User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Forumista junior
    Data Registrazione
    28 Dec 2009
    Messaggi
    7
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 1' maggio canta che ti passa

    1’ maggio, canta che ti passa!

    Cos’e’ il primo maggio? Ormai non e’ che la data di un concerto, anzi, di molti concerti, perche’ quest’ anno si canta e si suona dappertutto, a Pescara, a Napoli, a Roma…. si canta e basta.
    Inutile scrivere per parlare male dei vari concerti indetti dai sindacati che in nulla si distinguono da quelli indetti da qualche marca di birra o dal festivalbar, se non per la coreografia: sarebbe troppo facile.
    E’ importante pero’ profittare della ricorrenza per lanciare alcuni spunti, cosa che si dovrebbe fare ogni primo maggio, ovvero, riflettere collettivamente sulle problematiche del lavoro e proporre qualche iniziativa per migliorare le condizioni di chi lavora e l’ accesso al mondo del lavoro per chi cerca lavoro.
    Chi dovrebbe fare questo non ha molte idee in proposito, se non lanciare generici slogan sulla precarieta’ o sulla sicurezza: comprensibile, la maggior parte dei quadri sindacali, per non dire tutti, non ha mai lavorato, ovviamente ha preso regolare stipendio in qualche grande azienda o apparato dello stato.
    Comunque tutti concordano che il cuore di tutti i problemi, oggi e’ il precariato ma come rendere non precario o almeno meno precario il lavoro?
    Trascuriamo, per questo 1’ maggio, il precariato a cui fanno ricorso gli enti pubblici e le grandissime imprese: per quanto importante questo fenomeno, e’ tuttavia minoritario rispetto al dramma di tutti gli altri lavoratori che operano in piccole aziende, artigiani compresi, che sono la stragrande maggioranza e soprattutto quella che opera nelle peggiori condizioni.
    Per assicurare le condizioni per eliminare o ridurre il precariato, e’ fondamentale che non siano precarie le aziende che richiedono manodopera, infatti, se una azienda rischia il fallimento ogni due-tre anni se tutto va bene, se non ottiene un contratto che duri piu’ di un anno, se una volta su tre non riesce a farsi pagare il dovuto in tutto o in parte e comunque non riesce a farselo mai saldare in un tempo accettabile o nei tempi previsti, come fa il lavoatore che in essa lavora ad avere un lavoro stabile, se la ditta stessa non ha una attivita’ ed una redditivita’ stabile?
    Allora occorre prima di tutto stabilire, secondo le dimensioni dell’ impresa appaltante, una durata minima dei contratti, che dev’essere almeno triennale e non annuale come spesso avviene, con incentivi e detassazione per appaltante e appaltatore via via maggiori per ogni rinnovo triennale.
    Gia’ con questo, oltre all’ obbligo di legge, abbiamo introdotto una convenienza oggettiva a stipulare rapporti di lavoro stabili tra imprese e, di conseguenza, e’ piu’ facile garantire la stabilita’ del lavoro in esse prestato.
    Secondariamente si deve vietare il pagamento con tempi superiori ai 90gg e prevedere, anche qui, una tassazione proporzionale alla lunghezza dei termini di pagamento, ovvero, quanto prima si saldera’ il lavoro ricevuto, tanto meno si paghera’ di tasse.
    Si ridurra’ cosi’ lo scandalo di pagamenti a 120gg che si dilatano spesso fin quasi ad un anno e che mettono il piu’ delle volte in mezzo ad una strada le piccole imprese e gli artigiani che, da nello stesso tempo devono incassare e non hanno una lira per andare avanti.
    Altra possibilita’ deve essere quella del pagamento contestuale dell’ IVA, ovvero poter pagare l’ IVA al momento dell’ incasso e non trimestralmente, cio’ eviterebbe l’ accumularsi di pagamenti a cui spesso l’ azienda, specie se artigiana, non e’ in grado di far fronte cumulativamente.
    Insomma per le imprese che scelgono questo tipo di pagamnto, sarebbe come per un cittadino a cui, invece di far pagare la rata dei mobili ogni tre mesi, la si fa pagare mensilmente: rate piu’ piccole, si sa, sono piu’ facili da pagare, fermo restante l’ importo totale da pagare.
    Altra proposta potrebbe essere quella di poter rateizzare anche i pagamenti di tasse e contributi arretrati, in modo tale da poter permettere, a chi non ha potuto pagare in tempo, di mettersi in regola col minimo sforzo.
    Infine si dovrebbero vietare ristrutturazioni aziendali per un tempo di almeno tre anni tra una ristrutturazione e l’altra per tutte le imprese con piu’ di 1'000 dipendenti.
    Per quanto riguarda il lavoro “in affitto” si dovrebbero dare incentivi per gli “affitti” piu’ lunghi e soprattutto si dovrebbero creare, presso gli uffici di collocamento, delle bacheche virtuali in cui chiunque cerca ed offre lavoro possa inserire il suo annuncio gratuitamente, cio’ anche per il lavoro di un solo giorno, questo faciliterebbe la ricerca del lavoro e del lavoratore, riducendo i tempi morti della ricerca.
    Oggi, purtroppo, il collocamento serve solo per pratiche burocratiche, infatti, chi ha mai trovato un qualche lavoro col collocamento?
    Certo queste idee non sono sufficienti ad eliminare la piaga del precariato ma certamente possono essere un aiuto a ridurne l’ entita’, sono proposte che non esauriscono tutte le problematiche e che andrebbero approfondite e sviluppate, specialmente da parte di esperti in materia.
    Gia’, gli esperti…. ma gli esperti che fanno? Cantano e domani tutto ricomincia come prima.

    Giulio Larosa

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Jun 2011
    Messaggi
    4,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Benvenuto su Pol e in questo forum!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 29-05-18, 00:40
  2. 8 maggio 1844 / 8 maggio 2008 : 124 anni fa nasceva Nostro Signore ...
    Di Istèvene (POL) nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 08-05-08, 14:29
  3. Estate 2007: canta che ti passa...
    Di Klearchos nel forum Destra Radicale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 19-07-07, 18:44
  4. canta che ti passa...
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 23-08-06, 02:29
  5. Canta "Andiamo via" e poi passa con il piattino...
    Di pacomasnara (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-04-06, 09:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225