User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La madre della patria, la contessa di Castiglione

    Come tante nobili creature, anche l'Italia ha tanti Padri: Garibaldi, Vittorio, Cavour e Mazzini. Di Madre invece ce n'è scrupolosamente una sola ma si cerca di tenerla nascosta, sia perchè quello italiano è un patriottismo maschilista, sia perchè qualcuno pare vergognarsi dei suoi costumi. Così dal patrio album di famiglia è stata fatta sparire l'immagine della Mamma della Patria. Virginia Elisabetta Luisa Carlotta Antonietta Teresa Maria era nata a Firenze il 22 marzo 1837 dalla fiorentina Isabella Lamporecchi e dal marchese spezzino Filippo Oldoini. Come è giusto in questi casi, anche questa paternità non è poi certissima: la disinvolta contessina Isabella si sarebbe infatti intrattenuta con grande cordialità -a seconda delle versioni - con 1) il Granduca di Toscana, 2) un Bonaparte, 3) un Savoia, 4) il nobile polacco Giuseppe Poniatowski, o 5) un cardinale. In ogni caso la fanciulla è bene imparentata: il nonno materno conte Ranieri era stato tutore di Luigi Bonaparte (poi diventato Napoleone III), il padre ufficiale è invece cugino di secondo grado di Camillo Benso, conte di Cavour, e amico di Massimo d'Azeglio, che conia il nomignolo della fanciulla: Nicchia, da Virginia passando per Virginicchia. La ragazza è di una bellezza stravolgente, è anche sveglia, intelligente e piena di voglia di vivere.

    Il 9 gennaio 1854 sposa, a 17 anni, il conte Francesco Verasis di Castiglione Tinella e di Costigliole d'Asti assumendo così il titolo con cui è consegnata alla storia: contessa di Castiglione. Nel giro di un anno gli scodella un figlio ma si lancia fin da subito in un vorticoso giro di relazioni amorose. Il suo patriottismo la fa svolazzare fra tutte le alcove più importanti del piccolo Regno di Sardegna, fino ad approdare nel boudoir di sua maestà Vittorio Emanuele II, noto per il suo vigore amatorio. Delle straordinarie doti di affabilità della cugina si accorge subito Cavour (uno dei pochi – per quel che se ne sa – a non averne sorseggiato neppure un po' le grazie) che la affida a Costantino Nigra per una operazione di spregiudicata diplomazia segreta: far sedurre da Nicchia l'imperatore di Francia e “indirizzarlo” verso l'appoggio alla causa dell'unità italiana. Confessa il Cavour: “Se facessimo per il nostro personale interesse, quello che stiamo facendo per l'Italia, saremmo le persone più spregevoli del mondo”. Nicchia ci si butta con l'entusiasmo dei suoi 19 anni, con la consapevolezza della sua bellezza mozzafiato e – ci piace pensarlo – intonando l'inno di Mameli nei momenti dei suoi assalti e delle sue compiacenti rese. Per quasi due anni la Castiglione si occupa dell'uomo più potente d’Europa, lo infervora all'ideale unitario, gli fa assaporare le voluttuose brezze della redenzione italiana.

    In realtà finisce per esagerare in slancio patriottico: oltre a Napoleone, concede le sue fragranze anche a Costantino Nigra (che completa l'assedio tricolore alle Tuileries trafficandosi l'imperatrice Eugenia) ed a uno stuolo di ammiratori altolocati, suscitando le invidie delle dame di Corte, e pruriti alla pur spaziosa fronte imperiale. Nicchia viene perciò esiliata da Parigi alla fine del 1857, ma ormai il suo compito è stato portato fruttuosamente a termine: Napoleone si è invaghito della causa sabauda e a Plombierés mette nero su bianco il suo impegno. Delusa per la cacciata e per la scarsa riconoscenza dei Padri della Patria (tutte le spese della spedizione parigina sono state pagate dal povero conte Verasis) Nicchia se ne torna a casa, dove si consola diventando l'amante fissa del re per qualche stagione (riesce anche, finalmente, a spuntare una pensione annua di 12.000 franchi per i servigi alla Patria) e di molti altri baldanzosi eroi risorgimentali, come Emilio Faà di Bruno (perito a Lissa) e Guglielmo Acton (l'ufficiale borbonico che a Marsala “non aveva visto” lo sbarco garibaldino, poi diventato ammiraglio e ministro italiano), ma anche di politici e i finanzieri, come il Rothschild, la cui frequentazione e famigliarità le permette di accumulare una discreta fortuna economica in speculazioni di borsa.

    Negli anni che seguono, la sua specialissima versione dei rapporti diplomatici si rende ancora molto utile nel creare contatti con lo Stato della Chiesa (sarebbe interessante esplorare la versione curiale del suo bagaglio diplomatico) e nell'aiutare la Francia a mitigare le conseguenze della sconfitta del 1870. La Francia diventa la sua vera patria, si trasferisce a Parigi nel 1872 e lì resta fino alla sua morte, nel 1899. Viene sepolta nel cimitero parigino di Père Lachaise perchè il governo italiano si rifiuta di accoglierne le spoglie. Una brutta storia di ingratitudine a una donna che aveva fatto di più (e di meglio) di ogni altro per unificare la Patria. Ne aveva totale coscienza, avendo più volte affermato: “Ho fatto l'Italia”. Aveva solo ragione.

    Gilberto Oneto

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Aug 2006
    Messaggi
    471
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi par di capire che da un "ladro di cavalli" ad una "puttana di professione", si è ben ripresa la tradizione creatrice delle antiche patrie peninsulari.Non possiamo dimenticare infatti che anche i gemellini Romolo e Remo furono amorevolmente curati da una "lupa", laddove per "lupa" intendevasi non già l'animale degno di ogni rispetto, ma una meretrice del tempo! donde peraltro etimologicamente "lupanare" che significava in sintesi "casino".Con tali "padri" e "madri" potebbe una penisola, Terra dei Vitelli (vituli donde vitulia, inde Italia...), generare poi una "stirpe di eroi"?Conseguenza, se dai Vitelli si passa ai Buoi, abbiamo il quadro completo e senza tante metafore del popolo e dei governanti peninsulari...cromosomi compresi...!!!salucc

  3. #3
    naufrago
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    La me car Legnàn
    Messaggi
    22,957
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ho sempre pensato che l'itaglia fosse figlia di puttana, qui c'è la conferma. D'altro canto, per un paesello malsano capeggiato da una truppa di paripatetiche parlamentari, cosa ci si poteva aspettare come avi se non una lögia, un negriero ed un monarca coniglio?

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    08 Nov 2012
    Messaggi
    4,746
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da montecristo2006 Visualizza Messaggio
    Mi par di capire che da un "ladro di cavalli" ad una "puttana di professione", si è ben ripresa la tradizione creatrice delle antiche patrie peninsulari.Non possiamo dimenticare infatti che anche i gemellini Romolo e Remo furono amorevolmente curati da una "lupa", laddove per "lupa" intendevasi non già l'animale degno di ogni rispetto, ma una meretrice del tempo! donde peraltro etimologicamente "lupanare" che significava in sintesi "casino".Con tali "padri" e "madri" potebbe una penisola, Terra dei Vitelli (vituli donde vitulia, inde Italia...), generare poi una "stirpe di eroi"?Conseguenza, se dai Vitelli si passa ai Buoi, abbiamo il quadro completo e senza tante metafore del popolo e dei governanti peninsulari...cromosomi compresi...!!!salucc

    Non devi andare n'è tanto lontano n'è tanto indietro per trovare certe cosa . Non si dice che dalle vostre c'è un ducetto che ( quando ancora poteva )
    faceva pagare il pedaggio alle candidate del suo movimento ?

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da gfieramosca Visualizza Messaggio
    Non devi andare n'è tanto lontano n'è tanto indietro per trovare certe cosa . Non si dice che dalle vostre c'è un ducetto che ( quando ancora poteva )
    faceva pagare il pedaggio alle candidate del suo movimento ?
    chissà perchè quando si parla di puttane e meritrici tu appari sempre
    salucc

  6. #6
    www.noterdechedelada.net
    Data Registrazione
    16 Mar 2005
    Località
    al di qua dell'adda
    Messaggi
    2,196
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi ricordo un bel convegno in merito tenuto dal Gilberto in quel di Marcallo con C. .

    d'altronde un cosa orripilante come l'italiciana patria non poteva che nascere da genitori quantomeno allegri.
    Valtrumplino sicuramente

    Lombardo forse

    Padano..per quel che resta

    Italiano MAI!

  7. #7
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,695
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    l'unica cosa che non si riesce a capire è perchè ciampi, napoletano, scalfàro ... tengono nascosti alla popolazione le migliori gesta patriottiche itaglione

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Feb 2007
    Località
    Defungeremo all'opposizione...
    Messaggi
    781
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Magari tutte le donne fossero così emancipate... purtroppo ancora oggi il virus della repressione sessuale non è stato del tutto debellato. 2000 anni di chretinesimo cattolico non si cancellano velocemente.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 27-03-13, 12:18
  2. Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 08-08-07, 01:59
  3. Giornata del ritorno della Primorska alla madre patria
    Di Liberalix nel forum Friuli-Venezia Giulia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 09-10-05, 17:47
  4. FOTO - Perugia, Carpi, Castiglione d.L., Sabaudia
    Di A.Parmigiani nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-08-05, 13:50
  5. il vaticanista di Castiglione O.
    Di eleichem (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-04-04, 10:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226