User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2012
    Messaggi
    9,408
    Mentioned
    30 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Coerenza Cattolica Apostolica Romana

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/E...vaticano.shtml
    In seguito alla decisione di introdurre il tema "l'ambiguità di Pio XII" nella commemorazione della Shoah, la chiesa decide di non partecipare all'evento.

    Volevo prendere spunto da questa notizia per ricordare la storia passata e incrociarla con quella presente della chiesa. Sentire infatti oggi che i vescovi emettono una nota "vincolante per i cattolici" sui DI.CO. e tornare con la memoria alle condanne moderate e generiche di Pio XII nei confronti del nazismo, beh mi fa strano.

    E' curiosa la fermezza e inflessibilità della chiesa sui valori a rischio come quello della famiglia (che verrebbe certamente devastata dalla concessione ai gay del diritto di estendersi la copertura sanitaria o la pensione superstite) a fronte dell'ambiguità e prudenza mostrate in difesa del valore della vita umana (a malapena sfiorato dalle insignificanti biricchinate di Hitler).

    E' curioso sentirli ordinare ai cattolici di non scendere a compromessi e votare NO ai diritti dei gay quando non posero vincoli al voto a Mussolini e ad Hitler e non impedirono ai fedeli la collaborazione/ubbidienza a questi regimi nel pieno delle loro stragi.

    Gli storici hanno sempre sottolineato che maggiore durezza il papa non poteva mostrarla verso i tedeschi perchè avrebbe esposto i cattolici a persecuzioni. Un atteggiamento pienamente coerente col cristianesimo dei primi secoli che vide tutti i papi morire martiri per testimoniare Cristo.
    D'altronde il cattolicesimo ha introdotto da secoli una nuova componente del pensiero di Gesù che era sfuggita a tutti: la Prudenza!
    Non fu forse Lui a dire "vi mando come pecore in mezzo ai vitellini da latte?"

    Ma accusare Pio XII e la chiesa di vigliaccheria sarebbe ingiusto perchè all'epoca seppero battersi eroicamente per la pace.
    Nel Luglio del '43 ci furono duri bombardamenti a Roma (San Lorenzo in primis) che furono anche gli unici perchè Roma era "città aperta" e quindi risparmiata dalla distruzione. E Pio XII si recò in mezzo al popolo a pregare per la fine della violenza (le foto le avrete viste tutti almeno una volta).

    Ora la domanda sorge spontanea: come mai a farsi fotografare a braccia aperte, simbolicamente proteso a proteggere col proprio corpo i fedeli spaventati, ci pensò solo il 14 luglio '43 a San Lorenzo, anzichè farlo un mese prima nelle stazioni ferroviarie romane dove si concentravano gli ebrei rastrellati dal ghetto e inviati ai campi di concentramento?
    Sarà mica perchè opporsi eroicamente agli Americani costava al massimo un rimbrotto dell'ambasciatore di una nazione che cmq era dalla loro parte e difendeva la libertà, mentre opporsi ai nazisti significava farsi mettere le mani addosso e anche pesantemente?
    Possiamo classificare ciò come una sorta di finto-pacifismo/vero-antiamericanesimo come quello visto da noi negli anni della contrapposizione USA-URSS? Oppure si può rimandare il tutto al dilagante "don-abbondismo" cattolico che impone inflessibilità verso i gay, i Welby, i Renzo e Lucia mentre permette elasticità verso i nazisti, i Pinochet, don Rodrigo?

    ciao
    Ugo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Pascendi
    Data Registrazione
    27 Jan 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,087
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il 7 settembre 1945 Giuseppe Nathan, commissario dell'Unione delle comunità israelitiche, il sommo pontefice, i religiosi e le religiose che, "attuando le direttive del santo Padre, non hanno veduto nei perseguitati che dei fratelli, e con slancio e abnegazione hanno prestato la loro opera intelligente e fattiva per soccorrerci, noncuranti dei gravissimi pericoli ai quali si esponevano" (Osservatore Romano, 8-10-1945). Pio XII
    Il 21 settembre 1945 Pio XII ricevette il Dott. A. Leo Kubowitski, segretario del Congresso Mondiale Ebraico, per presentare i più sentiti ringraziamenti per l'opera svolta dalla Chiesa cattolica in tutta l'Europa a favore della popolazione ebraica (Osservatore Romano, 23-09-1945).
    Il 29 novembre 1945 il Papa ricevette circa 80 delegati di profughi ebrei, provenienti dai campi di concentramento in Germania, "sommamente onorati di poter ringraziare personalmente il santo Padre per la sua generosità dimostrata verso di loro durante il terribile periodo del nazifascismo" (Osservatore Romano, 30-11-1945).
    Ancora, in occasione della morte di Pio XII (9 ottobre 1958), dopo più di 10 anni dalla fine della guerra e dopo il famoso processo di Norimberga, che diede il più ampio spazio alle inchieste sugli artefici, sulle cause, sulle trame e sulle alleanze dirette e indirette con il nazismo, la fama di Papa Pacelli è rimasta intatta.
    Le più alte cariche politiche di Israele, e rappresentanti di organismi ebraici mondiali e nazionali, condividono "il lutto dell'umanità per la morte di Sua Santità Pio XII". Così in un cablogramma Golda Meir, che prosegue: "Quando venne il tremendo martirio del nostro popolo, nel decennio del terrore nazista, la voce del Papa si elevò per le vittime [...] Piangiamo un grande servitore della pace".
    Un silenzio impenetrabile e inspiegabile è calato sulla figura e sulla vicenda del personaggio Zolli, che per tutto il periodo della guerra fu a Roma Gran Rabbino della comunità israelitica, a capo, cioè, di una delle più antiche e autorevoli comunità della diaspora, e Direttore del Collegio Rabbinico italiano. In nessun documento, neppure da parte cattolica, si cita quanto egli, a parole e con i fatti, testimoniò a favore di Papa Pacelli.
    In una intervista data a Stefano Zurlo e pubblicata sul Giornale, 31 marzo 1998, la figlia Myriam (che vive e abita a Trastevere) racconta: "Quando i nazisti chiesero 50 chili d'oro per risparmiare la vita agli abitanti del Portico d'Ottavia, mio padre disperato corse in Vaticano... Il Santo Padre gli fece sapere che il Vaticano avrebbe messo a disposizione i 15 chili mancanti. Da allora Israele Zolli stabilì un rapporto di simpatia umana, quasi di identificazione con Pacelli".
    Purtroppo il tesoro non servì a placare l'ira dei nazisti. Fra il 15 e il 16 ottobre 1943 i tedeschi rastrellarono il ghetto. "Mio padre - aggiunge Myriam - aveva capito anche questo: come sarebbe andata a finire. Lui non si fidava delle SS, e in precedenza aveva suggerito ai leader della comunità di bruciare i registri e di far fuggire la gente. Gli diedero del visionario. Anche perché avevano avuto notizie rassicuranti dall'allora capo della polizia Carmine Senise."
    Vista la poca serietà scientifica delle pubblicazioni storiche sull'operato di Pio XII, Paolo VI nel 1964 ordinò che tutti i documenti vaticani riguardanti la seconda guerra mondiale fossero resi pubblici. Un gruppo altamente qualificato di storici produsse l'opera monumentale: Actes et Documents du Saint Siège relatifs à la Seconde Guerre Mondiale: 12 volumi contenenti 5.100 documenti editi secondo rigorosi criteri scientifici.
    Pio XII
    dopo la liberazione di Roma

    Avrebbe dovuto bastare per impostare seriamente uno studio su Pio XII. Ma ecco che in questi ultimi anni lo scrittore americano John Cornwell col suo libro Il Papa di Hitler, accusa Pio XII addirittura di essere fautore del nazismo, e pretende di aver documentato la sua tesi con ricerche fatte nell'archivio della Segreteria di Stato, primo ed unico a consultare tali archivi.
    Gli risponde proprio uno storico ebreo, Michael Marrus: "Il libro di Cornwell? Superficiale e scandalistico... Sul piano accademico, l'opera di Cornwell non ha valore: si basa su pochi documenti già noti da anni e sostiene la sua tesi in modo superficiale" (Cf. Avvenire, 25 novembre 1999).
    Stando così le cose, e in adesione a diverse richieste anche da parte cattolica (per es., il Cardinale americano O'Connor) la Santa Sede ha costituito una Commissione mista, formata da tre cattolici (Eva Fleischner, il gesuita Gerald Fogarty, Don John Morley) e tre ebrei (Michael Marrus, Bernard Suchecky, Robert Wistrich), evidentemente tutti studiosi di chiara fama.
    Lo scopo è di fare insieme una analisi accademica sulla figura di Pio XII, non solo sulla base di 12 volumi già pubblicati, ma di qualunque altra fonte documentaria eventualmente non ancora pubblicata. Estrema prova di buona volontà della Santa Sede che ha sempre dichiarato di non aver nulla da temere dalla verità. Il lavoro di questa commissione mista è del tutto indipendente dal processo di beatificazione di Pio XII, e potrà consolidare il dialogo tra ebrei e cattolici.

  3. #3
    Super Troll
    Data Registrazione
    13 Oct 2010
    Località
    cagliari
    Messaggi
    53,761
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito

    bubbole......... la cattolicità ha sempre preferito i teutonici mangiapatate (come ratzy) ai divorzisti aglossassoni,,,,,,,,,
    neanche una parola fui detta quando benito varò le leggi mrazziali.........
    se l'europa non cambia sistema conviene andarsene...altrimenti ci ridurrà come e peggio della grecia.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    10 Dec 2012
    Messaggi
    9,408
    Mentioned
    30 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ianuario Visualizza Messaggio
    In una intervista data a Stefano Zurlo e pubblicata sul Giornale, 31 marzo 1998, la figlia Myriam (che vive e abita a Trastevere) racconta: "Quando i nazisti chiesero 50 chili d'oro per risparmiare la vita agli abitanti del Portico d'Ottavia, mio padre disperato corse in Vaticano... Il Santo Padre gli fece sapere che il Vaticano avrebbe messo a disposizione i 15 chili mancanti. Da allora Israele Zolli stabilì un rapporto di simpatia umana, quasi di identificazione con Pacelli".
    Stronzate.
    Me ne frego dei singoli atti (doverosi) compiuti dal papa o da preti/frati, qua e là.

    Qui si sta parlando della testimonianza ufficiale, della linea di principio.

    I Papi dei primi 300 anni morirono martiri e non perchè così salvarono vite umane, nè tantomeno sborsarono oro. Ma solo perchè veniva chiesta loro una prova di fede. Potevano mentire e dirsi pagani e poi tornare alla vita quotidiana a predicare il Vangelo e testimoniare Cristo in privato, ma non lo fecero e dichiararono la loro fede pur sapendo che cosa sarebbe costato.

    Ma al vile Pacelli premeva di più stare al sicuro, e poi mettere a tacere la coscienza con singoli atti isolati di difesa degli ebrei.
    Insomma un "cristiano prudente"...un ossimoro fantastico!

    ciao
    Ugo

  5. #5
    BERLUSCOPERTA.BLOGSPOT.CO M
    Data Registrazione
    18 Jan 2004
    Località
    EGUAGLIANZA E' LAICISMO - LAICISMO E' LIBERTA' - LIBERTA' E' DEMOCRAZIA - DEMOCRAZIA E' LEGALITA' - LEGALITA' E' EGUAGLIANZA
    Messaggi
    7,783
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Quoto in toto ugo.. tutto il casino fatto per i dico non l'hanno fatto per il nazismo! vergogna
    ..Perchè i giudici invece di applicare la legge la interpretano

 

 

Discussioni Simili

  1. La coerenza cattolica del clero!!!!
    Di kouros nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 07-02-14, 12:40
  2. Ortodossia cattolica-romana ... il Manuale Ratzinger
    Di la_pergola2000 nel forum Repubblicani
    Risposte: 320
    Ultimo Messaggio: 17-01-08, 11:11
  3. La chiesa cattolica e la sua coerenza.
    Di FLenzi nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 104
    Ultimo Messaggio: 06-06-07, 19:51
  4. mozione di coerenza Cattolica
    Di Dark Knight nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 25-12-06, 11:38
  5. La Chiesa Cattolica Romana è Madre e non sorella
    Di Caterina63 nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 28-06-06, 13:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226