User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 34

Discussione: Per non dimenticare

  1. #1
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Per non dimenticare

    fa bene alla salute ogni tanto rileggere ste cose....
    L’uomo, onesto e probo, come sosteneva Machiavelli, per poter combattere il male necessita di uno smodato bisogno di conoscerlo, ponendosi in relazione con l’altra faccia del potere. La reclame della volontà di ripartire dalle ceneri, senza spargere il sale, erigendo un nuovo governo, dove agli imperatori sono ghigliottinati, venendo prontamente sostituiti dai loro consulenti, presenta dunque un fisiologico imbarazzo se, destituito il vecchio regime, il nuovo corso, quello degli onesti, non sembra poi discostarsi molto dal comportamento del precedente…

    1 - Moratti, presidente dell’Inter, afferma: “Essere paragonati a Carl Lewis, uno dei più grandi della storia dell’atletica, ci inorgoglisce. Lui vinse a Seul perché Ben Johnson barò. E qualcuno negli ultimi anni ha barato”.

    Anche Carl Lewis, proprio come Ben Johnson, barò. Prim'ancora di Seul, nel 1988, venne trovato positivo ai controlli antidoping.

    2 - L'Inter e la mancanza di dialogo tra spogliatoio e dirigenza. Il 26/01/2007 Ibrahimovic, intervistato sul canale satellitare a pagamento dell'Inter, dichiara a seguito di una domanda: "Cosa rispondo a Nedved che dice di vedermi male con lo scudetto dell'Inter sul petto? Dico solo che mi sento campione d'Italia con la Juventus. Con i bianconeri ho vinto lo scudetto per due campionati consecutivi".

    3 - Doping Inter. Il 22/10/2003 Kallon risulta positivo al doping per norandrosterone e noretiocolanolone. L’attaccante verrà squalificato per otto mesi. Poi ridotti a sei.

    4 - L’Inter ed il doping amministrativo. Accumulato un passivo di 181,5 milioni di euro, pari a circa 350 miliardi di lire, al 30 giugno del 2006. Un passivo persino superiore a quello di 118,7 milioni di euro accumulato nella stagione 2004/2005, anno di riferimento per stabilire la retrocessione della Juventus in cadetteria, accusata di illecito sportivo.

    Massimo Moratti vara il “cash cow”, generando una società artificiale da un’altra più grande per poi essere “munta” all’occorrenza, aggiustando il bilancio negativo.

    I revisori della Kpmg hanno criticato tale operazione. La Federcalcio no.

    5 - Plsuvalenze Inter: scambiati a prezzi gonfiati otto giocatori con il Milan. Tali Brunelli, Deinite, Toma, Giordano, Livi, Ticli, Ferraro e Varaldi. Tutti per una cifra oscillante tra i 2.9 milioni di euro di Brunelli ed i 3.5 milioni di euro di Varaldi.

    Livi dichiara: "Nel giugno del 2003 firmai per cinque anni con il Milan. Per uno stipendio di duemila euro al mese, la metà pagati dal Milan e l'altra dall'Inter, società che mi ha venduto ai rossoneri. Ogni anno torno a Milano, e vengo ceduto regolarmente in prestito".

    Brunelli dichiara: "Sia l'Inter che il Milan depositarono il contratto senza neanche la mia firma. Con i nerazzurri ho firmato un accordo di cinque anni, sino al 2008, per 2.500 euro al mese. Ad Aprile dell'anno scorso ho anche fatto una visita medica. Il responso è arrivato dieci mesi dopo. Ed hanno anche sbagliato spalla. Perchè quella infortunata era la destra e non la sinistra. Dal 2004 non posso più giocare ma la società continua a mettermi in bilancio. E visto che nessuno mi ha messo fuori rosa, sono anch'io Campione d'Italia".

    Dalle indagini effettuate, emerge la dichiarazione del portiere Brunelli, il quale sostiene di non aver mai firmato le liberatorie.

    Su un noto settimanale, inoltre, si riscontra come: "su ogni contratto di cessione le firme appaiono sempre diverse da quelle che compaiono su altri documenti firmati dagli stessi giocatori".

    Per il solo ritardo nei pagamenti ai propri tesserati, la Triestina, sotto la gestione di Tonelotto, nella scorsa stagione, è stata sanzionata con un punto di penalità.

    Le plusvalenze registrate dall'Inter nel 2003, secondo la perizia della Procura di Milano, risultano "ancorate a valori palesemente irrealistici".

    Per la valutazione di Crespo, ad esempio, la società nerazzurra ha utilizzato varie unità di misura, attribuendo valori nettamente in distonia nel lasso temporale di un anno e mezzo.

    Nel giugno 2002, Crespo è valutato 38 milioni.
    A Febbraio 2003, vale 4,45 milioni.
    A Giugno 2003, verrà venduto per 24 milioni.

    La somma è stata iscritta a bilancio nel 2004, e viene considerata come maxiplusvalenza.

    La valutazione attribuita a Corradi, invece, nel giro di due mesi, ha subito un aumento del 140%.

    6 - L'Inter ed i buchi di bilancio. La società nerazzurra è indagata dalla Procura di Milano per falso in bilancio. Secondo i pm senza artifizi l'Inter non si sarebbe potuta iscrivere al campionato 2004/2005, il medesimo nel quale il caso intercettazioni ha demolito la Juventus, declassandola in cadetteria, e penalizzato Milan, Reggina, Lazio e Fiorentina.

    7 - L'Inter ed il conflitto di interessi. Nei mesi del terremoto giudiziario, il sistema lasciato in disordine da Franco Carraro viene ereditato da Guido Rossi, tempo addietro, per quattro anni, consigliere di amministrazione dell'Inter.

    Revocati due scudetti alla Juventus, senza tuttavia rintracciare alcun tipo di illecito nel campionato vinto nel 2005/2006, decide di assegnare a tavolino la vittoria del torneo all'Inter.

    Guido Rossi, nel frattempo, viene cooptato nuovamente ai vertici dell'azienda "Telecom", gestita sino al 15/09/2006 da Tronchetti Provera, il quale si dimette improvvisamente a seguito dell'ultimo consiglio di amministrazione, stabilito l'11/09/2006.

    Dopo aver cercato inutilmente di dimostrare la totale mancanza di conflitto di interessi nel ricoprire sia il ruolo di presidente dell'azienda "Telecom" che di commissario straordinario della Federcalcio, si dimette il 19/09/2006.

    Adriano Galliani, che per 106'' secondi di conversazione con l'addetto agli arbitri Meani venne sospeso per nove mesi dalla giustizia sportiva a seguito del caso intercettazioni, il 22/06/2006 si dimetterà da presidente della Lega.

    Maurizio Zamparini, eletto vicepresidente della Lega nel periodo di reggenza da parte di Galliani, il 26/01/2007 dichiara:"Se l'Inter dovesse incotrare problemi giudiziari, non accetterei mai un evenutale scudetto a tavolino".

    8 – Passaporti falsi Inter: Nel campionato 2001/2002 Recoba gioca per nove mesi da comunitario grazie ad un passaporto falso. L’Inter in sede penale patteggia sei mesi di reclusione per il giocatore, con una multa di 21,420 euro. La giustizia sportiva squalifica Recoba ed Orali, multando la società.

    9 - 15/10/2006 Ibrahimovic sputa su Sottil, difensore del Catania, durante l’esecuzione di un calcio d’angolo a favore dell’Inter.

    Non viene effettuata la prova televisiva.

    Per uno sputo al danese Poulsen, la sindrome dell’etichettamento divorerà per sempre l’amore di Totti per la maglia azzurra. Due anni prima, nel 2004, Ibrahimovic, in quel tempo giocatore della Juventus, per fallo di reazione su Cordoba, venne squalificato per tre turni.

    La Juventus presentò ricorso per la riduzione della squalifica. La richiesta non verrà accettata.

    Nella terza ed ultima giornata di sospensione, nell’anno incriminato dalla giustizia sportiva per il caso intercettazioni che ha coinvolto Moggi, la Juventus, a Milano, affrontò il Milan in piena emergenza, vincendo per uno a zero con rete di Trezeguet.

    10 – 21/01/2007 Ibrahimovic scalcia il centrocampista gigliato Donadel dopo un normale contrasto di gioco, a due passi dall'assistente del direttore di gara e dal quarto uomo. Nessuno si accorge di nulla.

    Non viene effettuata la prova televisiva.

    Nella stessa sfida, Ibrahimovic si vede convalidare una rete senza che la palla abbia oltrepassato la linea di porta, difesa ad oltranza dal portiere Frey della Fiorentina.

    11 - L'Inter e le ammonizioni. Una delle principali accuse rivolte a Luciano Moggi era quella di ammansire la rigidità dei direttori di gara, pilotando le ammonizioni e le diffide, in modo da favorire la Juventus.

    Nell'arco del girone d'andata del campionato 2006/2007, l'Inter ha beneficiato in 13 incontri di
    18 assenze per squalifiche o diffide.

    2 giornata: Sampdporia, Falcone e Delvecchio espulsi
    6 giornata: Catania, Stovini e Biso espulsi
    7 giornata: Muntari, espulso
    8 giornata: Passoni, diffidato
    10 giornata: Ascoli, Pesce espulso
    11 giornata: Parma, Dessena diffidato
    12 giornata: Reggina, Tedesco e Lucarelli diffidati
    13 giornata: Palermo, Fabio Simplicio espulso
    14 giornata: Siena, Vergassola diffidato
    17 giornata: Lazio, Rocchi espulso
    19 giornata: Torino, Barone espulso e Comotto diffidato
    20 giornata: Fiorentina, Ujfalusi e Mutu diffidati
    21 giornata: Sampdoria, Accardi diffidato

    12 - Eugenio Bersellini, insieme a Trapattoni ultimo allenatore ad aver vinto uno scudetto sul campo, interpellato in un’intervista esclusiva, dichiara: “Scudetto assegnato a tavolino all’Inter? Fossi stato io l’allenatore, non l’avrei accettato. Piuttosto, mi sarei dimesso”.

    L’ambiente nerazzurro parla di scudetto degli onesti, ricevendo dalla Federcalcio il trofeo conquistato a tavolino.

    13 - Nella stagione 2005/2006, nella quale la Juventus ha subito il ritiro dello scudetto, vincendo il girone d'andata con 52 punti, e concludendo il campionato con 91 punti.

    Juventus: falli fischiati contro 827
    Milan: falli fischiati contro 666
    Juventus: falli subiti 795
    Milan: falli subiti 684
    Juventus: ammonizioni 67
    Milan: ammonizioni 55
    Juventus: espulsioni 3
    Milan: espulsioni 3

    Fischiati contro 161 falli in più alla Juventus, che ha anche 12 ammoniti in più del Milan.

    14 - L’ultima sconfitta casalinga della Juventus nel massimo campionato sotto accusa, con Luciano Moggi direttore generale, risale al 2005. In una partita contro l’Inter, vincente grazie ad una rete di Cruz. Il direttore di gara era De Santis, unico arbitro punito per la vicenda “calciopoli”, sul quale venne offerta all'Inter una relazione dettagliata, frutto di pedinamenti ed indagini.

    15 - In dodici anni di era Moggi, terminata per gli esiti del caso intercettazioni, il Milan ha ricevuto novantatre rigori a favore, realizzandone settantadue. La Lazio ottantotto, siglandone sessantanove. La Roma ottantasei, mettendone a segno settanta. La Juventus è quarta con ottantadue rigori a favore, con sessantatre realizzazioni



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    29 Mar 2005
    Messaggi
    7,580
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ricapitolando:
    4 punti seri (di cui 3 accorpabili)
    5 di cui francamente non si capisce il senso, ma solo la strumentalità... verrebbe da dire "eh allora ?"
    4 taroccati, giusto per dare gli specchietti alle allodole
    1 palesemente falso
    1 da cui si evince che l'autore non ha capito nulla di quanto successo

  3. #3
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Zadig Visualizza Messaggio
    Ricapitolando:
    4 punti seri (di cui 3 accorpabili)
    5 di cui francamente non si capisce il senso, ma solo la strumentalità... verrebbe da dire "eh allora ?"
    4 taroccati, giusto per dare gli specchietti alle allodole
    1 palesemente falso
    1 da cui si evince che l'autore non ha capito nulla di quanto successo



    eh beh!!!

  4. #4
    Vittoria indiscutibile
    Data Registrazione
    30 Oct 2006
    Località
    Insubria
    Messaggi
    337
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pensiero Visualizza Messaggio
    fa bene alla salute ogni tanto rileggere ste cose....
    L’uomo, onesto e probo, come sosteneva Machiavelli, per poter combattere il male necessita di uno smodato bisogno di conoscerlo, ponendosi in relazione con l’altra faccia del potere. La reclame della volontà di ripartire dalle ceneri, senza spargere il sale, erigendo un nuovo governo, dove agli imperatori sono ghigliottinati, venendo prontamente sostituiti dai loro consulenti, presenta dunque un fisiologico imbarazzo se, destituito il vecchio regime, il nuovo corso, quello degli onesti, non sembra poi discostarsi molto dal comportamento del precedente…

    1 - Moratti, presidente dell’Inter, afferma: “Essere paragonati a Carl Lewis, uno dei più grandi della storia dell’atletica, ci inorgoglisce. Lui vinse a Seul perché Ben Johnson barò. E qualcuno negli ultimi anni ha barato”.

    Anche Carl Lewis, proprio come Ben Johnson, barò. Prim'ancora di Seul, nel 1988, venne trovato positivo ai controlli antidoping.

    2 - L'Inter e la mancanza di dialogo tra spogliatoio e dirigenza. Il 26/01/2007 Ibrahimovic, intervistato sul canale satellitare a pagamento dell'Inter, dichiara a seguito di una domanda: "Cosa rispondo a Nedved che dice di vedermi male con lo scudetto dell'Inter sul petto? Dico solo che mi sento campione d'Italia con la Juventus. Con i bianconeri ho vinto lo scudetto per due campionati consecutivi".

    3 - Doping Inter. Il 22/10/2003 Kallon risulta positivo al doping per norandrosterone e noretiocolanolone. L’attaccante verrà squalificato per otto mesi. Poi ridotti a sei.

    4 - L’Inter ed il doping amministrativo. Accumulato un passivo di 181,5 milioni di euro, pari a circa 350 miliardi di lire, al 30 giugno del 2006. Un passivo persino superiore a quello di 118,7 milioni di euro accumulato nella stagione 2004/2005, anno di riferimento per stabilire la retrocessione della Juventus in cadetteria, accusata di illecito sportivo.

    Massimo Moratti vara il “cash cow”, generando una società artificiale da un’altra più grande per poi essere “munta” all’occorrenza, aggiustando il bilancio negativo.

    I revisori della Kpmg hanno criticato tale operazione. La Federcalcio no.

    5 - Plsuvalenze Inter: scambiati a prezzi gonfiati otto giocatori con il Milan. Tali Brunelli, Deinite, Toma, Giordano, Livi, Ticli, Ferraro e Varaldi. Tutti per una cifra oscillante tra i 2.9 milioni di euro di Brunelli ed i 3.5 milioni di euro di Varaldi.

    Livi dichiara: "Nel giugno del 2003 firmai per cinque anni con il Milan. Per uno stipendio di duemila euro al mese, la metà pagati dal Milan e l'altra dall'Inter, società che mi ha venduto ai rossoneri. Ogni anno torno a Milano, e vengo ceduto regolarmente in prestito".

    Brunelli dichiara: "Sia l'Inter che il Milan depositarono il contratto senza neanche la mia firma. Con i nerazzurri ho firmato un accordo di cinque anni, sino al 2008, per 2.500 euro al mese. Ad Aprile dell'anno scorso ho anche fatto una visita medica. Il responso è arrivato dieci mesi dopo. Ed hanno anche sbagliato spalla. Perchè quella infortunata era la destra e non la sinistra. Dal 2004 non posso più giocare ma la società continua a mettermi in bilancio. E visto che nessuno mi ha messo fuori rosa, sono anch'io Campione d'Italia".

    Dalle indagini effettuate, emerge la dichiarazione del portiere Brunelli, il quale sostiene di non aver mai firmato le liberatorie.

    Su un noto settimanale, inoltre, si riscontra come: "su ogni contratto di cessione le firme appaiono sempre diverse da quelle che compaiono su altri documenti firmati dagli stessi giocatori".

    Per il solo ritardo nei pagamenti ai propri tesserati, la Triestina, sotto la gestione di Tonelotto, nella scorsa stagione, è stata sanzionata con un punto di penalità.

    Le plusvalenze registrate dall'Inter nel 2003, secondo la perizia della Procura di Milano, risultano "ancorate a valori palesemente irrealistici".

    Per la valutazione di Crespo, ad esempio, la società nerazzurra ha utilizzato varie unità di misura, attribuendo valori nettamente in distonia nel lasso temporale di un anno e mezzo.

    Nel giugno 2002, Crespo è valutato 38 milioni.
    A Febbraio 2003, vale 4,45 milioni.
    A Giugno 2003, verrà venduto per 24 milioni.

    La somma è stata iscritta a bilancio nel 2004, e viene considerata come maxiplusvalenza.

    La valutazione attribuita a Corradi, invece, nel giro di due mesi, ha subito un aumento del 140%.

    6 - L'Inter ed i buchi di bilancio. La società nerazzurra è indagata dalla Procura di Milano per falso in bilancio. Secondo i pm senza artifizi l'Inter non si sarebbe potuta iscrivere al campionato 2004/2005, il medesimo nel quale il caso intercettazioni ha demolito la Juventus, declassandola in cadetteria, e penalizzato Milan, Reggina, Lazio e Fiorentina.

    7 - L'Inter ed il conflitto di interessi. Nei mesi del terremoto giudiziario, il sistema lasciato in disordine da Franco Carraro viene ereditato da Guido Rossi, tempo addietro, per quattro anni, consigliere di amministrazione dell'Inter.

    Revocati due scudetti alla Juventus, senza tuttavia rintracciare alcun tipo di illecito nel campionato vinto nel 2005/2006, decide di assegnare a tavolino la vittoria del torneo all'Inter.

    Guido Rossi, nel frattempo, viene cooptato nuovamente ai vertici dell'azienda "Telecom", gestita sino al 15/09/2006 da Tronchetti Provera, il quale si dimette improvvisamente a seguito dell'ultimo consiglio di amministrazione, stabilito l'11/09/2006.

    Dopo aver cercato inutilmente di dimostrare la totale mancanza di conflitto di interessi nel ricoprire sia il ruolo di presidente dell'azienda "Telecom" che di commissario straordinario della Federcalcio, si dimette il 19/09/2006.

    Adriano Galliani, che per 106'' secondi di conversazione con l'addetto agli arbitri Meani venne sospeso per nove mesi dalla giustizia sportiva a seguito del caso intercettazioni, il 22/06/2006 si dimetterà da presidente della Lega.

    Maurizio Zamparini, eletto vicepresidente della Lega nel periodo di reggenza da parte di Galliani, il 26/01/2007 dichiara:"Se l'Inter dovesse incotrare problemi giudiziari, non accetterei mai un evenutale scudetto a tavolino".

    8 – Passaporti falsi Inter: Nel campionato 2001/2002 Recoba gioca per nove mesi da comunitario grazie ad un passaporto falso. L’Inter in sede penale patteggia sei mesi di reclusione per il giocatore, con una multa di 21,420 euro. La giustizia sportiva squalifica Recoba ed Orali, multando la società.

    9 - 15/10/2006 Ibrahimovic sputa su Sottil, difensore del Catania, durante l’esecuzione di un calcio d’angolo a favore dell’Inter.

    Non viene effettuata la prova televisiva.

    Per uno sputo al danese Poulsen, la sindrome dell’etichettamento divorerà per sempre l’amore di Totti per la maglia azzurra. Due anni prima, nel 2004, Ibrahimovic, in quel tempo giocatore della Juventus, per fallo di reazione su Cordoba, venne squalificato per tre turni.

    La Juventus presentò ricorso per la riduzione della squalifica. La richiesta non verrà accettata.

    Nella terza ed ultima giornata di sospensione, nell’anno incriminato dalla giustizia sportiva per il caso intercettazioni che ha coinvolto Moggi, la Juventus, a Milano, affrontò il Milan in piena emergenza, vincendo per uno a zero con rete di Trezeguet.

    10 – 21/01/2007 Ibrahimovic scalcia il centrocampista gigliato Donadel dopo un normale contrasto di gioco, a due passi dall'assistente del direttore di gara e dal quarto uomo. Nessuno si accorge di nulla.

    Non viene effettuata la prova televisiva.

    Nella stessa sfida, Ibrahimovic si vede convalidare una rete senza che la palla abbia oltrepassato la linea di porta, difesa ad oltranza dal portiere Frey della Fiorentina.

    11 - L'Inter e le ammonizioni. Una delle principali accuse rivolte a Luciano Moggi era quella di ammansire la rigidità dei direttori di gara, pilotando le ammonizioni e le diffide, in modo da favorire la Juventus.

    Nell'arco del girone d'andata del campionato 2006/2007, l'Inter ha beneficiato in 13 incontri di
    18 assenze per squalifiche o diffide.

    2 giornata: Sampdporia, Falcone e Delvecchio espulsi
    6 giornata: Catania, Stovini e Biso espulsi
    7 giornata: Muntari, espulso
    8 giornata: Passoni, diffidato
    10 giornata: Ascoli, Pesce espulso
    11 giornata: Parma, Dessena diffidato
    12 giornata: Reggina, Tedesco e Lucarelli diffidati
    13 giornata: Palermo, Fabio Simplicio espulso
    14 giornata: Siena, Vergassola diffidato
    17 giornata: Lazio, Rocchi espulso
    19 giornata: Torino, Barone espulso e Comotto diffidato
    20 giornata: Fiorentina, Ujfalusi e Mutu diffidati
    21 giornata: Sampdoria, Accardi diffidato

    12 - Eugenio Bersellini, insieme a Trapattoni ultimo allenatore ad aver vinto uno scudetto sul campo, interpellato in un’intervista esclusiva, dichiara: “Scudetto assegnato a tavolino all’Inter? Fossi stato io l’allenatore, non l’avrei accettato. Piuttosto, mi sarei dimesso”.

    L’ambiente nerazzurro parla di scudetto degli onesti, ricevendo dalla Federcalcio il trofeo conquistato a tavolino.

    13 - Nella stagione 2005/2006, nella quale la Juventus ha subito il ritiro dello scudetto, vincendo il girone d'andata con 52 punti, e concludendo il campionato con 91 punti.

    Juventus: falli fischiati contro 827
    Milan: falli fischiati contro 666
    Juventus: falli subiti 795
    Milan: falli subiti 684
    Juventus: ammonizioni 67
    Milan: ammonizioni 55
    Juventus: espulsioni 3
    Milan: espulsioni 3

    Fischiati contro 161 falli in più alla Juventus, che ha anche 12 ammoniti in più del Milan.

    14 - L’ultima sconfitta casalinga della Juventus nel massimo campionato sotto accusa, con Luciano Moggi direttore generale, risale al 2005. In una partita contro l’Inter, vincente grazie ad una rete di Cruz. Il direttore di gara era De Santis, unico arbitro punito per la vicenda “calciopoli”, sul quale venne offerta all'Inter una relazione dettagliata, frutto di pedinamenti ed indagini.

    15 - In dodici anni di era Moggi, terminata per gli esiti del caso intercettazioni, il Milan ha ricevuto novantatre rigori a favore, realizzandone settantadue. La Lazio ottantotto, siglandone sessantanove. La Roma ottantasei, mettendone a segno settanta. La Juventus è quarta con ottantadue rigori a favore, con sessantatre realizzazioni


    INTER

  5. #5
    SANDRO II
    Ospite

    Predefinito

    [silvia]inter Ti Odio[/silvia]

  6. #6
    Dubitare Discutere Cooperare
    Data Registrazione
    05 Jul 2006
    Località
    10, 100, 1000 Genchi!!!
    Messaggi
    3,442
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pensiero Visualizza Messaggio
    11 - L'Inter e le ammonizioni. Una delle principali accuse rivolte a Luciano Moggi era quella di ammansire la rigidità dei direttori di gara, pilotando le ammonizioni e le diffide, in modo da favorire la Juventus.

    Nell'arco del girone d'andata del campionato 2006/2007, l'Inter ha beneficiato in 13 incontri di
    18 assenze per squalifiche o diffide.

    2 giornata: Sampdporia, Falcone e Delvecchio espulsi
    6 giornata: Catania, Stovini e Biso espulsi
    7 giornata: Muntari, espulso
    8 giornata: Passoni, diffidato
    10 giornata: Ascoli, Pesce espulso
    11 giornata: Parma, Dessena diffidato
    12 giornata: Reggina, Tedesco e Lucarelli diffidati
    13 giornata: Palermo, Fabio Simplicio espulso
    14 giornata: Siena, Vergassola diffidato
    17 giornata: Lazio, Rocchi espulso
    19 giornata: Torino, Barone espulso e Comotto diffidato
    20 giornata: Fiorentina, Ujfalusi e Mutu diffidati
    21 giornata: Sampdoria, Accardi diffidato

    13 - Nella stagione 2005/2006, nella quale la Juventus ha subito il ritiro dello scudetto, vincendo il girone d'andata con 52 punti, e concludendo il campionato con 91 punti.

    Juventus: falli fischiati contro 827
    Milan: falli fischiati contro 666
    Juventus: falli subiti 795
    Milan: falli subiti 684
    Juventus: ammonizioni 67
    Milan: ammonizioni 55
    Juventus: espulsioni 3
    Milan: espulsioni 3

    Fischiati contro 161 falli in più alla Juventus, che ha anche 12 ammoniti in più del Milan.
    Quoto questi due punti in particolare, per dire una cosa che sostenevo prima di calciopoli e continuo a sostenere adesso.

    Non si puo' assolutamente usare le statistiche come prove. Prima di calciopoli, molta gente prendeva le statistiche di un certo periodo, vedeva che l'inter aveva avuto 2 ammonizioni in piu' o 1 rigore in meno della juve e gridava al complotto. Oppure insinuavano sospetti nei tifosi con idiozie quali "la juve l'anno scorso ha perso 10 partite, quest'anno solo 2, come mai? (sottintendendo: quest'anno sono dopati o hanno comprato gli arbitri) Queste argomentazioni sono CAZZATE, e non fanno altro che aizzare la violenza reciproca dei tifosi.

    Pensiero fai benissimo a ricordarlo!

  7. #7
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    2007-04-03 200
    "Inter pagava, io spiavo giocatori"
    Il detective privato Cipriani: Non soltanto Vieri e Ronaldo
    (ANSA) - MILANO, 3 APR - L'Inter, 7 anni fa, pago' l'investigatore privato Emanuele Cipriani per spiare la squadra. Sotto controllo finirono anche Mutu e Jugovic. Cipriani, che e' agli arresti domiciliari per la vicenda dei dossier illegali, ha reso le dichiarazioni al pm Fabio Napoleone in un interrogatorio del 21 novembre, di recente depositato agli atti. I nomi di alcuni dei controllati (Vieri, Ronaldo e l'arbitro De Santis) erano stati diffusi gia' qualche mese fa, ora emergono nuovi particolari.

  8. #8
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    by C. Rocca


    Il brutto sogno di Verdelli

    Gli indossatori di scudetti altrui tenevavo sotto controllo anche Mutu e Jugovic, oltre a Vieri, De Santis e Ronaldo. E pagavano fatture alla società di Cipriani, quella implicata nello scandalo intercettazioni illegali della Telecom di Tronchetti Provera (azionista degli indossatori), di Carlo Buora (vicepresidente degli indossatori), di Guido Rossi (ex cda indossatori, ex consulente indossatori, assegnatore dello scudetto a tavolino agli indossatori) e dello stesso Moratti (indossatore). Così dice Cipriani ai magistrati. Il giornale rosa domani pubblicherà un utile editoriale sul surriscaldamento terrestre.
    3 aprile

  9. #9
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Tavaroli mi chiese un'investigazione approfondita con pedinamenti, rilevamenti su tutte le persone frequentate, sulle loro società, appostamenti sotto casa, informazioni Sdi (banca dati della polizia), anagrafe tributaria... Il compenso mi è stato corrisposto dall'Internazionale F.C.».
    Domanda dei pm: perché ha fatturato con la sua società estera Wcs e non con l'italiana Polis d'Istinto? «Perché nelle intenzioni dell'Inter, così come segnalatomi da Tavaroli, era opportuno che l'investigazione non risultasse o fosse difficilmente individuabile ». Il presidente Moratti ha confermato l'investigazione, ma ha negato che l'Inter abbia mai saputo che fu eseguita con mezzi illeciti.
    (dal Corriere della Sera)
    4 aprile

  10. #10
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Ho spiato per l'Inter pure Mutu e Jugovic»
    Lo 007 Cipriani aggiunge particolari sul caso che coinvolge Vieri e Ronaldo

    Emanuele Cipriani parla, sta collaborando con gli inquirenti e dai resoconti di questi interrogatori inseriti nel caso Telecom curato dal pm milanese Fabio Napoleone giungono altri frammenti relativi all'attività di spionaggio sui giocatori dell'Inter. Moratti ha ammesso che tale attività era stata commissionata solo riguardo a Bobo Vieri. Adesso dai verbali relativi all'interrogatorio dello scorso 21 novembre saltano fuori i nomi di Mutu e Jugovic, oltre a quello già emerso di Ronaldo, sempre smentito dal club. Ma c'è un altro dato, nelle parole dello 007 alle dipendenze di Giuliano Tavaroli (capo della sicurezza Telecom e Pirelli) che dovrebbe preoccupare l'Inter, ammesso che non siano frasi in libertà e che arrivino riscontri oggettivi. Cipriani dice che Tavaroli gli aveva dato l'incarico di svolgere «attività investigativa approfondita comprensiva di pedinamenti e di rilevamenti su tutte le persone che i giocatori frequentavano nella vita privata».

    L'attività, oltre che in appostamenti e pedinamenti, si è compendiata «nell'acquisizione di informazioni dalle banche dati SDI ed Anagrafe Tributaria (cosa che non è lecito fare ndr). Inoltre abbiamo svolto tutta un'analisi delle società a cui i predetti calciatori erano interessati. Il compenso mi è stato corrisposto dall'Internazionale F.C. a cui ho fatto pervenire fattura della W.C.S.». La società londinese controllata dall'investigatore fiorentino. Dunque non solo sono stati svolti accertamenti non consentiti ma l'Inter avrebbe pagato direttamente a Cipriani ricevendo una fattura di società straniera. Il pm esige una delucidazione: come mai non ha fatturato come Polis d'Istinto ? (cioè la società di investigazioni creata da Cipriani). E lo 007 spiega: «Perché nelle intenzioni dell'Inter, così come segnalatomi da Tavaroli, era opportuno che l'investigazione non risultasse o comunque fosse difficilmente individuabile. Per accertamenti complementari concordati intendevo riferirmi agli accertamenti presso le banche dati».

    goal.com


    azz......altro che pedinamenti del....marito cornuto

    Borrelli....tutto a posto?

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Per non dimenticare.
    Di VLAD ILIC nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 21-05-07, 23:25
  2. Per Non Dimenticare
    Di S.P.Q.R. nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-06-02, 14:33
  3. Per Non Dimenticare
    Di S.P.Q.R. nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-06-02, 22:38
  4. Per Non Dimenticare
    Di S.P.Q.R. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-06-02, 22:33
  5. Per nn dimenticare....
    Di Il_Siso nel forum Termometro sportivo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-06-02, 20:03

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226