User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: base usa e orefici

  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    23 Mar 2005
    Località
    veneto
    Messaggi
    236
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    base usa e orefici

    il presidente di confindustria vicentina calearo ha dichiarato che gli usa in cambio della nuova base toglieranno i dazi sull'importazione di gioielli in oro. STEFANI HA UNA OREFICERIA, SARA' FAVOREVOLE PER QUESTO???

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bella sta gente,: gli orefici pur d'avere ancora più soldi (come se ora crepassero di fame) venderebbero anche loro madre.

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    23 Mar 2005
    Località
    veneto
    Messaggi
    236
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da Wolf 86 Visualizza Messaggio
    Bella sta gente,: gli orefici pur d'avere ancora più soldi (come se ora crepassero di fame) venderebbero anche loro madre.
    STEFANI HA VENDUTO LA CREDIBILITA' DELLA LEGA, IL MOTTO DELLA SUA CAMPAGNA ELETTORALE QUANDO FU CANDIDATO SINDACO FU "VOEMO ESSERE PARONI A CASA NOSTRA""
    SI PER RENDERE I CITTADINI SUDDITI VERO STEFANI

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non è stefani che ha venduto, lui è solo uno dei tanti signor nessuno che sono entrati in politica per "sistemarsi".
    E' la lega che s'è venduta, e chi rimane in quella latrina ne è responsabile e partecipe, voi militanti andatevene tutti dal partito italiano.
    Vedremo se stefani gobbo e compagnia ruttante soli come cani cosa combineranno.

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    23 Mar 2005
    Località
    veneto
    Messaggi
    236
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Wolf 86 Visualizza Messaggio
    Non è stefani che ha venduto, lui è solo uno dei tanti signor nessuno che sono entrati in politica per "sistemarsi".
    E' la lega che s'è venduta, e chi rimane in quella latrina ne è responsabile e partecipe, voi militanti andatevene tutti dal partito italiano.
    Vedremo se stefani gobbo e compagnia ruttante soli come cani cosa combineranno.
    GIA' FATTO DA TEMPO

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    3,847
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dovrebbero farlo anche tanti mona che scrivono su questo forum criticando il partito italiano ma rimanendoci cmq dentro.
    Questo è il primo passo, il secondo è non rimanere a casa a maledire bossi e c col telecomando, per queste merde la cosa peggiore è far politica operandosi per tutto quello che loro hanno tradito.

  7. #7
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,827
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Orefici, orafi, ... mmmmh; Amschel Moses Bauer era un orafo... .

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Certo che stamattina mi aspettavo di trovare almeno un commento sulla pagliacciata avvenuta ieri in senato, dove il partito unionista (altro che indipendenza della PADANIA!!!!!!!!!!!!!!!) ha presentato una mozione a favore dell'ampliamento della base USA a Vicenza ......
    salucc


    Base Usa, il governo vacilla Senato vota la mozione Cdl
    Il Polo tuona: "Dimissioni"
    da Il Giornale
    Tensione a palazzo Madama. Il Polo converge a sorpresa sulla mozione della Lega che appoggia il documento presentato dal ministro della Difesa. E in aula passa il provvedimento della Cdl con i voti decisivi di Andreotti e di De Gregorio. Parisi: "Paradossale, serve un chiarimento". Il Polo insorge: "Crisi politica, il governo si dimetta". Prodi in difficoltà convoca un vertice di maggioranza. Napolitano chiede chiarimenti al premier

    Colpo a sorpresa a palazzo Madama. La Casa delle Libertà spariglia le carte e decide, al Senato, di votare compatta l’ordine del giorno presentato dalla Lega a sostegno della relazione del ministro della Difesa Parisi sull'ampliamento della base di Vicenza. E l'aula del Senato approva il documento, con 152 sì, 146 no e 4 astenuti. Tra i voti decisivi, quelli di Giulio Andreotti e Sergio De Gregorio. L'Unione ha poi votato, e approvato, per alzata di mano, il proprio odg che prende atto delle comunicazioni del governo e chiede di dare impulso alla seconda conferenza nazionale sulle servitù militari. La Cdl non ha preso parte al voto. Ed è subito polemica incrociata: con il centrodestra che esulta e invita Prodi a dimettersi e il centrosinistra ancora più spaccato, anche se Fausto Bertinotti in serata getta acqua sul fuoco che rischia di bruciare l'Unione: "Il voto al Senato non annuncia una crisi, manifesta un problema che deve essere affrontato all'interno della maggioranza, dobbiamo abituarci alle difficoltà..." e il ministro Vannino Chiti afferma che al Senato non è stata "votata alcuna fiducia...". Ma nonostante questo è allarme rosso nel centrosinistra che sulla politica estera (oltre che su pensioni e welfare) è in bilico. Tanto che Prodi, dopo l'assist di Bertinotti cerca di minimizzare parlando di "dissenso noto e circoscritto" ma è costretto a convocare un vertice di maggioranza.

    Numeri Diciotto assenti in tutto nella maggioranza, un senatore che vota con la Cdl e quattro che si astengono. È il quadro della votazione sull'odg della Cdl sulla base di Vicenza. Tabulati alla mano, sono questi i dati delle presenze nell'aula del Senato al momento del voto. Forza Italia, Lega, Rifondazione Comunista e Verdi-Pdci presenti al 100%. Assenti nell'Ulivo e nel gruppo Misto. Per l'Ulivo c'erano 95 presenti su 101, mentre nel gruppo misto c'erano 11 rappresentanti su 18. Assenti anche in An (39 su 41) e nell'Udc (16 su 20). Presenti al gran completo i senatori di Forza Italia (71), Lega (13), Verdi-Pdci (11), Rifondazione Comunista (27) e i due gruppi per le Autonomie. Gli unici senatori a vita presenti erano Colombo e Andreotti, quest'ultimo ha votato con la Cdl, così come l'ex Idv Sergio De Gregorio. Quattro gli astenuti nelle fila della maggioranza: Bodini, Angius, Brutti e Fisichella.

    Parisi Quanto avvenuto al Senato è "paradossale" secondo il ministro della Difesa, Arturo Parisi, ed evidenzia la necessità di un "chiarimento profondo" in seno alla maggioranza sulla politica estera e di difesa. "Paradossale! L'unica cosa che si possa dire è che è necessario un chiarimento profondo - dichiara il ministro -. La politica estera e di difesa è una cosa troppo seria, qualche volta addirittura drammatica. Ne parlerò innanzitutto con il presidente del Consiglio".

    Schifani "Noi abbiamo approvato la relazione di Parisi e la maggioranza ha votato contro e abbiamo vinto noi. Qui si è segnato un dato storico e il governo Prodi è in crisi e adesso il capo dello Stato attivi una verifica per vedere se questo governo ha una maggioranza in politica estera". Lo sostiene il presidente dei senatori di Forza Italia Renato Schifani. Ora "ci attendiamo le dimissioni del governo, devono riconoscere - aggiunge - che una crisi politica si è aperta. È prematuro parlare ora di larghe intese. Aspettiamo le dimissioni di Prodi e poi vedremo".

    Bondi L'approvazione dell'ordine del giorno della Cdl al Senato sulla base americana di Vicenza non può essere derubricata a mero incidente di percorso, ma certifica in modo inequivocabile che il centrosinistra non ha una maggioranza in politica estera. Ne è convinto il coordinatore nazionale di Forza Italia Sandro Bondi. In una nota diffusa a Firenze, Bondi spiega che con il voto di oggi "si è aperta una crisi politica da cui un presidente del consiglio responsabile dovrebbe trarre le necessarie conseguenze per salvaguardare la credibilità internazionale dell'Italia, messa a dura prova dalle continue convulsioni di cui è preda l'Unione. Ringrazio il presidente Schifani e tutti i senatori di Forza Italia - conclude il coordinatore azzurro - per la maturità politica, la compattezza e la determinazione dimostrate in questa cruciale battaglia parlamentare".

    Casini Netto il giudizio del leader dell'Udc: "Come diceva Spadolini: navigano a vista. E la vicenda del Senato dimostra che questo governo naviga a vista".

    Ronchi "Chi nella maggioranza minimizza quanto accaduto oggi al Senato - commenta il portavoce di An, Andrea Ronchi - danneggia innanzi tutto la credibilità internazionale dell'Italia. Come dice giustamente il ministro Parisi, la politica estera è una cosa troppo seria per lasciarla in mano a un governo che, di fatto, non ha più la maggioranza".

    Castelli "Si sono cacciati in un bel pasticcio - dichiara il capogruppo della Lega a palazzo Madama -. Il vice ministro Intini si dovrebbe dimettere perchè è paradossale che abbia invitato a votare contro un ministro del suo governo, e cioè Parisi. Sulla politica estera l'Unione non ha la maggioranza. Ma sono certo che il governo non si dimetterà: piuttosto continueranno a mangiarsi l'uno con l'altro".

    Il perché del voto “Quello del ministro - spiega il capogruppo di Forza Italia Renato Schifani – è un discorso che ci ha convinto perché ha riconosciuto che la scelta del governo di dire sì all'ampliamento è di rango politico, che è coerente con la politica estera di questo governo e in continuità con quello precedente". La maggioranza, voleva evitare possibili nuove spaccature al proprio interno e proprio per questo aveva deciso di respingere al mittente tutti gli ordini del giorno, a eccezione di quello presentato dall'Unione. Sulle accuse alla Cdl di aver presentato un documento “strumentale”, Schifani ha replicato secco: “Ognuno fa la sua parte, e davanti alle parole di un ministro che riconosce il rango politico di una scelta, e la coerenza della linea, noi non potevamo non approvarla. Se all'interno dell'Unione ci sono delle divisioni, se le risolvano da soli, non addossino i loro problemi sull'opposizione”.

    Cossutta tuona contro le basi Usa Ma i problemi per la sinistra non finiscono qui. I Comunisti italiani preannunciano la loro adesione alla manifestazione contro l'ampliamento della base Nato di Vicenza che si terrà il 17 febbraio nella città veneta. In piazza ci sarà anche il segretario Oliviero Diliberto. Anche Armando Cossutta (Pdci) ribadisce la posizione del suo partito: “L'ampliamento della base di Vicenza è un errore grave che va superato perché bisogna difendere la nostra indipendenza.Le basi americane sono basi nelle quali l'Italia non può esercitare nessuna possibilità di controllo, non sono basi Nato, ma basi che gli americani utilizzano per le loro operazioni. Ma quali operazioni? Occorre difendere la nostra sovranità - conclude Armando Cossutta - non è una questione di antiamericanismo ma si tratta della difesa della indipendenza del nostro Paese”.

    Cossiga: continuità in politica estera "Primo grande successo bipartisan del governo Prodi. Con il voto compatto dell'opposizione, con il voto significativo o l'astensione, di parte della maggioranza è stata approvata la rinnovata linea di politica estera e di difesa del governo di centrosinistra in continuità con quella del governo di centrodestra".

  9. #9
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    e poi qualcuno pensa che calderoli sia solo lo scemo che sembra ..

    quello " lavora" sempre e solo su imbeccata dei " padroni" ... quelli VERI ........ " matrimoni celtici " e " magliette antislamiche" comprese ..
    "dammi i soldi, e al diavolo tutto il resto "
    Marx


    (graucho..:-))

  10. #10
    Indipendentista
    Data Registrazione
    08 Mar 2002
    Località
    veneto
    Messaggi
    925
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scritto in origine da Wolf 86
    Non è stefani che ha venduto, lui è solo uno dei tanti signor nessuno che sono entrati in politica per "sistemarsi".
    E' la lega che s'è venduta, e chi rimane in quella latrina ne è responsabile e partecipe, voi militanti andatevene tutti dal partito italiano.
    Vedremo se stefani gobbo e compagnia ruttante soli come cani cosa combineranno.


    Citazione Originariamente Scritto da bulldozer Visualizza Messaggio
    GIA' FATTO DA TEMPO


    Cara Equizi ti devi decidere una volta per tutte! una volta ti spacci per un militante di Isola Vicentina, un'altra volta per un militante di Vicenza, adesso come un membro del direttivo di Vicenza e in un ultimo posto come un ex militante che ha stracciato la tessera!
    Guarda che per raccontare le cazzate bisogna essere furbi e avere tanta memoria, quindi occhio la prox volta!

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La Base 211, la base nazista in Antartide
    Di Nordreich nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 09-09-08, 13:33
  2. La Base 211, la base nazista in Antartide
    Di Nordreich nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-06-08, 13:00
  3. Base FR di BGY
    Di airblue nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 13-06-05, 01:12
  4. Come giudicare i due orefici milanesi?
    Di pensiero nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 87
    Ultimo Messaggio: 19-04-04, 20:06
  5. Base AP a TRN
    Di michele-TO nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07-01-04, 00:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226