User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito [OT] I privilegi della Chiesa in "Italia"

    Citazione Originariamente Scritto da Andala Visualizza Messaggio
    Il Vaticano risparmia...e io pago

    Sarà un certo un caso. L’iniziativa era sicuramente in cantiere da molto tempo e non avranno influito le chiacchiere tra Prodi e i vertici del Vaticano dell’altro giorno, quando le parti si sono incontrate in occasione delle celebrazioni del Concordato.
    Se però la Chiesa era agitata per le ultime decisioni del governo Prodi (leggi Dico) ha subito trovato un modo per essere risarcita con tutti gli interessi.

    Stavolta la novità riguardante il Vaticano e i suoi adepti, non proviene dal fronte politico, che la sua parte l’ha già fatta, ma da quello economico. La novità si chiama Re card ed è una carta servizi riservata esclusivamente al mondo religioso ed ecclesiastico che assicura notevoli risparmi e condizioni particolarmente vantaggiose sull’acquisto di beni e servizi grazie alla collaborazione con importanti aziende.

    La carta è stata concepita e realizzata dalla Re Spa, un’azienda che da oltre venti anni è al servizio della Chiesa Cattolica, e questo la dice lunga sui suoi introiti. La Re Spa ha fatto inoltre sapere che questo nuovo servizio è nato dopo oltre due anni di intenso lavoro, ed è stato ideato per “soddisfare bisogni espressamente manifestati dalle massime cariche religiose italiane”. Sembra ridicolo, un paradosso, ma è una verità il fatto che la Chiesa, con la sua faccia tosta, la abbia richiesta per soddisfare chissà quali suoi assurdi bisogni, che il già tanto denaro che possiede e che s’ingurgita attraverso l’otto per mille, non riesce a soddisfare.

    I risparmi cui dà diritto la carta servizi riguardano in particolare bollette di luce e riscaldamento, costo di trasporti e viaggi e acquisti di alimentari e altri prodotti. Sono stati addirittura attentamente selezionati dei partner, con una capillare presenza sul territorio che fossero disposti a concedere ai titolari della Re Card convenzioni, in continuo aggiornamento, per offrire le migliori condizioni di mercato. E non è stato assolutamente difficile trovare chi volesse aderire a questa iniziativa “aiutami tu che ti aiuto anch’io”. E infatti ecco che compaiono tra le aziende partners nomi eccellenti: l’Enel, prima fra tutti garantisce prezzi bloccati per due anni per la fornitura di elettricità e gas; l’AirOne assicura sconti dell’8% sui biglietti e sulle tariffe flat per nazionali e internazionali; l’Europcar elargisce convenzioni per il noleggio a breve termine di auto; la Savarent, guarda caso facente parte del Gruppo Fiat, fa sconti per il noleggio di autoveicoli di lungo termine (da due a cinque anni); la San Pellegrino offre prezzi vantaggiosi per la fornitura di acqua e bibite. Non potevano poi mancare le agevolazioni, nel settore della distribuzione dei carburanti, prontamente offerte da Ip e Api, e nel settore bancario, dove la Convenzione Bancaria Re ha proposto condizioni vantaggiose ai religiosi, disponendo anche la trasformazione della Re Card in carta di credito anche ricaricabile. A completare il tutto c’è Metro che si è dichiarata disposta per l’offerta di panieri di beni selezionati. Ebbene sembra proprio che non manchi più nulla per apportare questo importante aiuto al bilancio degli enti religiosi (istituti, polisportive, parrocchie) ma anche delle singole persone, religiosi e laici che lavorano all’interno di queste strutture.

    Quindi non è uno scherzo, anzi a rincarare la dose c’è il fatto che “giustamente”, dato che l’erario del Vaticano sembra oramai proprio vuoto” è stato anche deciso che la Re Card non comporti alcun costo: non sono previste spese per la sua attivazione o per la fruizione dei vantaggi; non si deve pagare alcun canone e i costi di gestione sono sostenuti dai partner del progetto che garantiscono così prodotti e servizi complementari di assoluta qualità.

    Inoltre il fatto più sconcertante, per chi pensava che si trattasse di una burla, è che già sono stati creati sessantamila esemplari; e, affare ancora più inquietante, già dall’undici febbraio sono state distribuite 3600 tessere ai più bisognosi, quindi ai vertici della Chiesa Italiana, cardinali, vescovi ed economi. La distribuzione proseguirà con altri ventimila esemplari che saranno recapitati ai correntisti della Convenzione Bancaria Re e alle parrocchie delle principali città italiane. Si proseguirà con altre ventimila carte per le restanti parrocchie e infine, a metà marzo, si concluderà con la distribuzione di quattordicimila esemplari agli istituti religiosi.
    Non è possibile, non è accettabile che un normale cittadino debba essere oberato di tasse e bollette da pagare quando, i rappresentanti di quel mondo ecclesiastico, che oltre alla gestione del potere spirituale e temporale, usufruiscono di un’ingente e incalcolabile quantità di beni mobili e immobili, possano anche usufruire di ulteriori benefici, come lo sconto sulle bollette. È necessario che qualcuno interrompa questa favola di cui sono la chiesa è protagonista.

    Tatiana Genovese
    Fonte: www.rinascita.info
    http://www.rinascita.info/cogit_cont...mia...e_.shtml
    24.03.07

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,274
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da yurj Visualizza Messaggio
    Sai che novità.
    Sprofondi roma, al di qua e al di là del Tevere.

  3. #3
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Governano anche, questi signori. Da 60 anni. E la LN voleva uno dei suoi rappresentanti in parlamento come presidente d'a'repubbblica...

 

 

Discussioni Simili

  1. I privilegi della Chiesa Cattolica in Italia
    Di Supermario nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 31-05-10, 16:44
  2. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 29-04-09, 14:17
  3. Gli "ultimi" in Italia? Senza la Chiesa non potrebbero vivere.
    Di merello nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 82
    Ultimo Messaggio: 28-04-09, 22:23
  4. Zapatero: Cancelleremo I Privilegi Della Chiesa
    Di WANDA nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 149
    Ultimo Messaggio: 07-02-08, 18:29
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-01-03, 15:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226