User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: inganni e tradimenti

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito inganni e tradimenti

    Inganni e tradimenti


    di Ida Magli*
    ItalianiLiberi | 27 Maggio 2007

    * Si compie ancora una volta il rito delle elezioni. Vorrei spiegare, nel modo più chiaro e più conciso possibile, quali siano i motivi per i quali noi, gli Italiani, non ci salveremo comunque, né con queste elezioni né con altre se non porremo duramente ai nostri politici la domanda su che cosa intendano fare riguardo all’Unione Europea. Purtroppo il sistema delle elezioni affidate al popolo tranquillizza, anzi addormenta lo spirito critico nei confronti dei politici, sia verso quelli che governano che verso quelli che stanno all’opposizione. Al tempo stesso fa credere che, viceversa, lo spirito critico sia fortissimo in quanto si svolge una specie di pseudo battaglia fra i due fronti, pseudo battaglia cui partecipano, fingendo di informare, anche i giornalisti.
    **Cerco di spiegare il motivo principale. Nessuno dei Partiti esistenti oggi in Italia, piccoli o grandi che siano, ha come scopo la difesa dall’unione europea, la limitazione del suo potere, nemmeno nei campi per i quali alcuni dei Partiti affermano di combattere. Prendiamo per esempio l’immigrazione. E’ soprattutto la Lega che si è fatta della battaglia contro l’immigrazione* la propria bandiera, ma sa benissimo che si tratta di una battaglia utile soltanto per gettare la polvere negli occhi dei poveri*Italiani e averne i voti. Le normative europee impediscono qualsiasi limitazione in quanto, con il trattato di Schengen, tutti i cittadini dei 27 paesi entrati nell’Unione possono circolare liberamente, stabilirsi dove vogliono, lavorare dove vogliono, dare il proprio voto a chi vogliono e dove vogliono. Avete sentito la Lega parlare di questo? No, sicuramente no. Ma non basta. Gli Italiani non ne possono più di sopportare gli Zingari e sperano nelle focose parole dei leghisti per esserne liberati. Ma nessuno ha loro spiegato che sono le normative europee che garantiscono agli Zingari il diritto a conservare i propri costumi e a fingere di vivere da nomadi stabilendosi nei paesi dell’Unione. Naturalmente i veri “nomadi“ erano quelli che* nei secoli passati si spostavano nelle vastissime* steppe ungheresi, ucraine, russe allevando e vendendo cavalli e razziando i villaggi degli agricoltori. Che importa? Invece delle razzie si svuotano le tasche dei romani nella metropolitana e invece dei cavalli si fa commercio di lussuose automobili rubate.
    **Se passiamo all’ immigrazione sia regolare che clandestina dall’Africa e dal Vicino e Medio Oriente troviamo ancora una volta che è il progetto (mai spiegato a chiare lettere ai poveri Italiani) di estendere l’Unione Europea a tutti i paesi “mediterranei“ a far affluire in Italia gente da ogni luogo vicino e lontano. Inutile dire che si possono trasformare in “europei” i paesi dell’Africa e dell’Oriente fino ad Israele soltanto con la solita prassi dell’inganno e della falsificazione verbale e mentale che sta alla base della costruzione europea. Che senso ha il fatto che l’Africa del Nord è bagnata dal Mediterraneo? La cultura dei Marocchini è forse simile a quella italiana? Qualche marocchino ha forse mai composto “Casta Diva“ o “Un bel dì vedremo”? E la lingua italiana? E’ forse nato qualche Petrarca o qualche Leopardi in Libia o in Tunisia?* Ma questa è la situazione. Si vuole la distruzione delle nazioni, delle culture, delle lingue per poter unificare i territori. Siccome però nessun Partito, lo ripeto, nessuno, né di destra né di sinistra affronta questo argomento, noi sappiamo che non ci possiamo fidare, che veniamo ingannati di proposito in tutto.
    **Naturalmente il progetto di unificazione europea era sbagliato fin dall’inizio e la situazione di oggi ne è soltanto la conferma. (Nessuno tiri fuori la forza dell’euro. Ci tornerò in un altro articolo, ma sia sufficiente a capire che si tratta di una moneta immaginaria il fatto che il suo valore non corrisponde allo sviluppo dell’economia e che è servita soltanto a nasconderci il pagamento dell’inflazione riducendo di colpo della metà il valore della lira.) Ma i nostri politici non ne parlano agli Italiani, i giornalisti meno che meno come se la questione non ci riguardasse. Prodi (come del resto tutti i governanti prima di lui, compreso Berlusconi ) è il più zelante nello spronare alla firma della costituzione europea, ossia alla rinuncia di quello che resta della sovranità e della indipendenza delle Nazioni. Non un dibattito si svolge in proposito, neanche sulle enormi difficoltà che la gestione delle istituzioni europee necessariamente comporterà. Qualcuno ha mai spiegato agli Italiani come si farà a farsi governare a turno da un Polacco, da un Rumeno, da un Tedesco? E la Polizia? Chi sopporterà di farsi arrestare da un Austriaco o da un Francese? E’ vero che gli impassibili Commissari europei hanno già provveduto a metterci il più forte dei bavagli: il mandato di arresto europeo se ti azzardi a dire una sola parola di critica su chiunque, ma anche di questo agli Italiani non è stato permesso discutere.
    **Lo stesso tipo di discorso vale per gli altri temi, in apparenza “caldi“, sui quali* fingono di accapigliarsi oggi i Partiti. I Dico? In Europa sono stati già approvati, sia per le coppie etero che per quelle omosessuali, come pure le adozioni e l’eutanasia. Dunque, è tutto inutile. O si esce dall’unione europea, oppure ci si adegua. I cattolici? La prima a tradire è stata la Chiesa cattolica, la quale sa bene che in Europa i cattolici sono in minoranza. Ma non per nulla è stato eletto un Papa tedesco. La leadership dell’Europa è stata fin dall’inizio affidata alla Germania e, di conseguenza, come è avvenuto nella storia passata quando è stato eletto il primo*Papa tedesco in concomitanza con*il potere degli Ottoni (Bruno di Carinzia con il nome di Gregorio V) così, dopo il prudente passo di “avvicinamento”, indispensabile dopo tanti secoli di Papi italiani, con l’elezione di un polacco, è arrivata l’ora di Ratzinger. Lo scopo dei politici è sempre e soltanto il proprio potere, compreso quello dei Papi, non l’interesse dei sudditi, un interesse che viene o non viene* perseguito a seconda se serva all’aumento del potere. Il vero “conflitto di interessi” è questo: quello fra i politici e i sudditi.
    *Dunque, è l’Unione Europea il vero scopo dei politici e dei Partiti, in Italia così come in Francia, in Germania, in Olanda, in Libia, in Grecia, in Turchia, in Israele, mentre in altri paesi, come l’Inghilterra, i governanti non vogliono perdere la propria sovranità perché sanno di poter essere più potenti rimanendone fuori (la forza della sterlina sta lì a dimostrarlo).
    *Infine, un accenno a quei paesi che, viceversa, sperano con l’unione europea di poter raggiungere una più forte autonomia e indipendenza, staccandosi dal cordone ombelicale cui sono legati: l’Irlanda, la Scozia, le Province Basche; e, sotto sotto, la Padania di Bossi. Sì, proprio così: anche la Lega spera di raggiungere il suo originario scopo autonomistico senza dover più pronunciare la parola poco gradevole di “secessione”. Si farà l’Europa delle Regioni, e a questo lavorano i sempre più forti “Governatori”. Addio Unità d’Italia, addio Risorgimento, addio lingua italiana, addio Patria…
    Sono talmente ottusi, questi politici, talmente incolti, da credere che comunque l’Europa si farà e sarà forte, ricca, faro di civiltà e di pace per tutto il mondo. Non si avvedono dell’involuzione psicologica, sociale e culturale cui l’hanno già tragicamente spinta. Con il solito disprezzo per i sudditi, non si rendono conto che sono i popoli la ricchezza di una Nazione, quello che creano gli individui appartenenti ad una determinata nazione. Ma soprattutto questo è vero per le Nazioni dell’Europa d’Occidente: sono loro che hanno prodotto Shakespeare e Molière, Dante e Leonardo, Bach e Mozart, Leopardi e Goethe, Vivaldi e Bellini, Beethoven e Verdi, Kant e Machiavelli, Michelangelo e Giotto, Newman e Galileo… insomma gli innumerevoli geni che illuminano la storia di tutta l’Umanità. Era forse “padano” Giuseppe Verdi quando rivendicava l’italianità della sua musica, era forse “padano” Alessandro Manzoni quando si ostinava a trovare il focus della lingua italiana “risciacquandola in Arno”? Ah! Come aveva ragione Verdi!
    “Dio ci guardi dall’aver fiducia nei nostri governanti e nelle nazioni straniere”.
    Ida Magli

    Roma, 27 Maggio*2007

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 May 2006
    Messaggi
    38,310
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Da scrivere su qualsiasi drappo (niente di personale ma in generale):
    “Dio ci guardi dall’aver fiducia nei nostri governanti e nelle nazioni straniere ....e dei giornalisti al loro comando!”.

  3. #3
    Federalista Europeo
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Località
    IN UNITATE ROBUR
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Question

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    **Se passiamo all’ immigrazione sia regolare che clandestina dall’Africa e dal Vicino e Medio Oriente troviamo ancora una volta che è il progetto (mai spiegato a chiare lettere ai poveri Italiani) di estendere l’Unione Europea a tutti i paesi “mediterranei“ a far affluire in Italia gente da ogni luogo vicino e lontano.
    E questa megaminchiata da dove la tira fuori? Ha un cilindro da prestigiatore per produrle?

  4. #4
    ART
    ART è offline
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    EU
    Messaggi
    7,974
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Nonostante questo articolo sia il solito ammasso di tipiche coglionate nazionaliste esageratissime (per cui Ida Magli è famosa) già visto e smontato 500 volte non intendo comunque lasciarlo senza commento, anche perchè si sa che il continuo martellare le stesse cose senza sosta è una ben precisa tattica per creare una "verità parallela" ad uso e consumo di chi essendo antieuropeista ma non conoscendo l'argomento ha bisogno di un modello cui ispirarsi per urlare. E infatti in questo articolo le falsità, le imprecisioni, gli errori (in poche parole le cazzate) sono sempre le stesse.

    Esaminiamo lo stile di disinformazione della nostra Ida:

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    Nessuno dei Partiti esistenti oggi in Italia, piccoli o grandi che siano, ha come scopo la difesa dall’unione europea, la limitazione del suo potere, nemmeno nei campi per i quali alcuni dei Partiti affermano di combattere.
    Il nostro mito parte subito per la tangente con un concetto cardine: la UE è un'entità da cui ci si deve addirittura difendere e di cui bisogna limitare i poteri. Questo perchè gli antieuropeisti sono accomunati tutti da un importante fattore: credono o fanno finta di credere che l'UE sia un'entità autonoma dotata di volontà propria, una specie di polipo che è arrivato a stringere nei suoi tentacoli gli stati che la compongono.
    Chiunque sappia come funziona l'UE e non sia infettato da indottrinamento politico patologico sa che questo concetto è totalmente falso: è vero l'esatto contrario in quanto nell'UE comandano gli stati per mezzo dell'organismo che detiene il supremo potere, il Consiglio. Non possiamo certo risentirci se i nazionalisti dicono idiozie, perchè questo è nella loro natura (scusate il razzismo nei confronti della categoria ), ma la domanda interessante è questa: credono davvero a quello che dicono o fanno solo finta di crederci per poter urlare senza la scocciatura di doversi confrontare con gli altri?

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    Le normative europee impediscono qualsiasi limitazione in quanto, con il trattato di Schengen, tutti i cittadini dei 27 paesi entrati nell’Unione possono circolare liberamente, stabilirsi dove vogliono, lavorare dove vogliono, dare il proprio voto a chi vogliono e dove vogliono.
    Ecco un altro clamoroso esempio dell'ignoranza o della malafede nazionalista: la Convenzione di Schengen è il classico esempio di accordo che è stato ideato ad di fuori dell'ambito comunitario, è nato infatti come accordo intergovernativo: è uno dei classici casi in cui il nemico da combattere, se si considerasse Schengen una disgrazia, non sarebbe di certo l'UE ma solo i suoi stati membri.
    La Ida inoltre non sa o finge di non sapere che gli stati che aderiscono a Schengen non sono 27. In questo caso mi pare più probabile la prima ipotesi, l'ignoranza, perchè anche trascurando il fatto che i nuovi ingressi dell'est non aderiscono ancora a Schengen il discorso strettamente italicentrico degli zingari "filerebbe" anche escludendo UK e Irlanda, che a Schegen non hanno mai aderito.

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    **Se passiamo all’ immigrazione sia regolare che clandestina dall’Africa e dal Vicino e Medio Oriente troviamo ancora una volta che è il progetto (mai spiegato a chiare lettere ai poveri Italiani) di estendere l’Unione Europea a tutti i paesi “mediterranei“ a far affluire in Italia gente da ogni luogo vicino e lontano.
    Il "progetto (mai spiegato a chiare lettere ai poveri Italiani)" è un'invenzione politica dell'estrema sinistra che la Ida, forse non sapendo con quali vaccate riempire il calderone delle critiche alla politica immigrativa, attribuisce addirittura all'UE, che fra l'altro una politica immigrativa comune manco ce l'ha. Ovviamente nessuno degli stati dell'UE (è il Consiglio che decide gli allargamenti, come tutto il resto del fondamentale) è intenzionato ad allargare la Comunità al nord Africa: al massimo c'è il progetto del mercato comune euro-mediterraneo, che è cosa del tutto diversa.

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    Inutile dire che si possono trasformare in “europei” i paesi dell’Africa e dell’Oriente fino ad Israele soltanto con la solita prassi dell’inganno e della falsificazione verbale e mentale che sta alla base della costruzione europea. Che senso ha il fatto che l’Africa del Nord è bagnata dal Mediterraneo? La cultura dei Marocchini è forse simile a quella italiana? Qualche marocchino ha forse mai composto “Casta Diva“ o “Un bel dì vedremo”? E la lingua italiana? E’ forse nato qualche Petrarca o qualche Leopardi in Libia o in Tunisia?
    Inutile dire che la cara Ida sta deliriando, poverina: vede nella "costituzione" la "trasformazione" in europei degli stati del nord Africa e israele.

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    * Ma questa è la situazione. Si vuole la distruzione delle nazioni, delle culture, delle lingue per poter unificare i territori.
    La più caratteristica e classica delle coglionate nazionaliste, che non necessita di commenti.

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    **Naturalmente il progetto di unificazione europea era sbagliato fin dall’inizio e la situazione di oggi ne è soltanto la conferma. (Nessuno tiri fuori la forza dell’euro. Ci tornerò in un altro articolo, ma sia sufficiente a capire che si tratta di una moneta immaginaria il fatto che il suo valore non corrisponde allo sviluppo dell’economia e che è servita soltanto a nasconderci il pagamento dell’inflazione riducendo di colpo della metà il valore della lira.)
    Ecco che viene tirato immancabilmente in ballo l'euro, definito "moneta immaginaria" perchè "il suo valore non corrisponde allo sviluppo dell'economia" (vi state chiedendo il significato di questa frase, eh? ) o addirittura che è servito a "nasconderci il pagamento dell’inflazione" (qualche esperto in economia potrebbe gentilmente illuminarci su cos'è il pagamento dell'inflazione? ). Ovviamente l'ondata d'inflazione seguita all'introduzione del contante euro viene immancabilmente attribuita all'euro in quanto valuta, quando sappiamo bene che così non è.
    Insomma: la Ida di economia ne capisce davvero pochino, quindi non ha fatto altro che gettare nell'articolo il concetto scrivendo i termini alla cazzo, sapendo che tanto chi la legge berrà in ogni caso qualsiasi balla contro l'Europa e tutto quello che ci gira intorno

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    Prodi (come del resto tutti i governanti prima di lui, compreso Berlusconi ) è il più zelante nello spronare alla firma della costituzione europea, ossia alla rinuncia di quello che resta della sovranità e della indipendenza delle Nazioni.
    In questo caso la Ida commette un errore: esagera troppo. Anche se i nazionalisti sono per loro natura portati a credere a qualsiasi fesseria gli si racconti (scusate il razzismo) è veramente troppo cercare di far credere seriamente che la "costituzione" vada addirittura ad annullare la sovranità degli stati, come se stessimo parlando di una vera Costituzione federale. Qua i casi sono due: o la nostra si è bevuta proprio il cervello o pensa che i suoi lettori siano dei rincoglioniti totali che possono essere terrorizzati con poco. Lascio a voi la scelta dell'alternativa che vi pare più realistica

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    Non un dibattito si svolge in proposito, neanche sulle enormi difficoltà che la gestione delle istituzioni europee necessariamente comporterà.
    All'apparenza pare che un barlume di serietà e di ragionevolezza abbia colpito per un attimo il povero cervellino della Magli... è vero che c'è poco dibattito sui temi europei (e lei con la sua disinformazione di bassa lega certo non contribuisce) ma c'è un piccolo particolare: la gestione delle istituzioni europee comporta già enormi difficoltà.

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    Qualcuno ha mai spiegato agli Italiani come si farà a farsi governare a turno da un Polacco, da un Rumeno, da un Tedesco? E la Polizia? Chi sopporterà di farsi arrestare da un Austriaco o da un Francese? E’ vero che gli impassibili Commissari europei hanno già provveduto a metterci il più forte dei bavagli: il mandato di arresto europeo se ti azzardi a dire una sola parola di critica su chiunque, ma anche di questo agli Italiani non è stato permesso discutere.
    **Lo stesso tipo di discorso vale per gli altri temi, in apparenza “caldi“, sui quali* fingono di accapigliarsi oggi i Partiti. I Dico? In Europa sono stati già approvati, sia per le coppie etero che per quelle omosessuali, come pure le adozioni e l’eutanasia.
    Di difficile comprensione questo pezzo, specialmente la prima frase. Si tratta comunque del solito marasma di falsità ed esagerazioni buttate giù come vengono in mente, allo scopo di cercare d'attribuire all'Europa tutte le colpe di tutto il possibile.

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    Ma non per nulla è stato eletto un Papa tedesco. La leadership dell’Europa è stata fin dall’inizio affidata alla Germania e, di conseguenza, come è avvenuto nella storia passata quando è stato eletto il primo*Papa tedesco in concomitanza con*il potere degli Ottoni (Bruno di Carinzia con il nome di Gregorio V) così, dopo il prudente passo di “avvicinamento”, indispensabile dopo tanti secoli di Papi italiani, con l’elezione di un polacco, è arrivata l’ora di Ratzinger.
    Questo deliriante discorso va addirittura ad attribuire colpa all'Europa dell'elezione del Papa tedesco, perchè secondo la povera Ida la leadership dell'Europa sarebbe stata attribuita da sempre alla Germania: si tratta di un clamoroso autogol in quanto i nazionalisti, che sono in genere fortemente xenofobi, odiano la Francia accusandola continuamente di voler dominare l'Europa. Il discorso non "fila".

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    *Dunque, è l’Unione Europea il vero scopo dei politici e dei Partiti, in Italia così come in Francia, in Germania, in Olanda, in Libia, in Grecia, in Turchia, in Israele, mentre in altri paesi, come l’Inghilterra, i governanti non vogliono perdere la propria sovranità perché sanno di poter essere più potenti rimanendone fuori (la forza della sterlina sta lì a dimostrarlo).
    In questo demenziale discorso caratteristico dei nazionalisti (divisi si è più forti che unendosi, logico ) la "forza della sterlina" viene attribuita come dimostrazione che chi vuol contare deve combattere l'Euopa: Ida dovrebbe gentilmente spiegarci come mai lo stato che prima dell'euro aveva la valuta più forte d'Europa ha accettato di fonderla con le altre. Qui siamo di fronte a un vicolo cieco, perchè non si può usare come pretesto una nota favola inventata nei primi anni'90: la Germania è stata costretta a fondere il marco nell'euro in cambio della sua unificazione. Non si può usarla quando 2 righe prima si è affermato che la leadership europea l'ha sempre avuta la Germania... e ce l'ha tutt'ora dato che il papa è tedesco

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    *Infine, un accenno a quei paesi che, viceversa, sperano con l’unione europea di poter raggiungere una più forte autonomia e indipendenza, staccandosi dal cordone ombelicale cui sono legati: l’Irlanda, la Scozia, le Province Basche; e, sotto sotto, la Padania di Bossi. Sì, proprio così: anche la Lega spera di raggiungere il suo originario scopo autonomistico senza dover più pronunciare la parola poco gradevole di “secessione”. Si farà l’Europa delle Regioni, e a questo lavorano i sempre più forti “Governatori”. Addio Unità d’Italia, addio Risorgimento, addio lingua italiana, addio Patria…
    Sono talmente ottusi, questi politici, talmente incolti, da credere che comunque l’Europa si farà e sarà forte, ricca, faro di civiltà e di pace per tutto il mondo. Non si avvedono dell’involuzione psicologica, sociale e culturale cui l’hanno già tragicamente spinta. Con il solito disprezzo per i sudditi, non si rendono conto che sono i popoli la ricchezza di una Nazione, quello che creano gli individui appartenenti ad una determinata nazione. Ma soprattutto questo è vero per le Nazioni dell’Europa d’Occidente: sono loro che hanno prodotto Shakespeare e Molière, Dante e Leonardo, Bach e Mozart, Leopardi e Goethe, Vivaldi e Bellini, Beethoven e Verdi, Kant e Machiavelli, Michelangelo e Giotto, Newman e Galileo… insomma gli innumerevoli geni che illuminano la storia di tutta l’Umanità. Era forse “padano” Giuseppe Verdi quando rivendicava l’italianità della sua musica, era forse “padano” Alessandro Manzoni quando si ostinava a trovare il focus della lingua italiana “risciacquandola in Arno”? Ah!
    Questo è un semplice sviluppo del classico pistolotto nazional-paranoico che urla terrorizzato da un pericolo inesistente: la scomparsa dei popoli.


    Alla fine dell'esame di questo a mio giudizio poco efficace tentativo di disinformazione la domanda che mi pongo è questa: la nostra Ida a quale delle due categorie appartiene?
    Alla categoria dei fessi che ci credono sul serio o alla categoria dei furbi che sperano di guadagnare notorietà sfruttando i fessi?

  5. #5
    Federalista Europeo
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Località
    IN UNITATE ROBUR
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Grande -art-! Hai distrutto quel ridicolo castello di carte costruito dall'articolo!

    ART FOR PRESIDENT!!!

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    parlare con gli europeisti sfegatati è come parlare da agnostici con dei fanatici religiosi.

  7. #7
    Federalista Europeo
    Data Registrazione
    27 Apr 2009
    Località
    IN UNITATE ROBUR
    Messaggi
    2,448
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    parlare con gli europeisti sfegatati è come parlare da agnostici con dei fanatici religiosi.
    Ma no... al di là dell'umorismo che si può fare, il commento di art all'articolo era finalizzato a mostrare le imprecisioni, i luoghi comuni, le falsità spudorate che l'autrice dell'articolo utilizzava per quelche imprecisto motivo.
    Per citare art il commento finale di art, che condivido in pieno:
    Alla fine dell'esame di questo a mio giudizio poco efficace tentativo di disinformazione la domanda che mi pongo è questa: la nostra Ida a quale delle due categorie appartiene?
    Alla categoria dei fessi che ci credono sul serio o alla categoria dei furbi che sperano di guadagnare notorietà sfruttando i fessi?

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    08 Jun 2005
    Messaggi
    12,230
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    parlare con gli europeisti sfegatati è come parlare da agnostici con dei fanatici religiosi.

    si possono fare anche critiche sensate rispetto all'integrazione europea ma questo articolo è una di quelle stronzate talmente grandi che mentre solo lo leggevo anche prima di leggere i commenti di Art pensavo tra me e me "E' uno degli articoli più stupidi mai letti"

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Vi faccio notare che Ida Magli è un'antropologa di tutto rispetto, conosciuta internazionalmente.

    Quindi va bene criticare aspetti specifici di un determinto articolo, ma non certo dare della "stupida" all'autrice.

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    08 Jun 2005
    Messaggi
    12,230
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Felix Visualizza Messaggio
    Vi faccio notare che Ida Magli è un'antropologa di tutto rispetto, conosciuta internazionalmente.

    Quindi va bene criticare aspetti specifici di un determinto articolo, ma non certo dare della "stupida" all'autrice.
    Auguri e quindi??
    Fosse stata una gastroenterologa di successo cosa sarebbe cambiato?
    quall'articolo è una summa di banalita senza senso.....
    Non è che una cretinata diventi più intelligente se a dirla è Einstein figurati Ida Magli
    E ripeto l'affermazione: summa di banalita senza senso....non ha proprio ne capo ne coda.........

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Gli inganni che divorano il “mondo cattolico”
    Di Guelfo Nero nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-06-14, 11:03
  2. Inganni e Tradimenti di I.Magli
    Di Lancelot nel forum Padania!
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-06-07, 15:05
  3. Guerra e terrorismo. Tra menzogne e inganni
    Di Gian_Maria nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-11-05, 11:49
  4. Trucchi e inganni....
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-03-02, 09:40

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226