User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19

Discussione: Nazisti in sacrestia

  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    21 May 2009
    Messaggi
    130
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Nazisti in sacrestia

    Nazisti in sacrestia
    Cercando in rete fatti e argomenti relativi alla questione della presunta complicitÓ della Croce Rossa Internazionale nella fuga dei nazisti nel dopoguerra verso il sudamerica che avrebbe sicurato loro un futuro nascosto e lontano dalla giustizia di un tribunale alleato, ho trovato questo articolo riportato dal quotidiano genovese Secolo XIX qualche anno fa e che vede implicata nella vicenda la curia genovese.

    Riporto di seguito l'articolo:

    Nazisti in sacrestia
    Le complicitÓ della chiesa genovese nella fuga dei criminali di guerra
    Un'inchiesta del 'Secolo XIX'

    da ADISTA, Agenzia d'informazione sul mondo cattolico e le realtÓ religiose
    N░65 del 20 settembre 2003

    Aiuto, sostegno logistico, documenti falsi. La Curia genovese, terminale periferico di un sostegno ecclesiastico che partiva direttamente da Roma, spian˛ ai criminali di guerra nazisti, ustascia e fascisti la strada verso la libertÓ. Chi avrebbe dovuto contribuire alla loro cattura, favorý invece la loro impunitÓ: la denuncia viene dal quotidiano genovese "Il secolo XIX", che in una lunga inchiesta, partita il 31 luglio e durata pi¨ di un mese, ricostruisce l'intricata vicenda di quella che Ŕ stata definita la "ratline", la "via dei topi" organizzata in Europa nel dopoguerra per consentire la fuga, prevalentemente in Argentina ed in altri Paesi latinoamericani, di criminali di guerra ricercati.

    L'antefatto
    L'inchiesta del "Secolo XIX" prende avvio dalle notizie contenute nei documenti degli archivi della Direzione nazionale delle migrazioni, in Argentina, resi pubblici lo scorso luglio per decisione del presidente NÚstor Kirchner. Con questa decisione, Kirchner aveva dato seguito ad un impegno preciso preso con il Centro Simon Wiesenthal, specializzato nella ricerca dei criminali di guerra, che voleva chiarezza in merito alle precise denunce delle collusioni tra governo argentino e reduci del Reich contenute in un libro, intitolato "La autÚntica Odessa", pubblicato dal giornalista Uki Go˝i nel dicembre 2002. Lo scrittore aveva passato un anno negli archivi dell'Hotel de Inmigrantes, un vecchio albergo che custodisce i fascicoli del Centro di Immigrazione di Buenos Aires, cercando le tracce del passaggio di alcuni immigrati "eccellenti" in Argentina nel dopoguerra. Rovistando tra centinaia di migliaia di cartoline di sbarco aveva trovato anche quelle relative a molti gerarchi nazisti, fascisti e ustascia, rintracciando i numeri dei relativi dossier custoditi nell'archivio riservato dell'hotel. Il quotidiano argentino "Pßgina 12" nei mesi scorsi ha seguito con interesse le rivelazioni del libro di Go˝i, rilanciandole e facendole divenire un caso nazionale: per tutte queste ragioni, a luglio, i dossier sono stati messi a disposizione degli studiosi, anche se, per ora, secondo quanto scrive "Panorama" del 29 agosto, sono saltati fuori solo due dei 49 fascicoli richiesti dal centro Wiesenthal, contenenti informazioni su appena 17 dei 68 criminali di guerra segnalati.

    Le complicitÓ della Chiesa nella "ratline"
    In una intervista rilasciata a "Pßgina 12" e ripresa il 29 luglio dal "Corriere della Sera", Go˝i racconta i motivi che spinsero l'allora presidente argentino Juan Domingo Perˇn a stringere un legame coi nazisti: "Perˇn faceva un favore ai nazisti che portava in Argentina. Faceva un piacere a se stesso, nell'idea che questa gente avrebbe potuto essergli utile come agenti anticomunisti. Faceva un favore agli Alleati eliminando i collaborazionisti che non avrebbero potuto portare davanti alla giustizia. Infine rendeva un servizio alla Chiesa. Uno dei documenti che ho trovato mostrano che il cardinale argentino Caggiano and˛ in Vaticano nel '46 offrendo a nome del governo di Buenos Aires il proprio Paese come rifugio ai criminali di guerra francesi nascosti a Roma".
    Insomma, Peron collabor˛ a creare una sorta di rete internazionale che doveva favorire l'ingresso di criminali di guerra nel proprio Paese. Con il sostegno anche di una parte delle gerarchie ecclesiastiche. A Buenos Aires agivano i cardinali Antonio Caggiano e Santiago Copello. Dalla seconda metÓ del 1947 ai primi anni Cinquanta il terminale europeo della "rotta dei topi" fu a Genova in via Albaro, al numero 38 presso Villa Bombrini, ora sede del Conservatorio e all'epoca sede della Daie, Direcciˇn Argentina de Immigraciˇn Europea. L'ufficio era retto da un ex capitano delle Ss, Carlos Fuldner, amico di Peron.
    "Era l'ufficio della Daie in Genova - spiega Uki Go˝i - che si occupava di far pervenire a Buenos Aires l'elenco dei criminali nazisti da mettere in salvo. A Buenos Aires la pratica veniva evasa dalla Sociedad Argentina de Recepciˇn de Europeos fondata nel maggio del '47 da Pierre Daye, un criminale di guerra belga in stretti rapporti con Peron e con l'arcivescovado argentino. Tanto stretti che le prime riunioni della Sociedad si tennero alla Casa Rosada e che la prima sede della Sare si trovava in via Canning 1358, un vecchio palazzone di proprietÓ della curia di Buenos Aires".
    Fuldner redigeva a via Albaro gli elenchi dei nazisti da far fuggire, li spediva in Argentina e da lý, in poche settimane, giungevano i visti di ingresso, completi delle foto dei criminali ma intestate a nomi fittizi. Da Genova, la pratica passava a Roma, dove la Sede della Croce Rossa rilasciava i passaporti relativi ai nomi falsi, rispedendoli a Genova. Fatto ci˛, bastava trovare posto per i fuggitivi sulla prima nave che salpasse per l'Argentina. ╚ ormai certo che, in quegli anni, passarono per Genova, e di lý fuggirono in Sudamerica, criminali del calibro di Klaus Barbie ("il boia di Lione"), Adolf Eichmann (il pianificatore dello sterminio degli ebrei, rapito dal Mossad nel '61 e impiccato in Israele l'anno dopo), Josef Mengele (il "dottor morte"), Erich Priebke, il dittatore croato Ante Pavelic.

    Il ruolo della Curia genovese
    Go˝i sostiene il diretto coinvolgimento del card. Giuseppe Siri (eletto vescovo ausiliare di Genova l'11 marzo 1944, e arcivescovo della stessa cittÓ il 14 maggio 1946) nel sostegno alla rete di fuga per i criminali di guerra, tramite le due associazioni, entrambe da lui fondate, che la Curia genovese possedeva per l'assistenza dei profughi (una tesi contenuta giÓ nelle risultanze della Ceana (Comisiˇn para el Esclarecimiento de las Actividades del Nazismo en la Argentina, costituita da Menem nel '97) e raccontata nel libro "La via dei demoni", del giornalista di "Repubblica" Giovanni Maria Pace). Una di queste associazioni si chiamava Auxilium ed era nata nel '31, come ente di assistenza e beneficenza. La seconda, chiamata "Comitato Nazionale Emigrazione in Argentina", nacque invece nel '46. Racconta Go˝i nel suo libro che il nome di Siri comparirebbe negli archivi del Nara (National Archives and Records Administration) del Maryland, Stati Uniti. In una nota del Central Intelligence Group (Cig, creata da Truman nel '46 e sostituita alla fine del '47 dalla Cia), datata 21 gennaio 1947 e recuperata da Go˝i nel corso delle ricerche per il suo libro, si afferma che Siri dirigeva "una organizzazione internazionale il cui scopo era favorire l'emigrazione di europei anticomunisti in Sudamerica (...). Questa classificazione di anticomunista deve estendersi a tutte le persone politicamente impegnati contro i comunisti, ovvero fascisti, ustascia, e altri gruppi simili".
    Operativamente sarebbero stati tre sacerdoti ad impegnarsi in prima persona per preparare la fuga dei criminali. Uno era un prete croato, Karl Petranovic: dai primi mesi del 1946 ai primi mesi del '52 avrebbe gestito direttamente i rapporti tra Vaticano, Croce Rossa, Auxilium e Comitato nazionale emigrazione in Argentina. In Croazia era stato parroco di Ogulin e cappellano di un reggimento ustascia. Fuggito nel '45, pass˛ prima a Trieste e poi a Milano, presso il cardinale Shuster, che lo avrebbe inviato a Genova, raccomandandolo a Siri con questo biglietto, il cui contenuto Ŕ stato rivelato il 2 agosto dal "Secolo XIX": "Eccellenza reverendissima, don Carlo ha conoscenza, in lingua e in cultura, della situazione dei rifugiati e dei profughi di guerra dell'Est e della Germania. Per questo Ŕ persona che pu˛ sostenere l'opera di caritÓ dell'Auxilium". A Genova Petranovic, racconta "Il Secolo XIX" (4/8), "dipendeva direttamente dalla Curia genovese" e si occupava di fare "la spola tra Auxilium e Comitato nazionale per l'emigrazione in Argentina. Ha il diritto di usare la Mercedes nera, con targa diplomatica della CittÓ del Vaticano, di Siri; viaggia spesso, di notte, tra Genova e Roma, e ritorna, sempre di notte, portando una 'valigia diplomatica'. Contiene i passaporti per una nuova vita dei nazisti in fuga" (2/8). Petranovic, che si allontan˛ da Genova nella primavera del '52, oggi ha 83 anni e vive in Canada, in una zona al confine con gli Stati Uniti, ospite di una comunitÓ di suore.
    A Genova operava un altro sacerdote. Era don Edoardo D÷m÷ter, francescano di origine ungherese, divenuto, alla fine degli anni '50, parroco della chiesa di Sant'Antonio di Pegli. Secondo quanto riportato dal "Secolo", Go˝i ha rintracciato negli archivi del Comitato Internazionale della Croce Rossa di Ginevra una richiesta, la numero 100940, sottoscritta e inoltrata da padre D÷m÷ter alla sede genovese della Croce Rossa di passaporto per tale Riccardo Klement, in realtÓ Adolf Eichmann.
    A fare da spola tra Genova e Roma, tra un ufficio aperto in Albaro dalla delegazione argentina e gli uffici romani della Croce Rossa per procurare documenti falsi, c'era, infine, don Krunoslav Stjepan Draganovic, che per Giovanni Maria Pace era un "ex colonnello ustascia" ("Repubblica", 24/2/2000), e che fu fondatore della Confraternita Croata del Collegio di San Girolamo degli Illirici
    ╚ lui che ha firmato il passaporto rilasciato dalla sede genovese della Croce Rossa il 16 marzo del 1951 intestato a Klaus Altmann, meccanico di origine tedesca in procinto di imbarcarsi sul piroscafo "Corrientes" alla volta di Buenos Aires, sotto la cui falsa identitÓ si nascondeva Klaus Barbie. Il documento originale, racconta il 27 agosto "Il Secolo XIX", fu trovato da Uki Go˝i nella sede ginevrina del comitato internazionale della Croce Rossa.
    Sull'attivitÓ di Draganovic a favore dei criminali di guerra il 28/8 "Il Secolo XIX" ha pubblicato il testo di un rapporto del Foreign Office inglese nel quale si dice che il prete, definito "la mente che sta dietro l'organizzazione ustascia in Italia", interveniva "ripetutamente e vigorosamente al quartier generale della Croce Rossa Internazionale di Roma" nel tentativo "di influenzare la graduatoria di profughi croati che si stanno prendendo in considerazione per l'assistenza". "L'influenza della Confraternita di San Girolamo sui campi profughi - dice il rapporto (che cita anche Petranovic come "persona che con ogni probabilitÓ coincide con il collaborazionista croato ricercato P. 993") - sta aumentando sempre pi¨ e pare che al dottor Draganovic siano stati accordati strumenti e mezzi di natura ufficiosa che gli consentono di recarsi di persona ai campi per consultare i vari leader ustascia".
    La rete di ecclesiastici impegnati nel facilitare la fuga di nazisti e fascisti secondo le ricostruzioni fatte dal Go˝i e riferite dal "Secolo XIX" facevano capo, a Roma, a mons. Alois Hudal, rettore fino al '52 del Collegio tedesco di S. Maria dell'Anima, e vescovo con manifeste simpatie naziste che da Roma inviava le richieste di visti. Racconta "Il Secolo XIX": "Nella relazione conclusiva presentata dal Ceana nel 1999 si fa riferimento in particolare a una lettera del 31 agosto 1948 in cui il vescovo Hudal spiega a Peron che i visti richiesti non sono per profughi ma 'per combattenti anticomunisti il sacrificio dei quali durante la guerra ha salvato l'Europa dalla dominazione sovietica'".
    Su tutto quanto denunciato dal quotidiano genovese, ad agosto sia il vicepresidente della Camera Alfredo Biondi che il senatore diessino Aleandro Longhi hanno chiesto la creazione di una commissione parlamentare di inchiesta.


    Visto ora l'ambiguitÓ del papa Pio XII, nell'intervenire o meno nello sterminio degli ebrei attuato dal nazisti, io mi chiedo come la Croce Rossa Internazionale non abbia potuto bloccare negli anni del dopoguerra la fuga di gerarchi nazisti e sopratutto di personaggi di rilievo negli orrori dei lager come Mengele,Eichmann e molti altri ancora???

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Apr 2005
    Messaggi
    3,002
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In che senso dovrebbe essere "strano" e "inaccettabile"?
    Dovevano aiutare solo i fuggiaschi dell'altra parte?

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    23 Sep 2009
    Messaggi
    6,420
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    in rilievo

  4. #4
    Il Senza Dio
    Data Registrazione
    06 Oct 2006
    LocalitÓ
    Socialista Illuminista Ateo
    Messaggi
    1,761
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    dove ci sono di mezzo le chiese...

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    LocalitÓ
    Piemonte - Italia
    Messaggi
    531
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ormriauga Visualizza Messaggio
    In che senso dovrebbe essere "strano" e "inaccettabile"?
    Dovevano aiutare solo i fuggiaschi dell'altra parte?
    Corretto. La casa del signore Ŕ aperta a tutti, soprattutto ai bisognosi.
    ed allora di fronte alla violenza dei vincitori (manifestata in veri massacri che proseguirono fino all'aprile 1948), era preciso dovere della chiesa aiutare queste persone cadute in disgrazia.

    badate che non st˛ dicendo che i nazisti vanno approvati, ma sto dicendo che di fronte ad una necessitÓ, il cristiano non pu˛ e non deve fare distinzioni, tra buoni e cattivi, tutti sono figli di Dio e pertanto vanno ugualmente considerati.

    se consideriamo la barbarie dimostrata da chi vinse, non possiamo che rallegrarci con la chiesa!

  6. #6
    Anti-Obama
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    LocalitÓ
    Far West
    Messaggi
    4,119
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mossone Visualizza Messaggio
    Corretto. La casa del signore Ŕ aperta a tutti, soprattutto ai bisognosi.
    ed allora di fronte alla violenza dei vincitori (manifestata in veri massacri che proseguirono fino all'aprile 1948), era preciso dovere della chiesa aiutare queste persone cadute in disgrazia.

    badate che non st˛ dicendo che i nazisti vanno approvati, ma sto dicendo che di fronte ad una necessitÓ, il cristiano non pu˛ e non deve fare distinzioni, tra buoni e cattivi, tutti sono figli di Dio e pertanto vanno ugualmente considerati.

    se consideriamo la barbarie dimostrata da chi vinse, non possiamo che rallegrarci con la chiesa!
    Quoto.

  7. #7
    From beyond
    Data Registrazione
    13 Oct 2006
    Messaggi
    59,228
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    528 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mossone Visualizza Messaggio
    Corretto. La casa del signore Ŕ aperta a tutti, soprattutto ai bisognosi.
    ed allora di fronte alla violenza dei vincitori (manifestata in veri massacri che proseguirono fino all'aprile 1948), era preciso dovere della chiesa aiutare queste persone cadute in disgrazia.

    badate che non st˛ dicendo che i nazisti vanno approvati, ma sto dicendo che di fronte ad una necessitÓ, il cristiano non pu˛ e non deve fare distinzioni, tra buoni e cattivi, tutti sono figli di Dio e pertanto vanno ugualmente considerati.

    se consideriamo la barbarie dimostrata da chi vinse, non possiamo che rallegrarci con la chiesa!
    ritieni che sia stato giusto dunque aver sottratto dei criminali di guerra al giudizio dei tribunali?

  8. #8
    Anti-Obama
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    LocalitÓ
    Far West
    Messaggi
    4,119
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da polemiko Visualizza Messaggio
    ritieni che sia stato giusto dunque aver sottratto dei criminali di guerra al giudizio dei tribunali?
    Quali tribunali?

  9. #9
    From beyond
    Data Registrazione
    13 Oct 2006
    Messaggi
    59,228
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    528 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da antoninus Visualizza Messaggio
    Quali tribunali?
    Il Tribunale Militare Internazionale...

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 Mar 2007
    Messaggi
    269
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Nessuna meraviglia.
    Come oggi protegge e sottrae alla legge i pedofili, ieri proteggeva i criminali.
    Che aspettarsi dalla chiesa dei Pacelli, degli Stepinac, dei Tiso e dei Siri?

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Gli splendori del Papato: la sacrestia papale
    Di Serendipity nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 104
    Ultimo Messaggio: 28-01-09, 14:00
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12-05-08, 07:33
  3. Il nemico si nasconde in sacrestia
    Di Nimmo nel forum Destra Radicale
    Risposte: 140
    Ultimo Messaggio: 24-08-06, 11:57
  4. Il Fumo Di Satana Continua A Ristagnare In Sacrestia!
    Di Forzanovista nel forum Destra Radicale
    Risposte: 78
    Ultimo Messaggio: 21-03-06, 18:23
  5. Il Fumo Di Satana Continua A Ristagnare In Sacrestia!
    Di Forzanovista nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-03-06, 13:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226