User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
  1. #1
    against the modern world
    Data Registrazione
    12 Dec 2005
    Messaggi
    1,472
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'orientamento astronomico delle citta' romane

    dal sito de IL GIORNALE DI VICENZA

    Vicenza tra i 38 centri italiani oggetto di una ricerca sulle citta' megalitiche. Lo studio pubblicato anche sul sito internet di una universita' Usa
    In corso Palladio tra i misteri astrologici: I romani avrebbero costruito la citta' orientandola sul solstizio d'estate


    di Alessandro Mognon

    Fino a ieri non lo sapevamo, ma passeggiando per corso Palladio è come trovarsi fra i misteri delle pietre di Stonehenge o dentro i segreti delle gallerie delle piramidi d´Egitto. Tutti monumenti orientati in base ad allineamenti astronomici. Perchè lo stesso facevano gli antichi romani quando costruivano le citta', come ipotizza una ricerca di Giulio Magli, fisico e docente di meccanica razionale al Politecnico di Milano e studioso di archeoastronomia. Che dopo aver misurato e analizzato 38 citta' italiane fondate dai romani, ha stabilito che l´orientamento ha forti aspetti simbolici legati all?´astronomia. E fra queste solo due citta' sono state concepite duemila anni fa e per motivi ancora misteriosi per essere in linea con il sorgere del sole nel solstizio d?´estate: Verona e Vicenza.

    La ricerca di Magli, che fa parte di uno studio pubblicato nel suo libro "I segreti della antiche citta' megalitiche", presente tra l´altro sul sito internet del dipartimento di fisica della Cornell University di Ithaca (New York): www.arxiv.org. E il motivo di tanto interesse c'è: un legame preciso fra le citta' romane e i simboli astronomici non era mai stato approfondito, se non addiruttra negato. Anche se come fa notare il fisico italiano « gia' Ovidio e Plutarco raccontavano di come la creazione di una nuova citta'
    si basasse sull´esame del volo degli uccelli o di altri riferimenti astronomici. Magli ha preso in esame solo citta' italiane in cui le due strade principali che caratterizzano le citta' romane, il decumano e il cardo che si incrociano a 90 gradi, e le altre strade a "griglia" sono ancora riconoscibili. Poi ha verificato l´orientamento degli assi della griglia in relazione ai movimenti del sorgere del sole a est durante il corso dell´anno. In realta' a Vicenza di certo c'è il decumano-corso Palladio mentre ancora dubbio è dove fosse il cardo. Ma la direzione c'è. Da qui tutta una serie di scoperte. Secondo il ricercatore di Milano gli antichi romani orientarono verso nord solo tre citta': Pesaro, Rimini e Senigallia. La maggioranza dei centri fondati fra il periodo repubblicano e quello imperiale (fra il V secolo avanti Cristo e il I dopo Cristo) sono allineati verso il sorgere del sole durante determinate feste sacre o in base ai punti cardinali.

    Altre citta' sembrano orientate entro 10 gradi a sudest rispetto al sorgere del sole o in prossimita' del solstizio d'inverno. E poi ci sono Verona e Vicenza, tutte e due nate intorno al I secolo dopo Cristo e uniche fra le 38, come risulta dallo studio di Giulio Magli, ad essere allineate con il solstizio d?´estate. «Le due citta' tra l´altro sono anche vicine fra loro - dice l´esperto di archeoastronomia -, anche se sul motivo di questo tipo di orientamento, come per le tre citt? dell?´Adriatico allineate verso nord, bisognera' indagare ancora». Insomma l´orientamento delle citta' romane non sarebbe casuale, ma pianificato e voluto. Per motivi ancora ignoti. Così, quando il 21 giugno, giorno del solstizio d?´estate, faremo shopping in corso Palladio a Vicenza, ricordiamocelo: magari leccando un cono panna e cioccolato, ma stiamo camminando in mezzo a un antico mistero.

    LINK:

    Architettura solare del passato: Marzabotto, Timgad e Augusta Raurica

    Augusta Bagiennorum: una citta' astronomicamente orientata

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    5,580
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Lo studio di Magli

    Lo studio innovativo che ha fatto Magli, in realtà è una storia vecchia. Intorno al 2003 ho promosso un incontro a Verona che verteva sul vecchio testo titolato "Piano di fondazione di Verona romana" ad opera di Umberto Grancelli.
    Da quell'incontro corroborato da varii studiosi (gli atti del convengno sono sttati pubblicati con la ristampa del testo) sono emerse le numerose intuizioni che l'autore ebbe .Ho parlato con Magli e mi ebbe a dire il lavoro che stava intraprendendo, gli suggerii le tesi di Grancelli e mi assicurò che avrebbe approfondito e studiato i concetti esposti dallo studioso veronese.
    La sovraintendenza di Verona non ha mai voluto prendere seriamente in esame la faccenda, addirittura non si è mai scavato sul colle di San Pietro, il santo dei santi, e tacciando gli scritti di Umberto come: visionari e senza fondamento.
    Spero che studiosi serii e preparati come Magli aprano nuove vie, nuove conoscenze, dato che dal dopoguerra a oggi abbiamo vissuto in un regime di ignoranza e di intolleranza. Nonostante tutto Verona è riuscita ha mantenere il sacrario, alla faccia del Vescovo , del pretame e dell'opus dei, quel luogo pulsa e domina la città sacrario degli Dei Primi . Umberto Grancelli è il sacerdote che spese la sua vita per riportare la grandezza dimenticata, nel suo interminabile studio è arrivato ad affermare ancora nel 1930 che Verona è allineata al solstizio d'estate, e che il decumano è il cardo e il cardo il decumano alla faccia dei falsi dotti. Molte curiosità emergono dal "Piano di fondazione di Verona romana", appare una città segreta costruita seguendo arditi e precisi allineamente, una città che Roma seppe rinnovare mantenendo l'Anima e il Numen anche nella nuova città costruita dentro l'ansa dell'Adige.

  3. #3
    Federalista Europeo
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Località
    IN UNITATE ROBUR
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    So che nella mia città, Pavia, le strade romane sorgono sul precedente villaggio italico (probabilemte insubrico) ed è orientata tanto da avere un intero lato (dell'originario castrum romano) parallelo al fiume.
    Però la chiesa di san michele arcangelo, costruita sul tempio longobardo del dio Lotan (non vorrei sbagliarmi sul nome) , che sorge nelle vicinanze del fiume, ma sempre nel tessuto della città romana, è orientata in base a solstizi ed quinozi.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    25 Aug 2004
    Località
    In Vmbra pugnabimus
    Messaggi
    1,093
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Lupus in Fabula Visualizza Messaggio
    So che nella mia città, Pavia, le strade romane sorgono sul precedente villaggio italico (probabilemte insubrico) ed è orientata tanto da avere un intero lato (dell'originario castrum romano) parallelo al fiume.
    Però la chiesa di san michele arcangelo, costruita sul tempio longobardo del dio Lotan (non vorrei sbagliarmi sul nome) , che sorge nelle vicinanze del fiume, ma sempre nel tessuto della città romana, è orientata in base a solstizi ed quinozi.
    Puoi fornirmi indicazioni precise sulle evidenze archeologiche della fondazione di un TEMPIO pagano germanico a Pavia????

    Saluti,

    Frumentarivs
    Frumentarius
    "Punctim et Caesim ferire"

  5. #5
    Federalista Europeo
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Località
    IN UNITATE ROBUR
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Frumentarius Visualizza Messaggio
    Puoi fornirmi indicazioni precise sulle evidenze archeologiche della fondazione di un TEMPIO pagano germanico a Pavia????

    Saluti,

    Frumentarivs
    So che prima della costruzione dell'attuale basilica era luogo di ritrovo dei longobardi pagani (gli altri erano cristiani dell'eresia ariana monofisista).
    La chiesa fu poi costruita con la conversione della regina Teodolinda al cattolicesimo.
    Fu dedicata a san michele arcangelo, che è il santo che generalmente sostituiva le divinità guerriere... ma i longobardi continuavano a frequentare la chiesa per adorare il loro Dio (non ho fonti sul nome della divinità, credo Lothar).
    La chiesa è orientata in modo che la luce solare del rosone colpisca il giorno del solstizio d'inverno una porta murata e il giorno degli equinozi una raffigurazione del santo/dio della guerra (la statua ha caratteristiche particolari, non è vestita come i soliti arcangeli con abito da legionario, ma ha vesti da guerriero longobardo).

  6. #6
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    5,580
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito La stessa cosa accade a Verona

    Nella prima sede Vescovile di Verona, San Giovanni in Valle ,si insediò il cristianesimo ariano monofisita abbracciato anche da Re Teodorico, detto anche Von Bernus ( per questo la città di Verona è chiamata anche Berna, rimasta comunque per secoli, anche dopo Teodorico, sotto l'influenza germanica). L'arianesimo perdente fece si che quella prima cattedrale venisse abbattuta e rifatta. Volevo aggiungere che la parte vecchia della città (sinistra Adige) è orientata con uno spostamento di 45 gradi rispetto alla città nuova(destra Adige)quella romana per intendersi. Ogni parte si trova sulla diagonale del quadrato dell'altra. Nella costruzione della "nuova" città da parte delle maestranze romane vi è una precisa regola nel costruire le strade ,gli edifice gli impianti tutto si realizza entro una maglia preordinata, possimo dire che "è insediata una comunità locale che si pone in essere conforme a delle regole". Fra le due "città" così costruite vi è una compenetrazione geometrica e una continuità fra l'uno e l'altro campo. Il tutto è amalgamato creando, un intreccio continuativo e legato dei cardi e dei decumani. Tutto l'allineamento sul solstizio d'estate è regolato da un Betilo (pietra sacra) ubicata tutt'ora dietro il castello (castelliere)di Montorio. Come ultima cosa sottolineo che esiste un altro fondamentale allineamento fra L'Horeum , il Castel San Pietro e il Ninfeo sotterraneo di Santa Maria in Stele(posto sotto la chiesa del paese, dato che i cristiani edificarono sopra quel luogo sacro, dedicato alle acque nascenti e pure . Lo scopo di questa edificazione sopra un luogo sacro fu quella di occultare e anche per far in maniera che si togliesse l'abitudine di pellegrinare da parte dei pagani. Gran parte delle chiese veronesi sia della città che della provincia sono costruite sopra santuari e templi pagani, tutto con il fine di distruggere e di sostituire brutalmente riti e abitudini cultuali e religiose, vecchi di millenni, in nome dell'unico dio devastatore.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    25 Aug 2004
    Località
    In Vmbra pugnabimus
    Messaggi
    1,093
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dunque, due cose.

    Qui si parla di arianesimo, e non di templi edificati per culto 'asatru'. Anche perchè pare strano che i longobardi pagani si riunissero a scopi religiosi nel centro della città a fare un blot allegramente. Queste cose sicuramente le avranno fatte più o meno in cammuffa fuori città nelle campagne, e ci sono diversi racconti, in meridione sopratutto, e indizi a riguardo di un culto intorno ad un albero con sacrifici etc.
    Ma qui si parla di Arianesimo ufficiale ed introdotto nelle classi alte, prima della calata in Italia, con prelati longobardi, monaci etc.
    Quindi di un cristianesimo non monofisita (che considera la natura umana di Cristo solo apparente perchè assorbita da quella divina come oggi nella chiesa armena) ma di un cristianesimo che nega la divinità piena di Cristo e lo relega il Figlio in una posizione subordinata al Padre, che deriva dal Vescovo ARIO, e non c'entra niente con 'ariano' nel senso di 'indoeuropeo'.

    Semmai è una forma piu' vicina al monoteismo stretto e più simile all'islam, tanto per chiarirci.

    Saluti,
    Frumentarivs
    Frumentarius
    "Punctim et Caesim ferire"

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    5,580
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Per quello che tu chiedi Frumentarius

    E' difficile rispondere a quello che tu chiedi, però si potrebbe approfondire queste interessanti curiosità. Parlo sempre riferendomi a Verona che conosco discretamente bene. A riguardo potremo trovarci a Verona e ripercorre i luoghi, vedere le pietre ecc.Se ci riusciamo potremo mettere assieme un gruppo ristretto di persone che attraverso le loro esperienze o conoscenze, sviscerino ulteriormente la storia nascosta che ci sta a cuore. Magari il tutto potrà essere la preparazione di un convegno.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Sep 2006
    Messaggi
    72
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sul Duomo di San Michele in Pavia, anche con riferimento archeoastronomico, la ricerca da vedere è in questa pagina:

    http://www.liutprand.it/S.Mic.htm

    Ma il tempio di Wotan non c'entra, mi pare.

  10. #10
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    5,580
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Questa è una osservazione che inplica...

    Questa osservazione, che personalmente non conoscevo (i miei interventi e i miei scritti si basano esclusivamente al testo di Giuliano Romano "ad sideras")mi aiuta in questa mia lavoro amatoriale e ti ringrazio di averla riportata caro Apostata, quante cose devo ancora imparare!
    Per Verona esiste una Querelle che da anni si dibatte, sono convinto(questa del resto è la tesi del testo "Piano di fondazione di Verona romana" e la condivido pienamente per tutta una serie di ricognizioni fatte con studiosi e archeoastronomi) che gli studiosi locali e non si sono sbagliati nel determinare il cardo e il decumano della città scaligera, dato che i due assi fondamentali nel nostro caso sono invertiti. Sembra a primo acchitto una questione marginale, ma in realtà questa controversia è il fulcro di tutte le tesi sostenute da Umberto Grancelli, e condiziona tutto il resto. La questione non si è mai voluto risolverla , ma è evidente che ci sono molti fatti che fanno propendere verso le tesi del Grancelli. Forse sono logorroico ma devo riuscire nell'intento di fare un'escursione sulla città con delle persone preparate e curiose(mosse da un vero idealismo pagano) e vedo che in questo forum non mancano.
    VOLETE CHE FISSIAMO UNA DATA PER TROVARCI E FARE UNA RICOGNIZIONE SUI LUOGHI, CHE TUTT'ORA ESISTONO E TESTIMONIANO LA COMPLESSITA'
    DELLA FONDAZIONE. Sperando che accogliate questo mio invito saluto tutti, aspettando Vostri interventi e suggerimenti a presto Luigi Pellini.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 01-08-12, 07:39
  2. Mostra: armamento delle legioni romane
    Di -RAS- nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-04-08, 11:04
  3. Presunte minacce delle radio romane ai giornalisti Sky
    Di Alessandro.83 nel forum AS Roma
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-03-08, 17:34
  4. Comunicato MNS: il degrado delle periferie romane
    Di MNS Lazio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-10-06, 20:34
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-06-05, 21:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226