User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    8,233
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito L D R e la questione meridionale - federalismo - autonomia -

    apro questo 3d per iniziare ad accogliere le opinioni degli alleat del cdx, dimodochè sia possibile, dopo tante belle parole, iniziare a confrontarsi su qualche argomento di interesse generale, il tutto come preambolo per trovare saldi punti in comune, che possano "cementare" la coalizione.
    Ritengo utile iniziare con il federalismo poichè, in questo breve periodo di frequentazione, ho notato che è stata poco dibattuta su Camera, a scapito di molti forumisti, che magari non partecipano moltissimo, ma che hanno a cuore la questione.
    Sicuramente saremo tutti concordi nel ritenere che il federalismo non sia il presupposto per una disgregazione dello Stato italiano, ma qualcuno può vedere in esso un progressivo allontanamento dall'Unità della nazione, indiscutibilmente raggiunto attraverso il sacrificio di numerosi patrioti.
    Innanzitutto ritengo che sia necessario chiarire cosa intendo io, e presumibilmente tutti voi, per federalismo : un sistema di governo che incorpora prevalentemente una divisione dei poteri tra autorità generale (federale) e regionali (o statali), ognuna delle quali, nella sua propria sfera, è coordinata con le altre e indipendente da esse". Il risultato della distribuzione dei poteri è che nessuna autorità può esercitare lo stesso livello di potere che avrebbe in uno stato unitario.Un modello del genere è molto simile al modello americano, tanto caro a qualcuno, ma in Italia, considerando la nostra tradizione e i nostri costumi insiti nell'essere Italiani, questo sarebbe altrettanto applicabile?O ci muoveremmo verso la totale disgregazione dello Stato? Sarebbe giusto lasciare grande autonomia a regioni dove lo Stato è già carente e non garantisce l'ordine? O é più corretto che si decida tutto a Roma, anche per materie a loro lontane geograficamente? Mediare queste posizioni con un organo veramente rappresentativo delle Regioni e dei loro interessi?
    Ho notato la presenza, nella vasta ( forse troppo) schiera di partiti polliani, di un partito di nome Libertà Siciliana, che propugna un'autonomia della regione insulare.Sarei estremamente felice se i suoi membri presentassero una loro opinione riguardo alla questioni da me sollevate.

    Di Centro-Laico



    Apro con questo intervento dell'amico del direttivo di LDR la questione meridionale di LDR e invito quindi ad intervenire i forumisti di Libertà Siciliana e vanvitelli con il suo gruppo.
    La mia Libertà equivale alla mia Vita

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    W il Patriottismo Siciliano!
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Palermo, Capitale siciliana
    Messaggi
    4,773
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Meridionale Visualizza Messaggio
    apro questo 3d per iniziare ad accogliere le opinioni degli alleat del cdx, dimodochè sia possibile, dopo tante belle parole, iniziare a confrontarsi su qualche argomento di interesse generale, il tutto come preambolo per trovare saldi punti in comune, che possano "cementare" la coalizione.
    Ritengo utile iniziare con il federalismo poichè, in questo breve periodo di frequentazione, ho notato che è stata poco dibattuta su Camera, a scapito di molti forumisti, che magari non partecipano moltissimo, ma che hanno a cuore la questione.
    Sicuramente saremo tutti concordi nel ritenere che il federalismo non sia il presupposto per una disgregazione dello Stato italiano, ma qualcuno può vedere in esso un progressivo allontanamento dall'Unità della nazione, indiscutibilmente raggiunto attraverso il sacrificio di numerosi patrioti.
    Innanzitutto ritengo che sia necessario chiarire cosa intendo io, e presumibilmente tutti voi, per federalismo : un sistema di governo che incorpora prevalentemente una divisione dei poteri tra autorità generale (federale) e regionali (o statali), ognuna delle quali, nella sua propria sfera, è coordinata con le altre e indipendente da esse". Il risultato della distribuzione dei poteri è che nessuna autorità può esercitare lo stesso livello di potere che avrebbe in uno stato unitario.Un modello del genere è molto simile al modello americano, tanto caro a qualcuno, ma in Italia, considerando la nostra tradizione e i nostri costumi insiti nell'essere Italiani, questo sarebbe altrettanto applicabile?O ci muoveremmo verso la totale disgregazione dello Stato? Sarebbe giusto lasciare grande autonomia a regioni dove lo Stato è già carente e non garantisce l'ordine? O é più corretto che si decida tutto a Roma, anche per materie a loro lontane geograficamente? Mediare queste posizioni con un organo veramente rappresentativo delle Regioni e dei loro interessi?
    Ho notato la presenza, nella vasta ( forse troppo) schiera di partiti polliani, di un partito di nome Libertà Siciliana, che propugna un'autonomia della regione insulare.Sarei estremamente felice se i suoi membri presentassero una loro opinione riguardo alla questioni da me sollevate.

    Di Centro-Laico



    Apro con questo intervento dell'amico del direttivo di LDR la questione meridionale di LDR e invito quindi ad intervenire i forumisti di Libertà Siciliana e vanvitelli con il suo gruppo.
    Copio-incollo ciò che ho scritto sull'altro 3d.

    Una federazione mediterranea (come la chiamava Andrea Finocchiaro Aprile) di Stati italiani sarebbe una cosa accettabile. Ma, chiarisco, noi del Movimento per l'Indipendenza della Sicilia (nella realtà) e di Libertà Siciliana (su POL) non abbiamo MAI minimamente accennato ad una 'autonomia' della Sicilia, Autonomia che ABBIAMO GIA' e che, grazie alle volontà dello Stato italiano, non è stato MAI applicato per intero, nonostante lo stesso Statuto d'Autonomia faccia parte integrante della Costituzione Italiana. Eppure oggi ci sono i nuovi partiti 'sicilianisti' (tra cui il Movimento per l'Autonomia di Lombardo) che spingono per una fantomatica autonomia, in alleanza con la Lega Nord, in cui non si sarebbe affatto tenuto conto di ciò che esiste già, e da ben 61 anni!

    'Indipendenza' è ben diversa da 'autonomia', e noi vogliamo la prima, non la seconda, visto che quest'ultima, grazie allo Stato italiano, si è rivelata una perfetta presa in giro a chi rese possibile l'Autonomia Siciliana come compromesso, ovvero i siciliani del Movimento per l'Indipendenza della Sicilia e dell'EVIS.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    8,233
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Federico III Visualizza Messaggio
    Copio-incollo ciò che ho scritto sull'altro 3d.

    Una federazione mediterranea (come la chiamava Andrea Finocchiaro Aprile) di Stati italiani sarebbe una cosa accettabile. Ma, chiarisco, noi del Movimento per l'Indipendenza della Sicilia (nella realtà) e di Libertà Siciliana (su POL) non abbiamo MAI minimamente accennato ad una 'autonomia' della Sicilia, Autonomia che ABBIAMO GIA' e che, grazie alle volontà dello Stato italiano, non è stato MAI applicato per intero, nonostante lo stesso Statuto d'Autonomia faccia parte integrante della Costituzione Italiana. Eppure oggi ci sono i nuovi partiti 'sicilianisti' (tra cui il Movimento per l'Autonomia di Lombardo) che spingono per una fantomatica autonomia, in alleanza con la Lega Nord, in cui non si sarebbe affatto tenuto conto di ciò che esiste già, e da ben 61 anni!

    'Indipendenza' è ben diversa da 'autonomia', e noi vogliamo la prima, non la seconda, visto che quest'ultima, grazie allo Stato italiano, si è rivelata una perfetta presa in giro a chi rese possibile l'Autonomia Siciliana come compromesso, ovvero i siciliani del Movimento per l'Indipendenza della Sicilia e dell'EVIS.
    Perfetto ! Io ho già detto che LDR è pronta a sostenere le vostre idee e a lottare al vostro fianco .
    La mia Libertà equivale alla mia Vita

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Mar 2010
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Se l'obbiettivo è la "federazione di Stati italiani" è un obbiettivo condiviso anke da LDR

    anke se non terei ristretto sol oalla questioen emridionale ma aperto a tutte le istanze ke vano in quella direzione.

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    15 May 2009
    Messaggi
    878
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Grazie dell'invito!
    Vorrei precisare, se mi permetti, che non esiste alcun gruppo di Vanvitelli... Io parlo a titolo personale, e quando dico "noi" esprimo semplicemente la speranza che le mie idee siano il più possibile condivise.
    Detto questo, posso dire che mi ritrovo abbastanza concorde con una visione federalista, che non voglia dire disgregazione dell'unità nazionale (la Sicilia merita un discorso a parte, ma noi Meridionali siamo senza alcun dubbio Italiani), ma al contrario unione delle diverse realtà, storie ed esperienze che formano l'identità italiana. Non mi piace l'espressione "federalismo solidale", che suggerisce l'idea di uno Stato in cui, dati per accettati gli squilibri che affliggono le varie regioni, i più ricchi si impegnano a mantenere i più poveri.
    C'è una parola che, al di là delle formule istituzionali, è troppo spesso assente dalle varie proposte che si sentono: responsabilità. Un assetto federale, se riesce a far sentire i cittadini più coinvolti nelle questioni politiche e amministrative e gli amministratori più vicini alle esigenze degli amministrati, è senz'altro una benedizione. Per far questo è necessario chiarire al di là di ogni possibile interpretazione il ruolo di ciascuna istituzione, e all'interno di esse il ruolo di ognuno che è investito di un incarico, appunto di responsabilità, cosa che oggi è drammaticamente assente (il presidente della mia regione, oramai sommersa dai sacchetti dei rifiuti, dichiara di aver agito nella piena legalità, di aver fatto tutto ciò che si poteva e snche di più, che tutto dunque funziona a meraviglia...).
    Io sono per promuovere il più possibile l'autosufficienza degli enti locali, perché siano liberi di gestire i servizi pubblici che gli competono secondo le esigenze del loro territorio e con risorse proprie, all'interno di regioni (con confini diversi da quelli attuali, che risentono ancora di una mentalità giacobina) disegnate in modo che ciascuno possa riconoscervisi e sentirsi rappresentato a livello nazionale ed europeo.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    8,233
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito

    Condivido l'idea e il pensiero di lele15 e preciso che ho aperto il 3d solo perchè volevo intavolare una discussione con l'ala meridionale di POL.
    Spero che le parole di Vanvitelli e Federico II possano entrare a far parte dello statuto di LDR e della federazione futura perchè lavorerò con tutto me stesso al successo delle primarie e alla realizzazione di un progetto comune con LS e vanvitelli.
    La mia Libertà equivale alla mia Vita

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Mar 2010
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Vanvitelli Visualizza Messaggio
    C'è una parola che, al di là delle formule istituzionali, è troppo spesso assente dalle varie proposte che si sentono: responsabilità. Un assetto federale, se riesce a far sentire i cittadini più coinvolti nelle questioni politiche e amministrative e gli amministratori più vicini alle esigenze degli amministrati, è senz'altro una benedizione. Per far questo è necessario chiarire al di là di ogni possibile interpretazione il ruolo di ciascuna istituzione, e all'interno di esse il ruolo di ognuno che è investito di un incarico, appunto di responsabilità, cosa che oggi è drammaticamente assente

    Concordo al 100% Federalismo = Responsabilità e questo è uno dei pilastri della visione federalsita di LDR

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Mar 2010
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    proporrei di discutre dle tema su questio 3d almeno abbiamo un riferiemtnounico ed è + facile il confronto

    http://www.politicaonline.net/forum/...=319898&page=1

 

 

Discussioni Simili

  1. QUESTIONE MERIDIONALE
    Di Napoli Capitale nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-05-11, 14:32
  2. Questione Meridionale
    Di Liberal (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 97
    Ultimo Messaggio: 09-05-08, 19:45
  3. La questione meridionale
    Di Metapapero nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10-01-06, 17:18
  4. La questione meridionale
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-10-02, 12:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225