User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Dios, Patria, Fueros, Rey
    Data Registrazione
    29 May 2004
    Messaggi
    909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Basta! Via Fini da An o un nuovo partito DI DESTRA subito

    Questa è l'ultima della serie. La pazienza è finita. Questo cialtrone che non sa lontanamente chi sia De Maistre o cosa rappresenti REALMENTE il conservatorismo classico o tradizionalista se ne deve andare! Per non parlare di chi ciancia in assoluta libertà di TEOCONISMO (non siamo un marchio da supermercato, siamo CONSERVATORI, CATTOLICI, ANTIRELATIVISTI), innamorandosi di etichette che non conosceva fino a un'ora prima.
    La misura è colma: quanti risponderanno che è l'ennesima genialata del presidente "europeo", "popolare", "modernista" e "laico", per favore si facciano un bell'esame di coscienza e, guardando a TUTTO il ciclo di "strappi" del capo, SI INTERROGHINO sul SENSO PROFONDO di qst becera operazione di opportunismo personale. Altro che svecchiamento della destra...
    [/B]

    ----------------------------------------------------------

    (Il pezzo è debole ma è l'unico sulla faccenda che per ora gira in Rete. Mera cronaca rispetto al taglio politico riservato da Libero - acquistatetelo subito e nn solo per l'affaire Br - che ospita un illuminante intervento di Mantovano).

    ----------------------------------------------------------

    Fini: An si apra alle culture Storace attacca: relativista
    di Angelo Mellone - martedì 13 febbraio 2007, 07:00
    da Roma

    «La destra non è più un pianeta sconosciuto». Avrà in mente il pianeta Marte di Corrado Guzzanti, Gianfranco Fini, chiacchierando con i giornalisti alla conclusione del «Forum delle idee» di Alleanza nazionale, organizzato da Fabio Granata. E si lascia andare a una riflessione che ha il sapore della profezia imminente: «La sinistra discute di problemi culturali e fa dibattito, lo fa la destra e trovi sempre qualcuno pronto a denunciare “strappi”. Assurdo». La riunione del Forum non farà eccezione. Non a caso, all’ordine del giorno c’è un confronto su «Modello italiano tra contaminazione e identità». La bozza preparata per l’incontro, a cui partecipa una quarantina di intellettuali di tutte le aree della destra (da Fabio Terriero a Luigi Di Gregorio, da Ivo Germano ad Aldo Di Lello), ha irritato l’ala teocon di An per due affermazioni. La prima, sulla natura «meticcia» della civiltà italiana. La seconda: «Culla del cristianesimo e quindi del cattolicesimo, l’Italia è però anche erede di una antropologia intimamente politeista».

    La mattinata comincia con la relazione della grecista Monica Centanni sulla matrice plurale del «modello italiano». Il «politeismo», spiega Centanni, coincide con la grande libertà culturale che nella Roma dei Papi rinascimentali genera lo splendore dell’arte italiana. Interviene Gennaro Malgieri, cda Rai: compito della destra è «costruire la città dei valori con le pietre della tolleranza, dell’apertura al sacro e della bellezza, come antidoto alle guerre di civiltà». Il punto d’arrivo è «un nuovo umanesimo conservatore». Il filosofo Peppe Nanni cita Machiavelli e ribalta i ragionamenti sull’«anomalia italiana»: «Superiamo i complessi psicologici: l’Italia s’è unificata tardi per l’eccesso di ricchezza culturale delle sue centocinquanta città». Esiste un’egemonia culturale italiana nella storia europea che stentiamo a riconoscere, prosegue Nanni. Il senso delle parole «contaminazione» e «politeismo» sarebbe spiegato, ma non basta ad Alfredo Mantovano, che denuncia «assiomi inaccettabili» come la sovrapposizione tra multietnicità e multiculturalismo. L’unico collante italiano è il cattolicesimo, prosegue Mantovano (lo dirà anche Riccardo Pedrizzi), citando pure il Sarkozy candidato all’Eliseo che va in visita al monastero di Mont-Saint-Michel. Si dissotterrano antiche divergenze intellettuali tra «tradizionalisti» e «nuova destra» degli anni Ottanta. Interviene Fini: «È vero, ma ieri Sarkozy ha fatto un discorso sulla necessità di includere nell’identità francese anche ciò che francese non è».

    Il presidente di An tiene il punto. Si dichiara «allibito» per le polemiche sorte sul documento, difende «la logica dell’attenzione e dell’ascolto» del dibattito - «abituiamoci alla destra che discute, non a quella del capo che decide per tutti», dirà dopo - e sostiene che il carattere «plurale, variegato, portatore di sensibilità diverse, di storie e di culture» dell’identità italiana non è fattore di debolezza ma «motivo di orgoglio nazionale». Marcello de Angelis, direttore di Area, indica Federico II e San Francesco d’Assisi come «papà d’Italia», simboli di tolleranza e di crociate senza spargimenti di sangue (lo stesso Fini, nell’ottobre 2004, aveva fatto gran scandalo rileggendo la figura di Francesco in chiave non pacifista). Il rapporto con l’Islam in Italia? «La cittadinanza è condivisione dei valori di fondo dell’identità nazionale», spiega Fini ai cronisti. La Chiesa? «Fa bene a intervenire per difendere i valori cattolici». Non basta. Ad attenderlo ci sono le dichiarazioni sulla «deriva neopagana» di An (Carmelo Briguglio) e l’accusa di «relativismo» (Francesco Storace). Il dibattito è ricacciato nelle polemiche di corrente. A destra, forse, bisogna ancora allenarsi al pluralismo di idee.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Nov 2006
    Località
    Difendi, Conserva, Prega!
    Messaggi
    15,330
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ti dico come andrebbe a finire un congresso: plebiscito per Fini perchè nel mentre ha già tagliato tutte le teste. Non vale più il dicorso, purtroppo, per il quale "è meglio restare così si cerca di cambiare le cose". Via da An subito! E finiranno le arrabbiature di tutti noi.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    18,319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Or bene!!! Che si fondi un partito conservatore veramente di destra, uno vero allora !
    NOI SIAMO LA VERA ITALIA !
    RICOSTRUIAMO LA NOSTRA PATRIA !

  4. #4
    Leoni in guerra e agnelli pieni di dolcezza nelle nostre case
    Data Registrazione
    29 Mar 2009
    Messaggi
    15,424
    Inserzioni Blog
    8
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Italianhawk83 Visualizza Messaggio
    Questa è l'ultima della serie. La pazienza è finita. Questo cialtrone che non sa lontanamente chi sia De Maistre o cosa rappresenti REALMENTE il conservatorismo classico o tradizionalista se ne deve andare! Per non parlare di chi ciancia in assoluta libertà di TEOCONISMO (non siamo un marchio da supermercato, siamo CONSERVATORI, CATTOLICI, ANTIRELATIVISTI), innamorandosi di etichette che non conosceva fino a un'ora prima.
    La misura è colma: quanti risponderanno che è l'ennesima genialata del presidente "europeo", "popolare", "modernista" e "laico", per favore si facciano un bell'esame di coscienza e, guardando a TUTTO il ciclo di "strappi" del capo, SI INTERROGHINO sul SENSO PROFONDO di qst becera operazione di opportunismo personale. Altro che svecchiamento della destra...
    [/B]

    ----------------------------------------------------------

    (Il pezzo è debole ma è l'unico sulla faccenda che per ora gira in Rete. Mera cronaca rispetto al taglio politico riservato da Libero - acquistatetelo subito e nn solo per l'affaire Br - che ospita un illuminante intervento di Mantovano).

    ----------------------------------------------------------

    Fini: An si apra alle culture Storace attacca: relativista
    di Angelo Mellone - martedì 13 febbraio 2007, 07:00
    da Roma

    «La destra non è più un pianeta sconosciuto». Avrà in mente il pianeta Marte di Corrado Guzzanti, Gianfranco Fini, chiacchierando con i giornalisti alla conclusione del «Forum delle idee» di Alleanza nazionale, organizzato da Fabio Granata. E si lascia andare a una riflessione che ha il sapore della profezia imminente: «La sinistra discute di problemi culturali e fa dibattito, lo fa la destra e trovi sempre qualcuno pronto a denunciare “strappi”. Assurdo». La riunione del Forum non farà eccezione. Non a caso, all’ordine del giorno c’è un confronto su «Modello italiano tra contaminazione e identità». La bozza preparata per l’incontro, a cui partecipa una quarantina di intellettuali di tutte le aree della destra (da Fabio Terriero a Luigi Di Gregorio, da Ivo Germano ad Aldo Di Lello), ha irritato l’ala teocon di An per due affermazioni. La prima, sulla natura «meticcia» della civiltà italiana. La seconda: «Culla del cristianesimo e quindi del cattolicesimo, l’Italia è però anche erede di una antropologia intimamente politeista».

    La mattinata comincia con la relazione della grecista Monica Centanni sulla matrice plurale del «modello italiano». Il «politeismo», spiega Centanni, coincide con la grande libertà culturale che nella Roma dei Papi rinascimentali genera lo splendore dell’arte italiana. Interviene Gennaro Malgieri, cda Rai: compito della destra è «costruire la città dei valori con le pietre della tolleranza, dell’apertura al sacro e della bellezza, come antidoto alle guerre di civiltà». Il punto d’arrivo è «un nuovo umanesimo conservatore». Il filosofo Peppe Nanni cita Machiavelli e ribalta i ragionamenti sull’«anomalia italiana»: «Superiamo i complessi psicologici: l’Italia s’è unificata tardi per l’eccesso di ricchezza culturale delle sue centocinquanta città». Esiste un’egemonia culturale italiana nella storia europea che stentiamo a riconoscere, prosegue Nanni. Il senso delle parole «contaminazione» e «politeismo» sarebbe spiegato, ma non basta ad Alfredo Mantovano, che denuncia «assiomi inaccettabili» come la sovrapposizione tra multietnicità e multiculturalismo. L’unico collante italiano è il cattolicesimo, prosegue Mantovano (lo dirà anche Riccardo Pedrizzi), citando pure il Sarkozy candidato all’Eliseo che va in visita al monastero di Mont-Saint-Michel. Si dissotterrano antiche divergenze intellettuali tra «tradizionalisti» e «nuova destra» degli anni Ottanta. Interviene Fini: «È vero, ma ieri Sarkozy ha fatto un discorso sulla necessità di includere nell’identità francese anche ciò che francese non è».

    Il presidente di An tiene il punto. Si dichiara «allibito» per le polemiche sorte sul documento, difende «la logica dell’attenzione e dell’ascolto» del dibattito - «abituiamoci alla destra che discute, non a quella del capo che decide per tutti», dirà dopo - e sostiene che il carattere «plurale, variegato, portatore di sensibilità diverse, di storie e di culture» dell’identità italiana non è fattore di debolezza ma «motivo di orgoglio nazionale». Marcello de Angelis, direttore di Area, indica Federico II e San Francesco d’Assisi come «papà d’Italia», simboli di tolleranza e di crociate senza spargimenti di sangue (lo stesso Fini, nell’ottobre 2004, aveva fatto gran scandalo rileggendo la figura di Francesco in chiave non pacifista). Il rapporto con l’Islam in Italia? «La cittadinanza è condivisione dei valori di fondo dell’identità nazionale», spiega Fini ai cronisti. La Chiesa? «Fa bene a intervenire per difendere i valori cattolici». Non basta. Ad attenderlo ci sono le dichiarazioni sulla «deriva neopagana» di An (Carmelo Briguglio) e l’accusa di «relativismo» (Francesco Storace). Il dibattito è ricacciato nelle polemiche di corrente. A destra, forse, bisogna ancora allenarsi al pluralismo di idee.
    Quando i colonnelli troveranno il coraggio di affrontarlo apertamente avranno la mia spada: la reazione stavolta, caro Italianhawk83, deve partire dai vertici, i militanti di Destra sono stanchi dei tentennamenti di lecchini incapaci di reazioni, i dirigenti di sezione stanchi di farsi fare le penne dai lealisti del jamaicano sguinzagliati ovunque e ordinati "gerarchi" per garantire l'ordine.
    I Dirigenti di Alleanza Nazionale abbandonino la maschera del buonismo e trovino il coraggio di togliergli il partito dalle mani.
    Ciò che fa male è che non abbiano ancora capito che gli uomini di Destra sono pronti a seguirli e a dare il loro sostegno.
    www.interamala.it - Visitatelo che ci tengo

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    18,319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    gente come il presidente di Gaylib dici? se parli di noi siamo completamente disorganizzati...
    NOI SIAMO LA VERA ITALIA !
    RICOSTRUIAMO LA NOSTRA PATRIA !

  6. #6
    Quo usque tandem???
    Data Registrazione
    01 Jun 2009
    Messaggi
    804
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' ora che la destra si svegli, se no un giorno si sveglierà scoprendo di essere ormai sinistra senza neanche sapere il perchè!!!

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    18,319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    in questi giorni in cui Selva é si é dimesso dal partito, e per la prima volta, Mantovano fa vedere che é un uomo criticando apertamente Fini e le finiate, (e sta correndo il "rischio" di dimettersi anche lui da AN, si può davvero iniziare a sperare che da An i conservatori che sono rimasti (2?) possano uscirne e dar vita a qualcosa di buono.

    Se lo fanno, sono pronto a seguirli. MA si segua il modello De Villiers!
    NOI SIAMO LA VERA ITALIA !
    RICOSTRUIAMO LA NOSTRA PATRIA !

  8. #8
    Dio e Po***o
    Data Registrazione
    29 Jan 2007
    Messaggi
    23,499
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    lasciate solo Fini in AN...
    e' una sua creatura inutile suppore di poterlo detronizzare!

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    18,319
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    infatti non lo si può cacciare da AN...e non lo si può destituire, io ho smesso di credere in tutta AN, e ogni volta che sento velate critiche, di norma penso che siano fatte a tavolino al solo scopo di far continuare a credere ai conservatori che qualcuno di bravo dentro AN c'è.
    Gli ultimi rimasti (tra i bravi, se ne sono andati).
    Aspettiamo Mantovano....non so chi crederà di poter convincere però...forse il filo-Pacs a giorni alterni Storace?
    NOI SIAMO LA VERA ITALIA !
    RICOSTRUIAMO LA NOSTRA PATRIA !

  10. #10
    Dios, Patria, Fueros, Rey
    Data Registrazione
    29 May 2004
    Messaggi
    909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'unico aspetto positivo delle sparate di Fini è rappresentato dal dilagare del malcontento che potrebbe tradursi in una saldatura dei dissidenti. Scenari possibili: cattolici + Storace o (come qualcuno evocava, ma potrebbero essere rumors privi di fondamento) nuovo aggregato "culturale" in chiave anti "nouvelle-droite".

    ps.
    mi corre l'obbligo di fare un appunto, Gilbert (senza nessuna polemica ma per amor di verità): parlare del fatto che Mantovano si sia rivelato un "uomo" soltanto adesso, significa conoscere molto superficialmente il suo pensiero e la sua "azione", del tutto intercettabili nella notevole mole di documentazione della sua attività di politico e conferenziere. L'ex sottosegretario non è certo l'uomo delle correntine ufficiali e dei proclami sparati per il solo desiderio di apparire sui giornali.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Fini lancia il nuovo partito ma ha...
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-10-10, 11:23
  2. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 20-05-09, 14:20
  3. Nuovo partito di destra
    Di L'idraulico (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 05-03-08, 18:06
  4. Basta! Via Fini da An o un nuovo partito DI DESTRA subito
    Di Italianhawk83 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 13-02-07, 20:51
  5. Nuovo partito di estrema destra
    Di italianuova2 nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 22-04-04, 21:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226