User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19

Discussione: sui gay

  1. #1
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    19,620
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    sui gay

    traendo spunti dai fatti di Mosca (e credo sia doveroso esprimere solidarietà agli aggrediti,anche se non provo alcuna simpatia per loro),quale potrebbe essere una proposta che possa essere soddisfacente per le aspirazioni delle coppie di fatto etero e gay e che sia al contempo digeribile per il resto della popolazione? Se non possiamo chiamarlo matrimonio perchè si rivolterebbe la maggioranza degli italiani,come dare dignità giuridica anche alle unini di fatto? limitandosi ad aggiungere la parola convivente nel libro primo e secondo del codice civile (quelli per intendersi del diritto di famiglia),potremmo cogliere i 2 piccioni con la solita fava? tanto per fare un esempio,l'art 143,ultimo comma cod.civile:"entrambi i coniugi o entrambi i CONVIVENTI sono tenuti....."

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Liberaldemocratico
    Data Registrazione
    21 Oct 2006
    Messaggi
    4,218
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    matrimonio è chiamata l'unione di 2 persone nel codice civile, a cui tutti i cittadini sono sottoposti, come prescritto dalla costituzione, siamo tutti uguali di fronte alla legge.quello tra gay si deve chiamare matrimonio, sempre che esso poi abbia lo stesso valore di quello tra uomo e donna.cmq generalmente sono indifferente alla questione dei gay, mi preme solo che nuove fattispecie abbiano la giusta legislazione, che non siano lasciate al silenzio della legge.

  3. #3
    Giuro di essere fedele al Re!
    Data Registrazione
    04 May 2003
    Località
    Luzern - Pesaro
    Messaggi
    5,826
    Mentioned
    11 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da perplesso666 Visualizza Messaggio
    traendo spunti dai fatti di Mosca (e credo sia doveroso esprimere solidarietà agli aggrediti,anche se non provo alcuna simpatia per loro),quale potrebbe essere una proposta che possa essere soddisfacente per le aspirazioni delle coppie di fatto etero e gay e che sia al contempo digeribile per il resto della popolazione? Se non possiamo chiamarlo matrimonio perchè si rivolterebbe la maggioranza degli italiani,come dare dignità giuridica anche alle unini di fatto? limitandosi ad aggiungere la parola convivente nel libro primo e secondo del codice civile (quelli per intendersi del diritto di famiglia),potremmo cogliere i 2 piccioni con la solita fava? tanto per fare un esempio,l'art 143,ultimo comma cod.civile:"entrambi i coniugi o entrambi i CONVIVENTI sono tenuti....."
    Ma conviventi sono anche i militari nelle caserme, i ragazzi di un collegio, ecc.

    Giuro che io non capisco dove sia il problema. E' proprio possibile che noi si sia stati così tanto imboniti nelle coscienze, nella Storia, nella politica, nella Lingua?
    Dispensatemi dal far esempi in merito all'imbonimento della coscienza per cui si crede d'averne una solo se è esasperatamente laicista, alla Storia che non sappiamo più leggere se non come vogliono loro, alla politica che ci fan credere di poter vivere solo se repubblicana, ma ridiamo almeno insieme un'occhiata al vocabolario della Lingua italiana; vi si legge un nome preciso, un termine preciso per chi vive in unione senza il vincolo del Matrimonio. Si chiama: concubinato. Chi lo pratica è un concubino. I due sono chiaramente e senza dubbio alcuno: una coppia concubina.

    Basta, dunque, applicare alle coppie concubine garanzie e diritti rispettosi della dignità umana. Cosa c'entra il Matrimonio, che è tutto un'altro discorso ed ha implicazioni etiche e religiose?

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Mar 2010
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    penso ke il temrine ocnviventi sia un po' troppo esteso per cui concordo ocn centro laico sull'opportunità di non lasciare la silenzio della legge il tema.

    per i convienti uomo-donna esite il more uxorio, per gli omosessuali sarebbe opportuno un nuovo istituto giuridico come in francia esistono amtrimonio e pacs essendo 2 istituti differenti.

  5. #5
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    19,620
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito

    ma si è ben visto che sui pacs/dico è scoppiata una guerra durissima tra tradizionalisti e coloro che appunto vogliono dare una copertura giuridica anche alle unioni di fatto. Per quelle etero,esistendo il matrimonio civile, credo ci siano pochi problemi,qualche limata al codice civile e direi che ci si potrebbe intendere. Il punto vero è per le unioni gay: siamo disposti a riconoscere loro il diritto ad una legalizzazione delle loro situazioni o no? e se sì,in che termini? ed in cosa dovrebbe differire dai diritti/doveri del matrimonio classico?

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Mar 2010
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da perplesso666;
    ma si è ben visto che sui pacs/dico è scoppiata una guerra durissima tra tradizionalisti e coloro che appunto vogliono dare una copertura giuridica anche alle unioni di fatto.?
    Veriussimo ma se si fosse chimato matrimonio civile sarebbe scueesso ancor peggio, quindi meglio uno altro nome x un'altro istituto a riamrcare ke sono cose diverse con effetti diversi poichè come diceva Confucio: La prima condizione perché un ordine politico sia stabile è la messa a punto delle parole: le cose devono essere chiamate per quello che sono, non per quello che non sono.

    Citazione Originariamente Scritto da perplesso666;
    Per quelle etero,esistendo il matrimonio civile, credo ci siano pochi problemi,qualche limata al codice civile e direi che ci si potrebbe intendere. Il punto vero è per le unioni gay: siamo disposti a riconoscere loro il diritto ad una legalizzazione delle loro situazioni o no? e se sì,in che termini? ed in cosa dovrebbe differire dai diritti/doveri del matrimonio classico?
    pasando sui contenuti la questione si complica: ke diritti dare ai convinenti e quali doveri? sinstetizzerei con reciproco sostegno da qui deriva tutto, sia per gay ke etero. detrazioni fiscali per il convivente a carico. non sarei favorevole ad adozioni.

  7. #7
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    19,620
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito

    invece è proprio sui contenuti che occorre trovare la quadratura del cerchio: chè finchè non si dirà chiaramente quali diversi diritti/doveri comporta un pacs/dico/comelosivuolchiamare,continueremo la sterile polemica sul matrimonio di serie B......e già dire che l'adozione è esclusa è già mettere un paletto preciso. però rimpallerei un'altra questione: e per coloro che avessero avuto figli in un matrimonio classico,che si fa?

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Mar 2010
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Si segue quello ka ha stabilito il giudice tuttelare.

  9. #9
    direttamente dall'Inferno
    Data Registrazione
    19 Jan 2007
    Località
    nel girone che preferite
    Messaggi
    19,620
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    16 Thread(s)

    Predefinito

    seguire solo la decisione prettamente personale del giudice tutelare è un pò poco: a seconda degli orientamenti del singolo,si potrebbero avere diversi trattamenti del medesimo caso. Non sarebbe preferibile sposare la linea dell'affido condiviso,salvo caso di impossibilità oggettiva?

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Mar 2010
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    l'affido condiviso è ciò ke normalemnte stabilisce il giudice, salvo casi particolarei. considerando ke ogni caso è "storia a se" è goiusto differenziare le decisioni.

    sicuramente non impedirei il ruolo genitoriale per il fatto di essere Gay

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225