User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Jun 2002
    Messaggi
    337
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Così Ronnie, Maggie e Karol hanno cambiato il mondo

    John O’Sullivan, ex consigliere della Thatcher e oggi redattore della rivista “National Review”, ha dedicato il suo nuovo libro “The President, the Pope, and the Prime Minister. Three Who Changed the World” (Regnery, Washington, pp. 360, $ 27.95) ai tre eroi della Guerra Fredda che con le loro scelte audaci “cambiarono il mondo”, determinando in maniera decisiva il trionfo dell’Occidente sul totalitarismo sovietico: Ronald Reagan, Giovanni Paolo II e Margareth Thatcher.

    Oggi molti storici minimizzano il loro contributo e sostengono, con il senno di poi, che la vittoria dell’Occidente era inevitabile, perché il sistema economico e militare sovietico non era più in grado di reggere la sfida. In realtà chi visse quegli avvenimenti sa che il confronto fu per lungo tempo difficile e incerto. La potenza ideologica e militare del mondo comunista sembrava irresistibile, e il successo finale del mondo occidentale fu reso possibile solo dalla fede nella vittoria e dalle decisioni coraggiose di questi suoi tre leader.

    Lungi dall’essere predeterminata fin dal suo inizio, l’affascinante storia della Guerra Fredda raccontata da O’Sullivan è ricca d’imprevisti e di autentici miracoli. Chi avrebbe mai potuto prevedere che un attore di film di serie B, un prete polacco e la figlia di un droghiere di provincia sarebbero diventati i protagonisti delle vicende della seconda metà del ventesimo secolo? La loro ascesa sembrava del tutto improbabile alla metà degli anni Settanta, quando occupavano posizioni di medio livello nelle gerarchie politiche o ecclesiastiche. In quegli anni, secondo O’Sullivan, non potevano emergere perché nella mentalità corrente erano considerati troppo conservatori (la Thatcher), troppo cattolici (Giovanni Paolo II) o troppo “americani”, cioè troppo ottimisti (Ronald Reagan).

    Solo l’aggravarsi della crisi spinse la gente ad orientarsi verso leader carismatici disposti ad affrontare dei rischi. Gli anni Settanta furono infatti un decennio da incubo per l’Occidente. Tutto sembrava volgere al peggio: l’economia era devastata dall’inflazione e dalla recessione, l’Opec aveva quadruplicato il costo del greggio nel 1973, la criminalità e il terrorismo imperversavano, l’America aveva perso ignominiosamente la guerra del Vietnam, il comunismo si espandeva rapidamente in Asia, in Africa e in America centrale.

    Jimmy Carter, uno dei peggiori presidenti della storia americana, incarnava perfettamente il senso di smarrimento e di incertezza dell’America di quegli anni. Con i suoi errori stava quasi per perdere la Guerra Fredda e per distruggere l’economia americana. Perdipiù, favorendo la caduta dello Scià di Persia, spianò la strada alla rivoluzione islamica dell’ayatollah Khomeini, la scintilla che nei decenni successivi avrebbe fatto esplodere l’integralismo islamico in tutto il mondo.

    Per risollevare l’America dal baratro occorreva una personalità che ispirasse fiducia e coraggio, e nelle elezioni del 1980 Carter subì contro Ronald Reagan la più grave disfatta elettorale di un presidente in carica nella storia americana, perdendo per 49 voti elettorali contro 489. Anche Giovanni Paolo II e Margareth Thatcher furono chiamati a rimettere in sesto una Chiesa sconquassata dai disordini postconciliari e un Regno Unito funestato da scioperi e crisi economiche.

    Li accomunò un altro aspetto prodigioso: tutti e tre scamparono per un soffio ad attentati potenzialmente mortali. Reagan e il Papa sarebbero morti se i colpi sparati da John Hinckley il 30 marzo 1980 e da Ali Agca il 13 maggio 1981 fossero penetrati ad un millimetro o due di distanza; anche la Thatcher il 12 ottobre 1984 uscì incredibilmente indenne dall’esplosione di una bomba dell’IRA, che distrusse completamente la stanza d’albergo di fianco alla sua, uccidendo cinque persone e ferendone molte altre. Reagan e Giovanni Paolo II ebbero la stessa certezza di essere stati aiutati da una mano divina che deviò miracolosamente le pallottole, salvando la vita agli uomini che, senza alcun spargimento di sangue, avrebbero fatto crollare l’ateo “impero del male”.

    Questa convinzione li spinse a giocare una partita molto rischiosa, che avrebbe potuto trasformare la guerra fredda in guerra calda, o addirittura in conflitto nucleare. Ronald Reagan, Karol Wojtila e Margareth Thatcher non credevano ai sostenitori della “coesistenza” o della “Ostpolitik”, che consigliavano di scendere a patti con il comunismo perché il regime sovietico era solido e sarebbe durato indefinitamente. Erano invece convinti che il sistema comunista fosse viziato alla radice, e che andasse contrastato con risolutezza sul piano morale. La storia gli ha dato ragione.

    Guglielmo Piombini
    (pubblicato su Libero, 9 febbraio 2007)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Apr 2005
    Messaggi
    3,906
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    IL RONNY HA SBAGLIATO A COMMERCIARE CON LA CINA

    avrebbe dovuto chiudere il mercato usa ai prodotti made in china

  3. #3
    macht geht vor recht
    Data Registrazione
    24 Mar 2006
    Località
    Regno d'Italia > They challenge science to prove the existence of God. But must we really light a candle to see the sun?
    Messaggi
    7,101
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Thx Paleo per l'articolo. E' bene che nelle scuole si studi con maggiore approfondimento questi 3 grandiosi personaggi che hanno rispedito il comunismo nella fogna da cui era venuto.

 

 

Discussioni Simili

  1. Hanno cambiato la Costituzione e non ci hanno detto niente
    Di GIU2012 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-05-12, 19:36
  2. M'hanno cambiato l'avatar....
    Di MSFT-Palermo nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-12-06, 18:31
  3. Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 08-10-06, 13:26
  4. Mi hanno cambiato l'avatar
    Di nel forum Destra Radicale
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 11-01-05, 22:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226