnoli [Na]. Sede del più grande centro di coordinamento dell'Us Navy di tutte le attività di telecomunicazioni, comando e controllo del Mediterraneo.

    78. Agnano [nelle vicinanze del famoso ippodromo]. Base dell'Us Army.

    80. Licola [Na]. Antenna di telecomunicazioni Usa.

    81. Lago Patria [Ce]. Stazione telecomunicazioni Usa.

    82. Giugliano [vicinanze del lago Patria, Na]. Comando Statcom.

    83. Grazzanise [Ce]. Base saltuaria Usaf.

    84. Mondragone [Ce]: Centro di Comando Usa e Nato sotterraneo antiatomico, dove verrebbero spostati i comandi Usa e Nato in caso di guerra

    85. Montevergine [Av]: Stazione di comunicazioni Usa.


    Basilicata


    79. Cirigliano [Mt]. Comando delle Forze Navali Usa in Europa.

    86. Pietraficcata [Mt]. Centro telecomunicazioni Usa e Nato.


    Puglia


    87. Gioia del Colle [Ba]. Base aerea Usa di supporto tecnico.

    88. Brindisi. Base navale Usa.

    89. Punta della Contessa [Br]. Poligono di tiro Usa e Nato.

    90. San Vito dei Normanni [Br]. Vi sarebbero di stanza un migliaio di militari americani del 499° Expeditionary Squadron;.Base dei Servizi Segreti. Electronics Security Group [Nsa ].

    91. Monte Iacotenente [Fg]. Base del complesso radar Nadge.

    92. Otranto. Stazione radar Usa.

    93. Taranto. Base navale Usa. Deposito Usa e Nato.

    94. Martinafranca [Ta]. Base radar Usa.


    Calabria


    95. Crotone. Stazione di telecomunicazioni e radar Usa e Nato.

    96. Monte Mancuso [Cz]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

    97. Sellia Marina [Cz]. Centro telecomunicazioni Usa con copertura Nato.


    Sicilia


    98. Sigonella [Ct]. Principale base terrestre dell'Us Navy nel Mediterraneo centrale, supporto logistico della Sesta flotta [circa 3.400 tra militari e civili americani ]. Oltre ad unità della Us Navy, ospita diversi squadroni tattici dell'Usaf: elicotteri del tipo HC-4, caccia Tomcat F14 e A6 Intruder, gruppi di F-16 e F-111 equipaggiati con bombe nucleari del tipo B-43, da più di 100 kilotoni l'una.

    99. Motta S. Anastasia [Ct]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

    100. Caltagirone [Ct]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

    101. Vizzini [Ct]. Diversi depositi Usa. Nota: un sottufficiale dell'aereonautica militare ci ha scritto, precisando che non vi sono installazioni USA in questa base militare italiana.

    102. Palermo Punta Raisi [aeroporto]. Base saltuaria dell'Usaf.

    103. Isola delle Femmine [Pa]. Deposito munizioni Usa e Nato.

    104. Comiso [Rg]. La base risulterebbe smantellata.

    105. Marina di Marza [Rg]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

    106. Augusta [Sr]. Base della Sesta flotta e deposito munizioni.

    107. Monte Lauro [Sr]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

    109. Centuripe [En]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

    110. Niscemi [Cl]. Base del NavComTelSta [comunicazione Us Navy ].

    111. Trapani. Base Usaf con copertura Nato.

    112. Isola di Pantelleria [Tp]: Centro telecomunicazioni Us Navy, base aerea e radar Nato.

    113. Isola di Lampedusa [Ag]: Base della Guardia costiera Usa. Centro d'ascolto e di comunicazioni Nsa.

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Jul 2006
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cavolo!Non avevo idea che ci fossere così tante installazioni americane in Italia .

    E Prodi sarebbe il "comunista" come lo chiama Berlusconi?

    Ovviamente non hanno chiesto di aprire nuova base da noi,che sarebbe pure più vicina alle loro aree di interesse,perchè già quella navale di Creta è fonte di continui attriti con la popolazione locale e ogni tanto ci sono cortei che chiedono la chiusura,quindi anche se il nostro governo attuale è abbastanza filoamericano per la scala di misura greca,ha paura di annuciare una cosa simile...Per cui si farà in Sicilia...

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Jul 2006
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Cmq,sono sempre più convinto che il problema dell' Italia è che la gente è troppo gentile.Cioè per fino nelle proteste,uno cerca di apparire signorile.Mentre quando un politico è venduto,gli devi mettere un po' paura.Se no,con il "Lei" e la pseudogentilezze da salotto,non combini niente.Lui se ne frega,quelli che protestano tornano a casa sfiniti dal saltellamento e i girotondi spericolati,e tutto va bene,senza cambiare niente.

    In Grecia,fanno cortei e senti roba tipo "Asasssini dei popoli Americani!".Oppure "Simiti,Giuda,fai chiudere ora Suda" (Simitis era il PM precedente e Suda è dove sta la base americana di Creta) o "fuori le basi della morte",non altro sangue per petrolio","NATO-CIA-prodosia (=tradimento),"Cipro-Politecnico non si archiviano","Putanas gioì Amerikanoì(=amerikanoi,figli di buona donna)".In altri casi,volano le uova.Vai poi tu ad aprire nuova base...Qui al massimo sentirai roba tipo "Chi non salta Berlusconi è".Roba che infiamma i cuori e fa preoccupare il governo che forse mette idee strane ad altri. Quelli se non gli fai capire che sei incazzato,non si muovono.In Italia c era pure il corteo contro la guerra enorme,però Berlusconi non ha battuto ciglio.Eh,certo,tutti belli sorridenti con le bandiere colorate,sembrava carnevale.Quello capisce solo ci vanno tutti fuori dal palazzo madama e gli fanno la facciata gialla dalle uova.

  6. #6
    kalashnikov47
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hyperion Visualizza Messaggio
    Cmq,sono sempre più convinto che il problema dell' Italia è che la gente è troppo gentile.Cioè per fino nelle proteste,uno cerca di apparire signorile.Mentre quando un politico è venduto,gli devi mettere un po' paura.Se no,con il "Lei" e la pseudogentilezze da salotto,non combini niente.Lui se ne frega,quelli che protestano tornano a casa sfiniti dal saltellamento e i girotondi spericolati,e tutto va bene,senza cambiare niente.

    In Grecia,fanno cortei e senti roba tipo "Asasssini dei popoli Americani!".Oppure "Simiti,Giuda,fai chiudere ora Suda" (Simitis era il PM precedente e Suda è dove sta la base americana di Creta) o "fuori le basi della morte",non altro sangue per petrolio","NATO-CIA-prodosia (=tradimento),"Cipro-Politecnico non si archiviano","Putanas gioì Amerikanoì(=amerikanoi,figli di buona donna)".In altri casi,volano le uova.Vai poi tu ad aprire nuova base...Qui al massimo sentirai roba tipo "Chi non salta Berlusconi è".Roba che infiamma i cuori e fa preoccupare il governo che forse mette idee strane ad altri. Quelli se non gli fai capire che sei incazzato,non si muovono.In Italia c era pure il corteo contro la guerra enorme,però Berlusconi non ha battuto ciglio.Eh,certo,tutti belli sorridenti con le bandiere colorate,sembrava carnevale.Quello capisce solo ci vanno tutti fuori dal palazzo madama e gli fanno la facciata gialla dalle uova.
    Siamo un popolo di idioti. I padani hanno l'aggravante di essere anche babbei.

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Jul 2006
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A,ho trovato una serie di motto usati da corteo antiguerra davanti all ambasciata americana.Metto solo quelli che non usano parolacce,perchè se no,mi bannano da POL per sempre. La maggior parte sono di ispirazione comunista (di quelli veri,non di quelli di grida al lupo Berlusconi che in Italia in realtà non esistono) ,ma in occasioni simili ,vanno bene per tutti,i cortei antiguerra sono sopra i partiti e quasi tutti i partiti (almeno come votanti) sono antiamericani.

    "eeee,oooo,pàrte to burdelo sas kai fìgete apo do" (=prendete il vostro bordello(l ambasciata) e andatevene da qua)

    "Fotià,furnèlo stu Mìller to burdèlo" (=fuoco,esplosivo sul bordello di Miller) (Miller era l' ambasciatore)

    "t astèria apo ti simèa svìste,zografìste svàstikes na xèrume piì ìste" (=cancellate le stelle dalla bandiera,dipingete le svastiche,così sappiamo chi siete)

    "Diòxte tus foniàdes apo to proxenìo,klìste to burdèlo ke kante to sholìo" (=Cacciate gli assassini fuori dal consolato,chiudete il bordello e fatelo scuola).

    "Ipokritì Simìti,ta òpla ìne stin Krìti" (=Ipocrita Simiti,le armi sono a Creta)

    "Sti Sùda ìne i vàsis ton vomvardistikòn,ìne ki i Ellines foniàdes ton laòn" (=A Suda ci sono le basi dei bombardieri,sono anche i Greci assassini di popoli).

    "Sto dròmo,sto dròmo,na spàsume ton tròmo" (=Sulla strada,sulla strada,per rompere il terrore)

    "O pòlemos den ìne ikòna stis idìsis,sto dròmo sto dròmo,genniùnde i sinidìsis" (=La guerra non è immagine ai telegiornali,sulla strada,sulla strada,nascono le coscienze)

    "Bush,hasàpi,èxo ap ti Vagdàti" (Bush,macellaio,fuori da Bagdad)

    "Sti Suda i tromokràtes,ta dòpia afentikà tus kanune tis plàtes" (=A Suda i terroristi,i capi locali,gli guardano le spalle).

    "Giorgàki,Giorgàki,amerikanàki,de sas thèli o laòs,to Giorgàki sas kai bros" (=Giorgino,Giorgino,americanino,non vi vuole il popolo,(prendete)il vostro Giorgino e via) (Giorgino è il soprannome del capo di opposizione Giorgio Papandreu che è molto filoamericano,forse causa la mamma americana e perchè è cresciuto lì).

    "Vòmves sti Vagdàti,vòmves sti Ramàla,Bush,Sharon,èrhete kremàla" (=Bombe a Bagdad,bombe a Ramallah,Bush,Sharon,arriva la forca)

    "Ta thìmata polèmu tha yìnun metohès,sto diàolo ta kèrdi ke i poliethnikès" (=le vittime di guerra,diventeranno azioni (di borsa),al diavolo i profitti e le multinazionali).

    "O Saddam mas dìni tzàmba ti venzìni,presvìa,tha s' anàpsume fotià pu de tha svìni" (=Saddam ci dà la benzia gratis,ambasciata,ti metteremmo fuoco che non si spegnerà).

    "I èxipnes i vòmves ki o ilìthios o Bush,empòdio tha vrùne sto dròmo tus laùs"(=Le bombe intelligenti e il Bush idiota,ostacolo troveranno per strada i popoli)

    "ìne epikìndinos ,ìne ke trelòs,òhi den ìne àravas,ine Amerikanòs" (= E pericoloso ed è anche pazzo,no,non è Arabo,è americano).

    "Otan vomvardìsume ta pànta epì gis,tòte epitelus tha niòsume asfalìs" (=Quando bombarderemo tutto sulla terra,allora finalmente ci sentiremo sicuri).

    "O Theòs evlògise tin Amerikì,kàpio làthos èkane ke prèpi na to di" (=Dio ha benedetto America,qualche errore ha fatto e lo deve rivedere).

    "Bush Bush vrikòlakas,Blair Blair o kòlakas" (= Bush Bush vampiro,Blair Blair il leccaculo).


    Vai poi ad aprire nuove basi quando questi motto vanno bene per tutti indipendentemente dal partito che votano...USA si è immischiata molto nella politica greca,ha benedetto l' invasione turca a Cipro,i colonelli in Grecia,dà appoggio sempre alla Turchia,per cui,niente amici dalle nostre parti,quindi temo che dovranno accontentarsi delle ultime 2 basi che gli sono rimaste in Grecia.Probabilmente per questo riempiono l' Italia con delle nuove,perchè è difficile aprire nuove in Grecia.

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Jul 2006
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da kalashnikov47 Visualizza Messaggio
    Siamo un popolo di idioti. I padani hanno l'aggravante di essere anche babbei.

    No,gli Italiani non sono idioti.Però sono troppo gentili,troppo forse fatti comodi dai soldi,poi più è grosso un paese più è facile nascondere cose dal popolo e far apparire una vetrina o uno specchio magico (in USA ancora di piu.Cioè i semplici cittadini Americani,non è che sono sanguinari guerrafondai.Però non le vengono a sapere molte cose e le sanno solo quando arriva al punto critico che poi imparano la "verità" servitagli al piatto dal loro papà-Presidente e dalla stampa che è divisa fra solo 2 partiti).In Grecia,niente si può nascondere.Abbiamo pure un detto a proposito.Gli scandali,la corruzione,tutto ,alla fine viene a galla.Sia perchè siamo pochi e tutti conoscono tutti sia perchè ci sono per fortuna ancora giornalisti,che fanno reportage,cioè vanno al luogo della notizia e scavano,non aspettano a riprodurre solo la notizia dalle agenzie di stampa estere.Io un mese da ho scaricato un filmato dalla tv greca dal Libano dopo i bombardamenti con tanto di visita del giornalista ai cunicoli di Hizbollah e intervista a guerriglieri e anche a ufficiali Israeliani.Intervista a futuro martire di Hizbollah e a sua madre e come guida Robert Fisk,il piu noto corrispondente di guerra britannico che ci vive a Libano,che come dice anche lui,esiste ormai un parassitismo fra potere esecutivo e giornalismo.Non si controlla piu il potere politico,ma si convive in una relazione di parassitismo.

    Un altro che ho scaricato,è con un altro giornalista che ha girato il Kurdistan iracheno,e poi ha seguito i guerriglieri curdi nei passaggi di montagna fino dentro la Turchia mostrando il campo dei guerriglieri curdi a 2200 metri di altezza ,ha intervistato donne guerrigliere e poi è sceso a Diyarbakir per mostrare storie di curdi e come vivono.

    Alla tv italiana quand è stata l ultima volta che avete sentito che esistono ancora guerriglieri curdi che combattono i Turchi?

    In Grecia è l' unica cosa che funziona.Ci sono giornalisti venduti,servi di partiti,ma esistono anche altri,che fanno vero reportage.L altro giorno una trasmissione aveva argomento la rivolta messicana di qualche anno fa.Ci sono almeno 4-5 trasmissioni ogni settimana che vanno camera in mano fuori dalla Grecia e 2 che usano camere nascoste e vanno in giro per la Grecia per intrappolare medici,preti,ristoratori,avvocati,fornai, etc corrotti.Se non gli sputtani,non si arriva da nessuna parte.In Grecia ormai è l' unica cosa che temono i vari "gran signori" con giacca e cravatta.Con il "buonismo",le apparenze ,la signorilità finta non si va da nessuna parte.Ci sono tanti che sembrano "persone per bene",ma è solo facciata.Sono marci dapertutto,anche quando fanno finta di non esserlo.In Grecia puoi ormai usare come minaccia il "chiamerò i canali televisivi e poi ne riparliamo".Perchè è così.La tv greca arriva anche all' esasperazione,esagerazione e sensazionalismo,ma è un prezzo da pagare.Cioè se li chiami per protestare che la Telecom ti ha mandato la bolletta di 1.000.000 di euro,ci sono alcune trasmissioni ogni mattina,che non fanno altro.Prendono la telecamera e vegono a casa tua per la bolletta,a casa della signora anziana disabile che tardano a darle la pensione ,le file agli ospedali per essere esaminati dal medico etc.

    Il marcio non lo troverai mai se non vai a scavare e se non minacci e protesti contro tutti gli apparentemente onorevoli signori con giacca e cravatta.Appunto anche i parlamentari,da noi si chiamano come tutti gli altri "Signori".Non esistono titoli di "cortesia" o "onore".Se uno è onorevole,gli mostri l' onore in altro modo.

    Anche in USA,la gente non è cattiva.Ho parlato con molti americani,però poveretti,che ne sanno della politica estera del loro paese,quando gli bombardano solo con Survivor,Hollywood e Britney Spears?

  9. #9
    kalashnikov47
    Ospite

    Predefinito

    In Italia le Tv commerciali e pubbliche organizzano reality, giochi per dementi, e altre stronzate. Le trasmissioni di approfondimento e di denuncia sono pochissime (Rainews, Reporter) e con scarso seguito. Per esempio la notizia dell'arrivo della flotta dell'US Navy, l'ho trovata su Internet. Ormai qui da noi, chi si interessa di ciò che accade veramente nel mondo e sapere cose che i media ufficiali non dicono, deve collegarsi con Internet.

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Jul 2006
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da kalashnikov47 Visualizza Messaggio
    In Italia le Tv commerciali e pubbliche organizzano reality, giochi per dementi, e altre stronzate. Le trasmissioni di approfondimento e di denuncia sono pochissime (Rainews, Reporter) e con scarso seguito. Per esempio la notizia dell'arrivo della flotta dell'US Navy, l'ho trovata su Internet. Ormai qui da noi, chi si interessa di ciò che accade veramente nel mondo e sapere cose che i media ufficiali non dicono, deve collegarsi con Internet.

    E la ricetta testata e provata del panem et circenses alla Hollywood.Anche da noi ci sono le trasmissioni tette e culi,però per fortuna,anche se li mettono verso 230,ci sono ancora i reporters veri e anzi,negli ultimi anni sono in aumento e siccome siamo paese piccolo,non abbiamo forti interessi che vogliono nascondere cose.Eppure esistono.Un giornalista in particolare che ha sputtanato da politici fino a vescovi,circa ogni anno,dà le dimmissioni e cambia canale televisivo ,perchè prima o poi arriva la trasmissione "scomoda" per il proprietario del canale,il cui gli dice di "farsi più morbido verso quel particolare politico perchè amico,tagliare quel video perchè troppo esplosivo" etc.E lui cambia canale continuamente,ma trova sempre lavoro,perchè si becca numeri tipo 42% dello share televisivo,quindi anche se un canale lo aveva licenziato 3 anni fa,è disposto a riprenderlo fino al prossimo reportage "scomodo".E il ciclo ricomincia da capo.Figurarsi cosa succede quando nei paesi grossi gli interessi sono grossi.Per questo in Grecia si ha il proverbio "La verità te la impari o dai piccoli o dai pazzi".

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. E a Palermo arriva un'altra base Usa. Navale - M. Dinucci
    Di Outis nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-01-07, 10:57
  2. Prodi regala un'altra base agli USA: Palermo.
    Di kalashnikov47 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 25-01-07, 10:45
  3. Mortadella regala un altra base agli USA!
    Di ANSUZ nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-01-07, 22:57
  4. Prodi regala un'altra base agli USA: Palermo.
    Di kalashnikov47 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 24-01-07, 19:17
  5. E Prodi regala le autostrade italiane agli spagnoli
    Di ardimentoso nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-10-06, 11:47

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226