Otto persone sono finite in manette a Milano nell'ambito di un'inchiesta su presunte truffe ai danni dell'Asl. Gli accusati, funzionari della clinica privata S. Carlo, mediante medici compiacenti, avrebbero falsificato cartelle cliniche per ottenere illecitamente dalla Asl milanese, e quindi dalla Regione Lombardia, rimborsi delle prestazioni per un importo (finora appurato) di oltre un milione di euro.

Le ordinanze chieste dal pm Tiziana Siciliano, sono state firmate dal gip Luigi Varanelli. Le accuse vanno dall'associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni del Servizio sanitario nazionale, al falso in atto pubblico.

Come riportato dall'Ansa, le persone finite nel carcere di San Vittore sono: Alberto Palmesi, presidente del Consiglio di amministrazione di Eukos, la società che gestisce la clinica; Carlo Schwarz, consigliere di amministrazione; Marina Sassaroli e i figli Grazia e Alberto Ciardo, consiglieri di amministrazione e proprietari della clinica; Alberto Fantini, direttore sanitario; Carlo Zampori, responsabile della divisione di chirurgia generale; Gianluca Campiglio, medico chirurgo. Sassaroli e Fantini sono stati posti, per ragioni di età, agli arresti domiciliari.

Altri quattro medici e la responsabile dei Noc, Nuclei operativi di controllo della Asl Città di Milano sono stati iscritti nel registro degli indagati. Le indagini, coordinate dalla Procura e condotte dai Nas, hanno accertato che gli amministratori della clinica, mediante medici compiacenti, avrebbero falsificato cartelle cliniche, schede di dimissione ospedaliera e altra documentazione, per ottenere illecitamente dalla Asl milanese, e quindi dalla Regione Lombardia (e quindi dalle nostre tasche, nota di Bèrghem), rimborsi delle prestazioni per un milione di euro nell'arco dell'ultimo triennio (2003-2005). Per ottenere i rimborsi, tra l'altro, secondo l'accusa effettuavano visite private che fatturavano anche al Servizio sanitario nazionale ottenendo così due volte il pagamento: uno da parte del paziente e uno da parte del servizio pubblico.