User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
  1. #1
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Elezioni 1994 senza Berlusconi

    1993 - Craxi decide di rimanere in Italia e affrontare i suoi procedimenti giudiziari per contrastare "il regime autoritario dei giudici". Convince Berlusconi a non presentarsi alle elezioni e ad appoggiare il nascituro patto dei moderati guidato da Martinazzoli, Segni, Pannella e dal neosegretario socialista Valdo Spini. Il CCD non esce dal PPI, parte dei suoi voti vengono ereditati dall'Unione di Centro di Costa.

    1994: ai blocchi di partenza si presentano i seguenti blocchi:

    -I Progressisti, coalizione tra PDS, Cristiano Sociali, La Rete, Verdi, Alleanza Democratica, PRI, Rinascista Socialista; Rifondazione Comunista desiste coi progressisti in cambio di alcuni deputati garantiti.

    -Patto per l'Italia, PPI, Patto Segni, PSI, Radicali

    -Lega Nord

    -Alleanza Nazional,e, composta da MSI-DN, Unione di Centro.

    La campagna elettorale è fiacca, nonostante le attese di palingenesi. Mariotto Segni si rivela un leader abbastanza bollito, i Progressisti un leader non ce l'hanno e la scena è dominata daFini e Bossi. Il risultato, comprensibile, è il seguente, quando chiudono le urne:

    PDS 18,6 %
    MSI 16,9%
    PPI 13,8%
    Lega Nord 13,5%
    Patto Segni 9,8%
    Partito della Rifondazione Comunista6,5%
    PSI-Lista Pannella 4,8
    Federazione dei Verdi 4,5%
    Unione di Centro 4,2%
    Alleanza Democratica -PRI - Rinascita Socialista - Cristiano Sociali 2,7%
    La Rete 1,9%

    Altri 2%

    Il risultato fa scalpore, il centro è al 28,4%, contro il 35% della sinistra e una percentuale equivalente per Lega Nord e i gruppi di destra. A colpire non è solo la frammentazione elettorale, rispetto alle speranze di semplificazione, ma anche la localizzazione geografica. Infatti, solo il Centro mantiene un insediamento elettorale variegato, e comunque con una netta prevalenza del Nord Est, del Sud e delle Isole: i Progressisti sono inchiodati nelle Regioni Rosse, sopra il Lazio e con l'eccezione di Trentino, Friuli e alcune aree del Piemonte la destra prende consensi ridicoli salvo sfiorare o raggiungere la maggioranza al Sud e nelle Isole, mentre al Nord la Lega è uniformemente sopra il 30%.
    Il Parlamento, quasi ingovernabile, alla fine partorisce un prosieguo del governo Ciampi, sostenuto dai Progressisti senza Rifondazione e dal Patto per l'Italia, che nella quota proporzionale aggrega quindi circa il 56% dei voti, mentre la vicina Jugoslavia si disintegra defnitivamente nella guerra civile più sanguinosa di sempre.

    A questo punto, che ne è dell'Italia ? hefico: Sbizzarritevi !!
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    73,056
    Mentioned
    575 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni 1994 senza Berlusconi

    Scenario interessante................metto assieme qualche idea e torno subito.

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  3. #3
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni 1994 senza Berlusconi

    Vai !

    Secondo me finisce a guerra civile pure qui
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  4. #4
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    73,056
    Mentioned
    575 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni 1994 senza Berlusconi

    Rispondo alla chiamata di Manfr, in più fasi, per delineare il fosco biennio 1994-1996, che condurrà alle nuove Fanta-Elezioni.


    1994
    Il "Trimestre Nero"
    27 Maggio-31 Agosto
    Nei tre mesi immediatamente successivi alle elezioni, Ciampi si dedica soprattutto alla politica di riordino dei conti dello stato, dove si aprono sempre nuove voragini, mentre le inchieste di Mani Pulite prendono nuovo slancio, dedicandosi soprattutto al nuovo filone dei grand commis corrotti. Diverse decine di alti funzionari dello stato vengono associati alle patrie galere per reati di corruzione e concussione, per essere sostituiti da nuovi personaggi, prevalentemente funzionari scelti dal Presidente del Consiglio Ciampi, in un clima sempre più emergenziale.

    Nello stesso periodo Berlusconi, resosi conto di non avere possibilità di appoggio nei suoi problemi finanziari da parte di Segni, con il quale tra l'altro non si intende nemmeno sulle questioni politiche, inizia a sostenere con un forte battage pubblicitario sulle sue reti l'improvvisamente potente partito di Fini, che si sta trasformando in un asso pigliatutto in ognuna delle conusultazioni elettorali locali che punteggiano il trimestre. Praticamente a Sud Di Roma, AN regna sovrana, allargandosi con l'ausilio di movimenti minori e con l'adesione di diversi personaggi provenienti dal cattolicesimo conservatore o dal liberalismo moderato, capeggiati dal Professor Fisichella e da Publio Fiori.
    Craxi, convinto dai familiari a curarsi adeguatamente per il suo diabete, riprende da par suo in mano la situazione nel PSI, ridotto ad un moncone dalle elezioni.
    Dimettendosi da ogni incarico e rimanendo un privato cittadino, si dedica contemporaneamente alla sua difesa e alla riorganizzanzione delle sue forze disperse in seno al PSI.Nel frattempo il partito del Garofano viene dilaniato dagli scontri tra Martelli, Del Turco e Spini, ognuno dei quali ha una precisa idea di come ristrutturaree idealmente e organizzativamente il partito. Tra i socialisti si fa strada anche l'ex-presidente dell'Emilia Romagna Enrico Boselli, eletto a sorpresa in quota socialista nel collegio di Mantova. Attorno alla Federazione dei Socialisti, costituita da ex -socialdemocratici e da Intini e Boniver, si raccoglie invece il gruppo degli intransigenti craxiani, ringalluzziti dalla mancanza di una reale alternativa politica di livello nazionale, che restituisce loro una certa importanza sul piano politico.

    Il 25 Maggio del 1994 le reti Fininvest mandano in onda uno speciale "Radio Londra" condotto da Giuliano Ferrara in cui vengono finalmente esposti i documenti del Poker d'assi vantato da Craxi alla Direzione Nazionale del PSI.
    La figura di Di Pietro ne esce malconcia, anche a causa del furibondo battage pubblicitario lanciato dalle televisioni berlusconiane.
    Si innesca una lotta quotidiana tra sostenitori del PM e del giornalista, subito querelato da di Pietro, svolta a mezzo stampa e tv dai due contendenti e dai loro schieramenti. Questo non fa che aggravare la situazione di disagio e di perplessità dell'opinione pubblica, sballottata da una tendenza all'altra nel giro di pochi giorni.
    Tanto più che le indagini non si fermano, anzi vanno avanti a tamburo battente.

    i Tre Decreti di Luglio:Passi Falsi di Ciampi

    Il Governo Ciampi tramite il suo ministro della giustizia Conso, tenta di risolvere alcuni problemi sul tappeto tramite Decreti Legge, formulati per dare soluzione politica alla questione Tangentopoli e alla tendenza secessionista nel Nord-Italia (allargatasi peraltro alla Sardegna e alla Sicilia, dove i movimenti autonomisti si raccolgono rispettivamente nella Lega Sarda e nel Movimento Nazione Sicilia, sorti subito dopo le elezioni e dotati di crescente fascino e popolarità.
    La Lega Sarda in particolare raccoglie tutti gli indipendentisti e gli autonomisti in una rissosa confederazione, rievocante il partito indipendentista sorto e tramontato negli anni '40-50.)
    Ai primi due viene aggiunto un terzo decreto, teso ad impedire la possibile futura "discesa in campo" del Cavaliere o almeno a rallentarne la corsa in caso di concretizzazione.

    Nel testo del decreto si stabilisce infatti che chi possiede delle televisioni non può entrare in politica se non attraverso una dismissione preventiva delle stesse.
    La risposta di Berlusconi è una netta opposizione fatta tramite le sue tv e i suoi giornali, e l'avviamento del progetto di partito-azienda posticipato su pressione di Craxi.
    Ancora indeciso Berlusconi non sa se scendere in campo di persona o lanciare in politica qualche suo "uomo" tipo Confalonieri o Gianni Letta.
    La polemica al riguardo di questo ultimo decreto diventa furibonda:
    in Parlamento il deputato dell'Unione di Centro Alfredo Biondi, subito prima di lasciare il gruppo in aperta polemica con il favorevole Costa, si spinge a definirli <Simili alle Ordinanza di Luglio che hanno cercato di imbavagliare la stampa nella Francia del 1830, provocando invece la caduta dei Borboni. I signori del divieto lo ricordino> Alla fine nessuno dei decreti viene emesso, perchè il ministro Conso li ritira, dimettendosi subito dopo.

    Il Governo Ciampi accusa il colpo e la sua maggioranza da segni di sbandamento, mentre la situazione si fa pericolosa anche a livello di ordine pubblico.
    Nel Nord la Lega acquista sempre maggiori consensi e il grido <Via da Roma!> diventa il dettame ufficiale del partito, che inizia a parlare apertamente di secessione e di Repubblica di Padania.

    L'Inarrestabile Ascesa di AN

    Sempre più forte si fa contemporaneamente il Partito di Fini, denominato ufficialmente Alleanza Nazionale dopo un veloce Congresso Nazionale a Roma.
    Il vecchio MSI di fatto cessa di esistere e viene assorbito dal nuovo soggetto politico, in attesa di un "Congresso Fondativo da tenersi entro sei mesi".
    Il partito insiste sulla "evidente crisi del sistema", e sulla necessità di reprimere i moti indipendentisti e i tentativi secessionisti.
    In un incontro con i suoi sostenitori, Fini fa dichiarazioni nette e taglienti, sull'ovvia inadeguatezza della struttura istituzionale italiana ai reali bisogni della gente, e sulla crescente instabilità politica, a cui la "Seconda Repubblica" non ha posto alcun rimedio. Il Manifesto della Nuova Repubblica, in cui si tratteggia una Repubblica Presidenziale dai tratti autoritari, fa il giro del Mondo e i maggiori quotidiani del pianeta definiscono Fini <Aspirante Salvatore dell'Italia>

    Craxi vs Di Pietro

    Mentre i partiti si accapigliano in Parlamento, con risse, sventolio di bandiere, urla ed insulti, al grido di <Ladri, Ladri> nel paese reale si svolge il Processo Cusani, che si trasforma in una spettacolare grancassa mediatica per i suoi protagonisti.
    Le varie fasi del processo trasmesse dalla Rai, registrando ascolti record e certificano la fine dei partiti della Prima Repubblica.
    Intanto Craxi si presenta come testimone al Processo Cusani.
    La sua testimonianza durerà diverse ore, in un crescendo di tensione e di documentazione degli eventi politici e tangentizi della Prima Repubblica agonizzante.
    Preciso, puntuto, documentatissimo; l'ex-segretario del PSI demolisce tutte le illusioni e i paraventi sollevati per coprire il sistema dei finanziamenti illeciti.
    Alle domande di Di Pietro, feroci e dettagliate, le risposte di un Craxi tornato agli antichi fasti dialettici spalancano il panorama completo del verminaio tangentizio.
    Le ammissioni fatte da Craxi contenevano tali novità e così tanti documenti nuovi da scatenare una rinnovata furibonda polemica su tutti i giornali del paese, sulle televsioni pubbliche e private e restituiscono una grande vsibilità all'ormai ex-grande corruttore.

    Il Corriere della Sera pubblica due giorni dopo una intervista dello stesso Craxi in cui egli rivendica il suo diritto a presentarsi come "l'Unico Sincero sulla Questione Tangentopoli."
    Messo a confronto con altri politici di rango della Prima Repubblica tra cui l'ex Presidente del Consiglio, Arnaldo Forlani, Craxi appare un gigante.
    Il Forlani nervoso e tentennante, che sembrava non rendersi conto delle goccie di saliva sulle sue labbra diventa un vero simbolo dell'assenza di autocontrollo dei vecchi concussori e corruttori, chiamato a rendere conto delle proprie azioni e scatena un sussulto di disgusto popolare per il sistema di corruzione.
    La pubblica opinione inizia a concedere maggior rispetto a Craxi, sebbene non gli perdoni le malefatte tangentizie.
    Anche perchè diversi articoli continuano a rinfacciare a Ghino di Tacco il notevole arricchimento personale della sua famiglia e alcuni conti bancari a lui riconducibili. Ma grazie alla lotta leonina condotta da Craxi i socialisti cominciano a risalire la china.
    Notevolmente più forti, indicono un Congresso Straordinario a Roma, tra il 20 e il 27 Luglio del 1994, per decidere il da farsi.
    In quel mentre si organizzano due diverse federazioni interne, una facente capo a Spini, detta dei Laburisti, e l'altra ai craxiani, dei Riformisti.
    I Martelliani rimangono trincerati nella loro corrente, il Rinnovamento Socialista, sperando di fare da ago della bilancia.
    Altri iniziano ad abbandonare il partito, in cerca di nuovi approdi.

    Il PDS entra in Crisi

    All'interno del PDS scoppia intanto lo scontro tra Occhetto e il "Deputato di Gallipoli" il rampante Massimo D'Alema, oramai divisi su tutto, e sopratutto sul progetto strategico di alleanza su cui impostare il futuro del partito e dell'alleanza.
    Alleanza la quale si sta lentamente disintegrando, tra le proteste di D'Alema nei confronti dei dirigenti pidiessini.

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  5. #5
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni 1994 senza Berlusconi

    Uh uh uh, molto interessante !!
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  6. #6
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    73,056
    Mentioned
    575 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni 1994 senza Berlusconi

    Partiti e Coalizioni principali alle elezioni del 1994 Camera dei Deputati-Proporzionale, provincia per provincia.

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  7. #7
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni 1994 senza Berlusconi

    fantastico !
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  8. #8
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    73,056
    Mentioned
    575 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni 1994 senza Berlusconi

    mica tanto
    mi sono scordato di cancellare FI dalla mappa elettorale.ncav:

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  9. #9
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,544
    Mentioned
    347 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: Elezioni 1994 senza Berlusconi

    Progressisti senza capo? Ma non avevano Occhetto e la gioiosa macchina da guerra ?
    E Segni che fa il partito del rinnovamento e prende a bordo il PSI ? E' una operazione che si sarebbe potuta fare alcuni anni dopo, ma in quel momento mi sembra strano. Poi i radicali con i cattolici. Mi sembra tuto troppo semplificato.

  10. #10
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    73,056
    Mentioned
    575 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni 1994 senza Berlusconi

    Citazione Originariamente Scritto da Perseo
    Progressisti senza capo? Ma non avevano Occhetto e la gioiosa macchina da guerra ?
    E Segni che fa il partito del rinnovamento e prende a bordo il PSI ? E' una operazione che si sarebbe potuta fare alcuni anni dopo, ma in quel momento mi sembra strano. Poi i radicali con i cattolici. Mi sembra tuto troppo semplificato.
    Eine moment, bitte......ci arriviamo.

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Elezioni politiche 1994 senza Berlusconi
    Di Enrico1987 nel forum FantaTermometro
    Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 12-12-08, 09:51
  2. Fantapolitica: elezioni del 27 marzo 1994 senza Berlusconi...
    Di Padanik (POL) nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 19-10-03, 17:56
  3. Fantapolitica: elezioni del 27 marzo 1994 senza Berlusconi...
    Di Padanik (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-09-03, 00:54
  4. Fantapolitica: elezioni del 27 marzo 1994 senza Berlusconi...
    Di Padanik (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-09-03, 00:53
  5. Fantapolitica: elezioni del 27 marzo 1994 senza Berlusconi...
    Di Padanik (POL) nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-09-03, 08:37

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226