User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Clima: rapporto internazionale su effetto serra


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    20 Mar 2007
    Messaggi
    9
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Effetto serra?

    Chi è scettico sull'effetto serra? E poi, chi è disposto a esserlo anche fra gli ambientalisti?
    Come si spiega il freddo delle ultime estati con la teoria dell'effetto serra?
    Per saperlo visita: www.beepworld.it/members/novenove e/o partecipa alla discussione in questo forum dal titolo : l'orbita terrestre sta cambiando? in ambientalismo.

  3. #3
    Salviamo Bondi !
    Data Registrazione
    24 Feb 2007
    Località
    Comunista per i bananas :) Ulivista convinto
    Messaggi
    6,323
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'Onu: è emergenza clima, conseguenze rapide e letali

    Luigina D'Emilio




    Siccità, alluvioni, terremoti, tsunami. E quindi: migrazioni di massa, epidemie, cancellazione di specie animali e vegetali. Tutto questo sta già accadendo e arriverà alle sue estreme conseguenze nei prossimi anni ( per salvare il pianeta dal futuro collasso climatico bisogna stabilizzare le emissioni mondiali di gas serra entro il 2020 e dimezzarle entro il 2050) a meno che non ci siano azioni decise da parte dei governi per limitare gli effetti del surriscaldamento del pianeta. Le 1400 pagine del rapporto dei 2500 scienziati dell´organismo intergovernativo dell´Onu Ipcc titolato Cambiamento climatico 2007: impatti, adattamento e vulnerabilità, descrive così le conseguenze dell´effetto serra, dell´inquinamento del pianeta causato dall´uomo, sulle popolazioni e sull´ambiente.

    Con un aumento della temperatura media globale tra gli 1,5 e i 2,5 gradi rispetto a quella di questi anni sono già a rischio estinzione circa il 20-30% delle specie vegetali ed animali, scrivono gli scienziati. E con l´ innalzamento della temperatura media globale sarà di 2- 2,5 gradi rispetto al presente ci sarà «un forte aumento degli impatti» con spostamenti geografici di specie, perdite totali di biodiversità, riduzione della produttività agricola e delle risorse idriche in vaste aree. Solo in Australia e Nuova Zelanda le proiezioni climatiche stimano una forte perdita di biodiversità entro il 2020.

    «Il problema appartiene al presente e il tempo per intervenire sta finendo» fa sapere da Bruxelles Martin Parry, copresidente del gruppo di lavoro dell'Ipcc. «Il riscaldamento è ormai inevitabile a causa delle emissioni passate, mentre gli sforzi di attenuazione ci metteranno decenni prima di essere efficaci».

    Oltre agli effetti fisici per quanto riguarda la desertificazione, le carenze idriche, l'innalzamento degli oceani, il rapporto dell'Ipcc prefigura anche scenari «drammatici» per quanto riguarda la salute soprattutto delle popolazioni dei paesi in via di sviluppo. A rimetterci per primi, secondo l´Oms, l´organizzazione mondiale per la sanità che ha coordinato il capitolo sulla salute del rapporto Ipcc, le popolazioni dei paesi in via di sviluppo ma non solo. La salute dell'umanità sarà infatti messa a rischio dall'aumento della malnutrizione e dei relativi rischi di malattie infettive e respiratorie, dalle malattie e dagli incidenti causati da eventi climatici estremi, come alluvioni, siccità e ondate di calore, l'aumento delle malattie diarroiche legate al cibo e all'acqua, ma anche dall'impennata della frequenza delle malattie cardiorespiratorie causate da un'alta concentrazione di ozono sulla superficie terrestre e il cambiamento di distribuzione geografica di alcune piante e delle relative malattie.

    L'Organizzazione dell'Onu fa quindi appello ai governi del pianeta perché limitino le emissioni di gas serra, ma ammette che in ogni caso una certa dose di cambiamento climatico resta inevitabile perché gli impatti dei cambiamenti climatici, sono già in atto a livello globale e regionale e nel futuro saranno sempre più forti.

    Save the Children stima che entro il 2010, a causa dei mutamenti climatici, ci saranno circa 50 milioni di sfollati, gran parte dei quali saranno donne e bambini, mentre la percentuale della popolazione mondiale che rischia di essere contagiata dalla malaria, una delle principali cause di mortalità infantile, salirà dal 45 al 60% nei prossimi cento anni.

    Secondo l'associazione che difende i diritti dei bambini attualmente circa 250 milioni di persone all'anno sono colpite dai disastri naturali, ma questo numero è destinato a salire a 350 milioni nel prossimo decennio. Molte delle comunità che maggiormente saranno colpite dagli impatti del clima sono proprio quelle in cui già oggi la salute, la sicurezza e le condizioni di vita dei bambini e delle loro famiglie sono quotidianamente minacciate.

    Come gran parte dell'Africa Sub-Sahariana e tutte le zone rurali, dove le popolazioni più povere vivono in abitazioni inadeguate al di sotto degli standard minimi di sicurezza. Nel periodo che va dal 1996 al 2005, il 98% delle calamità naturali è stato influenzato dai cambiamenti climatici e il numero totale di morti da esse causato è aumentato dell'84% rispetto al decennio precedente. L'Asia è stato il continente più funestato: ben due terzi di morti per disastri naturali vivevano in quest'area e la maggior parte di loro erano donne e bambini.

    Insomma, rispetto al rapporto precedente (pubblicato dall'Ipcc nel 2001) quello attuale è molto più allarmante e affronta il riscaldamento globale non più come una vaga minaccia per un futuro lontano, ma come un fenomeno che sta già producendo i suoi effetti. Di prospettiva devastante parla Hans Verolme, direttore del programma per il cambiamento climatico dell´organizzazione ambientalista Wwf.: «I delegati hanno discusso a lungo per raggiungere un accordo su ogni parola, perchè sapevano che i loro capi di governo stavano aspettando ansiosamente le conclusioni di questa importante conferenza scientifica. Il senso di urgenza di questo rapporto preparato dai principali scienziati del mondo, ha insistito, ora deve essere abbinato ad una risposta altrettanto urgente da parte dei governi. Non si può sfuggire ai fatti: il riscaldamento globale porterà fame, inondazioni e carenze idriche. Fare nulla, ha sottolineato Verolme, non è un'opzione. Al contrario avrà conseguenze disastrose».

    Anche il commissario Ue all'Ambiente Stavros Dimas chiede un ulteriore sostegno all'obiettivo individuato dall'Unione Europea di limitare l'aumento della temperatura globale a due gradi al disopra della temperature pre-industriali. Secondo Dimas il rapporto approvato indica con grande chiarezza gli effetti gravi che il cambiamento climatico avrà su tutti noi. Questo sottolinea nuovamente l'urgenza di raggiungere un accordo globale per ridurre le emissioni di gas serra e l'importanza per tutti noi di adattarci ai cambiamenti che sono già in atto».

  4. #4
    laico di sinistra
    Data Registrazione
    04 Dec 2006
    Località
    roma
    Messaggi
    1,023
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    è succeso qualcosa di strano nel clima, e l'uomo non può credere di non essere responsabile, almeno in parte.

    qui non si tratta solo di effetto serra, ma divari cambiamenti climatici. l'italia è a rischio, e qui si parla del papa contro i dico o del partito democratico, non saprei nemmeno che parole usare di fronte all'indecenza della disinformazione e dell'immobilismo politico.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    IlProgressista, Lampo e max, benvenuti in questo forum!

  6. #6
    laico di sinistra
    Data Registrazione
    04 Dec 2006
    Località
    roma
    Messaggi
    1,023
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Franzele Visualizza Messaggio
    IlProgressista, Lampo e max, benvenuti in questo forum!
    ti ringrazio Franzele

  7. #7
    Fiamma dell'Occidente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Nei cuori degli uomini liberi. ---------------------- Su POL dal 2005. Moderatore forum Liberalismo.
    Messaggi
    38,088
    Mentioned
    123 Post(s)
    Tagged
    45 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.politicaonline.net/forum/...d.php?t=331114

    Magari volete approfondire

    Saluti.
    _
    P R I M O_M I N I S T R O_D I _P O L
    * * *

    Presidente di Progetto Liberale

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ringrazio Ronnie per il suo link (ma Richard Lindzen considera "sedicenti esperti" anche i componenti l'IPCC?) e riporto l'intervento di un altro scienziato:
    http://www.treccani.it/site/Scuola/n...buontempo2.htm
    Saluti

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da maxxxxx Visualizza Messaggio
    Chi è scettico sull'effetto serra? E poi, chi è disposto a esserlo anche fra gli ambientalisti?
    Come si spiega il freddo delle ultime estati con la teoria dell'effetto serra?
    Per saperlo visita: www.beepworld.it/members/novenove e/o partecipa alla discussione in questo forum dal titolo : l'orbita terrestre sta cambiando? in ambientalismo.
    Chi ha scritto l'articolo linkato?
    Grazie
    Saluti

 

 

Discussioni Simili

  1. Per il PDL non esiste l'effetto serra.
    Di Antitesi nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 31-03-09, 18:05
  2. Ma quale effetto serra!
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 12-07-07, 10:25
  3. Non c'è solo l'effetto serra
    Di Pisittu nel forum Energia, Ecologia e Ambiente
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-02-07, 13:12
  4. Effetto serra e capitalismo
    Di Davide (POL) nel forum ZooPOL
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-10-03, 10:21
  5. Non solo effetto serra
    Di Davide (POL) nel forum ZooPOL
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-10-03, 08:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225