User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La Padania? Una Bombay in movimento

    http://www.ansa.it/opencms/export/si...107489525.html

    Inutile dire ai padani, internazionalmente noti come "aquile", che solo con l'indipendenza sarebbe possibile drenare le risorse per permettersi anche solo di stare ad ascoltare il WWF.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Macchè scherzi? Quassù c' è ancora posto, serve immigrazione allogena, magari ancora qualche milioncino di neghèr, così per riempire i miniloculi che i palazzinari sfornano ogni giorno favoriti dai nostri sindaci testedicazz.
    Con gli ossequi delle banche, che un mutuo non lo negano a nissciuno

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,747
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio

    http://www.ansa.it/opencms/export/si...107489525.html

    Inutile dire ai padani, internazionalmente noti come "aquile", che solo con l'indipendenza sarebbe possibile drenare le risorse per permettersi anche solo di stare ad ascoltare il WWF.
    guarda che le risorse trattenute in loco dopo l'indipendenza,
    non servirebbero altro che ad alimentare lo "sviluppo" e gli
    "investimenti", che sono poi le parole d'ordine di un popolo
    e di una classe dirigente decelebrati.

    è del tutto naturale inoltre, che se manca la manodopera
    per far girare il motore produttivo, devono arrivare immigrati
    dai 4 angoli della terra perché questo, è nella logica del sistema
    globalizzante e turbocapitalista.

    quindi ci si devono aspettare ancora valanghe umane, cui
    seguiranno nella perversa logica dello "sviluppo", altre
    infrastrutture e creazione di nuovi posti di lavoro,
    e poi ancora immigrati e poi sviluppo,
    e poi immigrati e poi sviluppo,
    e poi immigrati e poi sviluppo + infrastrutture,
    e poi,
    e poi,
    e poi,
    e poi che il buon dio faccia mancare l'acqua
    in questo deserto artificiale,
    nella speranza che l'uomo cominci a comprendere
    che le risorse non sono infinite............

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    guarda che le risorse trattenute in loco dopo l'indipendenza,
    non servirebbero altro che ad alimentare lo "sviluppo" e gli
    "investimenti", che sono poi le parole d'ordine di un popolo
    e di una classe dirigente decelebrati.

    è del tutto naturale inoltre, che se manca la manodopera
    per far girare il motore produttivo, devono arrivare immigrati
    dai 4 angoli della terra perché questo, è nella logica del sistema
    globalizzante e turbocapitalista.

    quindi ci si devono aspettare ancora valanghe umane, cui
    seguiranno nella perversa logica dello "sviluppo", altre
    infrastrutture e creazione di nuovi posti di lavoro,
    e poi ancora immigrati e poi sviluppo,
    e poi immigrati e poi sviluppo,
    e poi immigrati e poi sviluppo + infrastrutture,
    e poi,
    e poi,
    e poi,
    e poi che il buon dio faccia mancare l'acqua
    in questo deserto artificiale,
    nella speranza che l'uomo cominci a comprendere
    che le risorse non sono infinite............
    Non è così lineare, caro Max. L'era dell'industrializzazione è finita, lo sviluppo non passa certo per nuove fabbriche ma per il "valore aggiunto" del prodotto e per la capacità del territorio di attrarre risorse immateriali. In un contesto di degrado, ambientale e urbano, "crescere" diventa impossibile perchè progettare, ad esempio, aree per centri di ricerca e dotarle di servizi è cosa ben diversa che ampliare le zone industriali e quelle residenziali ad esse collegate.

    Non credo che il WWF suggerisca di costruire solo nuove infrastrutture, ma di aumentare la qualità e l'efficienza ambientale dei movimenti regionali e interregionali.

    Per far ciò servono soldi. Quei soldi che oggi vanno ad alimentare tutto fuorchè lo "sviluppo"... Umano dei popoli padani.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,747
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio

    Non è così lineare, caro Max. L'era dell'industrializzazione è finita, lo sviluppo non passa certo per nuove fabbriche ma per il "valore aggiunto" del prodotto e per la capacità del territorio di attrarre risorse immateriali.

    In un contesto di degrado, ambientale e urbano, "crescere" diventa impossibile perchè progettare, ad esempio, aree per centri di ricerca e dotarle di servizi è cosa ben diversa che ampliare le zone industriali e quelle residenziali ad esse collegate.

    Non credo che il WWF suggerisca di costruire solo nuove infrastrutture, ma di aumentare la qualità e l'efficienza ambientale dei movimenti regionali e interregionali.

    Per far ciò servono soldi. Quei soldi che oggi vanno ad alimentare tutto fuorchè lo "sviluppo"... Umano dei popoli padani.
    condivido tutto, ma la realtà è che continua l'aggressione al
    territorio complici le amministrazioni locali che concedono
    sempre nuove urbanizzazioni, alle migliaia di immobiliari
    che sono più numerose dei bar e delle trattorie.

    la massa dei capitali è enorme e questi cercano
    incessantemente "occasioni" che trovano sempre e in
    gran numero.

    io credo che per uscire da questa logica, venga introdotto
    il concetto di "decrescita" cui una classe politica provvista
    della testa e degli attributi, dovrebbe comprenderne
    l'ineluttabilità per un territorio ormai moribondo.

    no, non si farà niente e l'andazzo continuerà fino
    all'esaurimento di ogni risorsa ambientale;
    il primato spetta agli affari e al dio denaro,
    le consegueze della follia le subiranno chi non
    potrà allontanarsi da questa discarica.........


  6. #6
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio
    Non è così lineare, caro Max. L'era dell'industrializzazione è finita, lo sviluppo non passa certo per nuove fabbriche ma per il "valore aggiunto" del prodotto e per la capacità del territorio di attrarre risorse immateriali. In un contesto di degrado, ambientale e urbano, "crescere" diventa impossibile perchè progettare, ad esempio, aree per centri di ricerca e dotarle di servizi è cosa ben diversa che ampliare le zone industriali e quelle residenziali ad esse collegate.

    Non credo che il WWF suggerisca di costruire solo nuove infrastrutture, ma di aumentare la qualità e l'efficienza ambientale dei movimenti regionali e interregionali.

    Per far ciò servono soldi. Quei soldi che oggi vanno ad alimentare tutto fuorchè lo "sviluppo"... Umano dei popoli padani.
    Zena, ci sarai a Brescia? Mi farebbe piacere conoscerti.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da semipadano Visualizza Messaggio
    Zena, ci sarai a Brescia? Mi farebbe piacere conoscerti.
    Purtroppo non posso progettare spostamenti di 300 km di qui al 4 marzo, ma non escludo di esserci, anche perchè mi farebbe davvero piacere... Certo che se un giorno si facesse un incontro non dico nella lontana ed esotica Liguria, ma nel basso Piemonte...

  8. #8
    Rifondazione Leghista
    Data Registrazione
    25 Jun 2006
    Messaggi
    1,028
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    condivido tutto, ma la realtà è che continua l'aggressione al
    territorio complici le amministrazioni locali che concedono
    sempre nuove urbanizzazioni, alle migliaia di immobiliari
    che sono più numerose dei bar e delle trattorie.

    la massa dei capitali è enorme e questi cercano
    incessantemente "occasioni" che trovano sempre e in
    gran numero.

    io credo che per uscire da questa logica, venga introdotto
    il concetto di "decrescita" cui una classe politica provvista
    della testa e degli attributi, dovrebbe comprenderne
    l'ineluttabilità per un territorio ormai moribondo.

    no, non si farà niente e l'andazzo continuerà fino
    all'esaurimento di ogni risorsa ambientale;
    il primato spetta agli affari e al dio denaro,
    le consegueze della follia le subiranno chi non
    potrà allontanarsi da questa discarica.........


    Non so dalle tue parti, ma qui da noi l'edilizia è sostanzialmente ferma. Si è costruito così tanto e ci sono talmente tante case nuove vuote che ai costruttori non passa nemmeno per la testa di indebitarsi per farne altre

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    1,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    "Più foreste, meno foresti"..grande articolo di Gilberto Oneto, da tenere presente e diffondere. Spantegà me se dìs a Milàn. .( Magari qualcuno capace lo può ripostare qui)

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    condivido tutto, ma la realtà è che continua l'aggressione al
    territorio complici le amministrazioni locali che concedono
    sempre nuove urbanizzazioni, alle migliaia di immobiliari
    che sono più numerose dei bar e delle trattorie.

    la massa dei capitali è enorme e questi cercano
    incessantemente "occasioni" che trovano sempre e in
    gran numero.

    io credo che per uscire da questa logica, venga introdotto
    il concetto di "decrescita" cui una classe politica provvista
    della testa e degli attributi, dovrebbe comprenderne
    l'ineluttabilità per un territorio ormai moribondo.

    no, non si farà niente e l'andazzo continuerà fino
    all'esaurimento di ogni risorsa ambientale;
    il primato spetta agli affari e al dio denaro,
    le consegueze della follia le subiranno chi non
    potrà allontanarsi da questa discarica.........

    Purtroppo siamo costretti a misurare la distanza culturale che separa il Paese in cui siamo attualmente collocati da un paese in linea con le sfide del tempo. Non che esistano paesi privi di difetti, ma in italia è davvero impossibile sognare una crescita diversa,che non sia speculazione.
    Per questo capisco gli appelli alla decrescita, che poi sono appelli a quella Padania lontana pochi decenni e fatta di vernacoli, tradizioni, onesta povertà, prati verdi, montagne linde, famiglie numerose, società di mutuo soccorso, contadini che eran contadini e artigiani che erano artigiani.
    Poi, però, vedo Molassana, Begato, le case "ammassae comme fein, in sci profii ridenti... Che e collinne se scrollan ma che i ommi no mollan"... E capisco che quella Liguria - e quella Padania - non esistono più e che il loro ricordo non è in grado di spezzare i mali sociali di questi decenni. Spazzate via, in breve.
    Bisogna allora andare avanti, valorizzare i benefici che derivano dai tempi odierni (il fatto che possiamo comunicare con internet, ad esempio) e cercare di sfruttare le opportunità di cui disponiamo. Con l'ambizione ovviamente, di salvaguardare quella poca tradizione che ci rimane e innestarla in questo belin di mondo.
    Archeofuturismo, lo chiama visionariamente Faye, che poi disegna un mondo fantasy poco probabile e anche auspicabile.
    Ma la definizione mi piace: Archè. L'origine, il primigenio. La RADICE. Il futurismo: la proiezione attiva, feconda e vincente nel tempo a venire.
    Ovviamente, finchè ci troveremo nelle condizioni di dover pagare il 50% complessivo di tasse, di smaltire la "rumenta" a qualcun'altro, di sottostare ai giochi di potere di questo o quell'interesse di bottega, di essere schiacciati dall'oppressione burocratica e, ora aggiungo schifato dal momento storico, di essere governati da due partiti che - porca di quella Sampdoria - si chiamano Rifondazione Comunista (!) e Partito dei Comunisti (pure) italiani, tutto ciò non sarà mai possibile. Never possible.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Perchè il dichiararsi Italiani salva la vita a Bombay ?
    Di pacatamente (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 27-11-08, 13:21
  2. Dossier WWF: Padania, megalopoli come Bombay
    Di Eomer nel forum Lombardia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27-03-07, 19:44
  3. nuova chiusura aeroporto Bombay
    Di ezeiza97 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 31-07-05, 15:41
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-12-04, 15:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226