User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Fondo di solidarietà, è scontro Nord-Sud

    Torniamo a cose purtroppo serie:

    Campania,
    federalismo fiscale
    Fondo di solidarietà, è scontro Nord-Sud

    Braccio di ferro tra Nord e Sud sul federalismo fiscale in seno alla Conferenza Stato Regioni svoltasi ieri. Protagoniste dello scontro Campania (rappresentata dall’assessore al Turismo Marco Di Lello) e Veneto. Nodo del contendere, il finanziamento del fondo di perequazione a vantaggio delle amministrazioni con meno risorse: le Regioni meridionali, che contestano il principio di territorializzazione delle entrate fiscali (che avvantaggerebbe il Nord), lo vorrebbero alimentato da fondi erariali e non dalle Regioni “ricche”.
    di Alessandro PonziSul federalismo fiscale è scontro aperto tra Campania e Veneto, l’una portabandiera delle “povere” regioni del Sud, l’altra delle “ricche” regioni del Nord. Lo strappo si consuma ieri, in seno alla Conferenza Stato regioni; motivo del contendere, le modalità di finanziamento del fondo perequativo, cioè il fondo “di solidarietà” che dovrà essere istituito per compensare gli squilibri territoriali tra aree ricche e aree povere del Paese.
    Per le Regioni del Sud, Campania in testa, il fondo deve essere alimentato da entrate erariali, quindi dallo Stato, e non dalle regioni più ricche.
    Il vero nodo da sciogliere riguarda la “territorializzazione” del gettito fiscale: le Regioni del Sud la contestano, e secondo questa visione, non esisterebbe ad esempio differenziazione nella raccolta dell'Iva da una Regione a un’altra, essendo l’Imposta sul valore aggiunto un tributo statale.
    “Per noi — spiega l’assessore regionale al Turismo Marco Di Lello - è inaccettabile - che siano le Regioni più ricche, come vorrebbero le amministrazioni del nord, a farsi carico delle Regioni più povere. Deve essere lo Stato ad accollarsi le differenze, e non il Veneto o la Lombardia”. Di Lello ha avuto un duro battibecco con l’assessore veneto al Bilancio, Isi Coppola, “sconcertata” per l’atteggiamento di Regioni come la Campania, “che — a suo dire - ha addirittura messo in discussione i principi stessi del federalismo fiscale”. A darle manforte arriva in serata lo stesso Governatore del Veneto, Giancarlo Galan: “Sull’iter avviato da governo e Conferenza delle Regioni — afferma Galan - pesa l’assurda contrarietà di Regioni quali la 'rossa' Campania che ha rimesso in discussione i principi stessi del federalismo fiscale. Rossi e borbonici - prosegue Galan - ma borbonici nel senso peggiore del termine, cioè di colui che è sempre pronto ‘a piangere e a fottere’ gli altri. L’abbiamo detto e ridetto: siamo federalisti e lo siamo in senso solidale verso chi ha bisogno, ma non siamo fessi - conclude Galan -. Attenti allora a non tirare troppo la corda”. Replica Di Lello: “In tutti questi anni ho sempre studiato che l’Iva è un’imposta dello Stato che paga il consumatore finale. Oggi scopro che c’è chi vorrebbe farci credere che è di derivazione veneta. L’Iva Serenissima è una trovata che ci diverte molto ma che non esiste nella realtà. Il fondo di perequazione è costituito dal gettito erariale e quindi non può che essere statale. Il governatore Galan — chiude Di Lello - se ne faccia una ragione e sia sereno che non piangeremo”.
    A stemperare i toni è il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani. “Abbiamo fatto alcuni passi avanti — dice - e altri ancora sono da fare, in particolare sulla questione relativa al funzionamento del fondo perequativo. Sono stati invece definiti i principi per determinare i costi standard delle funzioni da erogare. Per le Regioni la sfida del federalismo fiscale è anche un elemento fondamentale di autoriforma, che ci consente di qualificare la spesa e garantire migliori servizi ai cittadini”. 4-05-2007

    www.denaro.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Questi parassiti sanno benissimo che se per potersi pagare i loro sprechi devono chiedere i soldi a chi li produce e non più allo stato pantalone e coglione, diventano *zZ! acidi... quindi cominciano con le barricate.
    Una domanda: ma la Lombardia, dall'alto del suo 25% del PIL totale... tace ?!?

  3. #3
    padania libera (-:FASP :-)
    Data Registrazione
    18 Feb 2004
    Località
    Medhleàn Padania
    Messaggi
    4,916
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    he... noi c'abbiamo Formigoni... quello sta alla finestra come ogni bun democristiano e aspetta che siano gli altri a battersi per poi raccogliere i frutti e il merito...

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bravo Galan, questo è il nodo fondamentale del federalismo fiscale. Cedere su questo punto significherebbe arrendersi al centralismo.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 May 2013
    Messaggi
    10,890
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    “Per noi — spiega l’assessore regionale al Turismo Marco Di Lello - è inaccettabile - che siano le Regioni più ricche, come vorrebbero le amministrazioni del nord, a farsi carico delle Regioni più povere. Deve essere lo Stato ad accollarsi le differenze, e non il Veneto o la Lombardia”.
    Ha perfettamente ragione. Come se alla Campania assegnassimo il compito di gestire il ciclo dell'immondizia in Lombardia.

    L'unica cosa disdicevole è che, temo, il fondo di solidarietà sarà sempre usato impropriamente.

    Ragazzi, ma davvero volete passare al progetto "Adotta una regione!"?

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non ha senso distinguere tra "Stato" e "Regioni ricche". Queste ultime finanziano co munque lo Stato. Meglio obbligare le "Regioni povere" a non lavorare in nero, a produrre, a mettere al muro i mafiosi, a distribuire il reddito secondo prestazione e non secondo appartenenza a qualche clan tribale di africana memoria.
    Certo che ormai anche al Nord le tribù stanno spopolando...

  7. #7
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,680
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    c'è ancora qualcuno che crede alla balla delle regioni povere ...
    ci sono solo regioni di furbi e ladri che fanno il 70% di economia in nero, così da risultare sempre povere e farsi mantenere, ma se uno va in queste zone vedrà che vivono meglio di noi

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Feb 2007
    Località
    Defungeremo all'opposizione...
    Messaggi
    781
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio
    c'è ancora qualcuno che crede alla balla delle regioni povere ...
    ci sono solo regioni di furbi e ladri che fanno il 70% di economia in nero, così da risultare sempre povere e farsi mantenere, ma se uno va in queste zone vedrà che vivono meglio di noi
    Se il datore di lavoro, in nero, ti da' 100€ al mese di stipendio o ti paga a cottimo l'unico che si arricchisce è lui (che magari appartiene alla criminalità). Oltre al pizzo.

    Cmq io parlai con una che lavorava per una scuola privata (tutto in regola); le davano "sulla carta" uno stipendio normale e di fatto 230€ al mese.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    11 Dec 2010
    Messaggi
    5,525
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Adriano1897 Visualizza Messaggio
    Ha perfettamente ragione. Come se alla Campania assegnassimo il compito di gestire il ciclo dell'immondizia in Lombardia.

    L'unica cosa disdicevole è che, temo, il fondo di solidarietà sarà sempre usato impropriamente.

    Ragazzi, ma davvero volete passare al progetto "Adotta una regione!"?
    Scusa Adriano, ragiona.

    Come giudichi il principio per cui la Regione Veneto, facendo registrare una base imponibile pari al 120% di quella nazionale, è tenuta ad alimentare il fondo di perequazione per un importo non superiore a una cifra equivalente al 20% delle proprie entrate iscritte a bilancio? Come giudichi questa proposta tenendo anche conto che il fabbisogno dipenderebbe dalla maggiore o minore virtuosità degli enti locali e da loro AUTONOME scelte politiche?

    Il fondo di perequazione potrebbe essere costituito attraverso la formulazione di diritti e doveri di cui gli enti locali potrebbero farsi autonomamente carico senza coinvolgere lo Stato centrale. Che al limite potrebbe sovrintendere al corretto funzionamento di un meccanismo semplice, equo e perfino meritocratico.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 May 2013
    Messaggi
    10,890
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ZENA Visualizza Messaggio
    Scusa Adriano, ragiona.

    Come giudichi il principio per cui la Regione Veneto, facendo registrare una base imponibile pari al 120% di quella nazionale, è tenuta ad alimentare il fondo di perequazione per un importo non superiore a una cifra equivalente al 20% delle proprie entrate iscritte a bilancio? Come giudichi questa proposta tenendo anche conto che il fabbisogno dipenderebbe dalla maggiore o minore virtuosità degli enti locali e da loro AUTONOME scelte politiche?

    Il fondo di perequazione potrebbe essere costituito attraverso la formulazione di diritti e doveri di cui gli enti locali potrebbero farsi autonomamente carico senza coinvolgere lo Stato centrale. Che al limite potrebbe sovrintendere al corretto funzionamento di un meccanismo semplice, equo e perfino meritocratico.
    Ho cambiato idea da qualche giorno. O meglio, non ne sono più così sicuro.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La camera boccia il fondo di solidarietà del M5S
    Di Comprone nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 15-06-13, 20:55
  2. Solidarietà ai terremotati d'Abruzzo: un fondo per le donazioni
    Di Dottor Zoidberg nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-04-09, 11:46
  3. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 30-12-08, 18:58
  4. un fondo di solidarietà per chi perde in borsa
    Di anton nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 01-10-05, 16:53
  5. Fondo Solidarieta' Per Maver E Terremotati
    Di Jenainsubrica nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-12-04, 23:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226