"Il Palermo espugna Livorno, 2-1 con reti di Corini, Di Michele e Cesar, tornando al successo dopo quasi tre mesi. Il duo Gobbo-Pergolizzi, chiamato in settimana a sostituire Guidolin sulla panchina del Palermo, fa il suo esordio sul difficile campo di un Livorno privo del bomber Lucarelli e del portiere Amelia, schierando i rosanero con un 4-4-2 nel quale Diana gioca da esterno di difesa a destra mentre Zaccardo va a sinistra. Ma la novità principale è rappresentata dall’assenza di Cavani il cui posto viene preso da Di Michele che in avanti fa coppia con Caracciolo.
Passano appena quaranta secondi e i rosanero si fanno vedere pericolosamente dalle parti di Manitta proprio con l’ex attaccante dell’Udinese che però calcia fuori, stessa cosa che fa al 4’ Simplicio che da buona posizione non trova la porta. I padroni di casa provano a mettere un paio di palloni in mezzo ma di occasioni vere non se ne vedono almeno fino al 17’ quando l’ex Morrone lascia partire una staffilata dal limite dell’area sulla quale vola Fontana deviando in angolo, stessa scena che si ripete al ‘27. Due minuti prima i rosa erano anche andati in gol ma il direttore di gara aveva annullato, ammonendo Simplicio reo di aver controllato con la mano. Al 28’ i padroni di casa reclamano un rigore per un presunto salvataggio di Bresciano sulla linea, avvenuto secondo i toscani con un tocco di mano prima dell’intervento risolutivo di Fontana. La risposta rosa arriva al 33’ con una conclusione angolata ma debole di Caracciolo, bloccata a terra dall’ex portiere del Messina, e al 37’ con Di Michele, che di testa sfiora il palo. L’ultima occasione del primo tempo è di Paulinho che al 44’ si gira bene e calcia senza però inquadrare lo specchio della porta e così si va al riposo sul risultato di 0-0.
La ripresa non è iniziata neppure da due minuti quando arriva la svolta con Di Michele che viene atterrato da Manitta. Sul dischetto si porta Corini che non sbaglia. Al 6’ i rosa potrebbero anche raddoppiare ma Di Michele non arriva all’appuntamento con l’assist di Caracciolo. Il Livorno a questo punto è costretto a gettarsi in avanti alla ricerca del pari e così i rosanero possono provare ad agire in contropiede. I padroni di casa il pareggio lo trovano al 12’, anche stavolta su rigore concesso per un fallo di Guana su Morrone, con Cesar che dal dischetto non sbaglia. Poco dopo il quarto d’ora il duo Gobbo-Pergolizzi prova a giocare la carta Cavani che sostituisce Bresciano. Ma è ancora Di Michele a procurarsi una buona occasione al 19’ ma al momento di entrare in area viene atterrato, la punizione viene calciata da Corini e Manitta blocca a terra. Dopo un periodo in cui non accade nulla al 28’ è il neo entrato Pfertzel a presentarsi pericolosamente dalle parti di Fontana ma il giocatore toscano al momento della conclusione calcia a lato. Ma poco prima del trentesimo il Palermo torna nuovamente in vantaggio con Di Michele che liberato a tu per tu con Manitta lo batte con un bel tocco sotto. Orsi a questo punto getta nella mischia anche Bergvold che subentra a Morrone costretto a dare forfait per un problema muscolare. Così come al 36’ è Di Michele ad essere costretto a chiedere il cambio con Ciaramitaro che entra al suo posto. A cinque minuti dal termine arriva anche il terzo cambio del Palermo con Tedesco che entra per Corini. Il centrocampista di Pallavicino neppure trenta secondi dopo il suo ingresso serve un assist perfetto a Cavani che sbaglia da posizione favorevolissima. In contropiede si aprono spazi incredibili per i rosanero che però non riescono a chiudere una gara che il direttore di gara allunga di altri cinque minuti. E durante il primo minuto di recupero, con Zaccardo a terra, per poco il Livorno, piuttosto che gettare il pallone fuori, non pareggia. Fino al novantesimo non accade più nulla e così il Palermo può finalmente tornare a far festa."

http://www.ilpalermocalcio.it/it/060...da.jsp?id=7076