User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Di dove siete?

Partecipanti
27. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Abruzzo

    2 7.41%
  • Basilicata

    1 3.70%
  • Calabria

    4 14.81%
  • Campania

    17 62.96%
  • Molise

    0 0%
  • Puglia

    2 7.41%
  • Sardegna

    0 0%
  • Sicilia

    1 3.70%
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 38
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    08 Jun 2005
    Messaggi
    12,230
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito E' stata la Russia a perdere o gli Usa a vincere??

    Chi è che ha avuto il ruolo maggiore nella sconfitta del socialismo reale sovietico??...................I russi stessi con i loro fallimenti economici e l'esplosione dell'etnonazionalismo oppure gli Usa con la politica reaganiana...........

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ci abbiamo guadagnato tutti, questo e' poco ma sicuro

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    08 Jun 2005
    Messaggi
    12,230
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pfjodor Visualizza Messaggio
    ci abbiamo guadagnato tutti, questo e' poco ma sicuro
    questo non mi interessa ......chiedevo altro io

  4. #4
    Vindicare in Libertatem
    Data Registrazione
    10 Jan 2007
    Località
    Cristiano, Comunista perchè Cristiano
    Messaggi
    527
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La Russia da sola, anzi l'Unione sovietica da sola...cattiva organizzazione e troppo terrore.
    Gorby aveva le carte giuste per salvare il paese ma è arrivato troppo tardi...

  5. #5
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gorby aveva le carte giuste per salvare il paese ma è arrivato troppo tardi...

    come no..

    le carte di ronald, l'attore hollywoodiano



    ah, gli idealisti son duri a morire

  6. #6
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Inserzioni Blog
    4
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ho votato per gli Americani, nel sondaggio, ma mi pare evidente che in realtà gli Stati Uniti non hanno fatto altro se non dimostrare al mondo come il loro sistema, basato sulle libertà democratiche, funzionasse molto meglio di quello socialista sovietico.

    E' stato il socialismo sovietico che, per "correre dietro" agli Stati Uniti in termini di Difesa e di influenza politica sulle altre Nazioni, si è infilato in un vicolo cieco. Ed è imploso aumentando la catastrofe che già aveva causato.

  7. #7
    Komunista Estetizzante
    Data Registrazione
    07 Apr 2005
    Località
    Cavriago-Reggio Emilia
    Messaggi
    12,084
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'URSS si è autodistrutta da sola. Così dice almeno l'ex dissidente Alexander Zinoviev, che incolpa i cittadini sovietici e particolarmente i russi di questo. In realtà i cittadini sovietici nel referendum indetto nel '90 votarano largamente contro lo scioglimento dell'URSS. Ancora oggi circa il 70% dei rusi, il 57% degli Ucraini e la maggioranza dei bielorussi vorrebbero la ricostruzione dell'URSS (un sondaggio di qualche mese fa). Per Zinoviev i russi si sono innamorati del "liberismo" una ideologia che secondo il grande scrittore, in realtà nessuno applica. Ad esempio l'agricoltura sovietica è stata distrutta dagli "aiuti" alimentari dell'Europa occidentale quali il burro e il latte di cui la Russia fu inondata e che costavano meno che a produrle in Russia. Nessuno ha detto ai russi che quelle merci costavano così poco perchè erano dei surplus di produzione altrimenti invendibili e sorretti da abbondanti aiuti statali dei paesi "liberisti". L'agricoltura è crollata negli anni 90 tanto che ancora oggi i russi e gli ucraini si sognano la produzione agricola degli anni 70-80.
    Negli anni '90 la mortalità infantile passò dal 15% per mille, una delle più basse del mondo, al 288 per mille, una delle più alte del mondo, all'economia socialista si sotitiuì una economia criminale in cui le aziende pubbliche vennero vendute per due soldi agli amici degli amici. Questo spiega come mai Gorbacev e soprattutto Eltsin sia i personaggi politici più impopolari del secolo scorso (i più popolari sono Stalin e Lenin, sondaggio di qualche mese fa).
    Le aspettative di vita ancora oggi sono molto inferiori a quelle dell'URSS. Ancora oggi dopo anni di ripresa economica dovita al petrolio la Russia non ha anora raggiunto gli indicatori di qualità della vita, stabiloiti dall'ONU, che aveva l'URSS.
    Zinoviev definisce Gorbacev e Eltsin come dei veri criminali. Secondo lui invece di riformare il sistema sovietico lo mandarono a gambe all'aria. Per lui il vero "impero del male" è stata la Russia di Eltsin.
    Recentemente ho letto un articolo (in russo) di due economisti russi. Questi sotengono che la capacità d'acquisto del cittadino sovietico (Purchaising Power Parity) era all'inizio degli anni '80 pari a circa il 70% di quella media della Francia. Oggi nonostante il petrolio la capacità d'acquisto di un russo è il 35% di quella francese. In altre parole anche senza riforme oggi con gli attuali prezzi del petrolio il cittadino sovietico avrebbe una capacità d'acquisto pari a quella francese, se si fosse mantenuta l'URSS.
    Naturalmente il discorso è più complesso. Il PPP è un indicatore abbastanza attendibile sulla capacità d'acquisto ma non ci dice nulla sulla disponibilità di merci ecc. Ma io credo che oggi molti russi sono più coscienti di un tempo su quello che hanno perso. Magari non tornerebbero più indietro, ma pensano che si poteva fare in un altro modo. In ogni caso dicono sempre i sondaggi se Stalin si presentasse alle prossime elezioni presidenziali il 30% lo voterebbe sicuramente e solo il 27% non lo voterebbe sicuramente. Gli altri lo metterebbero a confronto con un eventuale avversario. Tra i minori di 30 anni non voterebbe sicuramente per lui solo il 47%, mentre il 30% lo prenderebbe seriamente in considerazione e il il 13% lo voterebbe sicuramente. Il bello è che chi voterebbe Stalin non si dice mecessariamente comunista.

  8. #8
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    articolo interessante

    quando dicevo che ci abbiamo guadagnato tutti, intendevo tutti non russi.

    spakojnu noc sssr

    il suo posto sono i libri di storia e le nostalgie della medio-bassa classe borghese russa.

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    16 Sep 2006
    Località
    Culqualber
    Messaggi
    123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'URSS si è autodistrutta da sola. Così dice almeno l'ex dissidente Alexander Zinoviev, che incolpa i cittadini sovietici e particolarmente i russi di questo. In realtà i cittadini sovietici nel referendum indetto nel '90 votarano largamente contro lo scioglimento dell'URSS. Ancora oggi circa il 70% dei rusi, il 57% degli Ucraini e la maggioranza dei bielorussi vorrebbero la ricostruzione dell'URSS (un sondaggio di qualche mese fa).
    La statistica è utile , ma può risultare fuorviante qualora sia considerata più prossima al "fine" che al "mezzo" quando viene il momento di trarre le conclusioni....

    Es Allende nel 1970 ricevette il 36.1% delle preferenze contro il 35.4 del primo sconfitto e contro il 50 % necessario, e potè governare legalmente solo grazie ad un inciucio parlamentare......Pinochet al referendum concesso nel 1988 ricevette il 43 % di preferenze, ovvero non potè mantenere il governo del paese solo per uno scarto di voti del 7%, pur con tutta l' acqua sporca che aveva fatto passare sotto i ponti.

    Un nero nato schiavo nell' Alabama aveva pur sempre un tetto sopra la testa ed un focolare, una polpetta di grano e sugna quoridiana assicurata, un lavoro quantomeno routinario e povero di rischi e persino una rudimentale assistenza medica visto che la sua salute costituiva pur sempre un investimento del padrone...regole che era tenuto a seguire, pesanti quanto si vuole ma svincolate dall' incertezza angosciosa di dover decidere....abbastanza diverso da una vita libero ma in una savana dove non sai cosa c'è domani o se ci sarà il domani.

    Una dittatura in genere ti assicura riscaldamento in casa, pane e cipolle quotidiano , trasporti a prezzi popolari, uno straccio di assistenza medica esente da ticket, un goccio di vodka per rendere tollerabile il tutto.
    Ti fornisce di una qualche forma di orgoglio e dell' impressione di essere tutelato, è chiaro che la tutela non può prescindere dalle sciabole, ed è così che si giunge alla spirale della spesa militare immoderata ed immondata da ogni spreco che è probabilmente il fattore-chiave che determinò la caduta dell' URSS.
    Ti toglie qualcos' altro.Per taluni può essere un salasso, per altri una tassa tutto sommato equa.

    Quel che è veramente intollerabile e costringe oggi qualcuno a gridare aridatece er puzzone è l' imposizione di questa medesima tassa magari edulcorata, magari riscossa da differenti esattori ma associata purtroppo ad un' abolizione dei benefits.

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    08 Jun 2005
    Messaggi
    12,230
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Red Shadow Visualizza Messaggio
    L'URSS si è autodistrutta da sola. Così dice almeno l'ex dissidente Alexander Zinoviev, che incolpa i cittadini sovietici e particolarmente i russi di questo. In realtà i cittadini sovietici nel referendum indetto nel '90 votarano largamente contro lo scioglimento dell'URSS. Ancora oggi circa il 70% dei rusi, il 57% degli Ucraini e la maggioranza dei bielorussi vorrebbero la ricostruzione dell'URSS (un sondaggio di qualche mese fa). Per Zinoviev i russi si sono innamorati del "liberismo" una ideologia che secondo il grande scrittore, in realtà nessuno applica. Ad esempio l'agricoltura sovietica è stata distrutta dagli "aiuti" alimentari dell'Europa occidentale quali il burro e il latte di cui la Russia fu inondata e che costavano meno che a produrle in Russia. Nessuno ha detto ai russi che quelle merci costavano così poco perchè erano dei surplus di produzione altrimenti invendibili e sorretti da abbondanti aiuti statali dei paesi "liberisti". L'agricoltura è crollata negli anni 90 tanto che ancora oggi i russi e gli ucraini si sognano la produzione agricola degli anni 70-80.
    Negli anni '90 la mortalità infantile passò dal 15% per mille, una delle più basse del mondo, al 288 per mille, una delle più alte del mondo, all'economia socialista si sotitiuì una economia criminale in cui le aziende pubbliche vennero vendute per due soldi agli amici degli amici. Questo spiega come mai Gorbacev e soprattutto Eltsin sia i personaggi politici più impopolari del secolo scorso (i più popolari sono Stalin e Lenin, sondaggio di qualche mese fa).
    Le aspettative di vita ancora oggi sono molto inferiori a quelle dell'URSS. Ancora oggi dopo anni di ripresa economica dovita al petrolio la Russia non ha anora raggiunto gli indicatori di qualità della vita, stabiloiti dall'ONU, che aveva l'URSS.
    Zinoviev definisce Gorbacev e Eltsin come dei veri criminali. Secondo lui invece di riformare il sistema sovietico lo mandarono a gambe all'aria. Per lui il vero "impero del male" è stata la Russia di Eltsin.
    Recentemente ho letto un articolo (in russo) di due economisti russi. Questi sotengono che la capacità d'acquisto del cittadino sovietico (Purchaising Power Parity) era all'inizio degli anni '80 pari a circa il 70% di quella media della Francia. Oggi nonostante il petrolio la capacità d'acquisto di un russo è il 35% di quella francese. In altre parole anche senza riforme oggi con gli attuali prezzi del petrolio il cittadino sovietico avrebbe una capacità d'acquisto pari a quella francese, se si fosse mantenuta l'URSS.
    Naturalmente il discorso è più complesso. Il PPP è un indicatore abbastanza attendibile sulla capacità d'acquisto ma non ci dice nulla sulla disponibilità di merci ecc. Ma io credo che oggi molti russi sono più coscienti di un tempo su quello che hanno perso. Magari non tornerebbero più indietro, ma pensano che si poteva fare in un altro modo. In ogni caso dicono sempre i sondaggi se Stalin si presentasse alle prossime elezioni presidenziali il 30% lo voterebbe sicuramente e solo il 27% non lo voterebbe sicuramente. Gli altri lo metterebbero a confronto con un eventuale avversario. Tra i minori di 30 anni non voterebbe sicuramente per lui solo il 47%, mentre il 30% lo prenderebbe seriamente in considerazione e il il 13% lo voterebbe sicuramente. Il bello è che chi voterebbe Stalin non si dice mecessariamente comunista.

    Il modo in cui citi il referendum è fuorviante.....certo quelli sono i risultati.............ma bisogna aggiungere per correttezza che le varie repubbliche poterono aggiungere altri quesiti referendari nel referendum e cosi fecero alcune repubbliche non votarono affatto (Georgia) solo 4 votarono il referendum cosi come voluto da Gorbachev...........in Russia invece fu aggiunta la domanda "Vuoi concedere maggiori poteri al presidente della repubblica russa??" ( o forse diceva alla repubblica russa .......capisco che non sia secondario ma non ricordo esattamente) ed i risultati a quella domanda furono un plebiscito per Eltsin

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Nel 2010 il PD fece perdere la Bonino per far vincere Fini
    Di C@scista nel forum Conservatorismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-12-11, 12:12
  2. Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 18-09-10, 13:49
  3. MEGILO PERDERE LE REGIONALI O VINCERE LE PRIMARIE SONDAGGINIO
    Di rediga nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 20-01-10, 22:10
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-09-09, 17:41
  5. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 06-12-04, 09:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226