User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23
  1. #1
    Pascendi
    Data Registrazione
    27 Jan 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,087
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Gli orrori del comunismo...

    Nazismo e comunismo sono due specie all'interno dello stesso genere. Entrambi vogliono costruire una società perfetta eliminando tutto ciò che si oppone al raggiungimento dello scopo. Eppure il primo è ricordato come un incubo, il secondo è solo rimosso dalla coscienza.Che gli orrori del comunismo siano in Italia un tabù, è noto.
    I crimini del comunismo non sono mai stati sottoposti a una valutazione legittima e consueta né dal punto di vista storico né da quello morale, o almeno in maniera troppo superficiale se paragonata al grande approfondimento che viene fatto sul nazismo, ma anche senza il paragone bisogna dire che l'argomento è troppo poco trattato.
    La storia dei regimi e dei partiti comunisti, della loro politica, dei loro rapporti con le rispettive società nazionali e con la comunità internazionale non si riduce alla dimensione criminale e neppure a una dimensione di terrore e di repressione. Nell’urss e nelle «democrazie popolari» dopo la morte di Stalin, in Cina dopo quella di Mao, il terrore si è attenuato, la società ha cominciato a uscire dall’appiattimento, la coesistenza pacifica – anche se era «una continuazione della lotta di classe sotto altre forme» – è diventata una costante nei rapporti internazionali.
    Per quantificare gli orrori perpetuati dai regimi comunisti nel mondo, come spesso è stato fatto x nazismo e fascismo, possiamofornire un bilancio in cifre, che, pur essendo ancora largamente approssimativo e necessitando di lunghe precisazioni, riteniamo possa dare un’idea della portata del fenomeno, facendone toccare con mano la gravità:

    Urss, 20 milioni di morti,
    Cina, 65 milioni di morti,
    Vietnam, 1 milione di morti,
    Corea del Nord, 2 milioni di morti,
    Cambogia, 2 milioni di morti,
    Europa dell’Est, 1 milione di morti,
    America Latina, 150.000 morti,
    Africa, 1 milione 700.000 morti,
    Afghanistan, 1 milione 500.000 morti,
    movimento comunista internazionale e partiti comunisti non al potere, circa 10.000 morti.
    Il totale si avvicina ai 100 milioni di morti.

    LA LISTA DELLE VITTIME è STATA PRESA DA: Libro nero del Comunismo,
    di Stéphane Courtois.


    Andare ad analizzare tutto sarebbe quasi impossibile...cioè lo è per noi, ma siccome abbiamo il dovere di approfondire il più possibile abbiamo deciso di prendere uno dei tanti generi di orrori del comunismo, con lo scopo di sottolienarne la negatività e soprattutto con lo scopo puntualizzatore sul concetto che ogni tipo di regime rosso o nero che sia può solamente avere una risultante di "male puro"...dichiarare che comunque sia un regime che un altro hanno : "fatto qualcosa di buono"..."nonostante tutto", è semplicemente dichiarare il falso con una superficialità aberrante.

    85.000.000 di vittime: questo il costo del comunismo. Com'e' potuto succedere che un ideale di emancipazione, di fraternità universale si traducesse in dottrina dell' onnipotenza statuale, in discriminazione generalizzata di interi gruppi sociali o nazionali, in deportazioni di massa e in atroci stermini? Il rifiuto sempre più generalizzato del comunismo, l'accesso a numerosi archivi fino a ieri segreti, il moltiplicarsi delle testimonianze contribuiscono a mettere in luce una verità destinata a diventare presto scontata: i paesi comunisti si sono dimostrati molto più efficenti nella produzione di gulag e di cadaveri che in quella di grano e di beni di consumo..

    Quest'immagine dice tutto :



    Museo del genocidio commesso da POL POT

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    denty
    Ospite

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ianuario Visualizza Messaggio
    Nazismo e comunismo sono due specie all'interno dello stesso genere. Entrambi vogliono costruire una società perfetta eliminando tutto ciò che si oppone al raggiungimento dello scopo. Eppure il primo è ricordato come un incubo, il secondo è solo rimosso dalla coscienza.Che gli orrori del comunismo siano in Italia un tabù, è noto. [...]
    quoto

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    19,152
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    ..la lettura preferita del b

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    13 Nov 2009
    Messaggi
    2,685
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Pol Pot e il comunismo

    Museo del genocidio commesso da POL POT

    Pol Pot e il comunismo stanno assieme come i cavoli a merenda, nel senso che i Kmer Rossi non volevano instaurare il comunismo ma volevano decinisizzare la Cambogia, cioè far fuori tutti i cinesi, perchè questi avevano in pratica tutto il potere economico e politico, pertanto fù una guerra razzista.
    Si è ripetuto quello che è successo nei secoli passati, quando la civiltà Kmer fù sopraffatta e di fatto soggiogata. La rivolta conseguente fù all'epoca una vera e propria strage e i sopravvissuti si spostarono sulle montagne che vanno dalla Cambogia al Laos ed al Viet Nam, diventando i montagnard che combattevano chiunque li avvicinasse.
    Per questo li il comunismo non c'entra nulla.

  5. #5
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    13 Nov 2006
    Messaggi
    4,763
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ianuario Visualizza Messaggio
    Nazismo e comunismo sono due specie all'interno dello stesso genere. Entrambi vogliono costruire una società perfetta eliminando tutto ciò che si oppone al raggiungimento dello scopo. Eppure il primo è ricordato come un incubo, il secondo è solo rimosso dalla coscienza.Che gli orrori del comunismo siano in Italia un tabù, è noto.
    I crimini del comunismo non sono mai stati sottoposti a una valutazione legittima e consueta né dal punto di vista storico né da quello morale, o almeno in maniera troppo superficiale se paragonata al grande approfondimento che viene fatto sul nazismo, ma anche senza il paragone bisogna dire che l'argomento è troppo poco trattato.
    La storia dei regimi e dei partiti comunisti, della loro politica, dei loro rapporti con le rispettive società nazionali e con la comunità internazionale non si riduce alla dimensione criminale e neppure a una dimensione di terrore e di repressione. Nell’urss e nelle «democrazie popolari» dopo la morte di Stalin, in Cina dopo quella di Mao, il terrore si è attenuato, la società ha cominciato a uscire dall’appiattimento, la coesistenza pacifica – anche se era «una continuazione della lotta di classe sotto altre forme» – è diventata una costante nei rapporti internazionali.
    Per quantificare gli orrori perpetuati dai regimi comunisti nel mondo, come spesso è stato fatto x nazismo e fascismo, possiamofornire un bilancio in cifre, che, pur essendo ancora largamente approssimativo e necessitando di lunghe precisazioni, riteniamo possa dare un’idea della portata del fenomeno, facendone toccare con mano la gravità:

    Urss, 20 milioni di morti,
    Cina, 65 milioni di morti,
    Vietnam, 1 milione di morti,
    Corea del Nord, 2 milioni di morti,
    Cambogia, 2 milioni di morti,
    Europa dell’Est, 1 milione di morti,
    America Latina, 150.000 morti,
    Africa, 1 milione 700.000 morti,
    Afghanistan, 1 milione 500.000 morti,
    movimento comunista internazionale e partiti comunisti non al potere, circa 10.000 morti.
    Il totale si avvicina ai 100 milioni di morti.

    LA LISTA DELLE VITTIME è STATA PRESA DA: Libro nero del Comunismo,
    di Stéphane Courtois.

    Andare ad analizzare tutto sarebbe quasi impossibile...cioè lo è per noi, ma siccome abbiamo il dovere di approfondire il più possibile abbiamo deciso di prendere uno dei tanti generi di orrori del comunismo, con lo scopo di sottolienarne la negatività e soprattutto con lo scopo puntualizzatore sul concetto che ogni tipo di regime rosso o nero che sia può solamente avere una risultante di "male puro"...dichiarare che comunque sia un regime che un altro hanno : "fatto qualcosa di buono"..."nonostante tutto", è semplicemente dichiarare il falso con una superficialità aberrante.

    85.000.000 di vittime: questo il costo del comunismo. Com'e' potuto succedere che un ideale di emancipazione, di fraternità universale si traducesse in dottrina dell' onnipotenza statuale, in discriminazione generalizzata di interi gruppi sociali o nazionali, in deportazioni di massa e in atroci stermini? Il rifiuto sempre più generalizzato del comunismo, l'accesso a numerosi archivi fino a ieri segreti, il moltiplicarsi delle testimonianze contribuiscono a mettere in luce una verità destinata a diventare presto scontata: i paesi comunisti si sono dimostrati molto più efficenti nella produzione di gulag e di cadaveri che in quella di grano e di beni di consumo..

    Quest'immagine dice tutto :



    Museo del genocidio commesso da POL POT
    Cosa abbia a che vedere il comunismo con la Kampuchea dei Khmer Rossi me lo devi spiegare....a parte la fonte da cui hai tratto ciò, volutamente faziosa e fantasiosa (e pensa che io non sono affatto comunista), il mito del Pol Pot carnefice fu alimentato dagli Usa e dall'Urss ed infatti quest'ultima fu lei ad appoggiare l'invasione Vietnamita, invasione che provocò innumerevoli morti...informati piuttosto sulla storia cambogiana prima di trarre sentenze da un testo fumettistico, dell'odio atavico tra gli oppressori vietnamiti e cambogiani e quel popolo che fu erede del vasto impero Khmer.Persino uno storico di valore come Philip Short fu costretto ad ammettere che l'entità di tale massacro, vero o presunto che esso sia, fu in gran parte determinato prima dai criminali bombardamenti americani con armi non convenzionali, secondo dall'invasione vietnamita del territorio cambogiano avallata dai sovietici.Inoltre rintracciami elementi di marxismo nel regime di Saloth Sar, tutt'altro che progressista e modernista.

    PS Quella Gardaland degli orrori della foto è stata confezionata per turisti e capi di stato in visita in Cambogia...Ai cambogiani sembra interessare ben poco, tant'è che guarda caso, molti rimpiangono i Khmer Rossi...vai piuttosto a vedere quel che è successo a Dresda, Hiroshima, Nagasaki fino agli orrori veri dei giorni nostri come Falluja, Abu Ghraib o Guantanamo.

  7. #7
    Forumista junior
    Data Registrazione
    24 Feb 2007
    Messaggi
    18
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il comunismo e il nazismo avranno anche commesso delle atrocità, ma non mi sembra che le sedicenti "democrazie" occidentali siano state da meno( Dresda, Hiroshima, Nagasaki, colonialismi vari, Iraq, Afghanistan e cissà quante altre).
    Se mi è permesso fare una provocazione, ritengo che il comunismo e il nazismo siano stati meno ipocriti, per lo meno non mascheravano il loro carattere dittatoriale, mentre le domocrazie di oggi si presentano come liberatrici ed invece tutto il contrario.

  8. #8
    Komunista Estetizzante
    Data Registrazione
    07 Apr 2005
    Località
    Cavriago-Reggio Emilia
    Messaggi
    12,084
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Un libricino per anime semplici
    Il libro nero del comunismo (Le Livre noir du communisme: Crimes, terreur, répression, 1998, a cura dello storico del comunismo Stéphane Courtois) è una raccolta di saggi sugli stati comunisti e su crimini e abusi compiuti dai regimi di tali stati. I saggi sono scritti da diversi accademici e ricercatori del CNRS francese.

    Soprattutto in Francia, ma anche in Italia, il libro non ha mancato di essere impugnato nella contesa fra le forze politiche; in genere, le destre hanno salutato la sua pubblicazione come operazione di verità, mentre le sinistre hanno criticato il progetto editoriale e culturale dell'opera, vista come un attacco all'eurocomunismo o alla sinistra in generale pretestuosamente associate all'azione dei regimi totalitari di matrice comunista.

    Nella maggior parte dei casi, l'enfasi del libro è più sulla completezza dei dati che sulla loro analisi nel contesto; fra le sezioni a cui viene accreditato un maggior valore di ricerca storica si deve citare quella sull'Unione Sovietica, scritta da Nicolas Werth.

    Alcuni commentatori hanno criticato l'impostazione del testo da diversi punti di vista, in alcuni casi negando al Libro nero (eventualmente con l'eccezione del saggio di Werth) qualunque valore scientifico e storiografico

  9. #9
    Komunista Estetizzante
    Data Registrazione
    07 Apr 2005
    Località
    Cavriago-Reggio Emilia
    Messaggi
    12,084
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Persino alcuni dei curatori hanno preso le distanze da quel fanatico di Courtois, un vero e proprio liberale totalitario:
    Aspetti controversi

    Le sezioni di Courtois che aprono e chiudono il testo (I crimini del comunismo e Perché?) sono la parte più controversa del Libro nero. Le critiche che vengono mosse a Courtois sono di vario genere. Per esempio, Courtois sarebbe stato poco scientifico nel chiarire gli obiettivi della ricerca (significato del termine "crimine" e metodo di conteggio delle "vittime"); fazioso (per esempio nel formulare giudizi generali sui regimi comunisti come strutture basate sul "crimine di massa"); o mal documentato (alcuni considerano le cifre riportate dal Libro nero esagerate). Altro elemento che non ha mancato di suscitare ampie polemiche è il paragone che Courtois propone fra nazismo e comunismo, apparentemente sostenendo che il nazismo sarebbe "meno grave" del comunismo in quanto ha causato "meno vittime" ("solo" 25 milioni). Alcuni dei coautori del libro, per esempio Nicolas Werth e Jean-Louis Margolin, si sono in seguito formalmente dissociati dall'introduzione del curatore, pur continuando a sostenere il resto del libro.

    Una delle critiche principali riguarda l'aspetto fondamentale del conteggio delle vittime, o l'idea stessa di poter fare storiografia "contando i cadaveri". Gran parte delle vittime conteggiate da Courtois sono morti causate dalla fame, che non sembra ragionevole paragonare alle vittime dei campi di concentramento nazisti[1]. Inoltre, una parte dei decessi che il libro attribuisce al comunismo riguarda episodi di guerra (seconda guerra mondiale). Noam Chomsky ha osservato che se si applicasse il metodo di Courtois alla storia dell'India dal 1947 in poi, si dovrebbe concludere che la democrazia in India sia stata una tragedia molto più grave del comunismo nel mondo.[2]

    Altre critiche al Libro nero riguardano non solo l'introduzione, ma l'impostazione generale dell'opera. In particolare, il libro viene accusato di essere evidentemente motivato da fini propagandistici e non storiografici.[3] In effetti, mentre l'articolo di Werth attinge a fonti primarie precedentemente inaccessibili, molti degli altri capitoli del Libro nero sembrano di spessore scientifico molto inferiore, e sarebbero state incluse sostanzialmente all'unico scopo di poter fornire al lettore un dato complessivo più impressionante.[4] Inoltre, l'intero libro si fonda su un uso estremamente ampio del termine "comunismo", che prescinde da qualsiasi distinzione fra l'ideologia comunista e la politica dei governi degli stati comunisti. Per esempio, la stragrande maggioranza dei morti attribuiti dal Libro nero all'Unione Sovietica avvennero, secondo il libro stesso, durante la dittatura di Stalin, al quale si dovrebbero quindi ascrivere anche responsabilità personali. L'idea stessa di considerare la storia dell'Unione Sovietica dal 1971 al 1991 come se si trattasse di un periodo politicamente omogeneo ("comunista") rappresenta per alcuni autori una semplificazione che si spiega solo come tentativo di discreditare pretestuosamente il socialismo in generale.[5]

    Nello stesso senso vanno le critiche di chi osserva che il libro tratta la storia di nazioni estremamente diverse fra loro (e in cui il comunismo fu applicato in modi altrettanto vari) da una prospettiva unica e, quindi, in modo semplicistico e fortemente riduttivo.[6]

    Ancora, il libro è stato criticato da alcuni per la scarsa contestualizzazione dei dati. Si è fatto notare, tra l'altro, che un Libro nero del capitalismo, un Libro nero del cristianesimo o un Libro nero del fascismo in cui si raccogliessero tutte le vittime di crimini avvenuti correlabili a queste "ideologie" non raggiungerebbe probabilmente totali meno raccapriccianti di quelli mostrati nel Libro nero del comunismo (lo stesso ragionamento si potrebbe certamente applicare a numerose altre ideologie e religioni). In effetti, diversi "Libri neri" furono poi pubblicati per altre ideologie .

  10. #10
    Komunista Estetizzante
    Data Registrazione
    07 Apr 2005
    Località
    Cavriago-Reggio Emilia
    Messaggi
    12,084
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    onsiglio a tutti :

    l libro nero dell'Italia di Berlusconi. Quattro anni di guasti
    Froio Felice

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Miserie ed orrori del comunismo
    Di brunik nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-10-10, 13:58
  2. gli orrori del comunismo
    Di ariel nel forum Fondoscala
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-02-05, 07:35
  3. mostra: gli orrori del comunismo
    Di Aryan nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 27-04-04, 10:00
  4. Gli orrori del comunismo
    Di Affus nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 15-02-04, 03:30
  5. sassari: mostra sugli orrori del comunismo
    Di Aryan nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-02-03, 16:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226