User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 26
  1. #1
    puttuio!
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    2,991
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Quella feroce crociata laica contro i credenti

    Da un paio d’anni a questa parte, quando incontro giornalisti o conosco persone nuove, mi capita una cosa strana. Dopo i primi convenevoli, tutti improvvisamente si irrigidiscono e, con uno sguardo imbarazzato, precisano: «Guardi che io sono laico». Avendo ben chiara l’etimologia delle parole - pur sembrandomi assolutamente fuori luogo l’osservazione - li rassicuravo. Sono laica anch’io, non ho mai preso nessun voto di un qualche ordine religioso. Poi con il passare dei mesi ho capito che c’era una grande battaglia in corso, una battaglia feroce e senza esclusione di colpi.

    Il mondo sembrava diviso esattamente in due. Da una parte appunto i laici, difensori del progresso e della civiltà, e dall’altra i credenti, oscurantisti, alfieri del regresso, sessuofobici e nemici della libertà dell’uomo. E naturalmente io, in quanto credente, agli occhi di tutte le persone che mi incontravano, rientravo nella seconda categoria. Non ero preparata a trovarmi sul banco dei retrogradi, degli ottusi e quindi a dover rispondere a domande di imbarazzante limitatezza. Come tutte le persone solitarie, sono abituata a fare delle riflessioni piuttosto profonde e articolate sulle cose e davanti alla marea di questi pregiudizi e luoghi comuni mi sento completamente spiazzata.

    Che cosa vuol dire credere? Obbedire ciecamente a una persona? Osservare dei rituali rassicuranti? Vivere nella paura dello scandalo, del peccato? Ho una natura anarchica e ribelle e difficilmente avrei potuto adattarmi a una qualsiasi di queste opzioni. Non sono cresciuta in un ambiente cattolico e dunque non ho assorbito - per fortuna - i nefasti condizionamenti di una fede trasformata in usanza, nella ripetizione vuota di formulette dal sapore dolciastro. Sono inoltre voracemente curiosa. Le cose che non comprendo, le voglio capire, come voglio costantemente riuscire a superare i limiti e gli ostacoli. Non ho mai avuto una folgorazione sulla via Damasco come San Paolo né quella più moderna di André Frossard. Piuttosto ho sempre sentito in me il forte desiderio di ricercare un senso e altrettanto forte la voce della coscienza. Sono stati proprio questi due fattori a spingermi verso un cammino di conoscenza e di studio che dura tutt’ora.

    La maggior parte dei miei amici non è credente, eppure non ho mai sentito la necessità di criticarli, di cambiare la loro visione del mondo o, tanto più, di giudicarli. La diversità di idee mi è sempre sembrata una delle ricchezze della vita e non un nemico da combattere. Mi colpisce molto, dunque, lo spirito di feroce crociata che pervade l’universo dei laici. Perché tanto livore, tanto impiego di energia, tanta intolleranza verso persone che hanno una diversa visione del mondo? Perché tanto impellente è il bisogno di convincere le persone credenti che hanno imboccato una via sbagliata? Forse perché da noi si leva una voce in difesa della vita e contro altre barbarie che, astutamente e subdolamente, si vogliono far passare come progressi per la libertà dell’uomo?

    Non c’è forse dietro questa crociata delle certezze - perché queste persone, beate loro, vivono confortate da straordinarie certezze - la volontà di rimuovere la parte più profonda dell’uomo, la più oscura, quella che lo lega al mistero del male e alla finitezza e che ne fa una creatura perennemente alla ricerca di senso?

    È proprio da questa ricerca che nascono le inquietudini, i dubbi e le domande. E le domande, inseguendosi l’un l’altra, a un certo punto si scontrano con qualcosa che non è più fonte di ragionamento, ma di meraviglia, perché, a un tratto, ci si rende conto che la realtà dell’infinitamente grande e dell’infinitamente piccolo sfugge alla percezione della nostra mente.

    La consapevolezza del divino non nasce dunque dalla paura né dal conformismo, ma piuttosto dalla meraviglia, dal saper vivere con emozione e stupore la ricchezza - anche tragica - che la realtà di ogni giorno ci propone. Vivere con la fede non vuol dire chiudere delle porte perché si teme quel che c’è dietro, ma aprirle tutte perché non c’è niente dietro che ci possa far paura. Né la morte - questo grande mistero che tutti ci attanaglia - né la malattia, né l’imprevedibilità della vita.

    L’accettazione del mistero ci permette di far scivolare in secondo piano quella cosa così noiosa e ingombrante che si chiama «io» e che ci ossessiona con le sue monotone cantilene dalla nascita alla tomba, questo tronfio nanerottolo che ci vuol far credere che la realtà sia solo quella che lui è in grado di proiettare sullo schermo della nostra mente, che sa domare e manipolare secondo i suoi desideri, e che nulla - al di fuori del suo raggio d’azione - possa esistere. Io penso in realtà che la vita non sia stare in una gabbia, seppur confortevole, e difendere con alti strilli il suo perimetro - come vuole quel nanerottolo - ma fuggire da tutte le gabbie, da tutto ciò che rimpicciolisce e umilia la misteriosa grandezza e dignità dell’uomo.

    La fede nella mia vita non ha portato alcuna chiusura, alcuna paura. Anzi, quelle che c’erano, le ha spazzate via, spazzando via anche molte certezze. Per questo resto strabiliata davanti all’immagine spauracchio del credente che viene agitata in questa battaglia, diventata ormai guerra aperta. E questa guerra, alla fine, non è la guerra tra le ottuse truppe del Papa e i paladini del progresso autodeterminato, ma tra chi è in grado di ascoltare ancora la voce della propria coscienza - che sia credente, agnostico, buddista, ebreo o musulmano - e ha a cuore la delicata complessità dell’uomo e chi ascolta invece unicamente la rumorosa grancassa dei media.

    Susanna Tamaro

    Fonte
    L'imitazione è la più sincera forma di adulazione.(Charles Caleb Colton)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Europa Nazione
    Messaggi
    5,751
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Quella feroce crociata laica contro i credenti

    come tutte le guerre, dovrà finire con dei vincitori e dei vinti.
    qui è in gioco il dominio dell'occidente.
    PER L'EUROPA NAZIONALE, CATTOLICA, REPUBBLICANA, POPOLARE
    Unica speranza per noi cittadini e lavoratori poveri è un vero governo di destra, che ripristini il potere di governo, riorganizzi l'economia, diffonda moralità, legge ed ordine. \o

  3. #3
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Riferimento: Quella feroce crociata laica contro i credenti

    Susanna Tamaro non mi ha mai convinto tanto, ma in fondo credo siano un po' fatti suoi.
    Quello che interessa sottolineare è l'assoluta correttezza della sua analisi: il mainstream laicista fa sembrare noi cattolici dei sadici supporter del dolore, e degli ignoranti superstiziosi.
    Dobbiamo secondo me semplicemente farci CONOSCERE, e testimoniare con la nostra vita ed il nostro esempio la bellezza della nostra Fede.

    Fede come dono, Fede come incredibile grazia ricevuta.
    “Pray as thougheverything depended on God. Work as though everything depended on you.”

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Europa Nazione
    Messaggi
    5,751
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Quella feroce crociata laica contro i credenti

    Citazione Originariamente Scritto da UgoDePayens Visualizza Messaggio
    Susanna Tamaro non mi ha mai convinto tanto, ma in fondo credo siano un po' fatti suoi.
    Quello che interessa sottolineare è l'assoluta correttezza della sua analisi: il mainstream laicista fa sembrare noi cattolici dei sadici supporter del dolore, e degli ignoranti superstiziosi.
    Dobbiamo secondo me semplicemente farci CONOSCERE, e testimoniare con la nostra vita ed il nostro esempio la bellezza della nostra Fede.

    Fede come dono, Fede come incredibile grazia ricevuta.
    Ugo non ti facevo cosi ingenuo.
    io ci sono stato in mezzo a quella gente per anni.
    so benissimo come funziona.
    occupano i posti chiave della comunicazione e una volta fatto questo, tu puoi farti vedere come ti pare, ma la società vede gli stereotipi di quegli idioti.
    non vede quello che fai tu.
    quello che hai detto va bene, ma senza ri-occupare certi posti nei media, non avrebbe alcun risultato.
    PER L'EUROPA NAZIONALE, CATTOLICA, REPUBBLICANA, POPOLARE
    Unica speranza per noi cittadini e lavoratori poveri è un vero governo di destra, che ripristini il potere di governo, riorganizzi l'economia, diffonda moralità, legge ed ordine. \o

  5. #5
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Riferimento: Quella feroce crociata laica contro i credenti

    Citazione Originariamente Scritto da LEONIDA Visualizza Messaggio
    Ugo non ti facevo cosi ingenuo.
    io ci sono stato in mezzo a quella gente per anni.
    so benissimo come funziona.
    occupano i posti chiave della comunicazione e una volta fatto questo, tu puoi farti vedere come ti pare, ma la società vede gli stereotipi di quegli idioti.
    non vede quello che fai tu.
    quello che hai detto va bene, ma senza ri-occupare certi posti nei media, non avrebbe alcun risultato.
    Guarda, io so solo che se tu ed io avessi un granello della Fede che ebbero i Santi Apostoli, convertiremmo con la nostra sola parola centinaia e migliaai di persone.
    Non dimentichiamoci che da un pugno di uomini soli e perseguitati, incarcerati, invisi alle autorità pubbliche e scherniti dai sapienti, presto si diffuse in tutto il Mediterraneo la Chiesa.

    Il medioevo, ovvero l'età crisitana per eccellenza, è nata dalla predicazione delle prime comunità e dal seme del sangue dei martiri. E' nata dalla testimonianza, cioè, non dall'occupazione di centri di potere.
    Quando nel 313 Costantino emanò il famoso editto, già i cristiani erano ovunque.

    E' la testimonianza, prima di tutto, quella che ci è chiesta, ed è l'esempio e la carità reciproca che fanno dire a chi non crede: "ecco, lì tra di loro ci sono le risposte che cercavo...".

    Non si tratta di ingenuità! Tu ci credi, che Gesù Cristo è risorto? E allora! Tutto è possibile.
    “Pray as thougheverything depended on God. Work as though everything depended on you.”

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Europa Nazione
    Messaggi
    5,751
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Quella feroce crociata laica contro i credenti

    Citazione Originariamente Scritto da UgoDePayens Visualizza Messaggio
    Guarda, io so solo che se tu ed io avessi un granello della Fede che ebbero i Santi Apostoli, convertiremmo con la nostra sola parola centinaia e migliaai di persone.
    Non dimentichiamoci che da un pugno di uomini soli e perseguitati, incarcerati, invisi alle autorità pubbliche e scherniti dai sapienti, presto si diffuse in tutto il Mediterraneo la Chiesa.

    Il medioevo, ovvero l'età crisitana per eccellenza, è nata dalla predicazione delle prime comunità e dal seme del sangue dei martiri. E' nata dalla testimonianza, cioè, non dall'occupazione di centri di potere.
    Quando nel 313 Costantino emanò il famoso editto, già i cristiani erano ovunque.

    E' la testimonianza, prima di tutto, quella che ci è chiesta, ed è l'esempio e la carità reciproca che fanno dire a chi non crede: "ecco, lì tra di loro ci sono le risposte che cercavo...".

    Non si tratta di ingenuità! Tu ci credi, che Gesù Cristo è risorto? E allora! Tutto è possibile.
    Ci credo ma non mi illudo che la cosa interessi alla maggioranza.
    qui non è in dubbio la superiorità, la giustezza, e la verità cristiana: non ho alcun dubbio su questo.
    ma so benissimo che la maggioranza preferisce l'anarchia morale e fare il proprio comodo senza qualcuno che ti gli dica "stai sbagliando".
    Senza lo Stato, noi cristiani non saremmo sopravvissuti, e non sopravviveremo.
    non puoi fare il paragone con situazioni del passato nel quale il cristianesimo è riuscito a diffondersi senza potere Statale.
    li c'erano intrecci molteplici, il cristianesimo si riusciva a diffondere anche per via delle sue idee economiche-sociali che non erano in voga tra i loro oppositori, e che ammaliavano il popolo in maniera forte.
    noi dobbiamo fare i conti con un potere ateista che invece punta e conta sul benessere materiale, sulla libertà come massima conquista umana.
    E' inutile illudersi o dire che la colpa è la nostra che non mostriamo abbastanza la forza positiva del cristianesimo.
    loro, potendo sfruttare il potere, riusciranno sempre a garantirsi una ampia maggioranza.
    PER L'EUROPA NAZIONALE, CATTOLICA, REPUBBLICANA, POPOLARE
    Unica speranza per noi cittadini e lavoratori poveri è un vero governo di destra, che ripristini il potere di governo, riorganizzi l'economia, diffonda moralità, legge ed ordine. \o

  7. #7
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Riferimento: Quella feroce crociata laica contro i credenti

    Citazione Originariamente Scritto da LEONIDA Visualizza Messaggio
    Ci credo ma non mi illudo che la cosa interessi alla maggioranza.
    qui non è in dubbio la superiorità, la giustezza, e la verità cristiana: non ho alcun dubbio su questo.
    ma so benissimo che la maggioranza preferisce l'anarchia morale e fare il proprio comodo senza qualcuno che ti gli dica "stai sbagliando".
    Senza lo Stato, noi cristiani non saremmo sopravvissuti, e non sopravviveremo.
    non puoi fare il paragone con situazioni del passato nel quale il cristianesimo è riuscito a diffondersi senza potere Statale.
    li c'erano intrecci molteplici, il cristianesimo si riusciva a diffondere anche per via delle sue idee economiche-sociali che non erano in voga tra i loro oppositori, e che ammaliavano il popolo in maniera forte.
    noi dobbiamo fare i conti con un potere ateista che invece punta e conta sul benessere materiale, sulla libertà come massima conquista umana.
    E' inutile illudersi o dire che la colpa è la nostra che non mostriamo abbastanza la forza positiva del cristianesimo.
    loro, potendo sfruttare il potere, riusciranno sempre a garantirsi una ampia maggioranza.
    Quello che dici è sbagliato sotto molteplici punti di vista.

    Prima di tutto dal punto di vista storico, visto che il cristianesimo dei primi secoli si diffuse tanto tra il popolo quanto nell'aristocrazia, senza grosse distinzioni di censo (e gli stessi Dodici Apostoli avevano estrazioni sociali molto diverse).

    Poi sbagli dal punto di vista sociologico: sei sicuro che a tutti gli esseri umani interessino solo i soldi e il potere? Io dico di no. Anche perché tutti prima o poi si trovano a fare i conti con la loro limitatezza e con cose che non possono comperare (l'amore di una donna, piuttosto che la salute fisica, piuttosto che l'immortalità).

    Infine sbagli dal punto di vista teologico, perché seppure lo Stato diventasse laicista al sommo grado, e le persecuzioni già in atto aumentassero fino alla massima virulenza, comunque le porte degli inferi non prevarranno su di essa. Ripeto, è questione di Fede!
    La preghiera di una suora di clausura, e la sua vita, valgono probabilmente più di qualsiasi legge positiva o di qualsiasi finanziamento statale alla Chiesa.
    “Pray as thougheverything depended on God. Work as though everything depended on you.”

  8. #8
    Mi perdoni?
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    13,256
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Quella feroce crociata laica contro i credenti

    Citazione Originariamente Scritto da UgoDePayens Visualizza Messaggio
    Quello che dici è sbagliato sotto molteplici punti di vista.

    Prima di tutto dal punto di vista storico, visto che il cristianesimo dei primi secoli si diffuse tanto tra il popolo quanto nell'aristocrazia, senza grosse distinzioni di censo (e gli stessi Dodici Apostoli avevano estrazioni sociali molto diverse).

    Poi sbagli dal punto di vista sociologico: sei sicuro che a tutti gli esseri umani interessino solo i soldi e il potere? Io dico di no. Anche perché tutti prima o poi si trovano a fare i conti con la loro limitatezza e con cose che non possono comperare (l'amore di una donna, piuttosto che la salute fisica, piuttosto che l'immortalità).

    Infine sbagli dal punto di vista teologico, perché seppure lo Stato diventasse laicista al sommo grado, e le persecuzioni già in atto aumentassero fino alla massima virulenza, comunque le porte degli inferi non prevarranno su di essa. Ripeto, è questione di Fede!
    La preghiera di una suora di clausura, e la sua vita, valgono probabilmente più di qualsiasi legge positiva o di qualsiasi finanziamento statale alla Chiesa.
    Quello che dici è giustissimo, aggiungerei che la diversità dei caratteri degli apostoli, la diversità dei carismi dei membri della Chiesa che Dio ci dona contribuisce a rendere possibile la promessa di Cristo.

    Con le dovute proporzioni, basta vedere in questo sito come sono variegati i nuovi apostoli, ma secondo me sono tutti necessari.
    Dio scrive dritto anche sulle righe storte degli uomini.

  9. #9
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    A casa mia
    Messaggi
    8,389
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Quella feroce crociata laica contro i credenti

    Citazione Originariamente Scritto da UgoDePayens Visualizza Messaggio
    Guarda, io so solo che se tu ed io avessi un granello della Fede che ebbero i Santi Apostoli, convertiremmo con la nostra sola parola centinaia e migliaai di persone.
    Non dimentichiamoci che da un pugno di uomini soli e perseguitati, incarcerati, invisi alle autorità pubbliche e scherniti dai sapienti, presto si diffuse in tutto il Mediterraneo la Chiesa.

    Il medioevo, ovvero l'età crisitana per eccellenza, è nata dalla predicazione delle prime comunità e dal seme del sangue dei martiri. E' nata dalla testimonianza, cioè, non dall'occupazione di centri di potere.
    Quando nel 313 Costantino emanò il famoso editto, già i cristiani erano ovunque.

    E' la testimonianza, prima di tutto, quella che ci è chiesta, ed è l'esempio e la carità reciproca che fanno dire a chi non crede: "ecco, lì tra di loro ci sono le risposte che cercavo...".

    Non si tratta di ingenuità! Tu ci credi, che Gesù Cristo è risorto? E allora! Tutto è possibile.
    tanto di cappello. Il Regno di Dio si costruisce con le nostre opere, non imponendo la teocrazia, questo "lasciamolo fare" ai talebani.
    Antifascista, cattolico-democratico, contrario al principio "destro" di "limite e conservazione" e sostenitore del principio di "non appagamento", dunque, di centrosinistra!

  10. #10
    Cacciaguida
    Data Registrazione
    29 May 2008
    Messaggi
    35,409
    Mentioned
    595 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Quella feroce crociata laica contro i credenti

    Citazione Originariamente Scritto da Popolare Visualizza Messaggio
    tanto di cappello. Il Regno di Dio si costruisce con le nostre opere, non imponendo la teocrazia, questo "lasciamolo fare" ai talebani.
    Non è il caso di farla però nemmeno troppo facile.
    Specie in democrazia.
    Il sano realismo cattolico inviterebbe a non fidarsi troppo delle dittature delle maggioranze.
    Nemmeno mi pare il caso di trascurare che gente come S.Ambrogio -per dirne uno- ci andava giù duro quando era il caso.
    Insomma non è che la nostra storia ci parli solo di canti e mosaici.
    C'è sempre un lavoro sporco da compiere su questa terra.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 13-07-09, 16:07
  2. Crociata contro la pizza
    Di capitan Cilento nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 55
    Ultimo Messaggio: 18-12-08, 01:47
  3. Concezione Cattolica Di Libertà E Quella Laica Liberale
    Di luigi maria op (POL) nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 59
    Ultimo Messaggio: 26-06-08, 02:34
  4. La cultura cristiana e quella laica: perché non possono convivere?
    Di Bianca Zucchero nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-11-05, 11:22
  5. L’insostenibile crociata contro la libertà
    Di FORCES CAMPANIA nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 06-01-03, 19:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226