Se io vado in un magazzino a comprare della roba mi posso vedere offrire un prezzo più conveniente a fronte di un acquisto più grosso – si chiama sconto quantità

Ebbene , notate bene che si tratta della stessa fattispecie dell’opzione Noi Wind : si compra in anticipo uno stock di 200 minuti di conversazione .

E ciò vale indipendentemente dal Piano Tariffario prescelto - io personalmente ho voluto quello più trasparente , anzi l’unico trasparente : 1°) no SAR (Scatto alla Risposta) et 2°) Tariffazione in secondi (cosa che ti dà un costo effettivo certo e ti elimina gli scaglioni , quando , per intenderci , al 31-esimo secondo di conversazione ti toccava pagare 1 minuto)

Ora , tornando all’esempio dell’acquisto di una qualsivoglia merce in un qualsivoglia magazzino di vendita – se il venditore ti offre uno sconto quantità per una certa fornitura mensile – ripetibile tutti i mesi salvo disdetta , non si verificherà mai il caso che lo stesso venditore ti chieda di addebitarti un costo di attivazione !

E invece è proprio quello che succede quando la “merce” si chiama “conversazione al cellulare” e il venditore è un gestore di rete mobile

Propongo quindi – non l’abolizione del costo di attivazione , bensì la sua riduzione alla misura che giustifica la sua sussistenza : intendo il costo per il disturbo burocratico da parte del gestore di prendere nota della richiesta dell’utente di attivare/disattivare un certo stock di acquisto mensile di minuti di conversazione … diciamo 1 € , toh

Un costo superiore a quello che serve a coprire il “disturbo burocratico” ha invece un’altra finalità – illecita : quella di esercitare una indebita PRESSIONE PSICOLOGICA sull’utente affinchè non receda dall’ordine di acquisto effettuato e che si protrae nel tempo (ciò che nel gergo dei telefonini si chiama opzione)

E' chiaro che se riusciamo a “vedere” una tale impostazione – i costi di attivazione sono un affronto alla libertà di mercato e concorrenza e una causa di ingessamento di un utente a una scelta che dovrebbe invece essere libero di disattivare ed eventualmente poi riattivare secondo le proprie convenienze di consumatore libero e responsabile

Ecco , se il Governo intervenisse allora anche su questo punto - varrebbe anche qui l’equazione : più dirigismo = più libertà

Il nesso con le problematiche padaniste è ribadire con questo esempio , caso mai ce ne fosse ancora bisogno , che il focus è quello della libertà pubblica (cioè dell'autonomia/indipendenza) - e non quello della libertà privatistica dei potentati economici in salsa ultra-liberista !