User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Domà Nunch - Come è finita la storia della pineta?

    - Comunicato ricevuto ora via mail -

    www.eldraghbloeu.com


    COME E’ FINITA LA STORIA DELLA PINETA?

    La Regione Lombardia non si muove…a dispetto delle date, la votazione in merito alla conferma o alla bocciatura dei confini del costituendo Parco Naturale è stata rimandata a Febbraio. Ma la nostra campagna è stata accolta in maniera entusiastica da tanti, e i nostri referenti nella VI Commissione Ambiente regionale hanno confermato che migliaia di email sono arrivate al tavolo dei componenti di ogni colore politico della Commissone stessa.

    Domà Nunch conferma la propria preoccupazione su come si sta trascinando la vicenda: è passato quasi un anno dalla prima approvazione dei confini in Giunta Regionale, e la decisione della Commissione sarà fondamentale per l’approvazione finale. Ricordiamo che se questi confini non saranno approvati, i territori esclusi saranno sottoposti ai molteplici interessi di speculazione privata. Difatti, dopo le dichiarazioni pubbliche del consigliere regionale di Forza Italia Gianluca Rinaldin, che ha promesso ai Sindaci ampi stralci dai confini proposti, solo il Comune di Carbonate, con una delibera consiliare votata all’unanimità, si è ufficialmente espresso a favore della tutela integrale della Pineta, ponendosi quindi a fianco di Domà Nunch e delle associazioni ambientaliste sia contro i favoritismi di carattere privato, che in opposizione rispetto a quei politici amministratori che sommersamente operano per favorirli.

    Politicamente, la vicenda segna ad ogni modo la sconfitta e l’ingessamento del sistema Parchi istituito nel 1983 dalla Regione Lombardia. La Pineta, infatti, è stata Parco Naturale fino al 1996, anno in cui fu rivista negativamente la legislazione regionale. Perché oggi molti amministratori sono contrari alla re-istituzione dello stesso? Forse per motivi a noi sconosciuti che potrebbero agevolare eventuali insediamenti abitativi residenziali anche nelle aree forestali? Forse perché nel 2007 le Amministrazioni, dopo aver consumato in maniera scellerata e in soli 20 anni buona parte del proprio territorio comunale, si sentono ora autorizzate a prevedere nuove espansioni negli ultimi spazi vitali residui?

    E ancora: qual è la validità degli Enti Parco se essi sono solo il prodotto della lottizzazione di remunerate sedie da parte dei partiti? Perché i Parchi da noi sono stati sempre sentiti dalla popolazione come un disagio, una limitazione, una fonte di guadagno, un bacino di verde da conservare solo in vista per future cementificazioni o ancora un modo come un altro per sedersi a un Consiglio di Amministrazione? Se lo chiedono anche i volontari delle Guardie Ecologiche che hanno iniziato la loro protesta limitando al minimo la collaborazione con l’Ente Parco Pineta il quale, invece di salvaguardare l’area che gestisce, si è rivelato succube delle pressioni dei politici e dei sindaci.

    Domà Nunch rende noto che in caso di ulteriori rischi per il futuro naturale dei boschi d’Insubria sarà costretto ad aderire a forme di protesta ancora più forti in coordinamento con le associazioni e la popolazione locale.


    NO ALLA GRANDE MILANO DI CEMENTO

    Una nuova ondata di cemento che sta per investire Milano nel 2007, interessando ben il 6% di tutto il territorio comunale. Lo spunto viene da un articolo pubblicato nel dicembre scorso dicembre nel supplemento economico del lunedì del Corriere della Sera. Ma purtroppo è solo un assaggio: il Sindaco Moratti si appresta infatti a varare il nuovo Piano di governo del territorio che prevede ulteriori interventi su un ulteriore 10% del territorio. L'assessore all'Urbanistica, Masseroli giustifica le nuove aree d'espansione: i terreni a demanio militare e di proprietà delle Ferrovie dello stato, dell’ATM, soprattutto in vista degli Europei di Calcio 2012 e dell'Expo 2015. Domà Nunch ritiene che queste iniziative, promosse con la giustificazione di rendere grande Milano in un’ottica internazionale, siano in realtà motivo di ulteriori speculazioni immobiliari e connubi politici che non faranno altro che espandere il cemento di Milano nelle campagne e attuare falsi recuperi delle aree dismesse, che invece di essere riportate alla naturalità, verranno occupate da monumentali centri commerciali e palazzoni (vedasi ciò che è successo a Rogoredo). Non è singolare, fra l’altro, che i beneficiari delle speculazioni edificatorie siano un intreccio di società che, grazie al benestare del Comune e della Regione, stanno occupando con nuove costruzioni le aree lasciate libere dalle dismissioni industriali; e le nuove linee della metropolitana, si viene a sapere, saranno finalizzate alle direttrici determinate dai nuovi cantieri, non certo dalle necessità dei cittadini. Alcuni comitati di cittadini si stanno già opponendo. A chiosa delll'editoriale, posto a corredo del servizio citato, si rassicura la chi teme stravolgimenti a seguito dall'avvicendamento Albertini – Moratti: anche i precedenti indirizzi in campo urbanistico erano frutto dell’influenza della Compagnia delle Opere… ecco il vero elemento di continuità di tutto questo disastro.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Io non so: la popolazione continua a diminuire e sti qui continuano a costruire.
    In certe zone so di 4-500 appartamenti che non riescono a vendere.
    Cazzo costruiscono?!?

    Bisogna mettersi in testa che il settore edilizio è un settore a BASSO valore aggiunto dove tra l'altro il margine è minimo: meglio puntare sui settori a basso impatto ambientale e ad alto valore aggiunto.

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,778
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    [QUOTE=Dragonball;5271303]

    Io non so: la popolazione continua a diminuire e sti qui continuano a costruire.
    In certe zone so di 4-500 appartamenti che non riescono a vendere.
    Cazzo costruiscono?!?
    per gli ospiti che arriveranno,
    si tratta di decine di milioni...........


    Bisogna mettersi in testa che il settore edilizio è un settore a BASSO valore aggiunto dove tra l'altro il margine è minimo: meglio puntare sui settori a basso impatto ambientale e ad alto valore aggiunto.
    che importa se la cementificazione ha un basso valore
    aggiunto e desertifica i suoli;
    l'importante è che le immobiliari guadagnino e che
    i comuni incassino l'ici;
    e poi l'edilizia è il volano dello sviluppppoooooo...........


  4. #4
    sognatore
    Data Registrazione
    11 Nov 2004
    Località
    "Viviamo tutti sotto il medesimo cielo, ma non abbiano lo stesso orizzonte" K. Adenauer
    Messaggi
    735
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Dragonball Visualizza Messaggio
    Io non so: la popolazione continua a diminuire e sti qui continuano a costruire.
    In certe zone so di 4-500 appartamenti che non riescono a vendere.
    Cazzo costruiscono?!?

    Bisogna mettersi in testa che il settore edilizio è un settore a BASSO valore aggiunto dove tra l'altro il margine è minimo: meglio puntare sui settori a basso impatto ambientale e ad alto valore aggiunto.
    Non ti preoccupare che la "razza padrona" padano-italica e' consapevole che la bolla immobiliare prima o poi si sgonfiera' (non e' possibile cementificare all'infinito un territorio "determinato" nonche' con una gia' altissima densita' demografica) ed e' gia' pronta al nuovo business: le municipalizzate o authority. Dopo telefonia, autostrade ecco un altro settore immune da concorrenza e dalla rendita' garantita perche' a regime tariffario.
    I ricucci ed i ligresti di domani saranno quelli a cui dovremo pagare servizi quali l'acqua e l'energia.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    18 Dec 2004
    Messaggi
    4,622
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Dragonball Visualizza Messaggio
    Io non so: la popolazione continua a diminuire e sti qui continuano a costruire.
    In certe zone so di 4-500 appartamenti che non riescono a vendere.
    Cazzo costruiscono?!?

    Bisogna mettersi in testa che il settore edilizio è un settore a BASSO valore aggiunto dove tra l'altro il margine è minimo: meglio puntare sui settori a basso impatto ambientale e ad alto valore aggiunto.
    l'edilizia e' a basso valore aggiunto? In che film?. A parte che scrivere basso valore aggiunto e margine minimo, e' la stessa cosa, cmq il roi di un investimento in edilizia, se fatto bene, e' tra il 25 e il 40%. Il roi di una industria che non opera in regime di monopolio e' del 10/15%, a dir tanto.

    Cristiano

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E a che prezzi soprattutto.. Non credo che un immigrato appena arrivato possa permettersi quei prezzi da capogiro..
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Feb 2007
    Messaggi
    392
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Exclamation

    DOMA' NUNCH
    Associazione econazionalista Insubre
    www.eldraghbloeu.com


    COMUNICATO STAMPA DEL 28 DICEMBRE 2007
    A Febbraio decadrà il Parco Naturale della Pineta.


    Continua la preoccupazione della nostra Associazione per la situazione del Parco della Pineta di Appiano Gentile e Tradate. Sono infatti in scadenza i confini del Parco Naturale approvati dalla Giunta Regionale (DGR 8/1878 del 08.02.2006), validi per 24 mesi e mai passati in Commissione e in Consiglio!
    <<Da tempo denunciamo l'immobilismo della VI Commissione della Regione Lombardia>> spiegano gli econazionalisti di Domà Nunch. << Se il progetto di legge non verrà definitivamente approvato entro Febbraio, allora decadranno le disposizioni temporanee di salvaguardia. Queste norme sono al momento le uniche che definiscono confini e regole certe per un territorio boschivo e agricolo che si incunea nella pianura urbanizzata, già da tempo adocchiato dalla speculazione edilizia.>>

    La Commissione infatti, pur essendo passato tutto questo tempo, non si è ancora espressa nel merito e il Parco Naturale non è stato neanche sottoposto alla votazione del Consiglio Regionale. <<Questo ci dà molto da pensare riguardo alla politica ambientale della Regione, che sembra non essere più in grado di gestire le sue Aree Protette. Addirittura,>> continuano gli esponenti di Domà Nunch <<è strano poi che in una passata assemblea pubblica, il consigliere regionale di Forza Italia Gianluca Rinaldin prometteva di interessarsi affinchè si escludessero dai confini del Parco Naturale alcuni territori sottoposti ad interessi personali di privati, al fine di riaprire l’attività venatoria. Ma senza menzionare che l'assenza di un Parco Naturale renderebbe molto più facile la vita delle imprese edili e dei Sindaci, che potrebbero sperare di convertire in edificabili i loro terreni. Unica nota di merito va al Comune di Carbonate, che, con un'ormai famosa delibera consiliare votata all’unanimità, si è ufficialmente espresso per il mantenimento del Parco Naturale, contro favoritismi di carattere privato>>.

    L'Associazione Domà Nunch desidera poi rimarcare la propria solidarietà ai Volontari del Parco, le Guardie Ecologiche e il Servizio Antincendio: << Queste persone hanno dato tanto del loro per custodire il territorio - anche rischiando la vita!>> spiegano gli econazionalisti. <<Ora, grazie alla gestione cieca degli amministratori e all'indifferenza di Milano, potrebbero trovarselo coperto di cemento nel giro di pochi anni. Quindi non possiamo che sostenere la loro decisione di limitare al minimo la collaborazione con l’Ente Parco il quale si è rivelato succube delle pressioni della politica>>. Il Parco Pineta è già stato Parco Naturale dal 1983 al 1996 senza che questo abbia portato ulteriori vincoli al di fuori della gestione venatoria. Domà Nunch accusa: <<Perchè molti amministratori sono ora contrari all’istituzione dello stesso? Forse perchè l'urbanizzazione è ora arrivata al limitare dei boschi? Forse per motivi troppo poco decenti per essere spiegati?>>

    Ma non finisce qui. <<Alcune delle recenti modifiche apportate al Piano di Settore delle cascine e del patrimonio rurale purtroppo confermano i nostri dubbi. Ormai molti sono a conoscenza degli imminenti interventi allo stesso Piano che peggioreranno ulteriormente l’integrità naturale del territorio>>. E che dire dell'ultima clamorosa iniziativa dell'assessore regionale Davide Boni, il quale ha presentato un emendamento alla legge n. 12 che, se approvato, consentirebbe alla Regione di autorizzare a costruire nei territori inclusi nei Parchi, con il parere del solo Comune?

    Il nostro appello continua nei confronti di tutti gli amministratori locali e regionali: unitevi a noi e imponete alla Regione Lombardia di cambiare rotta; sollecitate la VI Commissione ed il Consiglio Regionale ad approvare integralmente il progetto di legge n°138 e la relativa perimetrazione del Parco Naturale della Pineta! Altrimenti vi considereremo complici del disastro ambientale e della corruzione di chi vuole fare a pezzi i nostri boschi e svendere l'Insubria alle agenzie immobiliari!

    Basta ciment! Domà Nunch!

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    19 Sep 2005
    Località
    Oggiono (LC)
    Messaggi
    19,202
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Lo affiggeremo all'Università Cattolica con l'inizio del nuovo anno...

    Luca
    Comunità Antagonista Padana

  9. #9
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,715
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Nel 2008-2009 parecchi immobili andranno a finire alle aste dei tribunali.

    (lo dice uno del settore)

  10. #10
    Non si fitta ai terroni.
    Data Registrazione
    11 Dec 2007
    Località
    Non sono razzista. Il razzismo è un crimine, e il crimine è roba da negri.
    Messaggi
    576
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio
    Nel 2008-2009 parecchi immobili andranno a finire alle aste dei tribunali.

    (lo dice uno del settore)

    Peccato, ho giusto comprato casa.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226