User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Jun 2006
    Messaggi
    163
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'indipendenza dei Veneti è legale!

    L'INDIPENDENZA DEI VENETI E' LEGALE

    Oggi 13 Marzo si è tenuto a Padova l'udienza finale del
    processo ai Serenissimi Cristian Contin, Flavio Contin e
    Gilberto Buson.
    Lo stato italiano, rappresentato dal Pubblico ministero,
    aveva chiesto per loro il carcere, indicando tra le le
    aggravanti il fatto che non si trattava di un gruppo
    autonomista, ma bensì un gruppo indipendentista con
    l'obiettivo di arrivare all'autogoverno pieno del Popolo
    veneto.

    La giuria popolare ha disposto diversamente, decidendo di
    mandare assolti gli imputati: non può essere un reato
    amare la propria terra.

    Lo ha del resto chiarito la legge statale n. 85 del 24
    febbraio 2006, che afferma che è consentito esprimere
    opinioni e compiere atti democratici per ottenere
    l'indipendenza di territori attualmente inglobati nello
    stato in cui è parte la Venetia.

    Si avvicina ora il decimo anniversario di un episodio che
    è entrato nella nostra Storia e che resterà a lungo nel
    cuore di molti veneti: finalmente possiamo dirlo al alta
    voce, i ragazzi che hanno liberato piazza San Marco sono dei
    patrioti e come tali vanno trattati.

    Il Movimento politico VENETI esprime tutta la propria
    solidarietà ai protagonisti della simbolica liberazione
    di Piazza San Marco del Maggio 1997 e invita tutti domenica
    18 marzo alle ore 10.00 a Breda di Piave, presso la sala
    consiliare del municipio per un'assemblea pubblica e
    soprattutto per un festoso brindisi di saluto e
    ringraziamento agli Eroi Serenissimi.

    VENETI
    via Mare 73 - 31020 San Vendemiano TV
    Via Monti 9 - 36075 Montecchio Maggiore VI
    - www.iveneti.org

    Per informazioni
    Portavoce: Patrik Riondato
    Web: www.iveneti.org
    Telefono: 348.90.65.372
    E-mail: [email protected]
    Fax: 0444.183.03.78

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Jun 2006
    Messaggi
    163
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Jun 2006
    Messaggi
    163
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il Gazzettino
    Domenica, 18 Marzo 2007

    Oggi nella sala consiliare il movimento "I Veneti" festeggerà l’assoluzione dei «patrioti del campanile di S. Marco»
    Serenissimi all'assalto di Breda
    «C’è il tricolore? Non lo riconosciamo ma siamo ospiti». Il sindaco: «Spero che lo rispettino»
    Breda

    I Serenissimi all'assalto di Breda. Ma senza tanko e senza velleità di occupazione: semplicemente per festeggiare. Oggi dalle 10 in poi la piccola sala consiliare del Comune sarà animata da qualche decina di patrioti di "San Marco". Una convention del movimento "I Veneti", nato a dicembre per diffondere il verbo dell'indipendenza dallo Stato italiano dei territori che furono della Serenissima, ma anche l'occasione per festeggiare la fresca assoluzione di Gilberto Buson e Flavio e Cristian Contin, tre degli otto Serenissimi dell'assalto al campanile di San Marco, dall'accusa di banda armata e associazione sovversiva. Oggi a Breda probabilmente ci sarà Cristian; attorno a lui quelli che si definiscono «gli ammiratori» e che particamente al completo sono confluiti o stanno confluendo nel movimento "I Veneti" che in provincia ha fra i suoi punti di riferimento un "vecchio" indipendentista come Geremia Agnoletti.

    A fare gli onori di casa sarà Renato Modolo, ristoratore di Pero, anche lui da sempre animato da spirito indipendentista. E' stato Modolo a prenotare la sala consiliare di Breda che conosce bene per averla frequentata quando era capogruppo della Lega una decina di anni fa. E proprio a quel tempo Modolo era stato protagonista di un'accesa polemica con l'allora sindaco Alfonso Beninatto "colpevole" di aver esposto il tricolore sul pennone del municipio: «Quella bandiera - aveva tuonato Modolo - è segno di intolleranza e pericolosa provocazione nei confronti delle migliaia di persone che anche a Breda non si riconoscono più in questo vessillo». La risposta di Beninatto? «Questa è proprio la reazione che volevo. Così si capirà in quale vicolo cieco i leghisti vorrebbero portare il nostro Paese».

    A distanza di dieci anni Beninatto non è più sindaco, la Lega ha abbandonato velleità secessioniste, ma Modolo è rimasto indipendentista e soprattutto nella sala consiliare, oggi, fra le bandiere della Regione Veneto e dell'Europa, ritroverà il tricolore così poco amato. «Ma in questo caso - assicura Modolo - siamo ospiti e quindi lo rispetteremo. Sicuramente non lo farò togliere».

    Un problema in meno per il sindaco Raffaella Da Ros che è stata presa un po' in contropiede da questa iniziativa. Burocraticamente la richiesta dell'utilizzo della sala consiliare faceva generico riferimento a una"Presentazione di movimento". Nulla che facesse pensare anche a una festa in onore dei Serenissimi protagonisti del famoso assalto al campanile di San Marco. «E' vero che conosco Modolo e le sue idee - ammette il sindaco - ma qui siamo in periodo elettorale e pensavo che si trattasse soprattutto di una riunione in vista del voto».

    Il prossimo appuntamento con le urne in verità in qualche modo c'entra: «Perchè - spiega Modolo - io personalmente tasterò anche il polso per capire se ci sono le condizioni per presentare una lista civica che si ispiri ai valori del patriottismo veneto». Raffaella Da Ros in ogni caso dimostra grande fair-play: «Intanto la sala consiliare è l'unico spazio pubblico e noi lo mettiamo a disposizione di tutti. Poi, come io rispetto le posizioni di tutti, mi auguro che anche loro rispettino il luogo in cui si trovano e quindi anche il tricolore. Certamente qualche piccolo imbarazzo questa riunione me la sta creando. Ma spero che vada tutto bene».

    Giampiero De Diana

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Jun 2006
    Messaggi
    163
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    "Te farò inamorar..."

    Uno slogan che ripete un vecchio adagio musicale di memoria veneta è quello che il movimento dei "Serenissimi" ha diffuso a Breda e dintorni in questi giorni, preparando l'incontro pubblico che ieri mattina alle 10 si è tenuto a villa Olivi a Breda.

    Una mattinata nella quale il movimento dei "Veneti" ha voluto presentare quelle che per il movimento può significare la base per una propria presenza futura sul suolo bredese. Certamente la scelta non è stata casuale: a fine maggio Breda sarà chiamata alle urne per le amministrative e non appare poi così remota la possibilità che il movimento indipendentista veneto sia presente con una propria lista. Almeno questo è stato ventilato, tra una battuta e l'altra, da Renato Modolo, uno dei Serenissimi che da sempre vive e opera nel territorio, impegnandosi in quella che vuole essere, a suo dire, non una guerra contro le istituzioni, ma una presenza affinchè la terra veneta abbia un futuro autonomista, staccato da quei legami che rendono la nostra regione quasi suddita del governo centrale.

    L'aver avuto poi dal Comune la possibilità di utilizzare la sala consiliare per il loro appuntamento di presentazione del movimento alla cittadinanza, è stato vissuto come un gesto di rispetto. «Il sindaco Raffaella Da Ros - afferma sorridendo Patrik Riondato - non deve sentirsi in imbarazzo nell'averci concesso l'uso della sala consiliare: non siamo dei sovversivi, rispettiamo il tricolore pur non ritenendolo la nostra bandiera. Siamo degli indipendentisti». Alla domanda del perché nessuno di loro sia "capo", è ancora Riondato a rispondere: «Il nostro movimento non ha capi perché l'essere capi significa essere fallibili e quindi soggetti all'errore. Evitando questo strutturazione e ponendoci tutti allo stesso livello, diventiamo veramente ed in modo autentico un movimento di popolo». E tra bandiere con il leone di San Marco, scudetti blu con la scritta "Veneto" e altri gadget, la mattinata si è dipanata tra video, discorsi e brindisi con il taglio di una bella torta che voleva essere il segno per festeggiare l'assoluzione di tre serenissimi: Gilberto Busan, Flavio e Cristian Contin.

    Significativa la presenza all'incontro di un personaggio storico locale: il maestro Marino Coglievina, il quale da sempre sta portando avanti le sue idee indipendentiste essendo egli un profugo giuliano che dovette riparare in Italia dall'allora ex Jugoslavia di Tito.

    Remo Cattarin

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    13 Apr 2009
    Località
    Feltre e Basan
    Messaggi
    158
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    a fine maggio Breda sarà chiamata alle urne per le amministrative e non appare poi così remota la possibilità che il movimento indipendentista veneto sia presente con una propria lista.
    Par fortuna che Veneti in movimento no jera on partio...

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Jun 2006
    Messaggi
    163
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E infati VENETi no se prexenta diretamente ne a Breda ne da nisuna altra parte, nonstante tute le oferte fate.

    Ma da statuto i soci fin a un serto livelo i pol avere la tesara de partito e/o candidarse a elesion.

    come Movimento no podemo che vardare co atension eventuali liste civiche venete che le sipia de agregasion e che se le rifasa ai valori de l'indipendentismo.

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    13 Apr 2009
    Località
    Feltre e Basan
    Messaggi
    158
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scuxeme patrik, ma l'artico£o e parla ciaro.
    la possibilità che il movimento indipendentista veneto sia presente con una propria lista.

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Jun 2006
    Messaggi
    163
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    seto quante robe che ga scrito i jornali so nialtri che no va ben.
    el 10 Febraro in prima pajina de Il Gazzettino de Vicensa i ga scrito anca che so leghista...

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 23-02-13, 20:24
  2. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 17-02-13, 10:04
  3. Sondaggio: il 56,7% dei veneti vuole l’indipendenza
    Di BlackSheep nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 96
    Ultimo Messaggio: 10-01-13, 09:09
  4. I veneti non vogliono l'indipendenza
    Di Luis Molina nel forum Veneto
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11-02-11, 21:55
  5. L' Indipendenza dei Veneti è legale
    Di patrik.riondato nel forum Padania!
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 23-03-07, 17:13

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226