User Tag List

Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 89

Discussione: Elezioni in Scozia

  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Elezioni in Scozia

    Secondo un sondaggio dell'ultimo minuto eseguito da Icm per il Guardian, il Labour Party ha recuperato un paio di punti arrivando al 32%, ma lo Scottish National Party rimane in testa con il 34%.
    Auguri ai fratelli scozzesi !!!

    ALBA GU BRAH !!!!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Secondo un sondaggio dell'ultimo minuto eseguito da Icm per il Guardian, il Labour Party ha recuperato un paio di punti arrivando al 32%, ma lo Scottish National Party rimane in testa con il 34%.
    Auguri ai fratelli scozzesi !!!

    ALBA GU BRAH !!!!
    GO FOR IT, SNP!

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    01 Jun 2004
    Messaggi
    3,135
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lancelot Visualizza Messaggio
    Secondo un sondaggio dell'ultimo minuto eseguito da Icm per il Guardian, il Labour Party ha recuperato un paio di punti arrivando al 32%, ma lo Scottish National Party rimane in testa con il 34%.
    Auguri ai fratelli scozzesi !!!

    ALBA GU BRAH !!!!
    I sondaggi dell'ultimo minuto sono molto sospetti.
    I miei migliori auguri allo Scottish National Party!!!

  4. #4
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    Nelle ultime elezioni del 2003 finì così.

    Scottish Labour Party: 29,3% e 50 seggi.

    Scottish National Party: 20,9% e 27 seggi.

    Scottish Conservative and Unionist Party: 15,5% e 18 seggi.

    Scottish Liberal Democrats: 11,8% e 17 seggi.

    Scottish Socialist Party: 6,9% e 6 seggi.

    Scottish Green Party: 6,7% e 7 seggi.

    Independents: 4 seggi.


    Governo: Labour e LibDems.

    Primo Ministro: Jack McConnell (Labour)


    Sistema elettorale: misto di maggioritario (first vote) e di proporzionale (second vote). Nel maggioritario il voto indipendentista si concentrerà sullo SNP, nel proporzionale si distribuirà tra SNP e gli altri due partiti indipendentisti più piccoli, Socialist e Green.

  5. #5
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    1999: Winnie Ewing riapre i lavori al Parlamento di Scozia, chiuso dal lontano 1707




    L'ultimo sondaggio (prima di quello di oggi giustamente segnalato nel post iniziale di questo thread) del 26 aprile (YouGov):

    First Vote:

    Labour 30%
    SNP 39%
    Conservatives 13%
    LibDems 15%
    Others 4%


    Second Vote:

    Labour 27%
    SNP 31%
    Conservatives 13%
    LibDems 11%
    Socialist 9%
    Green 3%

    Others 7%

  6. #6
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sean Connery: "Torno in una Scozia indipendente"



    L'attore Sean Connery ha dichiarato che tornerà a vivere in Scozia dopo 50 anni di assenza se la sua terra natale diventerà uno stato indipendente e si è anche proposto come suo ambasciatore.

    Da tempo la star è un elettore ed un finanziatore dello Scottish National Party (Snp) che, a giudicare dagli ultimi sondaggi, dovrebbe ottenere alle prossime elezioni del 3 maggio prossimo un ottimo risultato. Il Snp ha già annunciato che se vincerà le elezioni per il Parlamento scozzese indirà un referendum sull'indipendenza.

    Durante un'intervista con il giornale britannico Sunday Times, Connery ha dichiarato che il leader del Snp Alex Salmond è "l'uomo giusto al momento giusto" e ha previsto che il partito laburista perderà il controllo di Holyrood (il parlamento di Edimburgo).

    "Sto aspettando l'indipendenza da sempre. Come molti altri scozzesi che vivono all'estero voglio tornare a casa in una Scozia indipendente. Il mio cuore è rimasto lì", ha aggiunto.


    1999: un'intervento di Sean Connery, sostenitore dell'indipendenza e del Snp


  7. #7
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito




    Lo Scottish National Party (SNP) nasce nel 1934, dall’unione del National Party of Scotland (centrosinistra) e dello Scottish Party (centrodestra). È un partito indipendentista scozzese, che ha come obbiettivo l’indipendenza per la Scozia e per chi ha scelto di viverci. Con la devolution del 1999, SNP è divenuto il principale partito di opposizione all’esecutivo formato da laburisti e liberaldemocratici. Il 32,6% delle elezioni europee del 1994 è il massimo risultato raggiunto dal SNP, che alle elezioni del 2003 per il Parlamento scozzese ha raggiunto il 20,9% conquistando 27 seggi (nel 1999 era al 28,7%). Alle Europee del 2004 lo SNP ha avuto il 19,7% dei consensi, ma è in vista delle nuove elezioni per il Parlamento di Scozia che lo SNP ha incrementato costantemente il suo consenso: tutti i sondaggi lo danno sopra il 30%, con la possibilità di tornare così il primo partito scozzese (buoni i consensi anche degli altri due partiti indipendentisti, Scottish Socialist e Scottish Green). Alex Salmond, carismatico leader e candidato premier per SNP, ha delineato il suo programma per i primi 100 giorni, anche se il punto principale del suo programma è il referendum per l’indipendenza: con SNP al governo della Scozia, verrà portata avanti una tabella di marcia di negoziati tra Scozia e Regno Unito per giungere entro il 2010 (rinnovo del parlamento di Londra) ad un referendum per l’indipendenza della Scozia. La campagna elettorale è stata incentrata, neanche a farlo apposta, sull’indipendenza, quasi che le elezioni siano quasi una sorta di referendum anticipato: questo favorirebbe SNP, che attirerebbe già il voto degli indipendentisti che votano altri partiti (48% di sì contro il 46% di no, l’ultimo sondaggio sull’indipendenza). L’obbiettivo di Salmond e dell’SNP sarebbe quello, in questi anni di vigilia del referendum, di dimostrare di saper governare realmente in favore degli scozzesi, per condurli poi verso l’indipendenza. Il paradosso? Quello che Gordon Brown, scozzese e futuro premier, si troverebbe a governare da straniero il Regno Unito…

    Le elezioni del 2007 cadono giusto 300 anni dopo l’Act of Union con il quale la Scozia perse l’indipendenza. E l’SNP ha impostato la campagna elettorale, più di altre volte, proprio sull’indipendentismo ("Scotland, it's time"): dopo sette anni, la devolution non basta più ed è tempo secondo l’SNP per la Scozia e il suo Parlamento di divenire indipendenti.

    La piattaforma ideologia di SNP è fondamentalmente socialdemocratica. I punti principali: indipendenza della Scozia come nuovo stato nell’Unione Europea, disarmo nucleare, tutela dell’ambiente, energie rinnovabili, sostegno alla scuola, aiuti a bambini e famiglie, nuovo sistema pensionistico per garantire anche alle fasce più deboli una pensione dignitosa, abolizione dell’odiata Council Tax, lotta alla povertà, sanità più efficiente, comunità locali più vicine ai cittadini, tutela diritti civili.

    Qualcosa più nel dettaglio dal manifesto di SNP per il 2007.

    Indipendenza come “più poteri”, ma anche e soprattutto come filosofia di vita. Quello che SNP vuole per la Scozia è quello che ognuno vuole per se stesso, la propria famiglia e la comunità nella quale vive: la libertà di poter prendere le decisioni che lo riguardano, controllare il proprio destino, dar la possibilità di esprimere le proprie potenzialità. Indipendenza nazionale e aspirazione personale, per SNP, sono le due facce della stessa medaglia. Un Parlamento con pieni poteri garantirà il successo sociale ed economico per la Scozia. Compito del governo è quello di creare le condizioni affinché ogni individuo possa riuscire a mettere in luce le proprie qualità e costruirsi una vita felice.

    Troppe limitazioni al Parlamento scozzese, ne occorre uno con pieni poteri politici ed economici. Pieni poteri sull’economia per gestire le vaste risorse della Scozia. Poteri sul sistema pensionistico e welfare per introdurre la “Citizen’s Pension” (sistema pensionistico per garantire a tutti una pensione degna, soprattutto a meno abbienti e donne penalizzati dal sistema attuale che viene deciso dal parlamento londinese). Un Parlamento scozzese che abbia poteri sulle politiche energetiche, affinché la Scozia diventi leader in Europa per l’energia rinnovabile. La Scozia deve poter far sentire la sua voce indipendente nel mondo, per non essere di nuovo parte di una guerra illegale. Per questi e molti altri motivi, lo SNP darà la possibilità agli scozzesi di esprimersi attraverso un referendum (da svolgersi nella prossima legislatura) con il quale potranno scegliere sull’indipendenza dalla Gran Bretagna.
    Intanto, già dal primo giorno di governo, SNP vuole marcare le differenze. Usando i poteri che già ha il Parlamento, per iniziare a costruire una Scozia nella quale i figli siano orgogliosi di crescere. Una Scozia confidente e sostenibile, nella quale il talento conti di più della raccomandazione, le possibilità di una vita non vengano rovinate da una cattiva sanità e non si venga privati dell’educazione a causa della povertà.

    Una forte economia è essenziale per la Scozia sociale e culturale che verrà. Uno standard più elevato di educazione, una sanità più efficiente ed infrastrutture degne del ventunesimo secolo. Senza pieni poteri, non si potranno effettuare tagli alle tasse come fanno Irlanda e altri piccoli paesi europei in crescita.

    “Let Scotland Fluorish”: la ricetta economica dell’SNP. Competitività ed investimenti sulle persone e nelle infrastrutture. Abbassamento del fardello fiscale, innovazione, sostenibilità dello sviluppo, nuova politica sulle fonti energetiche rinnovabili. Sostegno all’agricoltura ed alla pesca delle comunità. Nuova politica sull’acqua, non più basata su logiche di profitto e con una stabilizzazione del prezzo sia per l’uso domestico sia per quello d’impresa.

    I bambini saranno il futuro della Scozia. Sostegno alle famiglie, aumento degli aiuti per la maternità, migliorare il sistema degli asili nido, nuove politiche per la salute dei neonati, più ore di educazione fisica e controllo dell’alimentazione nella scuola primaria, servizio dentistico di base a scuola. Un sistema scolastico che incentivi e non deprima le qualità, nel quale nella scuola secondaria si possano scegliere particolari materie da sviluppare (musica, arte, teatro, sport, lingue). Particolare attenzioni alle scienze, alla tecnologie ed alle nuove lingue. Inoltre importante sarà la conoscenza da parte dei ragazzi della loro cultura e storia scozzese. Rimuovere le barriere che impediscono ai giovani di divenire indipendenti, politica economica per aiutare i giovani nella ricerca del lavoro. Sovvenzioni e donazioni per rendere l’istruzione universitaria di nuovo gratuita; basta mutui da fare, più sovvenzioni e borse di studio per gli studenti. Aiuti per l’acquisto da parte dei giovani della prima casa. Una generazione indipendente nel pensiero e che guardi al futuro e che aiuterà la costruzione della nuova Scozia.

    Un sistema sanitaria più efficiente. Fornire le giuste informazioni ai cittadini per quanto concerne fumo, cibo ed alcol. Responsabilità personale unita a campagne governative. Rendere più facili e più convenienti consulti e controlli presso medici e strutture ospedaliere. Servizi sanitari più vicini ai cittadini. Abolizioni dei costi di prescrizione per malati cronici o malati di cancro. Maggior supporto al servizio sanitario nazionale scozzese. L’introduzione di un “Patient’s Right Act”: per non trattare i pazienti come statistiche, una carta che serve a stabilire i diritti del paziente, specie sui tempi delle liste d’attesa. Costruzione di nuovi centri per le operazioni non d’emergenza.

    “Strong communities in Scotland”. Le comunità saranno più forti solo se saranno più sicure. Più controlli sul territorio, forti azioni contro coltelli, pistole e altre armi usate per ferire e delinquere specie nei centri abitati. Più supporto alle comunità per quello che potranno svolgere da sole, specialmente per i bambini, per lo sport, le politiche contro l’obesità e i centri di aggregazione per i giovani. SNP rivitalizzerà, riformerà e semplificherà il sistema di governo locale per assicurare ai cittadini i migliori servizi. Abolizione dei “quangos” non eletti e distribuzione delle loro responsabilità ad autorità regolarmente e democraticamente elette.

    Urgente riforma del finanziamento dei servizi locali. La “council tax” è ingiusta ed è aumentata del 60% dal 1997, creando difficoltà nel pagamento per pensionati e classi più disagiate. SNP abolirà la Council Tax e la rimpiazzerà con un equa tassa locale sul reddito in base alle possibilità di ognuno di pagamento.

    Altro obbiettivo il rendere dignitosa la vita anche dopo la pensione, che oggi preoccupa sempre un maggior numero di pensionati, che vivono al di sotto della soglia di povertà. Il sistema della nuova council tax di SNP porterà la maggioranza dei pensionati a non pagare nulla. Con i pieni poteri dell’indipendenza, SNP garantirà una degna pensione attraverso la Citizen’s Pension. Si valorizzerà il grande contributo degli anziani, vitale nel lavoro: cancellazione di ogni discriminazione in base all’età e incentivi per le persone che vogliono rimanere nel mondo del lavoro fino a quando lo ritengono opportuno. Nuove vie di supporto per i nonni e le nonne che avranno in cura i nipoti di uomini e donne impegnati con il lavoro per gran parte della giornata.

    “A clean, green Scotland”. Non c’è niente di più importante che il futuro del pianeta. SNP intende adottare nuovi e più alti parametri per la riduzione delle emissioni di gas nel pianeta dal 2010. Target più restrittivi per l’impatto ambientale del carbone. La Scozia è ricca di energia e SNP confida nelle capacità di creare politiche energetiche a lungo respiro con le proprie risorse: la più grande sfida è farlo attraverso una via sostenibile. Sviluppare risorse di energia pulita, più investimenti nelle fonti rinnovabili e nelle altre alternative al carbone. Supporteremo le nuove tecnologie per “clean gas and carbon-capture”. Il comportamento di ognuno di noi è altresì vitale: saranno incoraggiate nuove politiche per l’efficienza energetica domestica, il riciclo e la responsabilizzazione di ogni famiglia verso l’ambiente.

    http://www.snp.org/

  8. #8
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito




    Intervista ad Alex Salmond, leader e candidato premier dello Scottish National Party (Sole24Ore, domenica 29 aprile).

    http://img158.imageshack.us/img158/8...one0046fv9.jpg

  9. #9
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    They may take our lives, but they'll never take our freedom! Alba gu bra!




    Quei giorni sono passati
    e nel passato devono restare
    ma possiamo ancora alzarci ora
    ed essere di nuovo la nazione
    che si alzò contro
    l'esercito del fiero Edoardo
    rimandandolo a casa
    a ripensare ai suoi errori.

  10. #10
    l'occasione fa l'uomo italiano
    Data Registrazione
    19 Sep 2006
    Messaggi
    2,814
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    cosa ci manca per diventare come loro? Per avere la loro fierezza e la loro dignità?

 

 
Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 09-05-11, 03:00
  2. Glenrothes (Scozia), elezioni suppletive
    Di Bèrghem nel forum Padania!
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 07-11-08, 09:38
  3. Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 10-06-08, 19:23
  4. Elezioni in Scozia - It's time
    Di Zarathustra (POL) nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 06-05-07, 15:58
  5. Elezioni in Scozia e Galles
    Di aussiebloke (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-05-03, 13:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226